Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 21:02 - 24/2/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Tutte i fascicoli che finiscono in prescrizione , finiscono perché dormono fino al giorno limite . Allora si scelgono quelli che andranno a processo e quelli che ormai è inutile perché morirebbero .....
RALLY

Sarà un debutto in piena regola, quello di Riccardo Baroncelli sui fondi sterrati del Rally Terra Valle del Tevere, appuntamento in programma nel fine settimana sulle strade della provincia di Arezzo.

TIRO A SEGNO

Il Tiro a segno Pescia già pronto per 1° gara Federale regionale con tutte le disposizioni del Dpcm e il comitato regionale Uits ha presentato le nuove strategie di allenamento “on line” per i tiratori toscani.

SCI

Un notevole sforzo organizzativo, che sta portando a organizzare competizioni importanti e che sta contribuendo a sostenere in maniera concreta le attività e gli operatori della montagna.

BASKET

Non è una prima fortunata, quella della Giorgio Tesi Group Pistoia al PalaCarrara.

CALCIO

Desiderio non solo di salvezza, ma anche di dare un senso a questa stagione che, attualmente, 'un senso non ce l' ha'.Senza Romagnoli, Valiani e Chinellato, ospiti dell' infermeria, e Simonetti squalificato, Mister Riolfo si è visto costretto a fare di necessità virtù, inventandosi una formazione che, alla prova dei fatti, è apparsa alquanto convincente. 

BASKET

La Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, fa suo anche il ritorno del derby contro il Jolly Livorno – all’andata era finita 76-65 - e conquista altri due punti importanti in ottica playoff, portandosi provvisoriamente al quarto posto in classifica (56-67).

CALCIO

A novembre un blocco circolatorio lo aveva privato di entrambe le gambe. Oggi, un'infezione polmonare lo ha privato della vita. Questo è il calvario che Mauro Bellugi ha affrontato negli ultimi mesi presso l'Ospedale milanese di Niguarda, dove fino a pochi giorni fa i sanitari stavano addirittura pianificando delle terapie riabilitative personalizzate.

BASKET

Nel fine settimana verranno disputate solo tre partite del girone sud del campionato di serie A2 femminile e una di queste sarà l’acceso derby tra Giorgio Tesi Group Nico Basket e Jolly Livorno.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Michael Connelly.

none_o

Con il ritorno in zona arancione della Toscana, il Moca torna a essere chiuso al pubblico. 

Guidando
Per le vie dell'Albinatico
In fuga
da un comune di .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giulio Cozzani

Storia e curiosità del comune di Buggiano.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
none_o
Diffamazione, violenza privata e atti persecutori: ordinanza cautelare a carico di un giornalista

17/11/2020 - 10:28

QUARRATA - I carabinieri danno esecuzione a un'ordinanza cautelare emessa dal Tribunale di Pistoia nei confronti di un giornalista ritenuto responsabile di diffamazione a mezzo stampa, atti persecutori e violenza privata.

 

I carabinieri della stazione di Quarrata, al termine di un'attività d’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Pistoia, nella persona di Claudio Curreli, hanno infatti dato esecuzione a un’ordinanza di misura cautelare emessa dal gip del locale Tribunale nei confronti di un giornalista di una testata on-line, che impone allo stesso l’obbligo di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, nonché un decreto di sequestro preventivo di Pc, tablet e smartphone, in uso all’indagato.

 

Le indagini scaturite dalle numerose querele sporte dalla persona offesa, un uomo residente a Quarrata, a partire dal 24 luglio e fino al 19 ottobre scorsi, hanno consentito di accertare l'esistenza di reiterati comportamenti molesti, posti in essere soprattutto mediante la pubblicazione di espressioni spiccatamente diffamatorie sul giornale on-line "Linea Libera” e sui social network Facebook e Twitter della stessa testata. 

 

Ulteriori riscontri investigativi sono giunti direttamente dall'indagato, in quanto alcuni degli articoli pubblicati sono stati inoltrati mediante posta certificata, agli stessi carabinieri della stazione di Quarrata. In tali articoli, sosteneva l’esistenza di favori che la persona offesa avrebbe goduto da parte dell’amministrazione comunale, nonostante l'uomo colpito dall'ordinanza fosse stato informato in forma ufficiale dallo stesso Comune dell'insussistenza di tali accuse.

 

Al professionista, pertanto, è stato prescritto il divieto di avvicinamento alla persona offesa a una distanza inferiore ai 300 metri e il divieto di comunicare con essa mediante l’utilizzo di qualsiasi mezzo. Inoltre, presso la propria abitazione, veniva effettuato il sequestro preventivo di 4 personal computer, un tablet e un telefono cellulare.

Fonte: Carabinieri
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




17/11/2020 - 18:57

AUTORE:
vincenzo

Alla fine stanno succedendo cose prevedibilissime.

In rete si butta un sasso ed avviene come il sasso nello stagno .

Le parole si rincorrono e magari si rischia di dar credito a qualcosa che , siccome molto diffuso e concordante , diviene realtà.

Allora ci si convince di aver in mano elementi veramente solidi per agire liberamente nei confronti di terzi .

Questo episodio in cui è intervenuto sia i CC sia la Procura è isolato , mentre le realtà di questo tipo sono diffusissime .

Sembra una ipnosi collettiva quella che porta persone "comuni" a divenire spregiudicati protagonisti di aggressioni e di crociate accusatorie basate sul nulla.

Ho già visto questi comportamenti negli anni 70/80 quando portai davanti al giudice un individuo che andava in giro per la CB dicendo che mia figlia si prostituiva . Glielo avevano detto e lui non perdeva occasione per ripeterlo . A quei tempi tutto si svolgeva per radio ed il microfono faceva le veci della tastiera .

Venne condannato in quanto mia figli aveva meno di due anni .

La maldicenza credo sia dai tempi in cui qualcuno cominciò ad andare in giro a dire che madre Eva , era una poco di buono . In effetti essendo solo al mondo i figli , la cosa era pesantuccia.

Nihil novi sub sole