Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 00:07 - 16/7/2024
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Già da tempo ho osservato e fatto presente la crescente insicurezza di Ponte Buggianese circa il vivere onesto e civile dei suoi cittadini, mentre invece questa insicurezza stà aumentand0 passando dai .....
PODISMO

Il calendario podistico è entrato nella sua fase più calda e la Silvano Fedi continua a farsi onore su tutti i campi di gara.

PODISMO

Nell’incantevole scenario della montagna pistoiese si è corsa a Cutigliano l’edizione numero diciotto della "Corsa  dei Capitani".

RALLY

Prosegue il momento magico di Pavel Group.

IPPICA

Atmosfera delle grandi occasioni nel sabato sera di trotto, di animazione e intrattenimento a bordo pista, all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme.

BASKET

La società cestistica Gema Pallacanestro Montecatini, nata nell’estate 2023, è orgogliosa di annunciare una importante sinergia commerciale e non solo, che va ad implementare di contenuti e significati il percorso di Gema allestimenti veicoli commerciali nel mondo del basket.

PODISMO

Al centro sportivo intitolato al grande presidente della Repubblica Italiana Sandro Pertini ha preso il via l’edizione numero 6 del ‘’Trofeo Festa dell’Unità’’, gara podistica competitiva sulla distanza di km 7,500 

BASKET

Il vicepresidente di A.S. Estra Pistoia Basket 2000 Massimo Capecchi, a tutela della sua onorabilità e dell’operato portato avanti oramai da decenni all’interno del club, ritiene necessario specificare alcuni punti.

BASKET

Fabo Herons Montecatini ha il piacere di annunciare l'ingaggio del giovane play-guardia Giulio Giannozzi, classe 2005, 1,90 cm di altezza che andrà a far parte della rosa della prima squadra allenata da Federico Barsotti.

none_o

Orsigna Montagna Maestra, questo il titolo della mostra fotografica di Alexey Pivovarov.

none_o

Al Castello di Cireglio, Pistoia, domenica 14 luglio, dalle ore 17.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo luglio 2024.

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno del mese.

Se avete Perdite occulte sulle vostre tubazioni, abbiamo sempre .....
L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
PISTOIA
Wwf: "Il modello di raccolta differenziata a Pistoia è un sistema spurio e ben poco convincente"

17/6/2021 - 19:19

Il Wwf interviene in tema di rifiuti e raccolta differenziata.

 

"Senza entrare nel merito dell’aumento della Tari nel comune di Pistoia, cogliamo il momento per fare una riflessione sul sistema di raccolta differenziata attualmente adottato in città.


Partiamo da un dato certificato dall’Agenzia regionale di recupero risorse: al 31.12.2019 la percentuale di raccolta differenziata, all’epoca tutta o quasi basata sul sistema stradale, ammontava al 40,21%, tra le più basse tra i comuni capoluogo della Toscana.


L’esperienza di tante altre città ci dice che solo introducendo una raccolta differenziata porta-a-porta di tutti i materiali (ovvero con l’unica eccezione del vetro, come avviene in comuni limitrofi come Serravalle Pistoiese) si riescono a raggiungere quote importanti di Rd. Si prenda l’esempio di Prato che ha raggiunto, sempre alla data certificata di dicembre 2019, addirittura il 73% e dove è stato introdotto un sistema porta-a-porta piuttosto spinto nella quasi totalità della città (che è quasi 2 volte più grande di Pistoia).


Da qualche mese, a Pistoia, si è invece puntato su una scelta “spuria”: nel centro storico, per pur comprensibili ragioni essenzialmente legate al decoro urbano, sono stati installati dei cassonetti interrati (che certamente avranno dei costi di manutenzione non banali), tenendo presente che, là dove sono stati applicati, in altre città, hanno spesso spostato di pochissimo le percentuali di raccolta (pur sempre di cassonetti si tratta). 


Poi, in altre zone della città è stato introdotto il porta-a-porta solo per il multimateriale e la carta (quest’ultima già presente da anni), lasciando i cassonetti stradali dell’indifferenziato, dell’organico e del vetro; in altre ancora – come abbiamo notato – insistono sempre i cassonetti stradali del multimateriale.


Ora, a parte il rischio di “frastornamento” dei cittadini che si ritrovano a dover gestire vari tipi di raccolta, mantenere la presenza di tre tipologie di raccolta rifiuti “lato strada”, rischia verosimilmente di inficiare quei benefici portati dal pur parziale sistema di raccolta porta a porta applicato. Spesso i cassonetti dell’indifferenziato sono pieni di rifiuti che non dovrebbero esserci, magari perchè il cittadino è “invogliato”, vedendolo davanti a casa, a conferire là dentro, piuttosto che aspettare il giorno di ritiro del multimateriale. Per non parlare dei cassonetti dell’organico.


Noi crediamo invece che la scelta comunque giusta e doverosa di introdurre il nuovo modello di raccolta per alcuni rifiuti, debba essere completata togliendo del tutto i cassonetti stradali ed introducendo (come avviene in tanti altri comuni) il porta a porta per tutte le tipologie di rifiuti, eccezion fatta, al limite, per il vetro (fermo restando la possibilità di conferire a una stazione ecologica).


Così ci sembra invece una gran confusione, un colpo al cerchio e uno alla botte da improvvisata navigazione a vista, poi naturalmente saranno i dati certificati Arrr a dire se questa nostra impressione sarà fattualmente confermata come noi temiamo".

Fonte: Wwf
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




18/6/2021 - 14:58

AUTORE:
Pasquino

Anche se concordo in linea di massima con le argomentazioni esposte, debbo far notare che prendere ad esempio Prao (Prato per i non pratesi) mi pare inopportuno, in quanto se i cari amici di Grillo cino-pratesi smettessero di riempirci nottetempo degli scarti delle loro lavorazioni tessili/pellettiere (in buona parte falsi di note griffes) forse i numeri, anche se non in modo eclatante, cambierebbero. Tali masse di rifiuti Prato li scarica a Pistoia, Quarrata, Agliana e poi si fa bella per la RD al 73%... ma mi faccia il piacere, mi faccia!