Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 03:12 - 01/12/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Il Consiglio comunale che si è svolto venerdì scorso, è stato di gran lunga il più significativo degli ultimi tempi.
Innanzitutto, ha mostrato il sindaco Baroncini sulla difensiva. Tanto sulla .....
RALLY

E’ ancora all’insegna delle soddisfazioni che la scuderia Jolly Racing Team sta mandando in archivio la stagione sportiva 2020.

RALLY

Sarà un fine settimana intenso, ricco di emozioni ed anche di orgoglio, il primo del mese di dicembre, per Pavel Group, che andrà ad affrontare il suo debutto nel Campionato del Mondo rally, all’Aci Rally Monza (3-6 dicembre), ultima prova del torneo iridato 2020.

BOXE

In questo weekend si sono svolti i campionati toscani elite di pugilato a Firenze, ospiti nella prestigiosa accademia pugilistica fiorentina.

PISTOIA

Mister Riolfo riesce ad invertire il trand negativo della Pistoiese, che nelle ultime cinque partite aveva racimolato appena un punto.Adesso, i tre punti ottenuti grazie ad un 2-0 che rispecchia perfettamente i valori in campo, consentono alla Pistoiese di guardare al futuro con un briciolo di ottimismo in più. 

CALCIO

Con soli 9 punti e reduci in settimana da un avvicendamento alla guida tecnica (via il mite Frustalupi e dentro il grintoso Riolfo), gli arancioni non possono commettere altri passi falsi, se vogliono evitare le secche della bassa classifica.

CALCIO

Che la sorte di Frustalupi fosse fortemente in bilico, era la classifica stessa a dirlo.

CALCIO

Una cosa ci teniamo a dirla: noi di Valdinievole Oggi non siamo osservatori imparziali. Siamo sportivi, ci mancherebbe altro. Ma siamo tifosi della Pistoiese e soffriamo tantissimo quando vediamo la nostra squadra arrancare in questo modo.

RALLY

Si è conclusa sull’ultima pedana d’arrivo del Campionato Italiano Rally la stagione sportiva di Simone Baroncelli e Donato Bartilucci, portacolori della scuderia Jolly Racing Team impegnati sulle strade dell’ultimo appuntamento del Tricolore 2020.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Donato Carrisi.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Valerio Massimo Manfredi.

Vivevo la vita,
che non è infinita,
senza l’offesa
del .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Un argomento 'scomodo' e per certi aspetti 'scabroso' per la memoria collettiva.

FILIATELIA
di Giancarlo Fioretti

Dal 10 novembre è possibile acquistare il francobollo.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
PESCIA
Manifestazione degli Animalisti italiani durante l'udienza per il processo all'uomo che seviziò una cagnolina

30/10/2020 - 21:20

Gli Animalisti Italiani intervengono in vista dell'udienza per il processo sulla morte della cagnolina Pilù, avvenuto nel 2015.

 

"Chi difende le vittime senza voce rischia la galera? Dopo la spietata uccisione dell’indifesa cagnolina Pilù che, nel maggio 2015 a Pescia, ha pagato con la vita la volontà di un uomo di vendicarsi della propria ex fidanzata, il sistema giudiziario italiano anziché punire il colpevole, recapita una denuncia al presidente degli Animalisti Italiani Walter Caporale e all’attivista Paola Pavone.

 

Il motivo? Aver attaccato dei manifesti sulle finestre dell’appartamento della famiglia del “ragazzo” con la scritta “Censurato per crudeltà”.

 

Quello stesso “ragazzo” che senza un minimo di rimorso, aveva divulgato un video dove le violenze gratuite perpetrate ai danni dell’animale agonizzante avevano fatto rapidamente il giro del mondo, lasciando tutti sgomenti.

 

Il numero uno dell’associazione Animalisti Italiani, Walter Caporale, veniva denunciato dalla madre dell'imputato, che invece restava a piede libero.


Oggi, dopo ben 5 anni, il Tribunale competente non si è ancora pronunciato in via definitiva su questo terribile delitto. Il 2 novembre presso il Tribunale di Pistoia, si terrà l’udienza".

 

In tale occasione il grido di Animalisti Italiani e del suo presidente si alzerà altissimo: “Noi non patteggiamo e non patteggeremo mai  – dichiara Walter Caporale – Pilù ha subito lo stesso trattamento sadico e crudele che veniva riservato nei lager ad ebrei, omosessuali e bambini. Sono felice di aver ricevuto una denuncia, perché per me è una medaglia al valore per aver difeso gli animali, ultimi tra gli ultimi. Foco farà mai un giorno di prigione? Lui deve essere condannato e il terribile assassinio commesso dovrebbe essere di stimolo al Parlamento per modificare le leggi vigenti e inasprirle”.

 

Aggiunge Riccardo Manca vicepresidente degli Animalisti italiani: “Immagini crude, tremende, difficili da descrivere quelle del massacro di Pilù. La nostra associazione appresa la notizia, ha prontamente querelato il responsabile affinché non restasse impunito quel gesto criminale. L’imputato dovrà rispondere oggi, dopo ben 5 lunghi anni, per il reato di maltrattamento di animali. Gli animali hanno il diritto ad avere un difensore nelle cause contro i loro aguzzini”.


Per questo l'associazione ha organizzato organizzato il 2 novembre, dalle ore 11:30 alle 14:30, un presidio davanti al Tribunale di Pistoia con altre sigle animaliste, aperto a tutti i cittadini, perché Pilù è uno degli animali simbolo della quotidiana violenza contro i più deboli.

Fonte: Animalisti Italiani
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




1/11/2020 - 19:07

AUTORE:
Cercami

La crudeltà è condannabile ,
Ma per gli anziani maltrattati all'RSA di San Domenico, nessuno ha mosso un dito.
Vergognoso da parte di tutta la cittadinanza

31/10/2020 - 14:26

AUTORE:
anna

Come volevasi dimostrare chi paga son sempre gli innocenti. Piena solidarieta' al sig. Walter Caporale e Paola Pavone che hanno dato la voce alla povera Pilu', visto che non puo' piu' farlo se pure una cagnolina. Penso che la giustizia terrena non sara' ottenuta se non per un piccolo miracolo. Il torturatore comunque non avra' vita facile se sara' assolto. I signori togati che terranno l'udienza prima di emettere la sentenza dovrebbero vedere il filmato messo sui social, cosa che sicuramente non faranno, ( forse sono deboli di stomaco ). Anche chi difende quell'essere, dovrebbe ESIMERSI dal farlo. Se venisse assolto, "cosa che non mi auguro " passerebbe veramente alla popolazione un messaggio fallimentare della giustizia Italiana, .... in pratica nel nostro paese possono torturare , uccidere, poveri animali e rimanere impuniti. Poi il passare dagli animali alle persone..... il passo e' breve. Chi lo ha nel DNA non sparisce neppure con trasfusioni.