Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 05:04 - 19/4/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Riassumendo: la Rastelli (Fratelli d'Italia) tramava per far cadere la giunta Baroncini, poi ha avuto la seggiolina e ora è diventata un docile agnellino. Al suo posto in consiglio ecco arrivare un .....
PUGILATO

Weekend impegnativo per i ragazzi della boxe Giuliano capitanati dal maestro massimo bosio dove si allenano a borgo a buggiano alla wellnessclub.

CALCIO

Questa sera alle 20,30 allo stadio Piola di Novara, la Pistoiese cercherà di dare continuità alla sua recente striscia positiva di risultati.

BASKET

Poca storia al Pala Pertini di Ponte Buggianese dove la GTG Nico Basket è riuscita a costruire un cospicuo vantaggio già dalle prime battute. Un vantaggio che poi è diventato larghissimo nel secondo tempo, con sei giocatrici in doppia cifra, fino al 86-56 conclusivo

BASKET

Dopo l’amara trasferta di Cagliari, c’è grande desiderio di rivincita in casa Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, che nel fine settimana incontrerà un’altra formazione affamata di punti determinanti in chiave salvezza.

HOCKEY

Sarà una partita di vertice tra sardi e toscani che attualmente occupano il primo e secondo posto nel girone, una gara difficile per gli arancioni che troveranno un Cus Cagliari in piena forma dopo aver strapazzato Brescia in trasferta e motivatissimo a tenersi la prima posizione.

RALLY

L’Automobile Club Pistoia torna a proporre l’iniziativa, dedicata ai propri licenziati sportivi, del campionato provinciale Aci Pistoia – “Memorial Roberto Misseri”, riservato ai soci titolari di licenza Aci Sport.

CICLISMO

La Vini Zabu' ha annunciato ufficialmente la sua rinuncia alla partecipazione al prossimo Giro d'Italia.

CALCIO

Il 13 aprile scorso Romolo Tuci ha spento 90 candeline. Per i più giovani, questo nome dal sapore arcaico forse non significa nulla. I più attempati, invece, lo ricordano con affetto, magari col soprannome di ‘Cagnolo’.

none_o

Consigli di lettura di Valentina.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libraria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro candidato al Premio Strega.

Palle ferme e nervi saldi
o si diventa tutti matti,
e alla .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giulio Cozzani

Storia e curiosità del comune di Buggiano.

Vendo terreno edificabile Massa e Cozzile grande circa 10 000m2 .....
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
VALDINIEVoLE
Pieri (Confcommercio): "Valdinievole in ginocchio, apriamo un tavolo di crisi"

31/3/2021 - 8:53

“Aprire un tavolo di crisi per Montecatini e la Valdinievole per salvare il territorio e le sue imprese.” È questo l’ultimo appello di Nicola Pieri, presidente della delegazione Confcommercio di Montecatini Terme, che punta i riflettori sulle prospettive sempre più gravi che si delineano per l’intera area.
 
“La crisi vissuta dalla nostra zona è sotto gli occhi di tutti: le città sono vuote, gli alberghi chiusi, nei negozi non ci sono più commessi. Alla pari delle città d’arte toscane stiamo subendo le gravi conseguenze del blocco del turismo e dell’assenza di visitatori stranieri ma anche italiani. E non solo: mancano i lavoratori che si spostavano nella nostra zona per l’intera stagione lavorativa creando frequentazione e dinamismo nelle nostre attività.
 
La differenza fra noi e le principali mete toscane – come, per esempio, Firenze o Siena – è, però, che quest’ultime hanno ricevuto delle risorse dedicate dal Governo mentre noi siamo stati lasciati a noi stessi, nonostante la nostra economia si basi principalmente sul turismo.

 

Le imprese della ristorazione e, in generale, la maggior parte delle attività si rivolgono a un target che nel nostro territorio ricerca la toscanità, la qualità e il comfort: un’offerta, quindi, differente da quella che potrebbe essere rivolta ai residenti i quali, in ogni caso, non possono compensare la mancanza dei flussi turistici.
 
Le attività, anche quelle che per decreto possono restare aperte, soffrono la mancanza dei clienti e sempre di più rischiano di non arrivare alla fine del 2021. 

 

Eppure non abbiamo avuto aiuti – se non esigui – da parte delle amministrazioni comunali. I costi fissi continuano a gravare sui bilanci e le imposte, come la Tari, restano un macigno per le imprese ormai in ginocchio.
Difficili sono anche i rapporti con i proprietari dei fondi, i quali non danno cenni di andare incontro alle ingenti difficoltà delle aziende.
 
A peggiorare l’intera situazione è arrivato l’ultimo mese di zona rossa che ha ulteriormente desertificato i nostri centri. E per cosa? La curva dei contagi sembra ormai svincolata dal susseguirsi di chiusure e, peggio ancora, mentre in provincia si vedevano sostanziali segni di miglioramento, la zona rossa è stata estesa a tutta la Toscana coinvolgendo anche noi. Impossibile non pensare che per il governo esistano territori di classe A di classe B.
 
La sensazione è che non si percepisca o, ancora peggio, non si voglia guardare, la gravità del momento che l’area di Montecatini sta vivendo con centinaia di imprese a rischio di chiusura e migliaia di lavoratori a casa. Stiamo andando incontro a un crollo economico e sociale senza precedenti: è assurdo vedere che né il Governo né le Istituzioni si stanno muovendo con azioni concrete per evitare che ciò accada.
 
Per questo chiediamo di aprire un tavolo di crisi dedicato al nostro territorio: abbiamo bisogno di risposte dalla politica locale e dai nostri rappresentanti istituzionali, le imprese non possono più essere lasciate sole”. 

Fonte: Confcommercio
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: