Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 17:08 - 12/8/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Caro Visconte, oltre carenze linguistico logiche , Ella sbaglia anche sull allusione alla bugia .
Il concorso non è a Pracchia ma a
Le Piastre .
Quanti strafalcioni in in paio di righe !!!!
IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana trotto di Montecatini Terme è tutto pronto per la serata di Ferragosto e per la 70a edizione del 'Gran Premio Città di Montecatini'.

CALCIO

Sono gli ultimi giorni di riposo quelli che stanno vivendo i giovani calciatori biancocelesti delle annate 2006, 2007, 2008 e 2009.

CALCIO

Ci sono persone il cui umore viene addirittura influenzato dal risultato di una partita, e sorge spontanea quindi la domanda: perché agli italiani piace così tanto il calcio?

PODISMO

Ancora appuntamenti nella montagna pistoiese per i podisti.

RALLY

Prosegue a ritmi serrati la programmazione stagionale di Jolly Racing Team ed arrivano ulteriori conferme in merito alla bontà del progetto.

BASKET

Per i ciabattini non era sufficiente avere la squadra senior in Serie C, non erano nemmeno sufficienti le sei squadre Under e tutte le categorie del minibasket, la squadra Uisp nonché il superteam Overlimits.

PODISMO

In una splendida giornata si è corso a Maresca la gara podistica competitiva di km 10 <> organizzata dalla Asd Sci Montagna Pistoiese in collaborazione con il circolo ricreativo Unione Tafoni e la collaborazione tecnica della Silvano Fedi Pistoia.

BASKET

Gli Shomakers chiudono il mercato in entrata con l’innesto del giovane Matteo Lepori ad affiancare Andrea Navicelli in cabina di regia ed è reduce dalla stagione 2021-2022 dove ha centrato la promozione in serie B con la maglia degli Herons Montecatini.

none_o

Premio di poesia Maria Maddalena Morelli "Corilla Olimpica" - Città di Pistoia, giunto alla sua V Edizione.

none_o

Al via una mostra inedita di opere tratte dal taccuino di un villeggiante inglese.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo di agosto

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Dal 23 luglio al 22 agosto troviamo un segno di Fuoco forte, volenteroso e orgoglioso.

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
VALDINIEVOLE
Le specie alloctone invasive: se ne parla in un incontro online

3/2/2022 - 12:43

Il Centro di ricerca, documentazione e promozione del Padule di Fucecchio organizza sabato 5 febbraio (ore 16,30) un incontro per offrire una panoramica generale sulla problematica delle specie alloctone invasive e un approfondimento specifico sulla situazione della fauna ittica, che risulta particolarmente minacciata.

 

Sono previsti gli interventi di due ricercatori di prestigiosi istituti: Andrea Monaco (Istituto superiore protezione e ricerca ambientale) su "Fuoriposto. La minaccia globale delle specie aliene invasive" e Annamaria Nocita (Sistema museale di Ateneo, Università di Firenze) su “Le introduzioni di specie alloctone nelle acque interne della Toscana”.

 

L’introduzione da parte dell’uomo di specie esotiche invasive è considerata, per importanza a livello mondiale, la seconda causa di perdita di biodiversità, preceduta solo della distruzione degli habitat. Si tratta di piante, animali, funghi ed altri organismi trasferiti (volontariamente o accidentalmente) da una regione all’altra del pianeta, in aree dove sono in grado di adattarsi e costituire nuove popolazioni allo stato selvatico, la cui capacità di espansione ed accrescimento numerico rappresenta una minaccia per molte specie autoctone.

 

Queste specie, oltre a entrare in concorrenza diretta con specie indigene, possono alterare lo stato degli habitat e degli ecosistemi naturali, e a volte provocare ingenti danni economici ad attività produttive o rappresentare in alcuni casi una minaccia per la salute pubblica (potendo veicolare agenti patogeni trasmissibili all’uomo).

 

In linea con tutte le principali convenzioni internazionali in materia di tutela della biodiversità e con la Strategia nazionale per la biodiversità, l’Italia opera attivamente per prevenire la diffusione di specie esotiche invasive e per controllare o eradicare quelle specie che siano già presenti sul nostro territorio.

 

Il Centro Rdp Padule di Fucecchio affronta questa complessa problematica da oltre 20 anni, promuovendo attività di ricerca e di divulgazione; già nel 2002 ha organizzato un convegno nazionale sulla gestione delle specie “aliene” in collaborazione con il Dipartimento di biologia dell’Università di Firenze.

 

Ora il Centro torna ad affrontare l’argomento proponendo un incontro a carattere divulgativo, in considerazione della fondamentale importanza di creare una diffusa conoscenza e consapevolezza nell’opinione pubblica, volta anche a contrastare gesti inconsapevoli che possono favorire la diffusione di specie invasive.

 

L’incontro sulle specie alloctone invasive verrà trasmesso in diretta Facebook sulla pagina /paduledifucecchio; sarà possibile interagire con i relatori tramite la chat (organizzazione tecnica a cura di AmicoBit).

 

Il programma aggiornato è disponibile su questa pagina (nell’evento) e sul sito www.paduledifucecchio.eu; per info rivolgersi al Centro Rdp Padule di Fucecchio, email fucecchio@zoneumidetoscane.it

Fonte: Centro Rdp Padule di Fucecchio
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




7/2/2022 - 9:42

AUTORE:
Alessandro

Ho assistito al convegno on-line, ancora una volta come asserito dal tecnico ISPRA manca la politica che si assume le proprie responsabilità.
Anni ed anni di studi, adesso servirebbero azioni concrete per ridurre le specie aliene invasive.
Gamberi, tartarughe, adesso anche gli ibis sacri stanno massacrando il padule...servirebbero azioni concrete.
Paradossalmente l'unica specie "aliena" che viene controllata è il cinghiale, grazie agli odiati cacciatori sono calati drasticamente di numero e faranno meno danni al padule ed agli agricoltori. Tutto il resto, purtroppo.. è fuffa.