Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 07:10 - 19/10/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Partiamo dalla rivista La difesa della razza nata a seguito delle leggi sulla difesa della razza del 1938.
Il fondatore e direttore era l ideologo Telesio Interlandi.

Giorgio Almirante , delfino .....
BASKET

Ha dovuto rimontare almeno due volte la Gema, ma lo ha fatto nel momento clou della partita vinta a Pontassieve 68-75 con un allungo nell’ultima frazione da 26 punti segnati e appena 16 subiti.  

BASKET

Torna il Campionato a Monsummano ed è debutto casalingo per la Gioielleria Mancini che affronta il Basket Calcinaia per l’incontro valevole per la seconda giornata di campionato.

BASKET

Dopo la sconfitta patita nel derby contro San Giovanni Valdarno nel primo turno di campionato, la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, porta a casa due punti importanti contro un’altra formazione solida e quotata come Umbertide.

PUGILATO

Il borghiggiano miguel bachi nella serata di ieri sera a Firenze a disputato un match molto duro dopo sette mesi di inattività.Si trova affrontare il pugile della sempre avanti Firenze drillon thaci con molta più esperienza, match parte subito acceso da entrambi gli angoli con ritmo elevato!

RALLY

L’ufficialità è arrivata dopo il Rally Città di Pistoia, ultima manche a calendario.

CALCIO A 5

Due serate all’insegna del divertimento e della passione calcistica. Sono questi gli ingredienti che hanno caratterizzato le due serate della 2° edizione del “Trofeo delle associazioni”.

HOCKEY

Sarà un weekend con molte gare all'Hockey Stadium Andrea Bruschi di Montagnana, un ottimo motivo per vedere e conoscere l'hockey su prato.

CALCIO A 5

L’Atletico Pistoia Calcio a 5 saluta la Coppa Toscana di Serie C2 dopo i due match disputati nel triangolare del primo turno della competizione.

none_o

Le opere della giovane pittrice pesciatina Bartò prendono la volta della Spagna.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata all'ultimo libro di Jonathan Franzen.

Erano pochi, erano violenti,
gridavano “boia chi molla”, .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Viene considerato uno degli esponenti più significativi della Scuola Pistoiese.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
cerco casa in affitto euro 300 350 al mese
PROVINCIA
Appalti e corruzione: 23 indagati, 11 arresti e 200mila euro sequestrati

5/10/2021 - 9:30

Su ordine della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pistoia, la squadra mobile di Pistoia, con il supporto operativo di personale degli altri uffici della questura, di varie squadre mobili del territorio nazionale e del reparto prevenzione crimine “Toscana”, ha eseguito numerose misure cautelari personali e reali, nell’ambito di un’articolata attività d’indagine riguardante reati contro la pubblica amministrazione. Sono state eseguite misure cautelari personali della custodia cautelare in carcere, degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico e dell’obbligo di dimora.

 

Nel corso dell’operazione si è inoltre proceduto a eseguire il sequestro preventivo ai fini della confisca di beni liquidi e di valore, a carico degli indagati sottoposti a misura cautelare personale.

 

Parallelamente all’esecuzione delle citate misure cautelari gli investigatori della polizia di Stato hanno eseguito anche decreti di perquisizione emessi dalla Procura della Repubblica di Pistoia. 

 

I particolari dell'operazione saranno svelati oggi nel corso di una conferenza stampa che si terrà in questura a Pistoia.

 

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

 

L'inchiesta si chiama "Coffe break" perché la frase in codice che si scambiavano gli indagati quando volevano organizzare un affare era: "Vediamoci per un caffé". Diciannove misure cautelari nell'ambito dell'operazione "Coffee break" della polizia e della procura di Pistoia su un giro di tangenti a Pescia e nella Valdinievole. Secondo quanto ricostruito nel corso dell'inchiesta un faccendiere, due funzionari comunali (uno del Comune di Uzzano l'altro di Pescia) e vari imprenditori pilotavano le gare d'appalto per lavori stradali, interventi d'urgenza su frane e manutenzione dei cimiteri.

 

La Procura di Pistoia ha indagato 23 persone tra Toscana e Emilia Romagna ipotizzando a vario titolo la corruzione. La polizia ha eseguito 19 misure cautelari. Otto riguardano persone finite in carcere, tre agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico e 8 obblighi di dimora.

 

Le indagini sono andate avanti per due anni e sono partite da Uzzano e Pescia. "Il giro di tangenti funzionava con un meccanismo collaudato - ha spiegato il procuratore Tommaso Coletta -. Ci si accorda tra pubblico ufficiale che intende inserirsi nella compagine criminosa, intermediario faccendiere delle imprese che corrompevano per avere lavori dal Comune e poi imprese compiacenti che si prestavano a offrire ribassi pilotati in modo da indirizzare poi la gara verso un'unica impresa che sarebbe stata poi quella che avrebbe vinto".

 

Gli investigatori della polizia mobilitati da stamani hanno eseguito anche cinque perquisizioni e trovato 266mila euro all'interno della cassaforte nella casa di uno degli indagati. A uno degli imprenditori indagati sono stati sequestrati altri 200mila euro che secodo le ipotesi dell'accusa dovevano servire a pagare altri favori. I due funzionari dei Comuni di Uzzano e Pescia fra i destinatari delle misure cautelari si occupavano di opere pubbliche e area tecnica.

 

Le tangenti oscvillavano tra il 3 e il 5% dell'importo della gara.

Fonte: Questura di Pistoia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




8/10/2021 - 13:03

AUTORE:
henry beyle

Un episodio di malversazione poco conosciuto. si ebbe in un punto importantissimo del nostro Risorgimento

La spedizione dei mille.

I registri contabili furono imbarcati e la nave affondo e tutti rimase allo stato di sospetto.

Il primo giallo che inaugura il nuovo regno.

Questo. fra le tante ombre e fatti strani di questa strana impresa, fu la ciliegina .

Quindi le mani adunche sul denaro da parte di amministratori, si sono trovati anche nelle amministrazioni dei romani

Oggi non e peggio di ieri.

7/10/2021 - 20:17

AUTORE:
Urano

Roberto , certo che chi ruba va in galera.....anche se ruba in nome del Signore si cantava un tempo.

Che il zSignore sia il denaro e indubbio.

Occorre però ricordare che per non fare danno occorre prudenza.

Spetta alla zgiustizia di agire per nostro conto rispettando il dettato costituzionale della presunzione di innocenza e della responsabilità personale.

Accusare in partito di connivenza o peggio di acquiescenza e vergognoso e pericoloso.

Pensare che tutto succede agli altri per he chi è onesto ...male non fare , paura non avere ??

Provar per credere.

Quando sei accusato puoi solo pareggiare o perdere . Dopo la sofferenza ed una vita distrutta, il premio e spesso ...innocente...vada pure

7/10/2021 - 15:00

AUTORE:
Roberto.S

Io posso stare anche zitto. Ma cio' non rende diverso l'accaduto. Ognuno viaggia con le proprie idee politiche, e' vero, ma i soldi in tasca non me li sono messi io. Sara' fatta luce su tutta la vicenda, e ne riparleremo, e con toni diversi. A tutti piace la bella vita, da destra a sinistra, ma l'onesta' che fine ha fatto ? ESTINTA.

7/10/2021 - 11:29

AUTORE:
napoleone terzo

Per Valentina ed altri.

Esprimere il proprio punto di vista e diritto di ognuno.

Quando si accusano persone che occorre presumere innocenti fino a prova contraria, persone che vivono , hanno affetti e sentimenti, occorre sempre prudenza per un milione di ragioni.

Invece e forte la tentazione di fare da giudice e giuria pensando che esistano due mondi di cui il web rappresenta qualcosa che non ha nessuna ricaduta sulla vita di tutti i giorni.

Attenzione alla trappola morale e legale di asserire qualcosa pensando che ,siccome la dicono altri,essa sia giusta e vera.

Questo Valentina, e la filosofia che deve garantire diritti uguali perfino a ladri ed assassini .

Pensa ad esempio il diritto di un ergastolano di dichiararsi innocente e poter richiedere la revisione del processo qualora intervengano nuove prove.

E i Roberti condannano...
Cattiveria e ignoranza...

6/10/2021 - 23:49

AUTORE:
napoleone terzo

Roberto e ancora alla carica.

Sembrerebbe da quel che si legge in giro. che provvedimenti fossero stati presi nei confronti di funzionari dei vari uffici,
Chiunque non sia completamente obnubilato dal proprio anticomunismo viscerale, capirebbe che un dipendente del comune può avere qualsiasi colore o fede politica.

Quindi cosa c'entra la giunta o il sindaco.

Secondo le leggi Bassanini, esistono funzioni che dipendono autonomamente dagli uffici.

I signori del PD diranno che non ne sapevano niente....
Questa insinuazione da pescecane presupporrebbe una connivenza.

Accusa gravissima che potrebbe avere conseguenze sgradevolissime per chi le pronuncia?

Zitti mai ?

6/10/2021 - 22:55

AUTORE:
io

Caro Eustachio, se vuoi i nomi , sul quotidiano La Nazione del 06/10/2021 ci sono tutti , Basta leggere.

6/10/2021 - 22:49

AUTORE:
Valentina

Per Jack La Bolina. Lei deve essere un filosofo mancato. Io non condanno nessuno, io aspetto. Come il detto " se son rose......." Il fatto e' che la faccenda e' grave, e l'immagine di Pescia scende ancora piu' in basso, grazie a questi ( signori ) benpensanti con tasche piene alla faccia dell'onesta' e se possibile anche criticando e meravigliandosi dell'accaduto al Giurlani. Ormai siamo succubi di tali personaggi, e non mi faccio illusioni di sorta. Essere onesti fa parte di un meccanismo per pochi. Se questi cittadini saranno condannati, avranno modo di riflettere e di capire che per un pugno di euro si sono giocati reputazione e futuro. Vergognatevi di aver messo alla gogna mediatica i vostri cari e parenti per una vita agiata alla faccia altrui.

6/10/2021 - 20:49

AUTORE:
Laura

Non c'entra il sindaco termale, ma un ex sindaco di pescia che è apparso il nome su alcune tv locali e il volto sui quotidiani.
Ma ora c'è il silenzio stampa.
Questo signore ha diretto anche l'allora USL , ma probabilmente l'escursus politico lo ha messo sulla cattiva strada, diventando il Lucignolo della sinistra.

6/10/2021 - 18:57

AUTORE:
Jack La Bolina

Leggo il comunicato .

Altri leggono lo stesso testo e trovano nomi e cognomi

Poi siccome sanno gia'tutto probabilmente ritengono la giustizia come inutile perdita di tempo tanto e tutto chiaro?

Per altri pur tutti colpevoli , finirà tutto a tarallucci e vino.

Poi troneggia il famoso che finalmente vede il PD già condannato anche perché lui lo aveva sempre detto

Calma e gesso .

Quel che sembra non è detto che alla fine della musica sia come sembrava.

Ma a qualcuno brucia ancora di aver perso le elezioni ?

Occhio Pinocchio

6/10/2021 - 17:22

AUTORE:
Roberto.S

Tutti li' che aspettano una condanna per il Giurlani............ Poi ecco che spunta fuori questa bella cricca di amici di " caffe' " invece che di merende ! E adesso ? Che hanno da dire i signori del PD ? Sicuramente che erano all'oscuro , tutti zitti come pesci, ma nella rete della giustizia ! Anche a me piacerebbe vivere agiato e senza pensieri , ma non disonestamente. Spero che sia vera condanna per chi ha commesso questi reati a spese di imprese oneste. A volte le persone non sono mai cio' che appaiono. Complimenti alle forze dell'ordine per la perseveranza , la pazienza e il finale. Un po' di pulizia ci voleva.

6/10/2021 - 14:50

AUTORE:
Eustachio Barnack

Ovviamente non so a chi ti riferisci, purtroppo i nomi non li fanno però potrei provare ad indovinare, non si sa mai. Dunque impiegato a pescia, ex sindaco (termale???), magari già avvezzo a dirigere uffici tecnici?? Potrebbe essere??

6/10/2021 - 14:21

AUTORE:
Saimon

Questi li hanno beccati, in men che non si dica finirà come sempre a "tarallucci e vino", ma quanti ce ne sono ancora che continuano? O riprenderanno appena calmate le acque?

6/10/2021 - 12:38

AUTORE:
Laura

Grazie a questo ex sindaco la sanità in Toscana si è ridotta a quello che è ora.
Fu un fautore insieme ad altri sindaci di riorganizzare gli ospedali con ' INTENSITÀ DI CURA'.
Grazie ex sindaco.

6/10/2021 - 7:50

AUTORE:
Chissenefrega

Stessa storia sentita decine di volte purtroppo.
Prevedo come sempre grande clamore iniziale, processi in tempi biblici e prescrizioni come al solito

5/10/2021 - 22:43

AUTORE:
Eustachio Barnack

Siamo alle solite, i soliti furbetti che arrotondano lo stipendio con qualche mazzetta in denaro o con scambio di favori. Ci vogliono punizioni severe ed immediate che servano da lezione per gli altri..e poi appena possibile fuori i nomi. Questi sono il VERO VIRUS dei nostri tempi.