Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 12:08 - 09/8/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Lambere oportet!
Ma attento a sputare i peli !
Almeno comincia il 26 Settembre !
Ossessione !
BASKET

Per i ciabattini non era sufficiente avere la squadra senior in Serie C, non erano nemmeno sufficienti le sei squadre Under e tutte le categorie del minibasket, la squadra Uisp nonché il superteam Overlimits.

PODISMO

In una splendida giornata si è corso a Maresca la gara podistica competitiva di km 10 <> organizzata dalla Asd Sci Montagna Pistoiese in collaborazione con il circolo ricreativo Unione Tafoni e la collaborazione tecnica della Silvano Fedi Pistoia.

BASKET

Gli Shomakers chiudono il mercato in entrata con l’innesto del giovane Matteo Lepori ad affiancare Andrea Navicelli in cabina di regia ed è reduce dalla stagione 2021-2022 dove ha centrato la promozione in serie B con la maglia degli Herons Montecatini.

PODISMO

L’Asd Sci Montagna Pistoiese Maresca, con la collaborazione del circolo ricreativo Unione Tafoni, il campeggio del Teso e la collaborazione tecnica della Silvano Fedi Pistoia, organizza per domenica 7 agosto nella località di Maresca una gara podistica competitiva.

BASKET

La storica società termale Augies nata nel lontano 2002, dopo anni di successi nella Uisp, ha deciso quest’anno di intraprendere una nuova avventura.

PODISMO

Al fresco della  località Le Piastre nel comune di Pistoia, si è disputata su di un percorso misto (sterrato-asfalto) una gara podistica competitiva di km 8 denominata <<Trofeo Tiziano Spampani>>.

BASKET

Primo colpo di mercato per gli Shoemakers che alimentano il reparto “lunghi” con l’arrivo di Filippo Vettori dal Dany Basket Quarrata.

RALLY

É festeggiando insieme ai suoi portacolori la vittoria nel confronto riservato alle scuderie che Jolly Racing Team si è congedata dalla Coppa Città di Lucca.

none_o

Premio di poesia Maria Maddalena Morelli "Corilla Olimpica" - Città di Pistoia, giunto alla sua V Edizione.

none_o

Al via una mostra inedita di opere tratte dal taccuino di un villeggiante inglese.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo di agosto

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Dal 23 luglio al 22 agosto troviamo un segno di Fuoco forte, volenteroso e orgoglioso.

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
VALDINIEVOLE
Piccioni all’attacco dei girasoli: a fine stagione si contano i danni nonostante gli interventi preventivi

7/10/2021 - 14:37

Ai piccioni vanno 750 mila semi per ogni milione piantato. Succede in Valdinievole, zona vocata al girasole. Una pianta bella che piace, anche agli animali selvatici. I piccioni ne sono ghiotti sia in fase di semina (estirpano le piantine appena spuntate), sia in fase di raccolta dove prelevano i semi direttamente dalle calatidi del girasole maturo.

 

Le aziende di Michela Nieri e Paolo Giorgi sono due delle importanti realtà agricole della Valdinievole, tra l’altro producono girasoli. E come le altre aziende e colture subiscono le conseguenze dell’eccesso di animali selvatici. Per il girasole la ‘bestia nera’ è il piccione, che interviene quando le piantine spuntano da terra, estirpandole per mangiarle.

 

“Abbiamo dovuto seminare i girasoli  due volte perché i piccioni hanno predato il 75% del seminato – spiega Paolo Giorgi, che è anche vicepresidente di Coldiretti Pistoia e usa la farina di girasole come apporto proteico all’alimentazione dei bovini del suo allevamento Le Corti”. Giorgi produce girasoli su circa 20 ettari di terreni in vari appezzamenti nell’area dei comuni di Monsummano Terme, Pieve a Nievole, Ponte Buggianese, Larciano e Chiesina Uzzanese.


Su medesima area della Valdinievole si trovano i 35 ettari di appezzamenti a girasoli diMichela Nieri, presidente di Coldiretti Donne Impresa Pistoia. “Noi abbiamo perso il 50% del seminato e poi in fase di raccolta i piccioni hanno ‘prelevato’ il 30% dei semi direttamente dalla calatide dei girasoli”.


Questo in presenza di tempestivi e preventivi interventi da parte della Polizia Provinciale, che coordina le squadre di cacciatori preposti. “Abbiamo chiesto e ottenuto interventi sui nostri terreni che hanno portato all’abbattimento di centinaia di piccioni – spiegano Nieri e Giorgi -. Purtroppo il numero di piccioni presenti è così alto che gli interventi, pur tempestivi e numerosi, limitano i danni che però rimangono importanti”.


Infatti, i girasoli e pure il mais, colture della Valdinievole per eccellenza e delle due aziende (che in totale coltivano 170 gli ettari), subiscono le conseguenze anche della presenza del cinghiale, che dissotterra i semi di mais e girasoli appena seminati, e poi radono al suolo le piante quando sono cresciute. E per quel che riguarda il mais anche i corvidi fanno la loro parte, appena seminato e in fase di raccolta mangiando la punta della pannocchia, facendo ulteriormente calare la resa per ettaro. 
 
“Regione Toscana ha messo a punto e reso operativi una serie di provvedimenti di contenimento di fauna selvatica che vanno nella giusta direzione – spiega Gianfranco Drigo, direttore di Coldiretti Pistoia -. Purtroppo le diverse specie sono in numero tale da rendere indispensabile ripensare l’intera impalcatura normativa a livello nazionale, per ottenere risposte effettive e ridurre ad un numero fisiologico gli animali selvatici nelle nostre campagne e anche nelle nostre città. E in questa direzione Coldiretti sta lavorando”.

Fonte: Coldiretti
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




9/10/2021 - 13:41

AUTORE:
Luigi

Forse sul sig. Francesco pensa che il cibo tutto cresca spontaneo sopra gli scaffali dei supermercati e non nei campi con il lavoro degli agricoltori!

8/10/2021 - 13:09

AUTORE:
Jack La Bolina

Il buon Francesco che di fronte ai piccioni predatori, accusa i coltivator

Becchi e mazziati !

Si può distruggere con le parole una categoria di imprenditori che ci garantiscono la sopravvivenza ?

IL. C I B O

7/10/2021 - 16:48

AUTORE:
Francesco

l'agricoltura è questa, questo è il vostro rischio di impresa. se non lo sapete fare cambiate lavoro!