Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 02:01 - 20/1/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Presidente in quota Forza Italia.

Per capire il personaggio ed il suo rapporto col caimano , si trova abbondante materiale e penso anche dagli atti parlamentari , l appoggio alla tesi della nipote .....
HOCKEY

Finalmente arancione anche in campo femminile assoluto, dopo oltre un decennio una formazione di Pistoia torna alle competizioni e con buone prospettive future.

SCHERMA

Davide Cutillo ha staccato il biglietto per la finale dei campionati italiani under 17 di fioretto che si disputeranno nel prossimo mese di maggio a Catania.

BASKET

Tredicesima vittoria consecutiva per la Gema Montecatini, che dopo un mese di stop in campionato (causa pausa natalizia e poi le prime due giornate rimandate dal covid) ha dimostrato di non avere affatto ruggine o scorie addosso.

SCHERMA

Prima grande soddisfazione nel circuito europeo under 17 per Fabio Mastromarino. 

SCHERMA

Un azzurro per due.

BASKET

Ventinove giorni dopo l'ultima volta, Gema Montecatini è pronta a tornare in campo per una partita ufficiale. Il 17 dicembre, giorno della dodicesima vittoria consecutiva a Prato, sembra però ormai lontanissimo.

BASKET

Riceviamo da parte di Mtvb Herons e pubblichiamo.

HOCKEY

Se non è un evento poco ci manca, finalmente dopo oltre un decennio di assenza Pistoia ripresenterà una formazione senior femminile nei massimi campionati italiani.

none_o

Consigli di lettura di Maria Valentina Luccioli.

none_o

Inaugurazione il 19 gennaio alle 18,30, nei locali della Federazione provinciale di Rifondazione Comunista di Pistoia.

La signora in blu
Viaggio nel profumo delle .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno di Terra, Cardinale, domiciliato in Saturno ed esaltato in Marte.

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

L'oroscopo di gennaio

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
none_o
Un viaggio lungo un secolo con "Il catino di zinco"

11/1/2022 - 13:30

Buon anno cari lettori! Come state? Avete trascorso delle piacevoli vacanze? Avete ricevuto il dono tanto atteso?

 

A dicembre abbiamo terminato questa rubrica con "Venuto al mondo" di Margaret Mazzantini e iniziamo questo nuovo anno sempre con un suo romanzo, la sua prima opera letteraria: "Il catino di zinco", un libro caratterizzato da una scrittura decisa e da un linguaggio ricercato pieno di termini desueti e dialettali.

 

Un viaggio lungo un secolo carico di personaggi - soprattutto donne - ben caratterizzati. Anche se, a mio avviso, trovano il proprio spazio anche gli uomini che, seppur spesso soppressi da queste imponenti figure femminili, riescono a percepire la tenerezza dell'amore in qualunque momento narrato.

 

"Se non puoi farmi vivere, almeno lasciami riaffiorare in te". E' un libro che nasce dalla profondità dei ricordi, ricordi che ci aiutano ad amare e rispettare il nostro passato e a non avere paura del futuro, ricordi legati a cose, storie, persone che prendono forma e colore nei racconti della memoria di nonna Antenora. 

 

Molto di quello che siamo, che diventiamo, che desideriamo, è figlio dei nostri ricordi che occupano uno spazio virtuale enorme nei nostri affetti e pensieri, ma anche uno spazio materiale importante: basti pensare alle pareti rivestite di foto, ai portaritratti sparsi ovunque che ci ricordano le vacanze e le date indimenticabili, ai cassetti pieni di lettere, biglietti e cartoline, ai gioielli che segnano gli eventi e ai diari, quelli che accompagnano tutta la vita.

 

C'è chi dice che siano proprio le donne ad avere una maggiore capacità mnemonica, che riusciamo ad avere una sorta di hard disk maggiorato che ci permette di immagazzinare un po' di tutto... diciamo molto di tutto!

 

O forse sono le donne ad avere una maggiore memoria perché raccontano di più e più spesso (quante volte le nostre nonne ci hanno raccontato uno stesso episodio cambiando solo qualche dettaglio?)? E non è forse questo un modo per tramandare e sopravvivere così alla morte? Non si è mai pronti a lasciare andare qualcuno che amiamo; ma i ricordi, con la loro forte carica emotiva, ci aiutano a parlare di chi non c'è più e ci illudono così di poter sconfiggere la morte. Almeno un po'.

 

Vi auguro un sereno 2022. Vi ricordo l'appuntamento del sabato con Ilaria per i consigli di lettura per ragazzi. Il nostro appuntamento tra le pagine vi aspetta come sempre ogni martedì. A presto!

 

di Maria Valentina Luccioli

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




12/1/2022 - 6:04

AUTORE:
"Lettricecontenta"

Tanti auguroni Valentina per questo 2022 che vede un nuovo inizio con le tue stupende recensioni in questa meraviglia di rubrica.
Apprezzo molto questo tipo di letture che fanno riflettere sui nostri ricordi e che riescono a dare una spinta possente per "acchiappare" per mano il futuro e camminare a fianco ad esso con passo sicuro. Mi piace molto la tua frase: "...ricordi che ci aiutano ad amare e rispettare il nostro passato e a non avere paura del futuro." E' una citazione che trasmette tanta forza di volontà, data proprio dalle esperienze vissute e tramandate. Le donne hanno tanta memoria, come hai scritto tu. Raccontano tanto, ricordano, ripongono con molta cura nei cassettini della memoria, pensieri, parole, immagini passate davanti ai loro occhi che hanno catturato e fermato come fossero fotografie. Mi fai tornare in mente le mie nonne che mi raccontavano le loro esperienze, i loro ricordi giovanili. La mia nonna materna aveva una parlantina eccezionale! Forse perchè era di origini meridionali: parlava e si sbracciava con i gesti per rendere ancora più credibili i suoi racconti. Ma nei miei ricordi c'è anche e soprattutto chi parlava poco ma si faceva intendere benissimo con lo sguardo ed il cuore: mio padre era così. Occhi verdi che con la loro luce
parlavano come se fossero state mille bocche. Poche parole ma sentimenti veri e sinceri. Gli insegnamenti che abbiamo ricevuto dalle persone che abbiamo amato tanto e che ora non ci sono più, devono FORTISSIMAMENTE devono farci affrontare il futuro con tanta consapevolezza e nessuna paura. Loro, saranno per sempre nei nostri cuori, ci aiuteranno quando ne avremo bisogno e saranno sempre lì, accovacciati sulle nostre spalle a guardarci bonariamente, a proteggerci e magari darci anche un pizzicotto per avvertirci quando staremo per sbagliare. All'inizio della tua recensione, hai scritto se abbiamo ricevuto il dono tanto atteso...
Doni speciali per me, sono queste tue recensioni ed i tuoi romanzi. Non hanno fiocchetti, ne' sono contenute/i in pacchi regalo ma per me, hanno un cuore ed una carica travolgente e questo basta per considerarli doni di inestimabile valore. Ogni tua recensione è un consiglio di lettura da seguire ed i tuoi romanzi, sono poesia da custodire nel cuore. Grazie per l'impegno, la competenza, la passione, la bravura che mi doni con questi tuoi lavori. Continua a scrivere sempre.
Non fermarti mai. Ciao Valentina...un abbraccio!

11/1/2022 - 17:46

AUTORE:
Valentina

Buon anno Valentina e bentornata con la tua deliziosa rubrica.
I ricordi sono tanti frammenti della nostra vita che restano impressi nella mente.
Per me sono le fotografie che non puoi strappare. Le fotografie perfette delle grandi emozioni, belle e meno belle.
I ricordi sono pensieri indelebili. Tesori da trattare con cura.
Molto spesso sono le donne che hanno più ricordi e sorprende quanto, in alcuni casi, siano precisi e minuziosi. Ricordare è come rivivere nuovamente le persone che hai tanto amato.
Con questa lettura ho pensato tanto ai miei nonni materni. Sono anni che mi hanno lasciato ma io continuo a amarli con la stessa intensità.
Una scrittrice che apprezzo molto, Isabel Allende, ha scritto una frase in cui credo fortemente: “Non esiste separazione definitiva finché esiste il ricordo.”
I miei più sinceri complimenti Valentina, per la tua recensione sublime. Perfetta a ogni sua parola.

11/1/2022 - 15:34

AUTORE:
ILA

Bentornata Valentina e buon 2022 a te.
Davvero bella la riflessione sui ricordi e sulla loro capacità di sfuggire al tempo.
Apprezzo Margaret Mazzantini, ma non conoscevo questa sua opera, che sicuramente leggerò.