Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 00:03 - 07/3/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

La notizia dei due proiettili di pistola recapitati a Matteo Renzi direttamente a Palazzo Madama, sede del Senato, è di quelle che fanno riflettere. Più che altro per l' inquietante analogia con una .....
CALCIO

I campionati di Eccellenza possono ripartire. La tanto agognata notizia è arrivata in tarda mattinata da Roma, direttamente dalla sede del Consiglio Federale di via Allegri.

BASKET

Dopo un turno di riposo, a causa del rinvio della gara interna contro Virtus Cagliari, la Gtg Nico Basket tornerà in campo domenica pomeriggio a San Marcellino, contro il Palagiaccio Firenze. Palla a due alle ore 18. 

HOCKEY

La zona rossa istituita a Pistoia spaventa e fa saltare la gara di serie B che la seconda formazione dell’Hockey Club Pistoia doveva disputare all’Hockey Stadium di Montagnana.

BASKET

Dopo il turno di riposo, sostenuto a causa del rinvio della gara interna contro Virtus Cagliari, la Nico Basket sta lavorando duramente in palestra in vista del derby di ritorno contro Firenze, che si disputerà domenica 7 marzo a San Marcellino. 

BASKET

La Giorgio Tesi Group Pistoia torna alla vittoria, conquistando due punti pesantissimi sul parquet di Cento e mettendosi alle spalle il periodo negativo con una prestazione convincente sotto tutti i punti di vista.

SCI

Ottimo bilancio per il Criterium Interappenninico che ha portato, dal 23 al 26 febbraio, sulle piste dell’Abetone quasi 300 atleti delle categorie Children da nove comitati regionali. Il Criterium è stato organizzato quest’anno dal Comitato Appennino Toscano con gli sci club Coverciano, Lanciotto e Prato Play.

CALCIO

La Serie C, campionato nel quale milita la Pistoiese e nel quale è possibile iniziare a respirare l'aria del professionismo, è da sempre un torneo di carattere regionale ma con una competitività elevata, e che in alcuni casi ha fatto registrare presenze di squadre storiche.

CALCIO

È inutile storcere il naso. Quello con l' AlbinoLeffe va considerato un punto guadagnato, e non un punto perso.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Stephen King.

none_o

Alla galleria civica dopo le opere di Vairo Mongatti e di Rodolfo Ceccotti.

Molte cose abbiamo inventato
e altrettante realizzato,
come .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giulio Cozzani

Storia e curiosità del comune di Buggiano.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
PESCIA
Distretto degli ulivi della Valdinievole, Confagricoltura: "Si dica che non si vuole, senza inventare che c’è già"

11/12/2020 - 19:20

"Non avremmo voluto tornarci sopra e ci ripromettiamo di non farlo più davvero, se non saremo direttamente chiamati in causa o se non verranno dette palesi falsità che potrebbero persino avere ripercussioni negative sulla nostra agricoltura. Ma da quando abbiamo lanciato la proposta, nella Giornata internazionale dell’olivo, è circolata fra i nostri critici (non tutti per fortuna) la seguente frase fatta: “il distretto (vivaistico) olivicolo c’è già”. Siamo dunque costretti a intervenire di nuovo sull’argomento e a chiarire alcuni punti".


Così Confagricoltura Pistoia replica agli articoli usciti sulla stampa locale negli ultimi giorni con le dichiarazioni di esponenti del mondo agricolo e di quello politico sulla sua proposta di istituire un distretto rurale del vivaismo olivicolo della Valdinievole, cioè un distretto specializzato nella produzione di ulivi destinati a chi produce olio che possa rappresentare al meglio sul mercato nazionale (e non solo) il centinaio di produttori di ulivi concentrati nel territorio pesciatino e dei comuni limitrofi.


"Abbiamo avanzato questa proposta – spiega Confagricoltura Pistoia – perché siamo convinti che un distretto specializzato sarebbe la scelta strategicamente più lungimirante dal punto di vista del marketing e dello sviluppo commerciale delle aziende di Pescia e dintorni che producono piante di olivo destinate ai produttori di olio: permetterebbe loro di vendere più ulivi in tutta Italia e pure a livello internazionale.


Sappiamo benissimo che qualcosa di utile può essere ottenuto, soprattutto grazie agli aiuti pubblici, anche all’interno della cornice non specializzata e mal definita produttivamente e territorialmente del distretto floricolo Lucca Pistoia (così ancora si chiama infatti, e Associazione Florovivaistica Interprovinciale è il nome del suo soggetto referente, riconosciuto dalla Regione Toscana). Ma riteniamo che i finanziamenti pubblici arriverebbero anche nell’ambito di un distretto specializzato e localizzato nella Valdinievole del vivaismo olivicolo, con la differenza che nel frattempo questa strategia renderebbe più facile l’espansione sui mercati consentendo così ai vivai olivicoli pesciatini di restare centrali e anzi rafforzare il proprio ruolo nel contesto dell’intera filiera olivicola nazionale. Tutto ciò tenendo conto anche del fatto che vendere olivi ai produttori di olio non è la stessa cosa che vendere piante ornamentali o fiori.


Tuttavia rimaniamo letteralmente allibiti tutte le volte che leggiamo, ed è capitato spesso negli ultimi giorni, la frase sopra citata: “il distretto (vivaistico) olivicolo c’è già”. Infatti, è semplicemente falso, falso per definizione. Il “distretto floricolo interprovinciale Lucca Pistoia” non è e non può essere il “distretto del vivaismo olivicolo della Valdinievole”. Sono due cose terminologicamente e concettualmente diverse. Poi se qualcuno vuole speculare sull’accezione non formale del distretto, cioè sul fatto che esiste già un gruppo di aziende iper specializzate e impegnate in prevalenza nel vivaismo olivicolo, beh, grazie della bella scoperta! La nostra proposta di istituire un distretto che le rappresenti e consenta loro di affermarsi con più forza sui mercati nasce ovviamente dalla consapevolezza della loro esistenza. Del resto i marchi territoriali funzionano meglio se dietro c’è della sostanza e a Pescia e dintorni (ma non ci risulta nell’intero territorio lucchese e nel resto della provincia pistoiese) questa nicchia di bravi produttori di ulivi con al centro alcune aziende iper specializzate, a partire dalla fase della pre moltiplicazione, esiste davvero.


A chi giova confondere le acque? Abbiamo fatto una proposta. Non piace? Peccato, ma non c’è bisogno di deformare la realtà per dire che la si pensa diversamente. In ogni caso siamo ottimisticamente convinti che prima o poi i fatti ci daranno ragione e che coloro che ora dicono di no finiranno per fare proprio quello che stiamo proponendo. Speriamo soltanto che non sia troppo tardi. Perché perdere tempo?".

Fonte: Confagricoltura
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: