Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 23:12 - 05/12/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Il Consiglio comunale che si è svolto venerdì scorso, è stato di gran lunga il più significativo degli ultimi tempi.
Innanzitutto, ha mostrato il sindaco Baroncini sulla difensiva. Tanto sulla .....
SPORT

Chissà se domani sera la Pistoiese serberà un buon ricordo di quel ramo del Lago di Como che guarda verso Lecco.O, se il profilo del monte Resegone, farà evocare tristi momenti di malinconia...

CALCIO

Il colpo incassato è stato davvero duro da assorbire. Fermarsi nuovamente dopo aver programmato un'intera stagione con l'entusiasmo e la professionalità di sempre, poteva far traballare anche i più appassionati.

CICLISMO

La Gran Fondo Edita Pucinskaite, figlia della società cicloamatoriale pistoiese, è stata chiamata a far parte di un nuovo, ambizioso, progetto nazionale: il Nalini Road Series.

TIRO A SEGNO

Oltre alla fiorente attività sportiva giovanile, il tiro a segno di Pescia è, dal 2017, anche parte integrante del progetto socio sportivo culturale che porta il nome di Campus Paralimpico.

RALLY

E’ ancora all’insegna delle soddisfazioni che la scuderia Jolly Racing Team sta mandando in archivio la stagione sportiva 2020.

RALLY

Sarà un fine settimana intenso, ricco di emozioni ed anche di orgoglio, il primo del mese di dicembre, per Pavel Group, che andrà ad affrontare il suo debutto nel Campionato del Mondo rally, all’Aci Rally Monza (3-6 dicembre), ultima prova del torneo iridato 2020.

BOXE

In questo weekend si sono svolti i campionati toscani elite di pugilato a Firenze, ospiti nella prestigiosa accademia pugilistica fiorentina.

PISTOIA

Mister Riolfo riesce ad invertire il trand negativo della Pistoiese, che nelle ultime cinque partite aveva racimolato appena un punto.Adesso, i tre punti ottenuti grazie ad un 2-0 che rispecchia perfettamente i valori in campo, consentono alla Pistoiese di guardare al futuro con un briciolo di ottimismo in più. 

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Maurizio De Giovanni.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Donato Carrisi.

Vivevo la vita,
che non è infinita,
senza l’offesa
del .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Tempestivi nell'accorrere, efficaci nel soccorrere. Questo è il motto del Cisom.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Un argomento 'scomodo' e per certi aspetti 'scabroso' per la memoria collettiva.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
PISTOIA
Vicofaro, Possibile: "Ordinanza emessa per dirottare qui la paura collettiva del contagio"

21/10/2020 - 13:24

"Possibile Toscana" interviene sulla situazione a Vicofaro.


"Dal 15 ottobre scorso, su  ordinanza del sindaco Tomasi, la chiesa di Vicofaro con l'intera la canonica è off-limits, piantonata da un dispiegamento di forze dell'ordine e tutelata da un presidio medico allestito sulla piazza antistante per eventuali criticità sanitarie.

 

Si tratta di un dispositivo di sicurezza (della durata di 10 giorni, come stabilisce l'ordinanza del Dpcm), attivato dalla prefettura per monitorare l'isolamento di 120 migranti accolti da don Massimo Biancalani.

 

Queste sono le notizie di cui al momento disponiamo, riportate dai media, di fronte alle quali Possibile non può rimanere indifferente. Temiamo, infatti, che l'accertamento dei tre casi positivi al Covid (richiesto dallo stesso parroco) sia stata intenzionalmente enfatizzata grazie al dispiegamento di poliziotti e carabinieri attorno alla parrocchia e all'allestimento, in poche ore, di una tenda sanitaria, come se la comunità di Vicofaro fosse un cluster di Covid 19, mentre, al momento, non risulta esservi casi sintomatici.

 

Intanto, in provincia di Pistoia, negli ultimi due giorni, sono stati registrati 206 nuovi contagiati. Ci risulta, oltretutto, che i 120 ragazzi in stato di assembramento forzato non siano stati sottoposti a tampone molecolare, come si sarebbe dovuto fare per accertare la presenza di un focolaio a Vicofaro.

 

Ciò alimenta in noi il dubbio che chi ha emesso l'ordinanza (con l'avallo delle altre istituzioni locali) lo abbia fatto intenzionalmente, per dirottare su Vicofaro la paura collettiva  del contagio e per attribuire a don Biancalani e ai suoi giovani migranti il ruolo di untori, colpevoli di voler diffondere la pandemia a Pistoia.

 

Ci domandiamo se il sindaco abbia approfittato di questa occasione per presentarsi al proprio corpo elettorale come il salvatore della città dalla "pestilenza", l'uomo forte che riporta ordine, pulizia e disciplina in una comunità di accoglienza emergenziale, nata con motivazioni umanitarie e religiose: una realtà indubbiamente anomala rispetto a schemi e modelli codificati e per questo poco accettata dalla maggior parte della società pistoiese.

 

È vero che con la sua ordinanza "contingibile e urgente" il sindaco è stato consequenziale con ciò che l’Asl aveva già prescritto, ma nell'ordinanza sindacale ci sono alcune affermazioni che necessitano di chiarimento.

 

- L’isolamento all'interno della parrocchia e delle pertinenze vale fino a revoca e può quindi proseguire oltre il periodo di quarantena stabilito dal Dpcm, a discrezione del sindaco? Se così fosse, si starebbe allontanando nel tempo l'attuazione dell'ordinanza n. 88 della presidenza della Regione Toscana, emanata lo scorso 7 ottobre per decongestionare Vicofaro, con cui si ordina all’Azienda Usl Toscana Centro "di procedere ad un adeguato decongestionamento della Comunità di Vicofaro con il ricollocamento dei soggetti presso strutture di cui abbia la disponibilità [...] al fine di ridurre il sovraffollamento ed assicurare così idonee misure di prevenzione e contenimento della diffusione di SARS-Cov-19 all’interno del Centro".

 

-Desta sconcerto il fatto che finora l'Asl di Toscana Centro non abbia provveduto né ad effettuare tamponi, né a smistare i 120 ospiti e che si sia limitata a inviare a Vicofaro personale  sanitario per qualche ora al giorno, per provvedere ad eventuali criticità sanitarie.

 

- Vorremmo conoscere gli estremi dell'atto amministrativo su cui poggia lo schieramento di forze dell'ordine che stazionano nella piazza della chiesa, dal momento che i tre migranti positivi al Covid sono stati ricoverati in un albergo sanitario di Montecatini e che nessun altro rifugiato è stato testato, né presenta i sintomi del contagio.

 

-Ci chiediamo, infine, se questo cordone militare-sanitario, che richiede dispendio di denaro pubblico e pubbliche risorse umane, sia la conseguenza di un'ordinanza sindacale mirata, o se debba essere applicata tal quale nel caso di qualsiasi comunità in cui si riscontri un numero, anche esiguo, di soggetti positivi asintomatici.

 

In ogni caso, siamo intenzionati a opporci a qualsiasi grave e immotivata limitazione della libertà personale garantita dalla Costituzione".

Fonte: Possibile
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




21/10/2020 - 17:28

AUTORE:
vincenzo

La politica ha sempre adoperato Vicofaro come un bancomat di consensi .
L'ordinanza del sindaco è perfettamente legittima , anzi doverosa.

Altrettanto insindacabile è cio' che è stato organizzato nei confronti degli ospiti .

Personale sanitario per il controllo , forze di polizia per il controlla che i quarantenati si attengano al dispositivo .

Tutto bene e tutto OK .

Perfetto anche la tenda davanti alla chiesa.

Ma........

A parte l'effetto "scenografico" figlio della dottrina di STARACE (vedi internet se hai dubbi) , mi sembra tutto regolare . Anzi , direi perfetto per la salute di noi esterni alla struttura ed anche per gli ospiti .

Ma... per caso siete mai andati a vedere cosa succede all'uscita dei ragazzi "grandi" da scuola ?

Peggio ancora al pomeriggio prima e quando escono i piccini ?

Poi andate pure alla stazione a vedere l'assalto agli autobus etc etc .

Potrei continuare una settimana , magari citando la tribu' dei NASI FUORI , delle mascherine modello collana e delle sale d'attesa dei medici .

E ora basta , ma .....

Una città allo sbando con cittadini che vedono solo il pericolo nero - , prima o poi il vostro perbenismo non vi salverà.