Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 01:10 - 24/10/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Abbiamo proprio toccato il fondo. In pieno centro ospiti i cari amici protetti dal santo Padre Biancalani
Gira che ti rigira sono approdati a Montecatini. . .
Grazie Sindaco e pensare che credevo in .....
BASKET

Nell’accogliente sede pistoiese di Per Dormire, storico sponsor del Pistoia Basket 2000 che ha da poco presentato un innovativo progetto di rebranding aziendale, sono stati presentati ufficialmente ai media l’esperto lungo statunitense Deshawn Sims e la talentuosa guardia nostrana Lorenzo Querci.

BASKET

La sconfitta nel derby di San Giovanni Valdarno ha lasciato l’amaro in bocca a Nerini e compagne che in settimana hanno raddoppiato gli sforzi per arrivare pronte alla sfida contro Faenza.

TIRO A SEGNO

Si è conclusa al poligono di tiro a segno di Pescia, in contemporanea con il Tsn di Pietrasanta, la seconda gara regionale federale indetta dall’Uits e la prima del  dopo il Covid-19.

HOCKEY

L’Hockey Pistoia impone ancora la legge dell’Hockey Stadium di Montagnana, nel quale fino a ora gli arancioni non sono mai stati sconfitti, subissando di reti il Campagnano.

BASKET

Una sconfitta maturata nell’ultimo quarto quella della Nico Basket Femminile, targata Giorgio Tesi Group, a San Giovanni Valdarno (74-61), dopo tre quarti di grande equilibrio.

TIRO A SEGNO

Il Tsn Pescia sempre presente ai campus indetti sia dal Cip che da Aics ha voluto partecipare con i propri atleti ai rispettivi stage di avviamento e di perfezionamento al tiro paralimpico.

BASKET

Dopo tre quarti in perfetto equilibrio (21-20, 34-35 e 51-51 i parziali), la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, cede nell'ultima frazione di gioco ad una combattiva San Giovanni Valdarno, che allunga nel finale e si aggiudica meritatamente due punti importanti (74-61).

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare il rinnovo della partnership commerciale con OriOra.

none_o

Nasce "Spazio Zero" un nuovo luogo espositivo dedicato alla alla promozione delle arti contemporanee.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Alessia Gazzola.

Oggi è San Michele:
è stagione delle mele
e dei chicchi d’uva .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Nato a Vienna nel 1747 è stato Granduca di Toscana dal 1765 al 1790.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Sono passati 40 anni dalla promozione delle Pistoiese in categoria A.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
none_o
Volpi (Lega): "Sacrificata come merce di scambio da un sindaco inesperto e pauroso"

29/9/2020 - 17:54

MONTECATINI - L'ormai ex assessore Antonella Volpi (Lega) interviene dopo la sua esclusione dalla giunta.

 

"Apprendo con sorpresa e stupore il comunicato del sindaco con il quale annuncia la sfiducia nei miei confronti. Sorpresa perchè non più tardi di qualche giorno fa il sindaco stesso informava noi assessori che le notizie di stampa che sarebbero uscite a breve su un eventuale rimpasto di giunta avremmo dovuto “leggerle, riderci su e cestinarle”.

 

La mia sorpresa è ancor più grande in quanto durante tutto il mio operato di questi 15 mesi, ho ricevuto da lui solo e soltanto attestazioni di stima (pubbliche e private). I suoi “complimenti”e i “bravissima” a fronte dei mio impegno ed i risultati ottenuti, l’attenzione verso i più deboli ed i più fragili durante e dopo  il lockdown  e il mio essere sempre in trincea assieme agli operatori del sociale, mai e poi mai mi avrebbero fatto pensare ad una mia sostituzione, ma tant’è..
 
Dopo una campagna elettorale che mi ha vista impegnata in giro per la città in lungo e largo, indossando le scarpe da ginnastica, appoggiata da un partito in cui credevo e credo tuttora, in cui mi riconosco e per il quale continuerò a lottare , è avvenuto il miracolo. Il centrodestra vince le comunali e si riappropria del governo cittadino. Ci ho creduto fino in fondo e dopo tanta fatica, i risultati si sono visti e il mio sogno è diventato realtà: parafrasando, come mio padre ha servito la sua comunità, anch'io avrei reso lo stesso servigio, amministrando la mia città.
 
La sfida è stata subito accettata e non appena insediata ho cominciato a prendere dimestichezza sia con il personale del Comune, sia con gli strumenti del (nuovo) mestiere.
 
Si sono susseguiti mesi non facili; a partire dalla macro non fatta, un gruppo eterogeneo che tentava di amalgamarsi ma tante, forse troppe, erano le diversità che, ahimè, hanno fatto emergere le criticità all'interno del gruppo ma anche l'inadeguatezza di chi ci guidava.


Solo dopo pochi mesi escono dalla maggioranza due figure appartenenti a Forza Italia (ora Bagnaioli) che mettono in crisi la stessa maggioranza, iniziano i ‘ricatti’ (politici), le astensioni dal voto, critiche aspre come se la Montecatini consegnata oggi nelle nostre mani, fosse un gioiellino con i conti in bilancio in pari, florida, un’economia in espansione, ecc..
 
Dopo 15 mesi di tensioni, di guerriglie, schermaglie, litigi e quant'altro, vengo ad essere l'agnello sacrificale non per incapacità, non per menefreghismo, non per inettitudine verso il mio lavoro di assessore ma bensì per una tregua politica che non è detto porti la pace tra i due transfughi e l'amministrazione. Che sia il baratto vivente di un (goffo) tentativo di far governare a un sindaco, giovane, inesperto ed estremamente pauroso una città in ginocchio, sempre per mano di chi oggi si erge a paladino disinteressato della città?


Inutile soffermarsi sullo schifo che provo, sulla rabbia che ho e che porto dentro. Mi sento come si può sentire un innocente condannato a morte, tradito da chi invece avrebbe dovuto garantire la libertà, nel mio specifico caso da chi mi avrebbe dovuto tutelare e non trattarmi come merce di scambio.


Se la motivazione del mio sacrificio era dare alla città un assessore al turismo con specifiche capacità, quindi un tecnico, non sarebbe stato opportuno ridistribuire le deleghe mantenendo la quota politica espressa dalle elezioni in quanto io sono stata eletta dai cittadini?
 
Mi auguro che il sindaco trovi giovamento da questa decisione, mi auguro gli porti tutta l'armonia di cui lui ha bisogno per poter governare in santa pace senza addurre ad ulteriori scuse la città.

Ferita nella mia persona mi ritiro tra i miei affetti, la mia famiglia, i miei amici a cui ho negato tanto per non dire tutto da quando ho giurato la mia fedeltà alla città durante il primo consiglio comunale".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




30/9/2020 - 13:48

AUTORE:
Christopher

Il suo partito è come la barzelletta sul paradiso e l'inferno in cui a un uomo che poteva scegliere viene mostrato quello che avrà nel caso decidesse se andare su o giù. Nella barzelletta l'uomo sceglie l'inferno visto che durante la visita all'inferno aveva visto volti felici che giocavano a golf e se la godevano a differenza del paradiso posto calmo e sereno ma senza divertimenti. Una volta tornato all'inferno però l'uomo trova solo dolore e desolazione e alla domanda dove fosse tutto quello che aveva visto in precedenza gli viene spiegato che quella era solo la pubblicità. Credo che forse dovrebbe cambiare tessera visto che il suo partito oltre a non avere capacità di governare Montecatini e non lo dico solo io ma anche quelli della vostra compagine, non è corretto nemmeno verso gli appartenenti al partito stesso che invece dovrebbe rispettare e valorizzare. Saluti.

30/9/2020 - 13:27

AUTORE:
Simon

Cari bagnaioli la Giunta non ha bisogno di una scossa, la Giunta ha bisogno di essere cambiata!
La Giunta si...è giunta alla fine.

29/9/2020 - 23:26

AUTORE:
Massimo

E c'era chi diceva: "Ma no, vedrete che non sarà così, vedrete che il sindaco non la farà così puzzolente subito dopo le elezioni".
Bang! Ecchela là, precisa come te l'avevo preannunciata, caro Roberto...

29/9/2020 - 20:09

AUTORE:
Giovanni Bianchi

Tanto per cominciare purghe staliniane o putiniane?
Chiudete i battenti è meglio...

29/9/2020 - 19:32

AUTORE:
Bagnaioli

Apprendiamo con profondo rincrescimento dello sfogo di Antonella Volpi nel quale ci accusa di essere dei “transfughi”, dei “figuri” e dei “ricattatori politici”, epiteti nei quali, occorre precisarlo subito, non ci riconosciamo nemmeno un poco.
Che lei in questo momento sia profondamente adirata e delusa è comprensibile, ma la sua esternazione ci costringe ad alcuni chiarimenti.
In primo luogo lei stessa nel suo comunicato riconosce che la Giunta aveva necessità di un cambio di passo, sicuramente le è nota la mozione unanime con la quale il consiglio comunale ha chiesto la nomina di un Assessore al Turismo e l’impegno che si è assunto Nicola Guelfi prima e dopo la campagna elettorale, ovvero di operare nell’ambito del suo settore di riferimento che poi è quello della città tutta. Oltre a questo si deve dire che Guelfi e Gabbani, sono venuti via proprio perché in disaccordo con il loro partito elettivo, non disponibile ad esigere un cambio di metodo dall’Amministrazione che governa la città. Tuttavia hanno lavorato per fare vincere il Sindaco nella coalizione di centrodestra, chiedendo il voto degli elettori per questo. Nicola peraltro aveva anche rimesso la delega che il Sindaco gli aveva conferito nella materia degli eventi.
Per potere avere rappresentatività, nel momento in cui è stato chiesto loro, hanno manifestato al Sindaco la necessità di poter esprimere un assessore che hanno individuato in un soggetto di provata competenza, evidentemente rinunciando a priori a qualunque poltrona per loro stessi. Forza Italia ha un Assessore con la carica di Vicesindaco, Fratelli d’Italia ha un Assessore, entrambi hanno un consigliere. Questa legittima aspettativa non può essere mercificata, anche perché se così fosse, si sarebbe chiesta la rappresentanza maggiore visto che i bagnaioli costituisce il secondo gruppo di maggioranza in consiglio. Ma non è questo il nostro interesse.
Infine, ci permetta Antonella di ricordarle che nel corso dei colloqui con il Sindaco, mai nessuno dei bagnaioli è entrato nel merito dei componenti di Giunta, lasciando al primo cittadino ogni esclusivo criterio di selezione sul ricambio dell’Assessore. Pertanto appare evidente che qualunque sia la causa della sua sostituzione non è da ascriversi all’attività politica del nostro gruppo consiliare che ha agito nella più totale correttezza e rispetto delle parti e delle persone.
Pur vedendoci costretti a questa precisazione, il nostro apprezzamento personale nei confronti di Antonella Volpi rimane intatto e speriamo che nel momento in cui lei avrà attenuato il dispiacere, più che giustificato per una persona corretta, seria ed impegnata nel bene della sua città, saprà considerare i fatti nella loro reale consistenza.