Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 01:10 - 27/10/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

E' tutta la settimana che siamo in cronaca per due episodi distinti. La chiusura di un bar per irregolarità urbanistiche ed altre questioni e la scoperta di una casa abusiva per ospiti anziani in piazza .....
RALLY

Si è congedata dal Trofeo Maremma con il raggiungimento del massimo risultato, Jolly Racing Team. La scuderia valdinievolina è salita sul gradino più alto del podio della gara andata in scena a Follonica nel fine settimana grazie a Tobia Cavallini, vincitore su Skoda Fabia R5.

PODISMO

Apertura nella provincia di Pistoia per i podisti con una giornata dedicata a loro a Ponte Buggianese dove la società Montecatini Marathon ha organizzato, il Gp Run10000.

CHIUSO PER COVID
BASKET

Faenza si conferma prima forza del campionato e passa al Pala Pertini dove la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, ha sempre dovuto inseguire nel punteggio.

BASKET

Nell’accogliente sede pistoiese di Per Dormire, storico sponsor del Pistoia Basket 2000 che ha da poco presentato un innovativo progetto di rebranding aziendale, sono stati presentati ufficialmente ai media l’esperto lungo statunitense Deshawn Sims e la talentuosa guardia nostrana Lorenzo Querci.

BASKET

La sconfitta nel derby di San Giovanni Valdarno ha lasciato l’amaro in bocca a Nerini e compagne che in settimana hanno raddoppiato gli sforzi per arrivare pronte alla sfida contro Faenza.

TIRO A SEGNO

Si è conclusa al poligono di tiro a segno di Pescia, in contemporanea con il Tsn di Pietrasanta, la seconda gara regionale federale indetta dall’Uits e la prima del  dopo il Covid-19.

HOCKEY

L’Hockey Pistoia impone ancora la legge dell’Hockey Stadium di Montagnana, nel quale fino a ora gli arancioni non sono mai stati sconfitti, subissando di reti il Campagnano.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata all'ultimo libro di Antonio Manzini.

none_o

Nasce "Spazio Zero" un nuovo luogo espositivo dedicato alla alla promozione delle arti contemporanee.

Mentre stavo passeggiando
ero immerso nei pensieri,
molte .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Nato a Vienna nel 1747 è stato Granduca di Toscana dal 1765 al 1790.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Sono passati 40 anni dalla promozione delle Pistoiese in categoria A.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
none_o
Vicofaro, il presidente della Regione Rossi ordina il "decongestionamento" della comunità

7/10/2020 - 17:51

PISTOIA - Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi ha ordinato il decongestionamento della comunità di Vicofaro. Lo ha fatto con una ordinanza, la n. 88, che ha appena firmato. Chiede alla Azienda Usl Toscana Centro di procedere “a un adeguato decongestionamento della comunità di Vicofaro, con il ricollocamento dei soggetti presso strutture di cui abbia la disponibilità o, in mancanza, presso strutture di terzi messe a disposizione a titolo di comodato gratuito”.
 
Le strutture “idonee dal punto di vista igienico sanitario e abitativo, garantiranno l’alloggio temporaneo delle persone in sovrannumero attualmente alloggiate presso la comunità di Vicofaro, al fine di ridurre il sovraffolamento ed assicurare così idonee misure di prevenzione e contenimento della diffusione di Sars-Cov-19 all’interno del centro e delle nuove strutture individuate”.
 
Secondo l’ordinanza la Asl è impegnata “ad attivare un apposito percorso di ricollocamento e gestione delle nuove strutture nel tempo minimo necessario” e a verificare “entro un mese dall’adozione di questa Ordinanza (che entra in vigore domani, 8 ottobre n.d.r.), lo stato di attuazione del programma di ricollocamento, riferendone all’autorità sanitaria regionale”.
 
Adesso proseguono le ricognizioni da parte della curia di Pistoia per individuare, d’intesa con Asl Toscana centro, i luoghi e le strutture destinate ad ospitare, in piccoli gruppi, i rifugiati che non potranno più trovare sistemazione a Vicofaro. Una volta definito il quadro delle sistemazioni verrà firmata una apposita convenzione tra Asl e curia.
 
Da parte sua la Asl dovrà indicare in numero massimo di ospiti che, d’ora in avanti, potranno trovare accoglienza nella parrocchia di Vicofaro.
 
Sarà poi la Asl stessa a pubblicare un bando per individuare il soggetto che gestirà la sorveglianza, la pulizia dei locali e l’assistenza degli ospiti delle strutture. Per il loro utilizzo non è previsto alcun costo, così come recita anche l’ordinanza fiirmata dal presidente Rossi. Saranno infatti le diocesi a rendere disponibili gratuitamente locali di loro proprietà.
 
Da parte sua don Biancalani costituirà una sorta di comitato di sorveglianza sull’intera operazione, chiamandone a far parte soggetti che sceglierà lui stesso.
 
L’associazione Virgilio città futura, che ha gestito finora l’accoglienza a Vicofaro, presenterà poi alla Regione uno specifico progetto di accoglienza. In questo modo sarà possibile disciplinare i futuri arrivi e fare in modo che la Regione possa finanziarne in parte l’accoglienza, applicando la legge regionale sui “diritti samaritani” approvata nel luglio dello scorso anno per garantire a tutti i cittadini, senza distinzione di sesso, razza, lingua, religione, condizioni sociali o personali - come recita l'articolo 3 della Costituzione - la tutela sanitaria, una buona alimentazione e un ricovero.

 

Di seguito l'intervento del sindaco Alessandro Tomasi.

 

“Adesso ci sono tutti gli elementi per risolvere questa vicenda e quindi è fondamentale che siano rispettati gli impegni presi al tavolo. Finalmente questa ordinanza dà ragione alle posizioni tenute dal Comune: quella struttura non poteva e non può accogliere un numero tanto elevato di persone e non può essere gestita come è stato finora. Questo tipo di gestione non poteva e non può infatti trovare l’appoggio delle istituzioni. Con questa ordinanza viene messo nero su bianco che lì c’è un problema da risolvere, a tutela delle persone accolte e degli abitanti di quella zona, che devono, anche loro, essere tutelati. Adesso siano rispettati gli impegni presi: entro breve dovrà essere trasferita la maggior parte degli ospiti della struttura, che potrà accogliere fino ad un massimo di 20 persone nell’ambito di un percorso di accoglienza realizzato nel rispetto delle regole. L’ordinanza chiarisce poi, una volta per tutte, che il Comune non ha ruolo su questo tipo di ricollocamento. Adesso, visto l’impegno di Asl e della curia, e l’impegno della stessa parrocchia, sarà fondamentale che non ci sia un nuovo aumento dei numeri a Vicofaro. Questo vanificherebbe gli sforzi di tutti”.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




10/10/2020 - 13:19

AUTORE:
vogliamoci bene

Mi sembra ricordare il nostro campione Sindaco al suo esordio , in cui pubblicamente sostenne il suo incontro col vecchio partigiano e che Pistoia era stata liberata dai fascisti tramite i fascisti .

Pistoia non è mai stata fascista e forse un tempo era comunista .

Ora è un coacervo di vecchi rancorosi e timorosi di perdere quei privilegi che hanno confermato passando dalla valigia di cartone alla villetta a Vicofaro .

Il fascismo non è morto . ASSOLUTAMENTE

Per alcuni addirittura prosegue con la fiamma tricolore e il braccio teso .

I fascismo è l'assalto a Vicofaro per raccattare consensi fra gli ex della valigia di cartone.

Fascismo è il noi e loro di Salvini .

Fascismo è discettare sulla parola Cittadino come sede di diritti e immigrato come qualcosa di diverso e quindi senza diritti .

Si potrebbe continuare , ma quando leggo il MA VOI , mi inc...o e smetto di parlare con i fascisti , rendendomi conto che non ne vale la pena .

10/10/2020 - 13:10

AUTORE:
vogliamoci bene

Caro il mio cittadino , per prima cosa spiegami la ragione della fiamma tricolore nello stemma della Meloni (e del nostro amato sindaco)

Spiegami anche i comizi della Meloni nelle Marche con accanto sindaci fascisti e saluti a braccio teso.

Se vogliamo fare una disquisizione lessicale , non ci sarebbero problemi a definire l'aggettivo fascista inadeguato al presente .

Purtuttavia , nel "vocabolario" corrente , nessuno è riuscito a creare un aggettivo che con una parola indichi una serie di comportamenti che per semplicità definiamo fascisti .

Partiamo dalle disposizione che il re firmo' su un ponticello mentre era a caccia - Si tratta delle leggi sulla razza.
Gli atteggiamenti e le parole dei nostri Fratelli d'Itaglia , non mi sembrano mai né nel passato , né al presente aver preso delle distanze , anzi ....
Sembra poco , ma la difesa della nostra RAZZA dal nero periglio che viene dal mare tramite blocco navale (cazzata che non significa niente) e uso di armi per difendere alle dodici miglia i sacri confini della patria qualcosa vuo dire .

Poi mi sono rotto di spiegare ad un fascista cosa è attualmente il fascismo . Una per tutte , l'articolino dell'intervento dei FRATELLI circa Lizzano (leggi che ti fa bene)

10/10/2020 - 10:41

AUTORE:
Edo

Passeggio spesso per il centro di Pistoia e con grande stupore non sono riuscito ancora a vedere un pistoiese fare il saluto romano o inneggiare al duce o al fascismo. Che strano, eppure hanno vinto i fascisti di Tomasi e Meloni, che siano fascisti timidi?
Caro Vincenzo, mi creda se le dico che l'ho nel cuore, la sinistra che tutelava i diritti dei lavoratori, delle lotte di classe non esiste più, oggi la sinistra va a braccetto con i padroni e frequenta Capalbio, dove guarda caso i migranti sono banditi.
Sebbene ormai sia solo un desueto capitolo di storia, trovo giusto che coltiviate con passione lo spettro del fascismo, è l'unica anacronistica ragione che possa dare un senso alla vostra vita di orfani politici che, in contraddizione con i vostri valori, oggi paradossalmente vi vede rappresentati da un partito capitalista alleato ai padroni.

9/10/2020 - 23:22

AUTORE:
CITTADINO

Ancora ! a distanza di 100 anni si parla ancora di fascismo.
da coloro che hanno visto la guerra, i fascisti, o nazisti sono passate quante generazioni ? Ma stiamo scherzando ? Siamo in un altro mondo !
Potrei appartenere anch'io a quella vecchia generazione ma non per questo ne sono il prolungamento. E' finita quell'epoca, come è finita anche quella degli anni '70.
Quello che è accaduto allora lo possiamo ripetere solo perché siete Voi che lo resuscitate con questi stimoli al ricordo di cose morte, orribili e sepolte. Rinnovatevi nei discorsi.
Si dovrebbe far capire ad ogni cittadino che vi è una buona democrazia quando c'è alternanza in politica, e non come fate voi che state piangendo dopo aver governato la città per oltre 70 anni. tirate fuori sempre le solite carte sul fascismo o postfascismo, mischiando l'idea che una Meloni possa rappresentare quell'epoca.
Posso dire che io non la vedo così nel 2020 ?
Abbia pazienza, sono un cittadino, non un anonimo.

9/10/2020 - 16:16

AUTORE:
vincenzo

Gli applausi al sindaco Tommasi rappresentante del postafascismo della Meloni e con l'insegna della fiamma tricolore del Buon Almirante non mi appaiono esaltanti

. Per chi avesse ignoranza di chi era Almirante e della fiamma tricolore , ricordo che il buon Giorgio , allora ventitreenne , divenne l'agit pro delle leggi razziali propagandando oltretutto la rivista LA RAZZA del suo maestro Telesio Interlandi .

Della RSI ne parliamo un'altra volta compreso qualche fucilazione e stragetta di passaggio

La feccia della RSI entro' addirittura in parlamento con il MSI , poi AN , poi oggi MELONI

.
Torniamo al valente Tommasi che circa Vicofaro , ha vissuto un letargo pluriennale .

Alla fine tronfio e trionfante afferma : IO L'AVEVO DETTO

Oltre che averlo detto , il sindaco , siamo sicuri non avesse altre competenze e doveri di intervento ?

La democrazia è tale che fino alle prossime elezioni questo è quello che abbiamo .

Unica vera cosa positiva è che costui normalmente tace . Questa volta poteva tranquillamente proseguire nel silenzio .

8/10/2020 - 22:38

AUTORE:
CITTADINO

BRAVO SINDACO TOMASI
Decidere di parlare è nei suoi atti di primo cittadino che ci rappresenta, grazie.
Le polemiche contro di Lei sono piene di capelli sinistri, certo sono capelli strappati dal capo dalla rabbia per aver perduto il podio.

Il potere logora chi non lo ha.

Parafrasando Dante: non si curi di lor e vada avanti con il sorriso.

7/10/2020 - 18:44

AUTORE:
vincenzo

Il buon sindaco Postfascista , ha perso un'altra occasione di tacere .

Mentre Rossi in accordo con la Curia e di imperio sulla Asl , ha levato le castagne dal fuoco , il signor Sindaco , latitante per tre anni , ci mette del suo dicendo che lo aveva sempre detto .

Ma le competenze dell'amministrazione comunale è solo quella che il sindaco "l'aveva detto" ?

Roba da chiodi .

Ancora pero' nessuno mi spiega che avendolo detto tutti e tutti pensato , chi doveva intervenire cosa ha fatto ? NIENTE

vICOFARO è stato utile per la destraccia che poteva solleticare la parte peggiore delle persone .

Ma quelli che dovevano fare , se la cavano cosi '?

Ora tutti i "mastini" che vedevano in Vicofaro il loro bersaglio , dovranno trovarsi un'altra vittima . Questo è grave . Ma troveranno qualcosa . Per questa gentaglia il bersaglio si trova sempre .