Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 08:04 - 17/4/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Ho finito le energie e mi sto veramente sdando .

Il sindaco è il vostro . E' stato eletto regolarmente .
Chi ha vinto ha vinto e chi ha perso ha perso . Salvo incidenti particolari , se ne riparla .....
BASKET

Dopo l’amara trasferta di Cagliari, c’è grande desiderio di rivincita in casa Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, che nel fine settimana incontrerà un’altra formazione affamata di punti determinanti in chiave salvezza.

HOCKEY

Sarà una partita di vertice tra sardi e toscani che attualmente occupano il primo e secondo posto nel girone, una gara difficile per gli arancioni che troveranno un Cus Cagliari in piena forma dopo aver strapazzato Brescia in trasferta e motivatissimo a tenersi la prima posizione.

RALLY

L’Automobile Club Pistoia torna a proporre l’iniziativa, dedicata ai propri licenziati sportivi, del campionato provinciale Aci Pistoia – “Memorial Roberto Misseri”, riservato ai soci titolari di licenza Aci Sport.

CICLISMO

La Vini Zabu' ha annunciato ufficialmente la sua rinuncia alla partecipazione al prossimo Giro d'Italia.

CALCIO

Il 13 aprile scorso Romolo Tuci ha spento 90 candeline. Per i più giovani, questo nome dal sapore arcaico forse non significa nulla. I più attempati, invece, lo ricordano con affetto, magari col soprannome di ‘Cagnolo’.

RALLY

Nuovo impegno per Pavel group, nel fine settimana che sta arrivando, al 54° Rallye Elba, prima prova del Campionato Italiano Wrc.

HOCKEY

Prosegue il buon cammino in serie A2 dell‘Hockey Club Pistoia che conquista un punto al Lamacchi –Tosoni di Villafranca ma torna in Toscana con qualche recriminazione.

CICLISMO

La Fattoria il Poggio entra nel mondo del ciclismo che conta, e lo fa stringendo un accordo di partnership con Amore e vita.

none_o

L'inaugurazione della mostra è in programma sabato 17 aprile alle 11.

none_o

Fino al 15 maggio la biblioteca San Giorgio di Pistoia.

Palle ferme e nervi saldi
o si diventa tutti matti,
e alla .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giulio Cozzani

Storia e curiosità del comune di Buggiano.

Vendo terreno edificabile Massa e Cozzile grande circa 10 000m2 .....
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
MASSA E COZZILE
Amanda Kowalski: "Master in Cina senza pensare alle incertezze po

6/12/2020 - 15:50

Mi chiamo Amanda Kowalski, ho 25 anni e sono nata e cresciuta in Italia, ma la mia famiglia viene dalla Polonia. Vivo da sempre a Margine Coperta e mi sono diplomata al liceo Coluccio Salutati di Montecatini Terme, all’indirizzo delle Scienze Umane con opzione economico-sociale.
Ho la passione dei libri e del volontariato, sono infatti soccorritrice presso la Misericordia di Montecatini Terme dal 2015. Quest’anno però ho messo temporaneamente in pausa il servizio sull’ambulanza d’emergenza, per motivi famigliari legati alla situazione Covid-19.

 

 

In quale corso di studi ti sei laureata? Perché hai scelto questo corso di studi?


Mi sono laureata con 110 in Scienze della Mediazione linguistica presso l’Istituto di Alti Studi SSML Carlo Bo di Firenze (devo dire che il risultato mi ha piacevolmente sorpresa, viste le difficoltà dell’ultimo anno!). Ho intrapreso questo percorso linguistico, che nel mio caso prevedeva lo studio della traduzione e interpretazione nella coppia linguistica italiano-inglese, del cinese e del russo, perché ho sempre avuto un insito interesse nei confronti delle lingue; inoltre, trovo che avere una solida base linguistica possa costituire un concreto punto di partenza per un futuro aperto e dinamico.

 


Com'è stato laurearti nel pieno di una pandemia? Quali sono state le difficoltà maggiori rispetto ad una sessione di laurea fuori dal Covid?


Laurearmi nel pieno di una pandemia ha reso il giorno della discussione sicuramente diverso da come me lo ero immaginato, ma non “peggiore”. Ero a casa mia, seduta in salone al tavolo dove di soluto consumo i pasti, e davanti a me avevo due commissioni: quella d’esame sullo schermo e quella formata dai miei più cari affetti in carne ed ossa, a coronare tre anni di fatica insieme a me.

 

È vero, non ero in un contesto ufficiale o almeno formale, non ho stretto la mano alla direttrice dopo la proclamazione e non ho una foto con dietro il portone d’ingresso dell’università (ahimè) ma i sorrisi e gli abbracci della mia famiglia hanno reso il tutto perfetto, la pandemia è stata chiusa fuori dalla finestre, quel giorno eravamo tutti felici e spensierati. L’unico aspetto che mi ha messa un po’ in difficoltà, nei minuti precedenti la discussione, è stata l’ansia dovuta ad un ipotetico malfunzionamento della WiFi o del programma in uso dalla mia università.

 


Quali sono i tuoi progetti dopo la laurea? Sarebbero stati diversi senza Covid-19?


Al momento sto preparando un esame di certificazione linguistica del cinese (HSK, Hanyu Shuiping Kaoshi) di quarto livello, così da tenere viva la mia conoscenza della lingua e così da poter attestare quest’ultima sul mio curriculum vitae, diploma di laurea a parte. Pochi giorni fa ho inoltre sostenuto e passato il test d’ingresso per accedere al Master interateneo di I livello in Global Management for China, con sede all’Università degli Studi di Macerata ed organizzato in partnership con l’Università Ca’ Foscari di Venezia, l’Università degli Studi Roma Tre, l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” e l’Università degli Studi di Bergamo. Il mio entusiasmo per questo nuovo passo è alle stelle!

 

Cercherò di assimilare al massimo le nozioni giuridiche, politiche, economiche ed aziendali previste nel piano di studi così da poter includere nel mio bagaglio, oltre alla conoscenza della lingua, letteratura e cultura cinese, anche un know-how di tipo più pragmatico e manageriale sempre relativo alla Terra di Mezzo. I miei progetti dopo la laurea non sarebbero stati diversi senza Covid-19, lo diventeranno se non potrò svolgere in Cina il tirocinio in azienda previsto dal master (la speranza è l’ultima a morire!).

 


Pensi che il mondo del lavoro cambierà dopo questa pandemia?


Il mondo del lavoro cambierà dopo questa pandemia, e questo è certo: l’economia globale è in ginocchio e lo sarà quantomeno per i 2 o 3 anni successivi alla fine della pandemia, che comunque non sarà né netta né rapida, figuriamoci se può esserlo la ripartenza dell’economia. Se noi giovani avevamo già prima pochi posti di lavoro a disposizione, una busta paga diversa da quella dei nostri genitori per la medesima mansione, delle prospettive e un futuro incerti, ad oggi io ed i miei coetanei ci stiamo decisamente facendo prendere dalla “pandemic fatigue”.

 

C’è chi dalla primavera di quest’anno non riesce a recuperare la laboriosità di un tempo, e chi se anche non ha perso l’entusiasmo, continua a darsi da fare per la propria vita da adulti per distrarsi dalla situazione, e non perché realmente creda che dopo questa pandemia, se si tira su le maniche adesso, troverà le porte spalancate. La speranza ovviamente è almeno quella di rimanere a galla e riuscire a vedersi premiate le proprie fatiche!

 

Pazienza e resilienza sono la chiave di tutto. E poi, come dice un proverbio cinese, “se c’è una soluzione, perché te la prendi? E se non c’è una soluzione… perché te la prendi?”.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: