Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 05:04 - 19/4/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Riassumendo: la Rastelli (Fratelli d'Italia) tramava per far cadere la giunta Baroncini, poi ha avuto la seggiolina e ora è diventata un docile agnellino. Al suo posto in consiglio ecco arrivare un .....
PUGILATO

Weekend impegnativo per i ragazzi della boxe Giuliano capitanati dal maestro massimo bosio dove si allenano a borgo a buggiano alla wellnessclub.

CALCIO

Questa sera alle 20,30 allo stadio Piola di Novara, la Pistoiese cercherà di dare continuità alla sua recente striscia positiva di risultati.

BASKET

Poca storia al Pala Pertini di Ponte Buggianese dove la GTG Nico Basket è riuscita a costruire un cospicuo vantaggio già dalle prime battute. Un vantaggio che poi è diventato larghissimo nel secondo tempo, con sei giocatrici in doppia cifra, fino al 86-56 conclusivo

BASKET

Dopo l’amara trasferta di Cagliari, c’è grande desiderio di rivincita in casa Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, che nel fine settimana incontrerà un’altra formazione affamata di punti determinanti in chiave salvezza.

HOCKEY

Sarà una partita di vertice tra sardi e toscani che attualmente occupano il primo e secondo posto nel girone, una gara difficile per gli arancioni che troveranno un Cus Cagliari in piena forma dopo aver strapazzato Brescia in trasferta e motivatissimo a tenersi la prima posizione.

RALLY

L’Automobile Club Pistoia torna a proporre l’iniziativa, dedicata ai propri licenziati sportivi, del campionato provinciale Aci Pistoia – “Memorial Roberto Misseri”, riservato ai soci titolari di licenza Aci Sport.

CICLISMO

La Vini Zabu' ha annunciato ufficialmente la sua rinuncia alla partecipazione al prossimo Giro d'Italia.

CALCIO

Il 13 aprile scorso Romolo Tuci ha spento 90 candeline. Per i più giovani, questo nome dal sapore arcaico forse non significa nulla. I più attempati, invece, lo ricordano con affetto, magari col soprannome di ‘Cagnolo’.

none_o

Consigli di lettura di Valentina.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libraria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro candidato al Premio Strega.

Palle ferme e nervi saldi
o si diventa tutti matti,
e alla .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giulio Cozzani

Storia e curiosità del comune di Buggiano.

Vendo terreno edificabile Massa e Cozzile grande circa 10 000m2 .....
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
ABETONE CUTIGLIANO
Si intesta fornitura elettrica per il suo negozio sfruttando documenti di un ragazzo morto per un incidente: denunciato

2/4/2021 - 9:52

Nella mattinata di ieri i carabinieri della stazione di Cutigliano, coadiuvati dai quelli della stazione di Napoli Secondigliano, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Pistoia un 30enne campano pregiudicato per reati in materia di falso, poiché ritenuto responsabile di truffa aggravata.

 

L’indagine ha avuto inizio nello scorso mese di febbraio allorquando una donna, imprenditrice molto conosciuta sulla montagna pistoiese, si era recata presso il comando stazione carabinieri di Cutigliano per presentare una denuncia di truffa contro ignoti, essendo stata contattata telefonicamente da un avvocato di una società milanese di recupero credito che le intimava, entro 5 giorni, di saldare ben 6 bollette per l’erogazione di energia elettrica rimaste insolute relative a un locale sito a Napoli.

 

La donna non solo era convinta di non aver mai saltato in vita sua il pagamento di una bolletta ma soprattutto era certa di non essere proprietaria di un immobile nel capoluogo campano. Ma ciò che rendeva la situazione intollerabile era non tanto l’importo di denaro richiesto, pari a quasi 4.000 euro, ma il fatto che il contratto di fornitura di energia elettrica fosse intestato al figlio della denunciante, deceduto molti anni orsono in un tragico incidente.

 

La stazione carabinieri di Cutigliano, comprendendo la necessità della donna di arrivare velocemente a un chiarimento, provvedeva immediatamente ad acquisire tutta la documentazione di interesse, facendosela inviare dalla società incaricata del recupero crediti, dall’analisi della quale emergeva come la fornitura elettrica fosse stata attivata, fin dall’agosto del 2019, attraverso un documento di identità palesemente contraffatto che riportava in tutto e per tutto i dati anagrafici dello sfortunato ragazzo.

 

Ma vi è di più, esaminando gli atti acquisiti si ricavava altresì che il truffatore, al fine di rendersi più difficile la sua identificazione, aveva utilizzato i dati del ragazzo deceduto non solo per la fornitura di energia elettrica, ma anche per attivare un indirizzo mail attraverso un famoso portale e una scheda telefonica che utilizzava tranquillamente per compiere le proprie attività criminali.

 

I militari della stazione di Cutigliano, a quel punto, decidevano di acquisire dalla società erogatrice del servizio elettrico il numero del codice cliente riportato sul contatore e l’indirizzo esatto della fornitura, delegando ai carabinieri della stazione di Napoli Secondigliano l’ispezione accurata di quel locale, al fine di identificare chi stesse beneficiando del servizio elettrico senza pagarlo.

 

I militari campani accertavano come il contratto di fornitura in questione stesse rifornendo un negozio di rivendita al dettaglio di prodotti surgelati, aperto al pubblico e in regola con tutte le licenze necessarie. Evidentemente il gran consumo di elettricità era dovuto proprio alla presenza di grossi frigoriferi che mantenevano la merce congelata.

 

Sentito in merito, il proprietario del negozio rispondeva che era tutto in regola, mostrando ai militari una richiesta di voltura a suo nome del contratto di fornitura di energia elettrica datata pochi giorni prima. Peccato però che, dall’analisi della banca dati, emergesse come il negozio di surgelati ispezionato fosse attivo da circa 2 anni, periodo durante il quale egli era stato proprietario dell’attività commerciale e aveva beneficiato della fornitura di energia elettrica senza pagarla, non avendo infatti alcuna ricevuta di pagamento a suo nome relativa a tale periodo.

 

Lo stesso veniva quindi deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Pistoia perché ritenuto responsabile del reato di truffa di cui all’art 640 del codice penale, mentre il contatore di energia elettrica veniva immediatamente chiuso dai tecnici della società erogatrice del servizio, con l’imprenditrice pistoiese che naturalmente non dovrà farsi carico dell’importo illegittimamente richiestole.

Fonte: Carabinieri
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




2/4/2021 - 22:11

AUTORE:
vincenzo

si dice che da anni il miglior sistema con una vecchia auto per scansare noie , è quella di intestarla ad un defunto possibilmente senza parenti .

Alla fine il morto si troverà ad aver finito i punti della patente .

2/4/2021 - 9:57

AUTORE:
Non importa

Che bella storia edificante! Mi piacerebbe sapere, una volta le indagini concluse e il procedimento giudiziario terminato, quali saranno le conseguenze per questo simpatico soggetto.