Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 16:04 - 17/4/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Ho finito le energie e mi sto veramente sdando .

Il sindaco è il vostro . E' stato eletto regolarmente .
Chi ha vinto ha vinto e chi ha perso ha perso . Salvo incidenti particolari , se ne riparla .....
BASKET

Dopo l’amara trasferta di Cagliari, c’è grande desiderio di rivincita in casa Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, che nel fine settimana incontrerà un’altra formazione affamata di punti determinanti in chiave salvezza.

HOCKEY

Sarà una partita di vertice tra sardi e toscani che attualmente occupano il primo e secondo posto nel girone, una gara difficile per gli arancioni che troveranno un Cus Cagliari in piena forma dopo aver strapazzato Brescia in trasferta e motivatissimo a tenersi la prima posizione.

RALLY

L’Automobile Club Pistoia torna a proporre l’iniziativa, dedicata ai propri licenziati sportivi, del campionato provinciale Aci Pistoia – “Memorial Roberto Misseri”, riservato ai soci titolari di licenza Aci Sport.

CICLISMO

La Vini Zabu' ha annunciato ufficialmente la sua rinuncia alla partecipazione al prossimo Giro d'Italia.

CALCIO

Il 13 aprile scorso Romolo Tuci ha spento 90 candeline. Per i più giovani, questo nome dal sapore arcaico forse non significa nulla. I più attempati, invece, lo ricordano con affetto, magari col soprannome di ‘Cagnolo’.

RALLY

Nuovo impegno per Pavel group, nel fine settimana che sta arrivando, al 54° Rallye Elba, prima prova del Campionato Italiano Wrc.

HOCKEY

Prosegue il buon cammino in serie A2 dell‘Hockey Club Pistoia che conquista un punto al Lamacchi –Tosoni di Villafranca ma torna in Toscana con qualche recriminazione.

CICLISMO

La Fattoria il Poggio entra nel mondo del ciclismo che conta, e lo fa stringendo un accordo di partnership con Amore e vita.

none_o

Consigli di lettura di Valentina.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libraria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro candidato al Premio Strega.

Palle ferme e nervi saldi
o si diventa tutti matti,
e alla .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giulio Cozzani

Storia e curiosità del comune di Buggiano.

Vendo terreno edificabile Massa e Cozzile grande circa 10 000m2 .....
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
CALCIO
Quando in C giocavano le grandi

28/2/2021 - 14:48

La Serie C, campionato nel quale milita la Pistoiese e nel quale è possibile iniziare a respirare l'aria del professionismo, è da sempre un torneo di carattere regionale ma con una competitività elevata, e che in alcuni casi ha fatto registrare presenze di squadre storiche. Nobili decadute del glorioso calcio italiano che per questioni economiche erano state mandate nell'inferno della Serie C1 hanno in alcuni casi calcato i campi sterrati di un campionato di provincia ma pieno di passione. I due casi più attuali sono senza dubbio quelli di Fiorentina e Napoli, società capaci di vincere ben due Scudetti in Serie A nelle loro migliori epoche, le quali però sono state costrette a ripartire dalla C proprio a causa dei fallimenti di gestioni un tempo virtuose.

La Viola, che nell'estate del 2002 andò in bancarotta per via di una pessima gestione di Vittorio Cecchi Gori, poi condannato a un risarcimento di 19 milioni, avrebbe disputato nell'annata 2002-03 addirittura il campionato di Serie C2, ripartendo quindi dal gradino più basso possibile. Con la nuova appellazione di Florentia Viola, la società allora presieduta da Leonardo Domenici, all'epoca sindaco di Firenze, vinse senza colpo ferire un campionato nel quale non ebbe rivali. Il grande protagonista di quella cavalcata fu Cristian Riganò, attaccante autore di 30 reti in 32 incontri.

 

Un altro grande esponente della risurrezione di quella squadra fu Angelo Di Livio, che dopo aver vinto tutto con la Juventus, attualmente candidata al titolo di campione d'Italia secondo le scommesse sportive più attuali, sarebbe sceso in C2 per amore nei confronti del popolo viola. Dopo quella grande stagione in provincia, i toscani furono poi promossi direttamente in Serie B dopo l'allargamento della stessa in seguito al caso Catania e dopo il fallimento del Cosenza per meriti sportivi e importanza del bacino d'utenza.


Nella stagione successiva, i gigliati si sarebbero sfidati nella seria cadetta con il Napoli, l'altra grande società che più avanti sarebbe ripartita dalla Serie C1. Dopo il fallimento dell'estate del 2004, la società azzurra, rilevata dal produttore cinematografico Aurelio De Laurentiis, avrebbe avuto la possibilità di iniziare dalla C1 grazie al famoso lodo Petrucci.

 

La prima stagione, tuttavia, fu molto dura per il Napoli, il quale fu sconfitto dall'Avellino nei playoff per andare in Serie B. Nella stagione successiva, la squadra allenata da Edi Reja e capitanata da Gennaro Scarlato riuscì finalmente a essere promossa dopo una stagione dominata quasi del tutto, ma nella quale fu costretta ad alcuni stop, come ad esempio il pareggio per 1-1 proprio sul campo della Pistoiese, la quale adesso lotta per restare proprio nel palcoscenico della Serie C1. 

Entrambe adesso in Serie A, la categoria nella quale hanno fatto la storia, sia la Fiorentina sia il Napoli hanno vissuto un'epoca difficile ma comunque formativa in Serie C, uno scenario nel quale il calcio duro e spigoloso la fa da padrone, traendone però molto profitto dal punto di vista umano e del sacrificio per ripartire alla grande.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: