Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 21:01 - 25/1/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Quello che in apparenza è un problema di oggi , e cioè di questi sacchi rossi che identificano l"APPESTATO" non è cosa nuova . Nei Promessi Sposi , la vedova con figli si raccomando' a Renzo perché .....
BASKET

La Giorgio Tesi Group Pistoia ingrana la sesta marcia, battendo la Lux Chieti con il punteggio di 86-74 e chiudendo nel migliore dei modi il trittico del PalaTerme.

BASKET

Col risultato finale di 82-61, tra l’altro la Nico Basket ha ribaltato la differenza canestri (all’andata era stata sconfitta di tredici lunghezze), che potrebbe essere utile per un posto migliore nei playoff in caso di arrivo alla pari in classifica.  

CALCIO

Dopo mesi e mesi trascorsi nella vana speranza che qualcosa si muova all'orizzonte, le Società iscritte ai campionati regionali di Eccellenza hanno deciso di passare all' azione. Per questo abbiamo sentito uno dei più apprezzati e stimati dirigenti sportivi della Toscana, il Direttore Generale del Montecatini Fabrizio Giovannini.

CALCIO FEMMINILE

Colpo della Pistoiese! Ecco il centrale ErriquezEleonora Erriquez, nata il 31/01/2001 arriva in arancione in prestito dall'AudaxRufina.

BASKET

Prestazione da incorniciare per la Giorgio Tesi Group Pistoia, che infligge la prima sconfitta stagionale alla capolista Forlì dopo un secondo tempo da urlo.

BASKET

Un’altra puntata del derby tra la Giorgio Tesi Group Nico Basket e la Bruschi Basket Galli San Giovanni Valdarno è previsto per sabato 23 gennaio, al Pala Pertini di Ponte Buggianese. Palla a due alle ore 21.

BASKET

L’ala-pivot di origini lituane Laura Zelnyte è stata una delle sorprese più piacevoli di questa prima parte di stagione della Gtg Nico Basket.

SPORT

Si è svolta lunedi 18 gennaio nel salone del circolo Acli di Masiano l’assemblea ordinaria elettiva valida per il rinnovo delle cariche del consiglio provinciale Csi di Pistoia.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadoiri di Montecatini è dedicata a un libro di Toshikazu Kawaguchi.

none_o

La galleria Me Vannucci è lieta di partecipare ad Artefiera Playlist.

Valle squisita,
Valle incantata,
Valle laterale al bacino .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il Sovrano Militare Ordine di Malta rende omaggio all'arte moderna.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
LARCIANO
Amici del Padule: "Strutture di visita all'area naturale in stato di degrado"

5/10/2020 - 14:50

Gli Amici del Padule di Fucecchio intervengono sulle infrastrutture dell'area naturale.

 

"Informiamo le cittadine e i cittadini che è stata interdetta per ragioni di sicurezza la passerella che conduce all’osservatorio faunistico delle Morette, unica postazione presente nella riserva naturale del Padule di Fucecchio liberamente accessibile al pubblico e attrezzata per l'osservazione della fauna da congrua distanza. La passerella di legno, che consente l’ingresso all’osservatorio, non è più praticabile ed è stata transennata.

 

Un fatto del genere non era mai accaduto da 23 anni a questa parte, da quando cioè il “Casotto del Biagiotti” è stato ristrutturato e adibito alla funzione che ha attualmente.


La passerella, realizzata una quindicina di anni fa, richiede un intervento di rifacimento per la messa in sicurezza che non può e non deve essere effettuato dalle volontarie e dai volontari della nostra associazione, che, coordinati dal personale del Centro, hanno garantito la manutenzione fino a che è stato possibile con i mezzi a loro disposizione.


Le passerelle che consentono di raggiungere gli osservatori faunistici dell’area Righetti (l’altra parte di proprietà pubblica dell’area protetta) sono impraticabili da più tempo, tanto che le visite sono state sospese da oltre un anno.


L’accesso al Centro visite di Castelmartini, che offre accoglienza all’ampio numero di visitatori e visitatrici, è reso possibile soltanto grazie agli interventi di manutenzione dei volontari, che anche questa estate hanno sostituito una quindicina di tavole della rampa di legno che conduce al Centro.


L’intero edificio soffre di una mancata manutenzione straordinaria che la nostra associazione non è certo deputata a effettuare.


Questo è il quadro desolante delle strutture della riserva naturale, bene comune di interesse sovranazionale, e l’immagine che alleghiamo è la più più recente ed emblematica della situazione attuale (altre foto apparse nei giorni scorsi sui giornali a corredo della notizia che i beni della riserva naturale sono stati affidati ai comuni e al Consorzio di bonifica sono immagini di repertorio).
 
Degno di nota è il fatto che il Consorzio di bonifica, che ha appaltato lavori per cinque milioni di euro di denaro pubblico (per “Interventi di salvaguardia del Padule di Fucecchio” come si legge nei cartelli), non abbia trovato le poche migliaia di euro necessarie per ricostruire le passerelle e consentire in tal modo la ripresa delle visite nella riserva naturale.

 

Ma ciò che davvero sconcerta è la pervicacia (forse dettata da logiche di potere e di consenso) mostrata da chi ha gestito le politiche ambientali a livello regionale negli ultimi cinque anni, nel tentativo di depotenziare il Centro di ricerca e ignorare la peculiare esperienza di coloro che hanno ricevuto unanimi apprezzamenti per il modo con cui hanno operato per la conservazione della biodiversità.


Ovviamente, se le amministrazioni pubbliche dichiareranno di voler provvedere in tempi brevi - ma soprattutto se lo faranno davvero - noi ne saremo felici; resta il fatto che si poteva e si doveva evitare di arrivare a tanto. Anche in questa situazione, comprensibilmente per noi piuttosto imbarazzante (di fatto per la prima volta non esiste alcuna possibilità di visita dell'area protetta), continueremo, al Centro visite di Castelmartini, quel servizio pubblico di orientamento dei visitatori  e delle visitatrici che da tanti anni svolgiamo gratuitamente e con passione ogni fine settimana.


Confidiamo nel fatto che la nuova amministrazione regionale voglia garantire alla riserva naturale del Padule di Fucecchio una gestione attenta e unitaria, basata su adeguate competenze tecnico-scientifiche e che abbia realmente come priorità la protezione della flora e della fauna presenti nel nostro territorio. 

Noi, comunque vadano le cose, non abbiamo intenzione di abbandonare questa vertenza, perché la nostra mission è prenderci cura di quest’area e offrire supporto a chi lo fa con competenza; i tempi stanno cambiando e nel nostro percorso non ci sentiamo affatto isolati".

Fonte: Amici del Padule di Fucecchio
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




6/10/2020 - 9:47

AUTORE:
mario di nanni

Di che vi stupite? E' quello che volevano! Che poi dare queste strutture ai Comuni è anche ridicolo. Guardate cosa succede alla Dogana del Capannone gestit dal Comune di Ponte Buggianese: un disastro! E ora distruggeranno il lavoro ultraventennale del centro di ricerca del padule e degli uffici della Provincia (quando funzionavano). Ma li votano.......