Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 05:10 - 25/10/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Montecatini bella e ridente ? Può darsi ! Come una signora ottantenne che vive di bei ricordi di quando poteva mostrarsi ancora in bikini ed ora vive elegante e ben coperta .

Questa immagine di Montecatini .....
BASKET

Nell’accogliente sede pistoiese di Per Dormire, storico sponsor del Pistoia Basket 2000 che ha da poco presentato un innovativo progetto di rebranding aziendale, sono stati presentati ufficialmente ai media l’esperto lungo statunitense Deshawn Sims e la talentuosa guardia nostrana Lorenzo Querci.

BASKET

La sconfitta nel derby di San Giovanni Valdarno ha lasciato l’amaro in bocca a Nerini e compagne che in settimana hanno raddoppiato gli sforzi per arrivare pronte alla sfida contro Faenza.

TIRO A SEGNO

Si è conclusa al poligono di tiro a segno di Pescia, in contemporanea con il Tsn di Pietrasanta, la seconda gara regionale federale indetta dall’Uits e la prima del  dopo il Covid-19.

HOCKEY

L’Hockey Pistoia impone ancora la legge dell’Hockey Stadium di Montagnana, nel quale fino a ora gli arancioni non sono mai stati sconfitti, subissando di reti il Campagnano.

BASKET

Una sconfitta maturata nell’ultimo quarto quella della Nico Basket Femminile, targata Giorgio Tesi Group, a San Giovanni Valdarno (74-61), dopo tre quarti di grande equilibrio.

TIRO A SEGNO

Il Tsn Pescia sempre presente ai campus indetti sia dal Cip che da Aics ha voluto partecipare con i propri atleti ai rispettivi stage di avviamento e di perfezionamento al tiro paralimpico.

BASKET

Dopo tre quarti in perfetto equilibrio (21-20, 34-35 e 51-51 i parziali), la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, cede nell'ultima frazione di gioco ad una combattiva San Giovanni Valdarno, che allunga nel finale e si aggiudica meritatamente due punti importanti (74-61).

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare il rinnovo della partnership commerciale con OriOra.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata all'ultimo libro di Antonio Manzini.

none_o

Nasce "Spazio Zero" un nuovo luogo espositivo dedicato alla alla promozione delle arti contemporanee.

Oggi è San Michele:
è stagione delle mele
e dei chicchi d’uva .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Nato a Vienna nel 1747 è stato Granduca di Toscana dal 1765 al 1790.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Sono passati 40 anni dalla promozione delle Pistoiese in categoria A.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
BUGGIANO
Firmato protocollo d'intesa: dal 2021 restauro completo di Villa Bellavista

25/9/2020 - 18:13

La Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio di Firenze, Pistoia e Prato, l’Opera nazionale di assistenza ai vigili del fuoco e la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia insieme per il restauro di Villa Bellavista.

 

Questa mattina presso la sede della Fondazione Caript di Pistoia, è stato siglato un protocollo d’intesa tra la Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Firenze e per le province di Pistoia e Prato, l’Opera nazionale di assistenza del personale del corpo nazionale dei vigili del fuoco e la Fondazione Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia. 

 

Il complesso monumentale “Villa Bellavista” tornerà alla sua antica bellezza grazie all’importante progetto di restauro e valorizzazione artistica che è stato avviato oggi, al quale sono intervenuti per l’occasione il Soprintendente Andrea Pessina, che ha aperto i lavori, il presidente dell’Ona Claudio Gorelli e il presidente della Fondazione Lorenzo Zogheri. Il capo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco Fabio Dattilo, non potendo essere presente personalmente, ha seguito la presentazione ed è intervenuto tramite videoconferenza.

 

La “Villa Bellavista” fu acquistata nel 1939 dal Ministero dell'Interno che provvide al suo restauro destinandola poi all’Opera nazionale assistenza vigili del fuoco. Nel corso della sua storia ebbe utilizzi diversi, all’interno fu creata una casa di convalescenza per i vigili del fuoco e nei pressi anche una colonia elioterapica per i figli dei vigili. Con il passaggio del fronte fu per un breve periodo un ospedale militare prima tedesco e poi alleato. Negli anni ‘50 l’antica fattoria medicea venne radicalmente trasformata e ampliata per ospitare un collegio dell’Istituto nazionale per gli orfani figli di vigili del fuoco fino al 1968, quando la struttura fu chiusa e gli orfani trasferiti in altri centri. Attualmente nei locali del piano terra è allestito un museo storico del Corpo dei vigili del fuoco.

 

La ristrutturazione di “Villa Bellavista” inizierà nel 2021 e terminerà entro l’anno 2026 restituendo così un bene di proprietà pubblica alla comunità di Buggiano e all’intera Toscana reso possibile dalla cooperazione tra le amministrazioni - pubbliche e private - Soprintendenza, l’Opera nazionale di assistenza del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e la Fondazione Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia e dove un ruolo determinante è stato svolto dal dipartimento dei vigili del fuoco soccorso pubblico e difesa civile e dal capo del Corpo nazionale.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




26/9/2020 - 16:12

AUTORE:
Borghigiana

Finalmente potremo rivedere il "Palazzo di Bellavista" restaurato e riportato al suo splendore.
X me cresciuta a Borgo(da tanti anni non ci vivo più) è il ricordo delle visite in occasione della "Festa in Selva" e del pane gettato ai pesci rossi della fontana, di quando da ragazzi si entrava dentro di nascosto passando da dietro quando ormai era già abbandonato.
È un opera veramente bella e una volta recuperato e reso fruibile potrà essere importante per lo sviluppo dell economia del paese e del territorio circostante.

25/9/2020 - 21:46

AUTORE:
Non importa

Lo spero tanto... ma nutro qualche dubbio. Non si parla di importi, da qualche parte ho sentito parlare di 7 milioni di euro, che mi sembrano pochissimi, per un restauro completo, a meno che per completo non si intenda risistemarla alla meglio per evitare che caschi a pezzi... e poi ina volta restaurata cosa ci facciamo? Spero non venga abbandonata come l'annessa fattoria medicea, che fu restaurata una ventina d'anni fa e da allora da quanto mi risulta è abbandonata.