Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 11:10 - 20/10/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Partiamo dalla rivista La difesa della razza nata a seguito delle leggi sulla difesa della razza del 1938.
Il fondatore e direttore era l ideologo Telesio Interlandi.

Giorgio Almirante , delfino .....
JU JITSU

Lo scorso  16 ottobre al Palatorrino di Roma si sono svolti i campionati italiani di Brazilian Ju Jitsu della Federazione Italiana Grappling Mixed Martial Arts, dove  ha partecipato l'iscritto al Sap Manuel Loiacono, 24enne.

HOCKEY

Fine settimana vincente per la società pistoiese.

BASKET

Ha dovuto rimontare almeno due volte la Gema, ma lo ha fatto nel momento clou della partita vinta a Pontassieve 68-75 con un allungo nell’ultima frazione da 26 punti segnati e appena 16 subiti.  

BASKET

Torna il Campionato a Monsummano ed è debutto casalingo per la Gioielleria Mancini che affronta il Basket Calcinaia per l’incontro valevole per la seconda giornata di campionato.

BASKET

Dopo la sconfitta patita nel derby contro San Giovanni Valdarno nel primo turno di campionato, la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, porta a casa due punti importanti contro un’altra formazione solida e quotata come Umbertide.

PUGILATO

Il borghiggiano miguel bachi nella serata di ieri sera a Firenze a disputato un match molto duro dopo sette mesi di inattività.Si trova affrontare il pugile della sempre avanti Firenze drillon thaci con molta più esperienza, match parte subito acceso da entrambi gli angoli con ritmo elevato!

RALLY

L’ufficialità è arrivata dopo il Rally Città di Pistoia, ultima manche a calendario.

CALCIO A 5

Due serate all’insegna del divertimento e della passione calcistica. Sono questi gli ingredienti che hanno caratterizzato le due serate della 2° edizione del “Trofeo delle associazioni”.

none_o

Consigli di lettura di Maria Valentina Luccioli.

none_o

Le opere della giovane pittrice pesciatina Bartò prendono la volta della Spagna.

Erano pochi, erano violenti,
gridavano “boia chi molla”, .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Viene considerato uno degli esponenti più significativi della Scuola Pistoiese.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
cerco casa in affitto euro 300 350 al mese
VALDINIEVOLE
Piccioni all’attacco dei girasoli: a fine stagione si contano i danni nonostante gli interventi preventivi

7/10/2021 - 14:37

Ai piccioni vanno 750 mila semi per ogni milione piantato. Succede in Valdinievole, zona vocata al girasole. Una pianta bella che piace, anche agli animali selvatici. I piccioni ne sono ghiotti sia in fase di semina (estirpano le piantine appena spuntate), sia in fase di raccolta dove prelevano i semi direttamente dalle calatidi del girasole maturo.

 

Le aziende di Michela Nieri e Paolo Giorgi sono due delle importanti realtà agricole della Valdinievole, tra l’altro producono girasoli. E come le altre aziende e colture subiscono le conseguenze dell’eccesso di animali selvatici. Per il girasole la ‘bestia nera’ è il piccione, che interviene quando le piantine spuntano da terra, estirpandole per mangiarle.

 

“Abbiamo dovuto seminare i girasoli  due volte perché i piccioni hanno predato il 75% del seminato – spiega Paolo Giorgi, che è anche vicepresidente di Coldiretti Pistoia e usa la farina di girasole come apporto proteico all’alimentazione dei bovini del suo allevamento Le Corti”. Giorgi produce girasoli su circa 20 ettari di terreni in vari appezzamenti nell’area dei comuni di Monsummano Terme, Pieve a Nievole, Ponte Buggianese, Larciano e Chiesina Uzzanese.


Su medesima area della Valdinievole si trovano i 35 ettari di appezzamenti a girasoli diMichela Nieri, presidente di Coldiretti Donne Impresa Pistoia. “Noi abbiamo perso il 50% del seminato e poi in fase di raccolta i piccioni hanno ‘prelevato’ il 30% dei semi direttamente dalla calatide dei girasoli”.


Questo in presenza di tempestivi e preventivi interventi da parte della Polizia Provinciale, che coordina le squadre di cacciatori preposti. “Abbiamo chiesto e ottenuto interventi sui nostri terreni che hanno portato all’abbattimento di centinaia di piccioni – spiegano Nieri e Giorgi -. Purtroppo il numero di piccioni presenti è così alto che gli interventi, pur tempestivi e numerosi, limitano i danni che però rimangono importanti”.


Infatti, i girasoli e pure il mais, colture della Valdinievole per eccellenza e delle due aziende (che in totale coltivano 170 gli ettari), subiscono le conseguenze anche della presenza del cinghiale, che dissotterra i semi di mais e girasoli appena seminati, e poi radono al suolo le piante quando sono cresciute. E per quel che riguarda il mais anche i corvidi fanno la loro parte, appena seminato e in fase di raccolta mangiando la punta della pannocchia, facendo ulteriormente calare la resa per ettaro. 
 
“Regione Toscana ha messo a punto e reso operativi una serie di provvedimenti di contenimento di fauna selvatica che vanno nella giusta direzione – spiega Gianfranco Drigo, direttore di Coldiretti Pistoia -. Purtroppo le diverse specie sono in numero tale da rendere indispensabile ripensare l’intera impalcatura normativa a livello nazionale, per ottenere risposte effettive e ridurre ad un numero fisiologico gli animali selvatici nelle nostre campagne e anche nelle nostre città. E in questa direzione Coldiretti sta lavorando”.

Fonte: Coldiretti
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




9/10/2021 - 13:41

AUTORE:
Luigi

Forse sul sig. Francesco pensa che il cibo tutto cresca spontaneo sopra gli scaffali dei supermercati e non nei campi con il lavoro degli agricoltori!

8/10/2021 - 13:09

AUTORE:
Jack La Bolina

Il buon Francesco che di fronte ai piccioni predatori, accusa i coltivator

Becchi e mazziati !

Si può distruggere con le parole una categoria di imprenditori che ci garantiscono la sopravvivenza ?

IL. C I B O

7/10/2021 - 16:48

AUTORE:
Francesco

l'agricoltura è questa, questo è il vostro rischio di impresa. se non lo sapete fare cambiate lavoro!