Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 00:08 - 18/8/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Penso proprio di essere fascista !

Infatti oltre che pensare intimamente e graniticamente di possedere la verità assoluta, ho una profonda disistima di chi si affanna a discutere con me , cercando .....
PODISMO

Sabato 20 agosto in occasione della 43^ edizione della <<Marcia del Padule di Fucecchio>> gli amici del gruppo podistico Ponte Buggianese, vogliono  ricordare il loro  presidente e factotum Tullio Cardelli organizzando un gara e a carattere ludico motorio sulle distanze di km 2,500-6-10.

CICLISMO

L’associazione dilettantistica ciclistica Borgo a Buggiano, affiliata alla Federazione ciclistica italiana, organizza per il 18 agosto la gara ciclistica “Coppa Pietro Linari”.

IPPICA

Con il Ferragosto guastato dal maltempo, e la conseguente sospensione di metà riunione di corse, all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme si è tornati in pista nella serata di martedì.

BASKET

Mtvb Herons comunica di avere tesserato, con la formula del prestito, Matteo Lorenzi, ala-guardia del 2004, 194 cm, proveniente dalla Cestistica Audace Pescia.

BASKET

Coach Barsotti è pronto a plasmare il nuovo gruppo a sua immagine e somiglianza, come sempre. Nel suo staff, a fianco del confermato Gabriele Carlotti, è stato inserito Filippo Barra mentre il preparatore atletico sarà Matteo Finizzola.

CALCIO

E' previsto per il pomeriggio di giovedì 18 agosto alle ore 17:30 il ritrovo della Larcianese per il periodo di preparazione alla stagione sportiva 2022/2023. Ricordiamo che la società viola è stata inserita nel girone "A" del Campionato di Promozione, che inizierà domenica 25 settembre.

PODISMO

Dobbiamo chiamare il ‘’re della montagna’’ il pistoiese Massimo Mei, portacolori della società bianco verde dell’Atletica Castello Firenze che si aggiudica la dodicesima edizione della <<Corsa in montagna a Frassignoni>> che si è svolta nella località di Frassignoni, frazione del comune di Sambuca Pistoiese.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana trotto di Montecatini Terme è tutto pronto per la serata di Ferragosto e per la 70a edizione del 'Gran Premio Città di Montecatini'.

none_o

Premio di poesia Maria Maddalena Morelli "Corilla Olimpica" - Città di Pistoia, giunto alla sua V Edizione.

none_o

Al via una mostra inedita di opere tratte dal taccuino di un villeggiante inglese.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

La ricetta dei carciofi spettinati

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo di agosto

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
AGLIANA
Due donne della polizia municipale agli arresti domiciliari per atti persecutori, falso ideologico, calunnia e furto

9/11/2021 - 11:20

Questa mattina, i carabinieri della compagnia di Pistoia, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Pistoia su richiesta della Procura, hanno sottoposto ad arresti domiciliari due appartenenti alla polizia municipale di Agliana, gravemente indiziate a vario titolo e in concorso tra loro (e fatte salve le successive verifiche dibattimentali) di atti persecutori, falso ideologico, calunnia e rivelazione di segreti d’ufficio. Una di loro è anche accusata di furto aggravato.

L’indagine, condotta dai carabinieri della stazione di Quarrata e Montale, unitamente alla sezione di polizia giudiziaria dei carabinieri, con il coordinamento dell’autorità giudiziaria, nasce dalla dichiarazioni presentate da una ex-collega delle odierne indagate, che nel novembre 2020 si era recata presso alla stazione di Quarrata per presentare una denuncia di furto riguardante le chiavi della sua auto, sottrattele dal suo armadietto presso la sede della polizia municipale di Agliana dove la stessa prestava servizio in qualità di agente.

Il furto avvenuto all’interno di un comando di polizia, nei danni di un agente in servizio, destava subito alcuni sospetti, anche in considerazione che la vettura della denunciante non era stata poi rubata, così come nulla al suo interno era stato sottratto.

I militari iniziavano quindi alcuni accertamenti, tra i quali l’acquisizione di filmati e l’escussione di persone potenzialmente informate sui fatti, procedendo inoltre anche a riconvocare la denunciante per approfondire le circostanze del furto.

Durante queste preliminari attività, emergevano elementi indiziari circa l’esistenza di un clima di forte tensione all’interno della polizia municipale, determinato da comportamenti apertamente ostili assunti nei confronti di alcuni dipendenti “non graditi”. 

Questi comportamenti, concretizzatisi in plurimi e pretestuosi procedimenti disciplinari, demansionamenti arbitrari, ingiurie alla presenza di altri colleghi e anche di privati cittadini, avevano visto un’escalation da quando presso quel comando era giunta una nuova agente, assunta nonostante fosse gravata da una sentenza passata in giudicato per il reato di calunnia e che fosse stata precedentemente licenziata da un altro comando di polizia municipale toscano proprio per aver omesso questa rilevante informazione ai fini dell’assunzione. 

In virtù dell’assenza dei requisiti previsti per l’assunzione, risultavano essere stati prodotti documenti falsi finalizzati alla riconferma nel ruolo dell’agente.

Nel corso delle indagini, emergevano altresì elementi idonei a ritenere che le indagate inviassero esposti anonimi e accusatori nei confronti di chiunque si opponesse al loro progetto di “modellare” il comando di Agliana “a loro immagine e somiglianza”. Questi scritti, in violazione del segreto d’ufficio, venivano inviati anche ad alcuni organi di stampa locale con l’intento di accrescere il clima di pressione intorno alle vittime del loro disegno, additandole quali responsabili di abusi e reati.

Le due indagate sono state quindi sottoposte agli arresti domiciliari in quanto, in virtù del ruolo e della funzione ricoperta, ritenute potenzialmente in grado di reiterare i reati e di alterare eventuali ulteriori elementi probatori. 

Contestualmente, gli uffici del comando della polizia municipale sono stati sottoposti a perquisizione, con il sequestro di supporti informatici e documenti ritenuti utili ai fini investigativi.

Fonte: Carabinieri
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




10/11/2021 - 10:59

AUTORE:
Pasquino

dal quotidiano LA NAZIONE:
la vigilessa, Claudia Vilucchi, 43 anni, già in servizio a Greve in Chianti, e la sua attuale comandante nel Comune pistoiese, Lara Turelli, 50 anni, sono finite agli arresti domiciliari

10/11/2021 - 9:20

AUTORE:
Apoto

Notizie parziali.
I miei dubbi sulla mancanza di provvedimenti da parte del comandante. erano giusti .

Peccato che fra le due signore di cui all' articolo, una fosse il comandante....come dalla TV e dalla stampa ...dove il dato sembrerebbe certo.

Conferma televisiva anche dal signor Sindaco.

Un fattaccio che rafforza la sfiducia nella polizia locale.

9/11/2021 - 22:16

AUTORE:
yeti

Cara Laura dovresti mettere in ordine i tuoi pensieri.

Siamo in Italia ? Una frase ovvia ma se messa in bocca ai qualunquisti, demenziale.

Se quello che leggiamo troverà riscontro in sede giudiziaria, vedo difficile la prosecuzione nella professione delle due persone in epigrafe.

Se le persone hanno dichiarato il falso e non esistevano condanne , non vedo quali elementi potevano essere ostativi alla omologazione del concorso e quindi all assunzione.

Altro poi se trattasi di assunzione a termine.

In ogni caso compete all,amministrazione il controllo del certificato penale del candidato e niente altro.
Fatti poco edificanti su cui verrà fatta luce accertando le responsabilità.

Resta la curiosità di come il comandante non si fosse accorto della situazione.

9/11/2021 - 12:18

AUTORE:
Laura

Dell'immagine della municipale, meriterebbero la galera, ma siamo in democrazia, saranno presto assunte in un'altro comando magari con livello superiore.

9/11/2021 - 11:28

AUTORE:
Tommaso Moro

Belle personcine ammodo !

E il comandante ?