Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 12:11 - 25/11/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Io a queste considerazioni metafisiche sulla condotta umana degli eletti , ci ho sempre creduto poco .

Se la Costituzione prevede che il rappresentante eletto rappresenti l'elettore pur non essendone .....
CALCIO

Che la sorte di Frustalupi fosse fortemente in bilico, era la classifica stessa a dirlo.

CALCIO

Una cosa ci teniamo a dirla: noi di Valdinievole Oggi non siamo osservatori imparziali. Siamo sportivi, ci mancherebbe altro. Ma siamo tifosi della Pistoiese e soffriamo tantissimo quando vediamo la nostra squadra arrancare in questo modo.

RALLY

Si è conclusa sull’ultima pedana d’arrivo del Campionato Italiano Rally la stagione sportiva di Simone Baroncelli e Donato Bartilucci, portacolori della scuderia Jolly Racing Team impegnati sulle strade dell’ultimo appuntamento del Tricolore 2020.

CALCIO

I campionati non si vincono né si perdono a novembre. Ma per la Pistoiese non è più tempo di lasciare punti preziosi agli avversari. Come, purtroppo, è accaduto nella scorsa gara di campionato con l' Olbia che, con tutto il rispetto per la formazione sarda, non è certo un fulmine di guerra.

RALLY

Novantadue chilometri di prove speciali, le più attese della stagione, quelle che incoroneranno i campioni nazionali.

RALLY

Ha confermato il ruolo di assoluta protagonista, la scuderia Jolly Racing Team. Il sodalizio di Larciano si è infatti congedato dall’asfalto del Rally di Pomarance con il primato conquistato nel confronto tra le scuderie partecipanti.

SPORT

Autodemolizioni Dolfi, azienda leader del settore di demolizione e smaltimento dei veicoli a motore, entra nel calcio maschile e nella pallavolo femminile, supportando Sporting Casini e Progetto Volley Bottegone.

BASKET

Durante la settimana sono state riscontrate alcune positività al Covid-19. Pertanto la gara interna contro il Jolly Livorno, che si sarebbe dovuta disputare sabato 14 novembre, è stata rinviata a data da destinarsi.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Valerio Massimo Manfredi.

none_o

Il libro «Videomodeling e autismo. Descrizione di un intervento educativo», è stato pubblicato da Erickson Live.

Vivevo la vita,
che non è infinita,
senza l’offesa
del .....
FILIATELIA
di Giancarlo Fioretti

Dal 10 novembre è possibile acquistare il francobollo.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Nato a Vienna nel 1747 è stato Granduca di Toscana dal 1765 al 1790.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
none_o
Coronavirus, i numeri tornano alti: sono 2.478 i nuovi casi in Toscana (231 nella nostra provincia), 55 i decessi

13/11/2020 - 15:20

In Toscana sono 74.330 i casi di positività al coronavirus, 2.478 in più rispetto a ieri (1.887 identificati in corso di tracciamento e 591 da attività di screening). I nuovi casi sono il 3,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 5,7% e raggiungono quota 22.408 (30,1% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.294.003, 18.423 in più rispetto a ieri. Sono 8.687 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 28,5% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 2.318 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 50.129, +2,5% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.921 (12 in più rispetto a ieri), di cui 265 in terapia intensiva (9 in più). Oggi si registrano 55 nuovi decessi: 28 uomini e 27 donne, con un'età media di 85 anni.


Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.


L'età media dei 2.478 casi odierni è di 46 anni circa (il 14% ha meno di 20 anni, il 23% tra 20 e 39 anni, il 35% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, l’8% ha 80 anni o più).


Si ricorda che a partire dal 24/06/2020, il Ministero della salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.


Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 21.698 i casi complessivi ad oggi a Firenze (712 in più rispetto a ieri), 6.450 a Prato (226 in più), 6.150 a Pistoia (231 in più), 4.041 a Massa (204 in più), 6.944 a Lucca (205 in più), 10.446 a Pisa (362 in più), 5.327 a Livorno (150 in più), 7.175 ad Arezzo (198 in più), 3.160 a Siena (99 in più), 2.384 a Grosseto (91 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.


Sono 1.169 quindi i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 921 nella Nord Ovest, 388 nella Sud est.


La Toscana si trova al 8° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 1.993 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 1.767 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 2.503 casi per 100.000 abitanti, Pisa con 2.493, Firenze con 2.145, la più bassa Grosseto con 1.076.Complessivamente, 48.208 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (1.201 in più rispetto a ieri, più 2,6%).Sono 42.721 (838 in più rispetto a ieri, più 2%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 15.135, Nord Ovest 16.744, Sud Est 10.842).


Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti covid oggi sono complessivamente 1.921 (12 in più rispetto a ieri, più 0,6%), 265 in terapia intensiva (9 in più rispetto a ieri, più 3,5%).Le persone complessivamente guarite sono 22.408 (1.210 in più rispetto a ieri, più 5,7%): 1.540 persone clinicamente guarite (168 in più rispetto a ieri, più 12,2%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 20.868 (1.042 in più rispetto a ieri, più 5,3%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.
Oggi si registrano 55 nuovi decessi: 28 uomini e 27 donne, con un'età media di 85 anni.


Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 22 a Firenze, 6 a Prato, 3 a Pistoia, 5 a Massa-Carrara, 3 a Lucca, 9 a Pisa, 2 a Livorno, 2 a Arezzo, 3 a Grosseto.


Sono 1.793 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 659 a Firenze, 99 a Prato, 132 a Pistoia, 225 a Massa-Carrara, 192 a Lucca, 170 a Pisa, 116 a Livorno, 98 ad Arezzo, 50 a Siena, 35 a Grosseto, 17 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.


Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per covid-19 è di 48,1 per 100.000 residenti contro il 72,2  per 100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa-Carrara (115,5 per 100.000), Firenze (65,2  per 100.000) e Lucca (49,5  per 100.000), il più basso a Grosseto (15,8  per 100.000).

Fonte: Toscana Notizie
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




17/11/2020 - 21:49

AUTORE:
La Via Del Buonsenso

Il termine su detto, forse eccessivo era da intendersi in senso lato e non nella reale significazione , tantè che è stato virgolettato a mo di vezzeggiativo.
La terminologia corretta e senza virgolette è:
semplici limitazioni (per la singola persona e per alcune delle piccole aziende)

Comunque alle tante farneticazioni da "bocciofila" invito a riflettere ancora una volta sui dati, sui tipi di limitazioni, sui dispositivi applicati e sui risultati maturati ad oggi.
Prendendo spunto dai dati su Google il confronto
Giappone VS Italia
a livello di numero popolaz./dec.
Si puo' notare un evidenza abnorme in favore dei giapponesi 126,5 milioni/1883 (soft lockdown con pochissime limitazioni)

o ancora il confronto piu estremo dei modelli di limitazioni opposte
Svezia (niente lockdown) VS Argentina (hard lockdown ,piu duro che da noi)

n.b. non perdo tempo con chi si arrampica ancora sugli specchi,ma bensi con chi ha la facolta di argomentare con dati fruibili arricchendo cosi lo scambio di visioni

17/11/2020 - 17:10

AUTORE:
Chapman

La via del buonsenso ?

Se si vivesse veramente in uno stato di polizia , chi è preposto al controllo dovrebbe cominciare col verbalizzare ogni comportamento di ogni cittadino che contravvenga a quanto imposto dalla suddetta dittatura .

Il bilancio dello stato ne avrebbe certamente un certo giovamento .

Non parliamo poi dell'applicazione delle norme del codice penale che prevedono pene severissime per chi "spande" il virus.

Forse basterebbe una settimana per far capire cosa sia una dittatura sanitaria.

Ma riempirsi la bocca e poi negare , fa fino !

Ho conosciuto imbecilli che dicevano che in carcere stavano benissimo , che giocavano a tennis etc , salvo poi quando ci son entrati .

16/11/2020 - 17:55

AUTORE:
vincenzo

Solo polemiche , solo accuse ! Il governo sbaglia ! Mandiamolo a casa e facciamo nuove elezioni . Fra campagna elettorale e nuovo governo in attività c'è un buco fra quattro e sei mesi di limbo . Saremmo tutti trapassati

Il governo interpreta male quello che il nucleo di scienziati di cui si serve sbaglia ?

Ma allora a chi si dovrebbe rivolgere ? Alla Madonna di Pompei o a San Pio ?

Poi si citano dati incontrovertibili che certificano gli errori del governo.

Dati estrapolati da dati ufficiali pubblicati e da organi di stampa .

E poi ? Detto tutto il male possibile del Governo , usciamo di casa e troviamo la tribu' dei NASI FUORI . Infatti col naso si respira benissimo e sotto la mascherina c'è un bel fresco . Col naso dentro è un forno . FURBI e tanti .

poi ci sono i fumatori , i mangiatori di gelati e panini .

Poi c'è la tribu' della mascherina a collana , magari sudicia da far paura e vecchia di settimane .

Del lavaggio delle mani ? Ma ?????

Poi ci sono quelli che ti mostrano l'ultimo filmino sul telefono ....

Poi i falsi "sto andando a fare la spesa" , vado in Farmacia , alla Posta , dal fornaio , alla coop etc etc .

Poi vengono gli esperti di tutto quello che il governo fa male ...

State alle regole e fatela finita .

PER PIACERE

15/11/2020 - 9:19

AUTORE:
vincenzo

Mi sono sempre vantato di essere un "liberale" e di voler e dover fare delle scelte libere da costrizioni .

Lo stato organizza al meglio la vita di tutti , e questa è la sua precipua funzione.

In questo momento , quello che abbiamo bisogno è la CHIAREZZA .

Nella maggior parte di noi mancano le conoscenze e competenze per giudicare ed agire secondo criteri che oggettivamente non possiamo gestire.

Se nel meccanismo decisionale e normativo , ci sono balbettamenti e ritardi , è esperienza comune che la situazione epidemiologica non muta , ma spessissimo peggiora.

Ne consegue che in questo momento polemizzare su i dispositivi che chi deve decidere ci impone , può essere giusto ma non utile.

Le guerre si vincono e si perdono , ma se le decisioni , anziché in capo allo stato maggiore , sono gestite dai soldati , non c'è nessuna salvezza.

L'esperienza è che la chiusura completa di ogni attività fino a Maggio , ha bloccato la replicazione del virus (e dato un colpo all'economia) .

Ora abbiamo l'impressione di un tentennamento che non sembra giovare alla salute.

Discettare sull'efficacia ed indispensabilità di contenimento delle nostre libertà , la vedrei meglio come questione di scuola da affrontare in tempi lontani dai presenti

Stiamo alle regole , tappiamoci occhi naso e cervello e speriamo che vada bene e che chi decide non sbagli .

Discutere e magari disobbedire non la vedo una soluzione "conveniente "

Le "evidenze scientifiche " sono un errore concettuale . La scienza è tale che al suo interno non è non può essere univoca se non nei principi , ma non nei modi di agire.

Facciamo i bravi soldati e speriamo . Altro non vedo all'orizzonte .

14/11/2020 - 13:09

AUTORE:
Eh già

Caro La via del buonsenso, dopo questo Pippone ti chiedo: e quindi?

13/11/2020 - 23:40

AUTORE:
La Via Del Buonsenso

Facendo delle ricerche a 360° ,ad oggi emerge che la validita' dei test è attendibile come un gratta e vinci...tantè che non sono riuscito a trovare nessuna certificazione scientifica riconosciuta da enti accreditati.
Alcuni stati ,non tutti per fortuna ( ad eccezione della Svezia,Giappone,Tanzania ecc..) basano la loro narrazione da "film di paura" sul "numerone" della gente sana 95% trovata con il cotton fiock (vengono spesi circa 10 milioni di euro al giorno l'equivalente di acquistare 100 postazioni nuove di t.i. al giorno).
Il numero dei positivi dipende dai cicli prc...ma sto gia usando paroloni troppo difficili per l'utente qualunquista mi fermo qui...ultimo esempio terra terra : il magnate Elon Musk ha fatto in un giorno 4 tamponi,di cui 2 positivi e 2 negativi che vorra' dire???

Per parlare di numeri si ricercano i seguenti dati in dettaglio (ufficialmente riconosciuti da enti certificati): 1)numero deceduti TOTALI degli ULTIMI 10 ANNI giorno per giorno ,2)numero e ore di degenza di terapie intensive occupate TOTALI degli ULTIMI 10 ANNI giorno per giorno riferiti alla regione toscana, e a ogni singola provincia e della nazione italia nel completo.
Cosi da avere una comparazione analitica giornaliera a partire dal 01/01/2020 ad oggi con quelle dei giorni degli anni passati

Per legittimare lo "stato di polizia" chiedo di portarmi le Ricerche Scientifiche ufficialmente riconosciute e certificate dalla Comunita' Internazionale Scientifica dal punto di vista QUANTITATIVO (sempre dati,numeri,percentuali e non parole e discorsi) sull'efficacia dei dispositivi e delle misure che vengono obbligatoriamente e insindacabilmente intimate.

P.S.Ripeto,Non prendo in considerazione chi mi racconta le solite filastrocche di cenerentola o alice nel paese delle meraviglie, ma solo chi porta all'attenzione dati REALI, CERTIFICATI, VERIFICATI e VERIFICABILI.

13/11/2020 - 16:32

AUTORE:
Non ha importanza

Per lo meno, da domani o domani l'altro la Toscana sarà "zona rossa". Si potrà uscire di casa solo per comprovati motivi.

A meno che non sia un "comprovato motivo" andare, in un momento come questo, a fare lo "sciroccato" sulla Sala, facendo il "bevitore di etichette guardando la Luna", tutti questi ... (l'aggettivo mettetecelo voi), saranno rinchiusi in casa a non far danni di più di quelli che hanno già fatto.

D'altronde, come dice un antico proverbio toscano, "i regolamenti servono per chi non si sa regolare".

Bene, ora i regolamenti ci sono, anche per chi, sempre comportatosi come doveva, deve subire delle restrizioni per l'irresponsabilità di pochi ... (di nuovo, l'aggettivo mettecelo voi).