Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 14:12 - 09/12/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Notizia fresca fresca :
Due anziani, pensione sociale , che procedevano con fare sospetto, sono stati fermati dalla GDF .
Alle varie domande , fra l'altro hanno dichiarato di andare a comprare le .....
CALCIO

Anticipo di lusso tra Montecatini e Larcianese sabato 10 dicembre alle ore 14:30 allo stadio "Benedetti" di Borgo a Buggiano.

HOCKEY

La prima fase dei campionati nazionali indoor non arride alle formazioni dell'Hockey Club Pistoia impegnati nei vari tornei.

BASKET

La Gioielleria Mancini impegnata in trasferta ancora con una sfida inedita contro l’Audax Carrara di Francesco Tealdi. Nelle fila monsummanesi da segnalare il ritorno di Gabriele Bellini dopo quasi due mesi di assenza.

RALLY

È un resoconto soddisfacente, quello analizzato da Jolly Racing Team a conclusione del Rally della fettunta, appuntamento svoltosi nel fine settimana sulle strade della provincia di Firenze.

BASKET

Trasferta amara per la Over Nico Basket, che dopo tre quarti giocati in equilibrio, cedono negli ultimi 10 minuti sotto i colpi di una Pielle Livorno in serata di grazia.

BASKET

Fabo Herons annuncia la fine del rapporto di lavoro con Federico Casoni.

CALCIO

Domenica alle ore 14:30 lo stadio "Idilio Cei" di Larciano ospiterà il sessantunesimo derby della storia in campionato tra viola ed azzurri.

BASKET

La Fabo Herons ha un assetto totalmente nuovo, dopo aver preso in A2 Adrian Chiera, dalla serie superiore arriva anche l’ultimo inserimento rossoblù, Marco Arrigoni, milanese, 31 anni, 3 promozioni dalla B alla A2, l’ultima qualche mese fa con Rimini, di cui era capitano.

none_o

Gli spazi espositivi della biblioteca concludono il 2022 con una mostra del pittore pistoiese Paolo Tesi.

none_o

A dicembre e gennaio le sedi di Pistoia Musei restano sempre aperte.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Tuiles au chocolat.

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

Sales and Didactic Consultant

Descrizione della posizione

SI .....
E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
none_o
Scrivere lettere ai tempi di WhatsApp

23/11/2021 - 10:07

Ho iniziato a scrivere lettere all'età di undici anni: con la scuola era stata pianificata una corrispondenza con coetanei francesi, in più per conto mio mi ero inventata l'hobby della filatelia e avevo pubblicato un annuncio su Topolino che mi aveva procurato molti amici di penna con i quali ci scambiavamo molte chiacchiere e qualche francobollo.

 

Le parole sono sempre state per me il veicolo giusto per parlare, confidare, raccontare; un modo discreto e ordinato di entrare in una vita che a sua volta aveva voglia di entrare nella mia.

 

E' andata a finire che non ho mai smesso di scrivere lettere (poi negli ultimi anni tristemente trasformatesi in e-mail e poi in messaggi): la mia amica Frédèrique di Poussan, Anna di Stoccarda, Zurinhe in Spagna e Floriana a Brindisi sono quelle che sono durate per decenni interi.

 

Scrivevo anche ai miei amici quando capitava che si trovassero temporaneamente all'estero per lavoro. Perché, secondo me, ricevere una lettera da qualcuno che ami è una sensazione piacevole e delicata, una bella carezza che puoi godere più e più volte, visto che la si può rileggere.

 

Per questo motivo, nel nostro appuntamento tra le pagine di oggi, vi propongo la storia delicata di due donne che si sono conosciute per caso da bambine, in vacanza ad Atlantic City e che si scrivono caparbiamente per non perdersi. Due donne che crescendo diventano profondamente diverse sia eticamente che esteticamente, ma che si sentono intimamente legate: perché loro si sono scelte.

 

Non vi aspettate un "romanzone" perché "Spiagge" di Iris Rainer Dart non lo è: é piuttosto un libro dove si piange e dove si ride molto, un romanzo di sentimenti veri e lucidi che vi lascerà una dolce sensazione (se volete ne è stato tratto un film con il titolo omonimo nel 1988) e un bel pensiero positivo: quanto sia magico avere un amico, quello con il quale abbiamo condiviso  una gita al mare, le vacanze, le risate, una caduta in bicicletta, i pianti a dirotto, gli amori sbagliati, l'euforia, l'adrenalina delle giostre, il motorino, le scarpe rosse con il tacco, il Capodanno, la minigonna, un bacio rubato e chissà quanto altro.

 

Perché, come è scritto sulla locandina del film, "esistono ricordi legati a un momento, a un luogo, ma i migliori tra questi sono i ricordi legati agli amici". E' sicuramente più rapido (e invadente) quell'imbroglio di whatsapp, ma pensate a quanto è emozionante un biglietto che arriva per posta, uno di quelli che tieni da parte per la sera, quando puoi gustarlo e dedicargli tutta la tua attenzione.

 

Buona lettura amici! A presto!

 

di Maria Valentina Luccioli

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




24/11/2021 - 2:52

AUTORE:
"Lettricecontenta"

Esistono libri che non ti aspetti e che un bel giorno scopri. Quel giorno lo benedici, perchè quel libro entra a far parte della tua vita. Della mia vita. L'ho letto e ne sono rimasta colpita per le grandi emozioni che mi ha trasmesso. Mi sono commossa, ho pianto ed ho sorriso. Ho visto anche il film: una videocassetta ed un videoregistratore, hanno messo in moto sensazioni molto toccanti e vere. Durante la visione del film, ripercorrevo tutto il libro con la mente e le emozioni sono raddoppiate. Quelle lettere che si scrivevano le due protagoniste, erano di una tenerezza disarmante. Mi sono arrivate al cuore forti e dirette e mi hanno fatta riflettere sui veri valori della vita. Valentina, la tua, non è una recensione. E' una dolcissima poesia. Ed hai arricchito questa poesia con i tuoi ricordi dell'infanzia e dell'adolescenza. Ricordi che apprezzo tanto che tu li abbia scritti, perchè mi fanno conoscere ancora di più la bella persona che sei. Whatsapp o gli altri modi di messaggistica più diretta, entrano come missili nel nostro quotidiano e possono essere invadenti come hai scritto tu. Sono un modo di comunicare cose o situazioni in modo più sbrigativo e veloce ma non potranno mai togliere e sostituire il profumo e la magica tenerezza di un pensiero scritto sulla carta. Spesso, la timidezza può bloccare le persone e dal vivo non si riescono a dire le cose che si vorrebbero dire con il cuore. In questo caso, la "carta" aiuta molto. Scrivendo un bel pensiero cartaceo, si può far arrivare all'anima di un'altra persona, tutto ciò che non si riesce a dire a voce. Una lettera è far volare con un soffio delicato un pensiero con le ali per la persona a cui teniamo. E' abbracciare con il pensiero. E' donare amore, affetto, simpatia, benevolenza, vicinanza. Valentina... non smettere mai di scrivere: che siano romanzi, recensioni, pensieri o altro. Hai una forza travolgente e trascinante in ciò che scrivi. Che siano su carta o virtuali, le tue parole sanno trasmettere emozioni intense ed indimenticabili. La bellezza è che hai cominciato a scrivere da bambina e scrivi tutt'ora. Fortunatamente!
Grazie Valentina per questi grandi doni!

23/11/2021 - 15:24

AUTORE:
ILA

Bellissimi ricordi quelli che ci racconti oggi tra le pagine della tua rubrica.
Ottima la recensione di questo libro che parla di amicizia vera, che va oltre il tempo e le circostanze della vita.
Grazie Valentina.

23/11/2021 - 14:11

AUTORE:
Stefano Cannistrà

L'appuntamento di oggi mi crea emozione, e non tanto per il libro proposto che è comunque un bel romanzo, scritto bene, piacevole e garbato, ma per il salto nostalgico che Valentina ci fa fare nel tempo. Quello in cui la lettera era l'unico veicolo emozionale per esternare i sentimenti:per una donna, per un uomo, per un genitore, un fratello o una sorella... Per un amico, per una amica. Ricordo ancora il profumo della carta, il tratto di penna non sempre sicuro, come i pensieri che volavano nella mente per atterrare su quel foglio. Magari cancellarli, riscriverli, renderli ancora più veri, più sinceri, più passionali, perché diretti a persone importanti per la nostra vita. Oggi con WA si fanno anche le condoglianze:è più semplice, meno impegnativo, facilità quel disimpegno nell'esprimere i sentimenti che ci si porta dietro, perché oggi il mondo è così.Questo romanzo parla di una amicizia che durerà una vita, come le parole che restano sui fogli.

23/11/2021 - 13:02

AUTORE:
Valentina

Ogni martedì mia Cara Valentina lasci il segno. Mi incanto a leggerti. Una recensione tanto dolce e delicata. Con questo consiglio di lettura mi fai sognare!
Quanto è bello dedicare parole su carta a qualcuno che si ama. Leggerle ti fa avvertire il calore e la gioia di chi scrive. Senti quelle braccia che ti stringono forte in un caldo abbraccio.
Questo credo sia una delle più belle e vere dimostrazioni d’amore.
Nella scrittura puoi esprimere quello che molte volte non riesci a dire a parole .
La nostra emotività spesso ci tradisce e finiamo per non riuscire a dire tutto quello che vorremmo.
Ecco con la scrittura questo problema non c’è. Siamo soli con i nostri pensieri, il nostro foglio e la nostra penna.
Ho iniziato da adolescente e ancora oggi, da adulta, continuo a farlo.
Il periodo della pandemia non ha fatto altro che aumentare il mio bisogno di scrivere parole d’affetto per le persone a me care e delle quali non potrei fare a meno.
Quanto è meraviglioso ricevere un pensiero in un momento inaspettato. In un momento che non sia una ricorrenza. Scoprire l’emozioni dell’inaspettato ti fa vivere tutto a 360 gradi, con un’ energia e un entusiasmo straordinario.
Le lettere resteranno sempre una forma di comunicazione incantevole, elegante, intima e romantica, dal valore e dalla bellezza indescrivibile.
Nessuna messaggistica immediata potrà mai sostituirle.
Viva Le lettere, il loro valore, la loro Bellezza e la loro immensa Magia!

Grazie di cuore Valentina. Sei speciale e preziosa!

23/11/2021 - 11:27

AUTORE:
Alessandro

Condivido la riflessione di Valentina sull'importanza di recuperare la buona abitudine di scrivere come si faceva una volta quando i social non c'erano o non erano comunque tanto invadenti.
Il sapore e il profumo di una lettera o di un biglietto restano unici. Da anni un caro amico mi fa pervenire gli auguri di Natale con una cartolina inviata per posta. Vi assicuro che l'aspetto ogni volta come un regalo.
Mi metterò volentieri sulle tracce di "Spiagge" e magari anche del film tratto dal libro, senza però dimenticare di ringraziare Valentina che con i suoi consigli di lettura, aspetto ogni settimana come un regalo.