Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 18:05 - 19/5/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Che dire ? Adoperare attestati di stima e considerazione per dimostrare l altrui inconsistenza.

Il falso modesto credente , e il portato di un mondo postbellico e forse precedente la guerra .
La .....
VOLLEY

È andata in scena domenica a Monsummano la gara che ha consegnato nelle mani del Ctt il pass per la semifinale regionale Under 14.

BASKET

Grande soddisfazione in casa Nico per la diramazione della convocazioni della Nazionale 3x3 under 23 Femminile. Tra le atlete convocate anche Caterina Mattera, classe 2001, che ben si sta comportando al suo primo anno in Toscana. 

BASKET

Grande prova di carattere dei ciabattini che, nel momento più duro, tirano fuori gli attributi e si aggiudicano gara-4 con una prestazione maiuscola.

CALCIO A 8

È stata fissata al 7 giugno la data di partenza dell’edizione 2022 della Murialdo Cup – Memorial Silvano Sali, torneo amatoriale di calcio a 8 organizzato dal Montecatinimurialdo in collaborazione con la Uisp di Pistoia.

HOCKEY

Weekend intenso all'Hockey Stadium di Montagnana durante il quale la struttura ha ospitato attività sportive ma anche eventi culturali dimostrando ancora la versatilità dell'impianto.

RALLY

Si è confermato all’altezza delle aspettative, il ritorno di Simone Baroncelli nel Campionato Italiano Rally Terra.

PODISMO

In una giornata estiva numerosi podisti si sono dati battaglia su un percorso non certo facile per conquistare la vittoria nella edizione 2022 de "Una corsa geniale da Pinocchio a Leonardo’’.

BASKET

Finisce 76-60 con un monumentale Rasio da 25 punti.

none_o

"Sarà vero che Pinocchio…?" è la mostra itinerante educativa che ripercorre la storia dell'arte attraverso Pinocchio.

none_o

Inaugrazione venerdì 20 maggio alle ore 18.30 nel battistero di San Giovanni.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo di maggio.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Un’idea per una merenda diversa

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
PISTOIA
Cna: “Scarsa attenzione delle politica verso opportunità Pnrr, collegamenti viari e infrastrutture insoddisfacenti"

17/12/2021 - 18:59

A Pistoia il manifatturiero e i servizi si confermano ancora i settori trainanti sui quali puntare per attrarre i fondi del Pnrr e della nuova programmazione Regionale, così come è necessario puntare su progetti di rigenerazione urbana, sul recupero energetico con impianti di biometano da scarti vegetali, sulla promozione di un turismo 4.0 e sulla formazione post-diploma orientata alle specificità produttive del territorio.


Queste, in sintesi, le indicazioni emerse dai circa 200 imprenditori Cna dell’area Pistoia Città e Serravalle Pistoiese, intervistati in occasione dell’iniziativa “Pistoia, Pnrr e competitività del territorio” coordinata dai vertici dell’associazione: il presidente dell’area Pistoia città Massimo Iozzelli e il presidente di Cna Toscana Centro Claudio Bettazzi.


Tanti gli ospiti istituzionali intervenuti per entrare nel merito dei temi messi sul tavolo da Cna, tra i quali il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi, Stefano Casini Benvenuti (già direttore Irpet), Federico Gorbi (vicesindaco di Serravalle Pistoiese), Lorenzo Zogheri (Presidente Fondazione Cassa Risparmio Pistoia e Pescia).


Come sottolineato dal presidente Cna Claudio Bettazzi: “L’iniziativa è nata dalla volontà di avanzare alla politica proposte concrete di sviluppo territoriale, all’interno di un quadro unico e irripetibile di opportunità legate all’utilizzo delle imminenti risorse del Pnrr, senza dimenticare la programmazione ordinaria regionale legata all’utilizzo dei fondi strutturali. Per questo abbiamo svolto un’indagine su un campione di 200 imprenditori per capire quali sono i principali fattori di competitività territoriale da proporre alle istituzioni locali, con l’obiettivo di fare pressing affinché vengano compiuti tutti i necessari passaggi di progettualità condivisa, necessari ad intercettare le imminenti risorse. Gli effetti della pandemia sul tessuto economico locale sono stati profondi e diffusi e gli ultimi dati sulla produzione industriale  nel terzo trimestre del 2021 sono preoccupanti e mostrano un  livellamento generale delle perfomance verso il basso. Pistoia ora è a un bivio, o sceglie di vivacchiare su un patrimonio inesistente oppure cerca di ridefinire il proprio ruolo su asset regionali puntando su alcuni progetti che vadano nella direzione del rilancio e sviluppo. Le opportunità della transizione ecologica e digitale devono essere colte a pieno scaricando a terra gli effetti. Questo è l’unico futuro possibile”.


Il presidente di area Pistoia città, Massimo Iozzelli, ha ribadito che “per la nostra città l’occasione unica e straordinaria del Next Generation Eu potrebbe essere l’ultima per sciogliere definitivamente questi nodi irrisolti da troppo tempo. La diversificazione produttiva ha per il momento consentito di ridurre gli effetti negativi della congiuntura economica ma il manifatturiero e i servizi rappresentano ancora oggi l’unica leva capace di creare valore aggiunto, così come altri temi toccati direttamente dal Pnrr come i progetti di connettività ultraveloce e di rigenerazione urbana, la possibilità di ottenere recupero energetico dai residui organici dei vivai tramite impianti di biometano, la promozione turistica 4.0 e la necessità di sviluppare percorsi formativi per neodiplomati in grado di creare occupazione specializzata e il fare impresa. La nostra provincia è già in estremo ritardo rispetto al cronoprogramma delle risorse a disposizione. Per questo, se da un lato chiediamo a Comuni dell’area di accelerare le progettualità su questi temi, alla Regione chiediamo invece di esercitare il ruolo di coordinamento e di competenza diretta sugli ambiti che le competono. Dobbiamo avere chiaro, in tempi brevi, il percorso di definizione ed attuazione del tanto dichiarato Piano Strategico Territoriale e dobbiamo avere chiara l’attività sostenuta dalla Fondazione del cosiddetto Parco Progetti delle Amministrazioni Pubbliche, così come il rapido aggiornamento di Pistoia 2030. Il tempo a disposizione è finito. Ora è il momento di agire per sciogliere i nodi che da sempre zavorrano lo sviluppo locale”.


I RISULTATI DELL’INDAGINE CNA
Le 200 imprese del campione ritengono strategici per lo sviluppo dell’area di Pistoia i settori manifatturiero (53,2%), Servizi (38,3%) e turismo (36,3%), seguiti da agricoltura (23,4%) e terzo settore (10%) e il 62% degli intervistati ritiene insufficiente o molto insufficiente l’attenzione dei Comuni verso le opportunità legate a Pnrr e Fondi strutturali.


Ma su quali interventi prioritari le istituzioni dovrebbero puntare con progetti in grado di attrarre le risorse del Pnrr e della programmazione regionale? Infrastrutture stradali (43,3%), potenziamento e innovazione dell’assistenza sanitaria (19,4%), sviluppo di fonti da energia rinnovabile (19,4%) seguiti da sburocratizzazione della p.a., progetti di rigenerazione urbana, assetto idrogeologico, banda larga e 5g e promozione turistica.

 
Le aree di Pistoia Sud-Stazione-Esselunga  e l’area di S. Agostino sono ritenute interessanti per progetti di rigenerazione urbana, rispettivamente dal 23% e 69% del campione, ma un buon 52% boccia l’efficacia dei servizi alle imprese disponibli nel proprio comune di residenza.


In tema di connessione internet, l’indagine ha evidenziato che il 60% utilizza la fibra, il 28% l’Adsl ed i restanti altre modalità di collegamento alternative, ma il giudizio sul servizio è ritenuto insufficiente da quasi il 30% degli intervistati e il 22,7% segnala di aver avuto difficoltà ad investire nel digitale con le attuale strutture immateriali presenti in città.


Sul fronte della viabilità per gli spostamenti ai centri maggiori e tra casa e lavoro, il 55% del campione esprime un giudizio negativo, e in tema di infrastrutture a cui dare priorità il 56,7% ritiene prioritaria la terza corsia dell’A11 e opere collegate, il 40,3% i collegamenti ferroviari tra Pistoia e Firenze e il 26,4% la variante Montalese, il 22,9% la riqualificazione della Sr 66/12, il 15,9% il collegamento con la Valdinievole.


Inoltre, il 76% del campione intervistato ritiene che l’area di Pistoia sia idonea per sviluppare un progetto da fonti di energia rinnovabile (come impianto di biometano da scarti vegetali) e alla domanda sulla compatibilità tra l’espansione della superficie occupata dai vivai con le necessità produttive delle imprese artigianali e industriali ben il 39,2% del campione parla di incompatibilità,  mentre il 32,3% la riterrebbe compatibile ma in territori diversi dall’area della città.


Le imprese intervistate infine, ritengono poco efficace la promozione  digitale turistica del territorio (48%) ma il 69,6% si dice soddisfatto del livello di assistenza sanitaria e della gestione del verde pubblico (57,6%).

Fonte: Cna
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: