Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 03:02 - 01/2/2023
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Frasi che mi avviliscono .
Offese gratuite e magari anche giuste .
Ma espresse così mi paiono vergognose .
Quando si esprime un giudizio senza aggiungere un perché , e atto di violenza "fascista"
Troppo .....
BASKET

Fabo Herons Montecatini rende noto che il giocatore Dominic Laffitte, in accordo con il club, concluderà la presente stagione sportiva con un'altra squadra, con l'obiettivo di avere maggiore spazio sul parquet.

HOCKEY

La stagione indoor si conclude amaramente per gli arancioni che retrocedono nella A2 nazionale del campionato in questione e magari anche con qualche recriminazione perchè forse si poteva riuscire, in una mezza impresa, a rimanere più in alto.

AUTOMOBILISMO

La F1 Italiana è la gara più popolare in Italia.

BASKET

La Gioielleria Mancini inaugura il girone di ritorno con la difficilissima trasferta a Prato contro il Prato Basket Giovane, attualmente al terzo posto in classifica. La Cronaca della partita Vettori apre la partita con una bomba, Lorenzo Bogani accorcia e Pinna impatta dalla lunetta ma Vettori piazza un’altra bomba.

SCI

Gradito ritorno sulle nostre montagne del comprensorio sciistico di Abetone e della val di Luce di una tappa dello Ski Tour 2022-2023.

SCI

Ha preso il via in questi giorni la 41° edizione di Pinocchio sugli sci, la rassegna giovanile di sci alpino più amata d’Italia e tra le 5 più importanti al mondo.

BASKET

Gli studenti dell'Istituto professionale di Stato per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera "Ferdinando Martini" di Montecatini Terme saranno ospiti domenica 29 gennaio al Palaterme in occasione della partita del campionato di Serie B Old Wild West tra Fabo Herons Montecatini e Legnano Knights.

CICLISMO

E' iniziata nel migliore dei modi la stagione 2023 del Team Corratec che si sta mettendo in mostra nella Vuelta a San Juan a confronto con squadre e corridori di alto livello.

none_o

"Raccontami un libro", di Ilaria Cecchi.

none_o

Dal 27 gennaio al 10 febbraio da Artistikamente (via Porta al Borgo 18), è in programma una mostra di Franco Bovani.

La mamma albergava nella casa che cura,
aveva le doglie, non .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Rapini saltati alla Puccini.

Abbiamo aperto il 2023 con la selezione di due nuovi posti di .....
Buonasera. Cerchiamo addetto al ricevimento con buona conoscenza .....
none_o
Assegnati 7 beni immobili confiscati alla criminalità organizzata ai Comuni di Chiesina Uzzanese e Pescia

8/11/2021 - 14:09

VALDINIEVOLE - Questa mattina si è tenuta in videocollegamento una conferenza di servizi per l’assegnazione di unità immobiliari confiscati alla criminalità organizzata alla quale hanno preso parte i rappresentanti dell’Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, il prefetto Gerlando Iorio unitamente ai sindaci di Buggiano, Chiesina Uzzanese e Pescia.


Durante l’incontro è stata esaminata la situazione dei beni confiscati in questa provincia dove, grazie all’intenso e complesso lavoro preparatorio condotto dal Nucleo di supporto della prefettura, diretto dal viceprefetto aggiunto Eugenio Di Agosta, sono stati individuati complessivamente 22 beni confiscati definitivamente a organizzazioni malavitose, di cui 6 nel comune di Pescia, 1 nel comune di Chiesina Uzzanese e 14 nel comune di Buggiano, risultanti peraltro ancora in larga parte occupati dai familiari degli appartenenti alle organizzazioni criminali alle quali i beni sono stati confiscati.


L’attività di indagine disposta dalla prefettura nonché quella del Nucleo di supporto ha permesso di risolvere le criticità che si frapponevano all’utilizzo concreto dei beni, individuando gli immobili ancora occupati; in un contesto, peraltro, di scarso allarme sociale rispetto alla gravità della prolungata permanenza degli stessi soggetti condannati e dei loro congiunti presso gli immobili oggetto di confisca dello Stato.


Per tale ragione, a stretto giro, saranno pianificate – anche in sede di Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica – le attività di sgombero forzoso, rendendo finalmente fruibili tali beni alla collettività.


Tale importante risultato è stato possibile grazie all’attività di coordinamento e di intelligence territoriale posto in essere dal Nucleo di supporto prefettizio che ha agito con un triplice obiettivo:
1)   garantire il confronto con la rete dell’associazionismo e favorire il dialogo territoriale, affinché potesse essere sviluppata la conoscenza degli stessi beni presenti sul territorio così da suscitare interesse nella collettività per la loro gestione;
2)   sensibilizzare gli enti locali della provincia in merito alle possibilità progettuali allo scopo di favorire la concreta attuazione di iniziative;
3)   restituire i beni confiscati alla collettività attraverso la realizzazione di progettualità con marcati riflessi sociali, contribuendo ad affermare il rispetto della legalità sul territorio.


Per il momento sono stati assegnati al comune di Pescia beni facenti parte del medesimo complesso immobiliare, composti da un’abitazione indipendente di 6 vani di 125 mq e 5 terreni limitrofi per una superficie complessiva di 575 mq, presso il quale, l’amministrazione comunale realizzerà un progetto dedicato a minori non accompagnati.


Al Comune di Chiesina Uzzanese è stato invece assegnato un terreno coltivabile di 30 mq che sarà impiegato in un progetto di “orto sociale” con finalità educative per le quali saranno coinvolti gli istituti scolastici del territorio.


Per gli altri beni non assegnati è stato ipotizzato un loro utilizzo nel breve periodo attraverso diverse e ulteriori forme di coinvolgimento degli attori istituzionali e del terzo settore, già avviati dalla prefettura d’intesa con l’Agenzia nazionale.

Le modalità operative e di coinvolgimento territoriale dei Comuni, delle associazioni e delle organizzazioni sindacali hanno consentito di avviare nei decorsi mesi un’ulteriore possibilità di rilevanza sociale su un terreno confiscato alla criminalità, facente parte di un patrimonio aziendale situato nel comune di Quarrata, grazie a un approccio speditivo proposto in via sperimentale dal prefetto Iorio all’Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.

Fonte: Prefettura di Pistoia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: