Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 08:10 - 19/10/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Partiamo dalla rivista La difesa della razza nata a seguito delle leggi sulla difesa della razza del 1938.
Il fondatore e direttore era l ideologo Telesio Interlandi.

Giorgio Almirante , delfino .....
BASKET

Ha dovuto rimontare almeno due volte la Gema, ma lo ha fatto nel momento clou della partita vinta a Pontassieve 68-75 con un allungo nell’ultima frazione da 26 punti segnati e appena 16 subiti.  

BASKET

Torna il Campionato a Monsummano ed è debutto casalingo per la Gioielleria Mancini che affronta il Basket Calcinaia per l’incontro valevole per la seconda giornata di campionato.

BASKET

Dopo la sconfitta patita nel derby contro San Giovanni Valdarno nel primo turno di campionato, la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, porta a casa due punti importanti contro un’altra formazione solida e quotata come Umbertide.

PUGILATO

Il borghiggiano miguel bachi nella serata di ieri sera a Firenze a disputato un match molto duro dopo sette mesi di inattività.Si trova affrontare il pugile della sempre avanti Firenze drillon thaci con molta più esperienza, match parte subito acceso da entrambi gli angoli con ritmo elevato!

RALLY

L’ufficialità è arrivata dopo il Rally Città di Pistoia, ultima manche a calendario.

CALCIO A 5

Due serate all’insegna del divertimento e della passione calcistica. Sono questi gli ingredienti che hanno caratterizzato le due serate della 2° edizione del “Trofeo delle associazioni”.

HOCKEY

Sarà un weekend con molte gare all'Hockey Stadium Andrea Bruschi di Montagnana, un ottimo motivo per vedere e conoscere l'hockey su prato.

CALCIO A 5

L’Atletico Pistoia Calcio a 5 saluta la Coppa Toscana di Serie C2 dopo i due match disputati nel triangolare del primo turno della competizione.

none_o

Le opere della giovane pittrice pesciatina Bartò prendono la volta della Spagna.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata all'ultimo libro di Jonathan Franzen.

Erano pochi, erano violenti,
gridavano “boia chi molla”, .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Viene considerato uno degli esponenti più significativi della Scuola Pistoiese.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
cerco casa in affitto euro 300 350 al mese
none_o
A Palazzo Fabroni una mostra di Giovanni Termini

30/9/2021 - 15:08

Sabato 2 ottobre alle ore 18 nel Museo del Novecento e del contemporaneo di Palazzo Fabroni a Pistoia sarà inaugurata la mostra personale di Giovanni Termini “da quale pulpito”, a cura di Marco Bazzini.


L’evento si inserisce nell’ambito del programma espositivo dedicato alla contemporaneità che quest’anno è stato incentrato intorno a alcuni dei maggiori artisti della generazione nata negli anni Settanta.


L'esposizione è realizzata dall'associazione Utopias con il sostegno e la collaborazione del Comune di Pistoia e con il contributo di ChiantiBanca.


Giovanni Termini è uno scultore e da vent’anni assembla materiali diversi per lo più raccolti nel campo dell’edilizia realizzando opere complesse che vivono e modificano gli ambienti in cui espone. Ciò a cui Termini dà origine sono veri e propri “cantieri”, un tema che da sempre nasconde un grande valore simbolico nel suo carattere ambivalente di costruzione e distruzione, di spazio di pensiero e di lavoro. Del cantiere Termini ha fatto il centro della sua poetica che lo ha portato a sviluppare un percorso del tutto personale nel panorama delle ricerche contemporanee.


La mostra si propone di porre all’attenzione del pubblico questa sua originalità ricostruendo, nelle sale dei due piani di Palazzo Fabroni, un filo rosso tra opere degli anni passati e altre realizzate appositamente in stretto dialogo con l’architettura e la memoria della prestigiosa sede espositiva, oltre che con il contesto a questa prossimo. Il titolo, infatti, richiama il vicino pulpito scolpito da Giovanni Pisano, capolavoro della scultura gotica riconoscibile anche nell’immagine guida della mostra, che si trova nell’antistante Pieve di Sant’Andrea. Il dialogo proposto da Termini parte dall’idea di recuperare una struttura rialzata sulla quale poter salire per poter parlare in contrapposizione con la smaterializzazione della comunicazione ma anche come irrinunciabile elemento, il pulpito, di una storia dell’arte tutta italiana (e pistoiese in particolare) che attraversa i secoli fino ad arrivare ai grandi maestri degli ultimi cinquant’anni. Giovanni Termini riprende così uno specifico carattere appartenuto alla “fabbrica italiana” per continuare a rispondere alla domanda su che cosa significhi fare oggi scultura.


In questa prospettiva la mostra di Termini si pone come un momento di riflessione importante che parte dalla città di Pistoia, una città che molto più di altre in Italia ha saputo riconoscersi nella pratica della scultura sia per gli artisti che nel tempo ha saputo ospitare sia per gli artisti a cui ha dato i natali, tra cui Marino Marini.


In occasione della mostra esce anche un’ampia monografia dedicata all’artista, curata sempre da Marco Bazzini ed edita da Gli Ori editori. Oltre al lungo saggio del curatore e al ricco apparato iconografico che documenta i lavori e le mostre degli ultimi quindici anni, è presente una ricca antologia critica con testi di Andrea Bruciati, Lorenzo Bruni, Simone Ciglia, Bruno Corà, Silvia Evangelisti, Agata Polizzi e Alberto Zanchetta.


L'esposizione resterà aperta fino al 28 novembre da martedì a venerdì dalle 10 alle 14; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 18. Lunedì chiuso.

Fonte: Comune Pistoia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: