Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 20:01 - 25/1/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Quello che in apparenza è un problema di oggi , e cioè di questi sacchi rossi che identificano l"APPESTATO" non è cosa nuova . Nei Promessi Sposi , la vedova con figli si raccomando' a Renzo perché .....
BASKET

La Giorgio Tesi Group Pistoia ingrana la sesta marcia, battendo la Lux Chieti con il punteggio di 86-74 e chiudendo nel migliore dei modi il trittico del PalaTerme.

BASKET

Col risultato finale di 82-61, tra l’altro la Nico Basket ha ribaltato la differenza canestri (all’andata era stata sconfitta di tredici lunghezze), che potrebbe essere utile per un posto migliore nei playoff in caso di arrivo alla pari in classifica.  

CALCIO

Dopo mesi e mesi trascorsi nella vana speranza che qualcosa si muova all'orizzonte, le Società iscritte ai campionati regionali di Eccellenza hanno deciso di passare all' azione. Per questo abbiamo sentito uno dei più apprezzati e stimati dirigenti sportivi della Toscana, il Direttore Generale del Montecatini Fabrizio Giovannini.

CALCIO FEMMINILE

Colpo della Pistoiese! Ecco il centrale ErriquezEleonora Erriquez, nata il 31/01/2001 arriva in arancione in prestito dall'AudaxRufina.

BASKET

Prestazione da incorniciare per la Giorgio Tesi Group Pistoia, che infligge la prima sconfitta stagionale alla capolista Forlì dopo un secondo tempo da urlo.

BASKET

Un’altra puntata del derby tra la Giorgio Tesi Group Nico Basket e la Bruschi Basket Galli San Giovanni Valdarno è previsto per sabato 23 gennaio, al Pala Pertini di Ponte Buggianese. Palla a due alle ore 21.

BASKET

L’ala-pivot di origini lituane Laura Zelnyte è stata una delle sorprese più piacevoli di questa prima parte di stagione della Gtg Nico Basket.

SPORT

Si è svolta lunedi 18 gennaio nel salone del circolo Acli di Masiano l’assemblea ordinaria elettiva valida per il rinnovo delle cariche del consiglio provinciale Csi di Pistoia.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadoiri di Montecatini è dedicata a un libro di Toshikazu Kawaguchi.

none_o

La galleria Me Vannucci è lieta di partecipare ad Artefiera Playlist.

Valle squisita,
Valle incantata,
Valle laterale al bacino .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il Sovrano Militare Ordine di Malta rende omaggio all'arte moderna.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
MASSA E COZZILE
Amanda Kowalski: "Master in Cina senza pensare alle incertezze po

6/12/2020 - 15:50

Mi chiamo Amanda Kowalski, ho 25 anni e sono nata e cresciuta in Italia, ma la mia famiglia viene dalla Polonia. Vivo da sempre a Margine Coperta e mi sono diplomata al liceo Coluccio Salutati di Montecatini Terme, all’indirizzo delle Scienze Umane con opzione economico-sociale.
Ho la passione dei libri e del volontariato, sono infatti soccorritrice presso la Misericordia di Montecatini Terme dal 2015. Quest’anno però ho messo temporaneamente in pausa il servizio sull’ambulanza d’emergenza, per motivi famigliari legati alla situazione Covid-19.

 

 

In quale corso di studi ti sei laureata? Perché hai scelto questo corso di studi?


Mi sono laureata con 110 in Scienze della Mediazione linguistica presso l’Istituto di Alti Studi SSML Carlo Bo di Firenze (devo dire che il risultato mi ha piacevolmente sorpresa, viste le difficoltà dell’ultimo anno!). Ho intrapreso questo percorso linguistico, che nel mio caso prevedeva lo studio della traduzione e interpretazione nella coppia linguistica italiano-inglese, del cinese e del russo, perché ho sempre avuto un insito interesse nei confronti delle lingue; inoltre, trovo che avere una solida base linguistica possa costituire un concreto punto di partenza per un futuro aperto e dinamico.

 


Com'è stato laurearti nel pieno di una pandemia? Quali sono state le difficoltà maggiori rispetto ad una sessione di laurea fuori dal Covid?


Laurearmi nel pieno di una pandemia ha reso il giorno della discussione sicuramente diverso da come me lo ero immaginato, ma non “peggiore”. Ero a casa mia, seduta in salone al tavolo dove di soluto consumo i pasti, e davanti a me avevo due commissioni: quella d’esame sullo schermo e quella formata dai miei più cari affetti in carne ed ossa, a coronare tre anni di fatica insieme a me.

 

È vero, non ero in un contesto ufficiale o almeno formale, non ho stretto la mano alla direttrice dopo la proclamazione e non ho una foto con dietro il portone d’ingresso dell’università (ahimè) ma i sorrisi e gli abbracci della mia famiglia hanno reso il tutto perfetto, la pandemia è stata chiusa fuori dalla finestre, quel giorno eravamo tutti felici e spensierati. L’unico aspetto che mi ha messa un po’ in difficoltà, nei minuti precedenti la discussione, è stata l’ansia dovuta ad un ipotetico malfunzionamento della WiFi o del programma in uso dalla mia università.

 


Quali sono i tuoi progetti dopo la laurea? Sarebbero stati diversi senza Covid-19?


Al momento sto preparando un esame di certificazione linguistica del cinese (HSK, Hanyu Shuiping Kaoshi) di quarto livello, così da tenere viva la mia conoscenza della lingua e così da poter attestare quest’ultima sul mio curriculum vitae, diploma di laurea a parte. Pochi giorni fa ho inoltre sostenuto e passato il test d’ingresso per accedere al Master interateneo di I livello in Global Management for China, con sede all’Università degli Studi di Macerata ed organizzato in partnership con l’Università Ca’ Foscari di Venezia, l’Università degli Studi Roma Tre, l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” e l’Università degli Studi di Bergamo. Il mio entusiasmo per questo nuovo passo è alle stelle!

 

Cercherò di assimilare al massimo le nozioni giuridiche, politiche, economiche ed aziendali previste nel piano di studi così da poter includere nel mio bagaglio, oltre alla conoscenza della lingua, letteratura e cultura cinese, anche un know-how di tipo più pragmatico e manageriale sempre relativo alla Terra di Mezzo. I miei progetti dopo la laurea non sarebbero stati diversi senza Covid-19, lo diventeranno se non potrò svolgere in Cina il tirocinio in azienda previsto dal master (la speranza è l’ultima a morire!).

 


Pensi che il mondo del lavoro cambierà dopo questa pandemia?


Il mondo del lavoro cambierà dopo questa pandemia, e questo è certo: l’economia globale è in ginocchio e lo sarà quantomeno per i 2 o 3 anni successivi alla fine della pandemia, che comunque non sarà né netta né rapida, figuriamoci se può esserlo la ripartenza dell’economia. Se noi giovani avevamo già prima pochi posti di lavoro a disposizione, una busta paga diversa da quella dei nostri genitori per la medesima mansione, delle prospettive e un futuro incerti, ad oggi io ed i miei coetanei ci stiamo decisamente facendo prendere dalla “pandemic fatigue”.

 

C’è chi dalla primavera di quest’anno non riesce a recuperare la laboriosità di un tempo, e chi se anche non ha perso l’entusiasmo, continua a darsi da fare per la propria vita da adulti per distrarsi dalla situazione, e non perché realmente creda che dopo questa pandemia, se si tira su le maniche adesso, troverà le porte spalancate. La speranza ovviamente è almeno quella di rimanere a galla e riuscire a vedersi premiate le proprie fatiche!

 

Pazienza e resilienza sono la chiave di tutto. E poi, come dice un proverbio cinese, “se c’è una soluzione, perché te la prendi? E se non c’è una soluzione… perché te la prendi?”.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: