Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 20:12 - 03/12/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Sembra secondario , ma a Pistoia mancano i passerotti.

Mancano anche le api .

Come mai ?

Le api sono da sempre un indicatore di situazioni particolari.

L uso di pesticidi le riduce o le .....
RALLY

L’Automobile Club Pistoia, congiuntamente agli organizzatori dei rallies pistoiesi, quindi Jolly Racing Team, Abeti Racing e Pistoia Corse, ha premiato i propri campioni provinciali.

BASKET

La nona giornata di campionato rappresentava una grossa insidia per la Gema di Marco Del Re: il pronostico è stato rispettato, c'è stato da sudare molto contro una Synergy Valdarno capace di rimontare dal -17 fino al 55-54 di metà terzo quarto. 

SERRAVALLE

Sabato 27 Novembre, alla presenza di diverse autorità locali e del Presidente Nazionale UNVS Francesca Bardelli si è svolta presso la sala convegni del ristorante Barbarossa a Serravalle P.se la XII edizione della “Giornata del Veterano Sportivo”.

BASKET

Sono state diramate le convocazioni per il raduno di Pesaro della Nazionale Under 18 Femminile (5-8 Dicembre). L'allenatore Giovanni Lucchesi ha convocato Margherita Tintori (classe 2006) come atleta in sostituzione.

BASKET

C’è grande soddisfazione in casa Nico Basket per la vittoria contro l’Alma Basket Patti di Sabato sera (85-72). Le ragazze hanno regalato al Presidente Nerini due punti importanti, che portano le rosanero a quota sei in classifica, ma soprattutto una partita spettacolare con tante azioni in velocità e canestri ad elevato tasso di difficoltà.

BASKET

Grande vittoria della Giorgio Tesi Group che ha superato l'Alma Patti col punteggio di 85-72. Dopo la vittoria in trasferta di Napoli le rosanero hanno saputo dare continuità al loro gioco e far divertire le tante persone presenti al Pala Pertini.

BASKET

E’ tempo di derby al PalaBorrelli dove la locale formazione della Cestistica Audace Pescia sfida la capolista Gioielleria Mancini. Pronti via e Bellini sgancia la bomba dall’angolo, i pesciatini tentano di reagire ma Chiti colpisce dalla media e coach Ialuna ricorre al minuto di sospensione.

CALCIO

Alle 14,30 allo stadio Mariotti, il Montecatini Valdinievole ospiterà il Castelnuovo Garfagnana in un match che si preannuncia decisivo per le sorti dei colori biancocelesti. Mister Mucedola non potrà contare sullo squalificato Gabriele Isola. 

none_o

Venerdì 3 dicembre alle ore 17 sarà inaugurata nel Museo civico d’arte antica.

none_o

La recensione di questa settimana a cura della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Matteo Bussola.

Sono dieci,
l’un dell’altra è più bella:
son chiamate .....
LA TOSCANA IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Un piatto delle montagne lucchesi.

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno fisso di acqua, domiciliato in Plutone e Marte.

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
BUGGIANO
La parrucchiera Molendi: "Assurdo che sia lo Stato a privarci del lavoro, non siamo tragiche pedine da sacrificare"

3/3/2021 - 11:26

La titolare di un salone di bellezza, Sonia Molendi, interviene per lanciare l'allarme sulla situazione che sta vivendo la sua categoria.

 

"Sono Sonia Molendi un’italiana di 52 anni, parrucchiera da più di 30 insieme a mio fratello Andrea, attività ereditata da nostro padre che l’ha creata dal 1963 con orgoglio, onestà e sacrificio. Ognuno di noi, per l’insegnamento dei padri e dei nonni, è stato abituato a lavorare a testa bassa per vivere dignitosamente dei frutti del proprio lavoro senza pensare, nemmeno lontanamente, ad altre forme assistenziali alle quali i nostri governi stanno invece da anni cercando di offrire ai giovani e alle future generazioni come forme alternative all’onesto lavoro.


Il lavoro è alla base della nostra vita e diventa assurdo quando a privartene è lo Stato al quale ognuno della mia famiglia ha pagato fior di quattrini sotto forma di tasse e vessazioni fiscale di ogni genere. Ora, con l’inizio della pandemia che ha acuito ancora di più problemi annosi mai risolti o affrontati al contrario con sconsideratezza, questa classe politica ha deciso, come Zeus dal Monte Olimpo, di giocare con la scacchiera delle nostre vite e buttarci giù, come tragiche pedine sacrificabili, sistematicamente e senza nessun rigore logico e scientifico, una alla volta, le nostre categorie economiche mascherando un gioco che però abbiamo capito benissimo: la loro inettitudine alla guida del problema Covid è così evidente e viene sistematicamente scaricata su di noi, popolo di gente ipnotizzata dai social.


La scure della paura e l’arroganza hanno colpito senza nessuna logica le palestre, il mondo dello spettacolo, i ristoranti, le pizzerie, i bar e tutto l’indotto che queste attività creano, affamando persone rispettabili.


Ora tocca a noi, barbieri, estetisti, parrucchieri a essere i nuovi untori, le nuove pedine sacrificabili. Dopo un anno di scelte scellerate, scaricano su di noi senza nessun riscontro scientifico e fuori da ogni logica la loro inutile corsa per sconfiggere il Covid.


Invece di pensare a vaccinare la distrutta popolazione italiana mettendo in atto la vera potenza di fuoco che sono i vaccini, e usare le 24 ore per vaccinarci (visto che tutti dicono che questo è l’unico rimedio) in ogni sede e con ogni mezzo, decidono invece di sperperare una forza preziosa che è il tempo per chiudere attività commerciali per loro sacrificabili, di usarci come scudo alla loro inconcludenza.


In vista di tutto ciò, io e mio fratello non ci stiamo a fare da frangi acque. In negozio usiamo tutti i mezzi di protezione, disinfezione, prevenzione che il nostro rigore e la nostra professionalità ci ha suggerito per mettere in sicurezza i nostri clienti. Non abbiamo aspettato un governo che è invece avulso dalle regole basilari dell’organizzazione del lavoro e ci siamo resi operativi nella più assoluta sicurezza creando un ambiente sano e sicuro.

 

Sabato 6 marzo quando il nuovo Dpcm decreterà la nostra morte economica sappia questo Stato che io e mio fratello faremo tutto quanto è lecito per difendere le nostre vite dal tracollo che è inevitabile se si intende campare onestamente col proprio lavoro…e noi con quei frutti campiamo!


Noi siamo pronti a metterci la faccia. È pronto a intervenire anche il presidente dell’Apit (associazione partite Iva Toscana) Massimo Gervasi e i delegati della Valdinievole, un gruppo apolitico che si schiera solo a difesa delle sempre più massacrate partite Iva.


Non siamo beceri individui ma persone comuni come potrebbero essere i vostri familiari, i vostri amici. Il nostro grido per essere ascoltati si perde come eco nel vuoto: vi preghiamo di ascoltarlo.

 

La mia è una richiesta disperata ma ferma. Il nostro governo può decidere solo dopo analisi scientifiche che attestino il reale pericolo del nostro lavoro che, dopo aver attivato tutte le misure di sicurezza, non ha nessun motivo di essere brutalmente distrutto.
 
A testa alta, insieme a mio fratello e a tanti altri, siamo pronti a difendere la nostra onorabilità. Che gli italiani risorgano contro chi distrugge il valore più alto che ci rende unici in tutto il mondo: l’arte di lavorare e  l’abilità di essere grandi persone. Tremino coloro che non sono neanche in grado di comprendere né di essere alla nostra fiera altezza morale.

 

I nostri nonni ci hanno consegnato la democrazia ed è arrivato il momento di difenderla. Basta la paura. Basta la codardia!".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




3/4/2021 - 13:58

AUTORE:
vincenzo

Il 95% dei morti sono vecchi

Per i giovani e meno giovanni , il rischio è minimo .

Allora si vede in giro un bel concetto

Se muoiono solo i vecchi , perché non lavorare e tenere tutto aperto ?

Per i vecchi ci stiamo rovinando il futuro .

Salvini che ha cavalcato gli immigrati , ora cavalca i vecchi come il male da combattere .

E allora la dittatura sanitaria e i domicili coatti .

Questa idea ronza nella testa di molti . Come sempre all'inizio ci si vergogna e non lo diciamo .

Ma ora stiamo prendendo coraggio ed accettiamo volentieri che si mettano i vecchi all'angolo .

Hanno già avuto i loro momenti lieti , non producono , costano per le pensioni .... intasano ospedali con costi enormi .

Poi se muoiono per molti si risolverà il problema del "vecchio dove lo metto" ed il vantaggio di qualche casuccia e magari due centesimi in banca - MICA MALE ..

A questo siamo ?

3/4/2021 - 11:33

AUTORE:
Valentina

La parrucchiera si chiama Sonia ( leggere l'articolo ) IO Valentina , lavoro come " infermiera professionale , presso l'ospedale di Prato. Caro - buonista - le auguro una serena Pasqua.

1/4/2021 - 15:13

AUTORE:
buonista

Caro Roberto , hai espresso la solidarietà alle categorie di lavoratori cui in questo momento uno stato "cinico e baro " con i governanti che si arricchiscono impedendo a Valentina di lavorare . SONO PAROLE SUE

Capisco che sia incazzata ed escano parole che forse non avrebbe pensato mai di dover proferire .

Mi scandalizza invece la crociata di chi , non per spirito umanitario , ma per convinzione pensa che chi impone regole sia un assassino .

Chi poi ricorda la necessità di rispettare le regole ,viene indicato come un vigliacco terrorizzato .

Tentare di spiegare che sono quelli che ti stanno davanti , quelli che ti impestano e che quindi alla fine quello è il nemico da "gestire" , è troppo difficile per chi ancora non ha capito che la mascherina non serve a chi la porta , ma a chi ti sta davanti .

Perfetti i... che sfottono chi considera una malattia che uccide 15 mila persone al mese (oltre il resto) un argomento vacuo e superficiale .

Iddio vi conservi in salute .

1/4/2021 - 12:26

AUTORE:
Roberto.S

Signor Carlo, forse lei ha travisato , e non di poco. Le regole vengono seguite, e rispettate , e io essendo volontario le rispetto ancora di piu'. Ma non per questo la vita deve subire un arresto. Se siamo corretti verso gli altri , possiamo stare sereni per noi e per i cittadini. Il problema che si presenta e' tutt'altro, quando si scrive su dei social , o si risponde a degli articoli , bisognerebbe avere un briciolo di tatto. E forse di educazione. Il signor Vincenzo " leggendo anche articoli passati " e' sempre stato poco corretto e criticone fino all'esasperazione di chi riceve certe risposte, ma tutto era diverso ..... non c'erano pandemie, in questo momento bisognerebbe essere solidali con tutte le categorie di lavoratori e imprese che spendendo si sono messi in regola con i protocolli, e si sono visti penalizzare ugualmente. C'e' disperazione e amarezza, e ci sono quelli che il senso unico lo percorrono senza poter tornare indietro. L'egoismo la fa' da padrone, mentre la solidarieta' si e' estinta . Buona S. Pasqua a tutti voi.

1/4/2021 - 10:49

AUTORE:
vincenzo

Una domanda per Roberto S .

Mi domando sempre se ci siano gli untori .

Ci sono eccome .

Ne è bastato solamente uno per impestare il mondo .

Non capire che il virus ha le gambe di chi lo ospita e distribuisce , è demenziale .

Temere (cosa diversa dalla paura) e usare prudenza non è pavidità.

Accusare gli altri di attenersi alle regole è da incoscienti.

La ragione per cui il genere umano è sopravvissuto non è certo grazie ai concetti delle valentine o dei roberti del momento , ma dell'istinto di sopravvivenza che in questo momento storico non può che essere affidarsi a la scienza.

Sembrerebbe che Israele (che molti accusano di fascismo e peggio ) stare tanto meglio di noi .

Una megalopoli come Londra , non ha più decessi e nel Regno unito solo una ventina di persone in un giorno hanno reso l'anima a Dio .

In UK sono ancora chiusi e si vaccinano ordinatamente . Ma loro forse hanno meno Roberti . Mia figli lavora li

In Brasile ci sono tanti roberti , e si vede .

Vedo interventi che probabilmente sono l'evidenza del pensiero di chi non ne può più e crede di risolvere i problemi con la denigrazione ed il dissenso per le regole.

Ma il 2020 non vi ha insegnato niente ?

State calmi , smettetela di sbrodolare concetti , tirate a vaccinarvi e sperate che la situazione migliori . E sopratutto non rompete

Con le vostre idee , non ci sarebbe speranza.

1/4/2021 - 8:14

AUTORE:
carlo dadone

Parliamo un attimo di codice della strada.

Divieto di accesso (senso unico per i dimenticoni e ignoranti ) .

Non si può avere opinioni o comportamenti diversi sul senso di percorrenza.

Perché ? Per il proprio interesse , ma anche nel'interesse degli altri utenti .

Quindi è possibile percorrere un senso unico alla rovescia , fregandosi degli altri, ma gli altri verrebbero ad avere un danno subendo il comportamento del primo .

Come si può accusare di paura chi percorre correttamente il senso unico ?

Quindi , vedo come molti non hanno capito che la prudenza del singolo preserva gli altri e la sua mascherina aiuta gli altri a non ammalarsi .

Chi non ha capito o non vuol capire non può essere che un asociale o peggio .

31/3/2021 - 19:33

AUTORE:
Roberto.S

Caro Vincenzo, rintanati nel tuo "bunker " e stacci finche' avrai un po' di fiato. Le tue convinzioni e risposte a chi non la pensa come te , unite alle offese, fanno di te un essere impaurito senza spina dorsale. Ti credi un essere umano solo perche' parli dei morti di covid come un sagrestano sull'uscio di chiesa, mentre non te ne importa un cavolo. Hai paura , una fottuta paura che ti fa' vedere untori dapertutto. Io ti farei fare il volontario con me x un mesetto, e forse smetterai di rompere le sfere come solito sai fare. Valentina, Simo, Sonia , unito a tutte le altre categorie di lavoratori , di imprese, e altri ancora, avete la mia solidarieta' e stima, e lasciate perdere chi non ha nulla da fare. La frustrazione e' una brutta bestia.

31/3/2021 - 16:12

AUTORE:
vincenzo

Il libro del GIUSTO ?

Opporre argomenti ?

Ma vi siete veramente bevuti il cervello ?

La gente muore , soffre , forse alcuni di quelli che usciranno dall'ospedale , staranno male per molti anni . Altri gireranno con la bombola dell'ossigeno e voi continuate a parlare di parrucchieri ?

A chi ragiona come voi , comincerei con la visita obbligatoria di un reparto covid , della stanza mortuaria a parlare con i famigliari ed a portare fiori sulle tombe di chi è morto perché qualcuno lo ha impestato .

Tutto è partito dal numero uno ed è continuato in molti casi a causa di chi ragionava col vostro metro .

Il libro del giusto ? Certo stare al proprio posto , ubbidire e non rompere.

31/3/2021 - 14:53

AUTORE:
Simo

Valentina come vedi io non ho risposto a questo signore ma non perché non avessi argomenti ma semplicemente x non perdere tempo con chi è in possesso del "Libro del Giusto" ed è convinto che la sua opinione sia l unica che vale.
Io la penso diversamente da lui e continuerò a farlo che a lui stia bene o no!
Lascialo nella sua convinzione di avere ragione solo lui.

31/3/2021 - 12:52

AUTORE:
vincenzo

Valentina vestita di nuovo come le brocche del biancospino.....

Cara Valentina in confusione .

Bisogna non aver chiaro il momento per non comprendere che stiamo navigando in un mare di cacca

15 mila persone QUINDICIMILA perdono la vita ogni mese .

Tanti sono in ospedale e tanti quelli che usciranno per raggiungere le cappelle mortuarie senza passare dal via.

E io perdo del tempo (del poco che probabilmente mi rimarrà per colpa di chi vuole andare dal parrucchiere) a discutere con chi non ha capito del merdaio in cui ci troviamo .

Siamo in GUERRA e bisogna ubbidire ed evitare tutto quanto , secondo la scienza , ci può nuocere e mettere in pericolo di vita.

Le categorie che non possono lavorare , non lo faranno e basta

Lo stato , anche con i miei soldi ed i miei debiti , li soccorrerà..

Chi si lamenterà avrà ben donde , ma è incredibile che , dopo aver affermato che chi impone le chiusure si arricchisce, trovino persone come te solidali .

Mi sembra un sogno che ci sia tanta gente che non capisce .

Ma se muoio per colpa vostra e delle vostre ricrescite , giuro che ogni notte verrò a tirarvi i piedi .

30/3/2021 - 23:17

AUTORE:
Valentina

Non sei neppure degno di risposte Vincenzo. Io i capelli me li sistemo da sola e vado dalla parrucchiera ogni 5/6 mesi x tagliarli, e non e' una questione di apparire , come tu credi. C'e' di mezzo ben altro, ma ci sono quelli come te che criticano senza un senso ben preciso ..... solo per il piacere di farlo . Scrivi , ma non inserisci la presa al cervello , viaggi col prosciutto negli occhi , e vivi da piccola persona quale sei. Premetto che io lavoro in ospedale a Prato, e ne so meglio di te di certe situazioni " COVID. Ho pianto con parenti e amici per chi se ne andato solo e senza rivedere nessun caro, sto' vivendo un incubo, e quando torno a casa lascio con amarezza reparti pieni di occhi impauriti e spaventati. Tu pretendi di fare la morale a me, ti devi solo vergognare, per non avere un briciolo di umilta' e coscenza.

30/3/2021 - 18:50

AUTORE:
vincenzo

Tutte le vostre osservazioni meriterebbero una contestazione punto punto .

Ma ritengo l'operazione una inutile perdita di tempo .

Per l'aspetto scientifico , tutti si fanno scienziati e quando i politici attuano le conclusioni di questi vengono accusati di lucrare o peggio .

Mi domando il perché 25 mila ogni giorno si ammalano di covid.

Mi domando anche perché gli ospedali siano pieni e che molte terapie intensive siano occupate .
Non ostante le chiusure e le norme restrittive un terzo di chi è in terapia intensiva non ce la fa.

Troppe volte ci troviamo di fronte a morire di malattia o morire di fame .

E questo è il punto . Stabilire se farsi i capelli , rifarsi il colore , la scorciatina , il ritocco , e forse (non lo so perché da tempo non pratico )la permanente valga la pena di uccidere il vecchio di casa o qualcosa di simile.

Se poi si debbano sospendere le riscossioni , aiutare , congelare e tutto quel che si vuole , non ho dubbi , ma tenere aperti esercizi contro un pool di esperti scientifici , non mi convince.

INFINE , se non ho soldi e non so come fare , prima la salute , e magari vado alla caritas , ma il nonno non lo ammazzo .

la campagna di russia fece meno morti del Covid

Cominciate a lavarvi il capo nel lavandino di casa che siete belli lo stesso (e vivi)

30/3/2021 - 14:39

AUTORE:
Simo

Chi decide di chiudere le attività di cura alla persona non valuta tante cose.
1° chi lavora in queste attività ha tutto l interesse a far sì che non debbano esserci rischi ne per il cliente ne tanto meno x se stesso.
2°parrucchieri ed estetisti non svolgono solo tratramenti"estetici" ma in molti casi "curativi" penso a chi ha problemi ai piedi o ha micosi delle unghie.
La chiusura delle attività ha favorito il fenomeno dell abusivismo.
Poi vorrei sapere perché noi "comuni mortali"dobbiamo andare in giro con la ricrescita e senza messa in piega quando ministri e parlamentari donne sono tutte ben pettinate e colore perfetto??
I loro parrucchieri possono lavorare?

30/3/2021 - 13:18

AUTORE:
Valentina

Caro Vincenzo, io non so' in che mondo vivi, sicuramente hai delle entrate economiche che la pandemia non ha sfiorato, forse tutti i mesi ti arriva la pensione ... se hai una certa eta'..Io non mi riferivo solo alla categoria parrucchieri , estetisti, o cure per la persona, ma di tutte quelle in difficolta', e sono tante. Chi ha la propria attivita' anche piccola del tipo artigianale, che da' sopravvivenza alla famiglia, e che vorrebbe essere tramandata ai propri figli, si trova nell'orlo dell'abisso, con tutto cio' che dovra' pagare presto di tasse di ogni genere, .... perche' la macchina burocratica dei pagamenti , non si ferma. Vedi il turismo, piccoli negozi , che chiudono per non riaprire piu'. Tu vivi nel tuo mondo di fiaba , beato te. Ma c'e' gente che non riesce a mettere insieme pranzo e cena. Bisogna essere realisti, e vedere cio' che sta' succedendo. I cari governanti Tipo Renzi che chiuso a casa come noi non ci sta' ,e se ne va a vedere il moto GP , ben vaccinato come sicuramente tutta la famiglia , e' una vergogna ambulante.

29/3/2021 - 17:01

AUTORE:
vincenzo

Ignoro se chi decide le politiche vaccinali , si arricchisca facendo chiudere i negozi di parrucchiere .

Mi domando anche se nel novero delle tipologie di negozi da lasciare aperti , ci sia un criterio "politico"o peggio un interesse venale diretto .

Penso anche che chi decide la chiusura di attività dedicate alla persona in cui le distanze e l'ambiente in cui si svolge normalmente il lavoro , non sia il massimo della sicurezza per cliente ed operatore.

Capisco lo sfogo di certe categorie che sono impossibilitate a svolgere il loro lavoro.

Da qui a parlare di rivoluzione , di arricchimenti di politici e via andare mi sembra un giudizio un po' forte.

Il mondo è cambiato profondamente e alla fine si tratta solo di una accelerazione violenta per cui difficilmente tutto sarà come prima . Facciamocene una ragione.

29/3/2021 - 12:36

AUTORE:
Valentina

Hanno chiuso i vostri negozi, e la pandemia si e' fermata ? NO. Quindi non e' certamente causa di contagio la vostra categoria , che con sacrifici e spese vi siete messe in regola . Al governo , seduti sulle loro costose poltrone pretendono di essere padroni delle nostre vite, decidendo chi deve essere vaccinato e chi no , non siamo in un campo di concentramento, non ancora, ma loro sono diventati piccoli " Hitler " in crescita. Siamo pedine nelle loro mani. L'incompetenza dimostrata nel gestire la pandemia, e' palese. Ma sicuramente loro sono vaccinati e ben stipendiati. Ma sono vicini ad una ribellione totale da tutti coloro che oltre la vita rischiano di non dover piu' avere mantenimento e lavoro per la propria famiglia , in pratica si arricchiscono sulla nostra pelle. E' una guerra , che se non porranno rimedio gli si ritorcera' contro con una bella rivoluzione voluta da loro. Auguri Sonia , a te come a tutte le altre categorie che come te sono costrette a subire gli abusi dello stato.

10/3/2021 - 22:23

AUTORE:
GIULIO

Sonia ha ragione ,con il suo articolo ,non ci rendiamo conto della stoltezza dei nostri governanti.Una cosa si potrebbe fare uno sciopero del versamento delle tasse.Non vi accorgete come ci stanno prendendo in giro.Vediamo sul territorio di Buggiano eì trascorso più di un anno da quando l'ONA ha intascato i soldi per restaurare Bellavista e noi ci dobbiamo accontentare di un misero cartello ,con il quale ci vengono comunicati l'inizio dei lavori.Se fossi stato il Sindaco avrei chiesto all'ONA AlleBelle Arti e alla Fondazione Cassa di Risparmio di pistoiae di Pescia se sono stati elargiti i soldi promessi e dove sono finiti.Ma al Sindaco interessa apparire anche come una stella Cometa senza interessarsi veramente dello stato del territorio :Bellavista , Santa Marta , Fonte di Acquavivola e la fontana che dalla srada proveniente da Montecatini arriva in centro ,Non si sa dove sia finito il fregio,forse rubatao.Ma come ho sempre detto la colpa è dei cittadini che dovrebbero chiedere lumi al suo amministratore .Piu' volte è stato fatto il progetto per il restauro diella fonte di Acquavivola ,ma in Comune si è perso forse anche il progetto pagato dai vicini della fonte e sponsorisorizzato dallo Studio che ha eseguito il progetto.
Giulio Cozzani

3/3/2021 - 14:30

AUTORE:
Simo

Pur non servendovi a niente vi do la mia solidarietà.
I politici non sanno cosa vuol dire lavorare, far fatica per tirare avanti e come avrebbero detto i nonni:"pancia piena non conosce fame".
A loro che sia tutto aperto o tutto chiuso i 13.000(tredicimila) euro mensili arrivano ugualmente quindi il problema non esiste.
Il paese arranca le attività hanno bisogno di sostegno ma nessuno di loro ( di qualsiasi schieramento) si è reso disponibile a rinunciare a qualche mensilità x aiutare l economia .
Se rinunciasero tutti i politici a 2 mensilità sarebbero tanti soldi per il paese niente per loro.