Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 12:01 - 26/1/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Qualcuno ha notizie della GATTINA DEL CIMITERO di Ponte Buggianese?
Da circa tre anni stazionava al cimitero di Ponte Buggianese. Nessuno conosce realmente la sua storia ma è conosciuta da molti e accudita .....
BASKET

Un nuovo bel progetto di inclusione sociale tra l'azienda Gema, rappresentata dall'amministratore e primo tifoso Alessandro Lulli, il direttore generale Moreno Sponda, il Montecatiniterme Basketball, l’associazione Super Boys and Girls di Pieve a Nievole.

CALCIO

Clamoroso colpo di mercato dell'Ad Valdinievole Montecatini, che si è assicurata le prestazioni sportive del centravanti italo argentino Geraldo Masini.

HOCKEY

Prestazione di forza degli arancioni nello scontro diretto con Messina, a pari punti con i toscani ma in vantaggio nello scontro diretto perchè vittoriosi con uno score di + 1 gol, necessario quindi ribaltare il risultato con i siciliani.

CALCIO

La Us Pistoiese 1921 comunica di aver provveduto in data odierna a sollevare dall’incarico di responsabile tecnico della prima squadra, Giovanni Lopez.

RALLY

Sarà una programmazione di spessore, quella che vedrà coinvolti Jolly Racing Team e Gianandrea Pisani.

CALCIO

In casa Montecatinimurialdo si respira aria di soddisfazione, specie per i grandi risultati ottenuti dal settore agonistico in questa prima parte di stagione.

CALCIO

Crediamo inoltre che con una giusta sinergia con la piazza si possa ricucire quello strappo che si era purtroppo creato con la precedente gestione della famiglia Ferrari, alla quale riconosciamo però la correttezza della gestione amministrativa e contabile, e di questo non possiamo che ringraziarli.

BASKET

Otto giorni dopo la vittoria nettissima con Legnaia (88-57), quarta forza della C Gold, Gema Montecatini è pronta a tuffarsi nuovamente nel campionato, in un momento di tanti rinvii e di incertezze sul futuro (è stato appena rimandato a data da destinarsi anche il derby di recupero del 26 gennaio).

none_o

Consigli di lettura di Maria Valentina Luccioli.

none_o

E' uno degli eventi centrali dell’Anno Iacobeo.

La signora in blu
Viaggio nel profumo delle .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno di Terra, Cardinale, domiciliato in Saturno ed esaltato in Marte.

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

L'oroscopo di gennaio

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
PISTOIA
Festeggiati questa mattina i cinquant’anni dei nidi d’infanzia pistoiesi

6/12/2021 - 12:57

Il 2 dicembre 1971 viene approvata in Parlamento la legge per la costituzione dei nidi di infanzia comunali. Il 2 maggio 1972 apre a Pistoia il primo asilo nido. Cinquant’anni di servizi educativi di qualità tale da sostenere lo sviluppo di tutte le potenzialità delle bambine e dei bambini fino a tre anni, e di sostegno alla genitorialità, che hanno visto Pistoia eccellere nel panorama italiano, tanto da divenire punto di riferimento per molti altri Paesi.


Negli anni i cambiamenti normativi e culturali hanno riconosciuto il carattere educativo di tutti i luoghi che accolgono i bambini di questa età, a complemento e in interazione con l’azione educativa del genitore, nella loro diversità di funzionamento e nella specificità della loro missione educativa. Hanno confermato anche la necessità di aumentare il numero e la diffusione sul territorio dei servizi educativi per l’infanzia e di costruire dei processi di continuità con l’esperienza successiva nella scuola dell’infanzia.


Il Comune, con il suo sistema educativo 0/3 integrato pubblico privato (5 nidi d’infanzia, 3 spazi gioco, un centro bambini e famiglie, un nido d’infanzia e uno spazio gioco con gestione in appalto, 7 asili nido e uno spazio gioco a titolarità privata), accoglie complessivamente 553 bambini e offre il servizio al 43% dei bambi di quella età, che supera la percentuale del 40% prevista dal Ministero nel Pnrr.


Sempre in occasione dei cinquat’anni dalla legge escono i primi orientamenti nazionali del Ministeri dell’Istruzione per i servizi educativi per l’infanzia, alla cui stesura ha collaborato come esperta esterna la dirigente del servizio Educazione Federica Taddei.


I cinquant’anni dei nidi d’infanzia pistoiesi sono stati celebrati questa mattina alLagomago dal sindaco Alessandro Tomasi, dall’assessore all’istruzione Alessandra Frosini, dalla dirigente Federica Taddei e dalle referenti dei servizi 0/3 comunali, con la proiezione di 14 testimonianze video che sono arrivate nei giorni scorsi dall’Italia e da tutto il mondo (Giappone, Inghilterra, Danimarca, Spagna, Stati Uniti, Olanda, Brasile e molti altri Paesi). Educatori, ricercatori, formatori, coordinatori, intere delegazioni: sono tantissime le figure professionali, con funzioni e ruoli diversi, che nei decenni sono entrate in contatto con la realtà educativa di Pistoia per costruire un sistema di formazione di qualità per il personale della scuola e per i bambini stessi.


Le parole che ricorrono nelle testimonianze e che identificano i servizi educativi del Comune di Pistoia sono cura, dei bambini, della relazione con le famiglie, con la città, la cura degli spazi, protagonismo dei bambini, partecipazione delle famiglie, avere il piacere, il desiderio e il coraggio di osare e continuare a pensare azioni educative possibili, terreno fertile, generosità nel condividere le pratiche e le conoscenze; accoglienza, apertura; apprendimento cocostruito per bambini, insegnanti e famiglie; dono e responsabilità; eccellenza.


«Il primo nido a Pistoia fu aperto il 2 maggio 1972 gestito dall’assessorato al servizio sociale. Si chiamava asilo nido di via Mazzini, dalla strada in cui era ubicato. Il nido ospitava 30 bambini, 12 assistenti d’infanzia e due cuoche. Periodicamente veniva un pediatra e visitava tutti i bambini. Non c’erano altre strutture per l’infanzia in quei tempi» così inizia il ricordo di Gina Lillocci, una delle prime assistenti d’infanzia del Comune.


«Da parte dell’Università delle Isole Baleari c’è un grandissimo ringraziamento per la vostra generosità perchè avete ricevuto per più di 18 anni tanti studenti delle nostre isole. Adesso sono insegnanti che guardano nella loro memoria le tracce che ha lasciato l’esperienza nelle vostre scuole che ci hanno insegnato in primo luogo come fare educazione con umanità» ricorda Maria Riera dell’Università delle Baleari.


Nel suo contributo video, Tullia Musatti del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) di Roma ha evidenziato come «… in tutti questi anni, le discussioni con le insegnanti dei nidi, delle areebambini e delle scuole dell’infanzia di Pistoia, l’osservazione delle esperienze che fanno i bambini in questi servizi sono sono stati un elemento essenziale per l’attività di ricerca svolta da me e dalle mie colleghe presso il Consiglio nazionale delle ricerche a Roma. E’ stata ispirazione di studio ma anche una lezione di vita, ho osservato allo sviluppo della qualità dei servizi, ho visto come un servizio possa essere un luogo di crescita per tutti i bambini, di sostegno alle famiglie e un luogo di riferimento per la cittadinanza per costruire una visione positiva dei diritti dei bambini».


14 contributi video, quindi, per testimoniare la storia e l’evoluzione dei servizi educativi del Comune di Pistoia, arricchendo la riflessione con lo sguardo di chi li ha conosciuti e apprezzati in occasione di percorsi formativi o di scambi pedagogici.

Fonte: Comune Pistoia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: