Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 06:12 - 07/12/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Partiamo dal fatto che ogni bipede può infettarsi ed infettare un suo simile.

Consideriamo che in ospedale i ricoverati privi di vaccino rappresentano il 70 . . 80 % compreso intensiva.

Ora se .....
BOCCE

Volti noti e meno noti nel Trofeo di Natale organizzato dalla Polisportiva Colonna di Ravenna nel­ fine settimana, Paolo Balboni è stato ancora una volta protagonista di una gara della specialità individuale.

BASKET

Lunedì 6 dicembre entra in vigore il Super Green pass, la certificazione "rafforzata" rilasciata solo a vaccinati e guariti dal Covid-19, che durerà fino al 15 gennaio 2022, con possibilità di proroga.

CALCIO A 5

La giornata numero sette non porta fortuna ai pistoiesi. Ospiti della società Timec, l'Atletico si presenta in modo impalbabile ed è solo grazie a Montaleni che il primo tempo si chiude sullo 0-0.

BASKET

E una Gema a tratti simile a un rullo compressore quella che nel secondo e terzo quarto ha messo in chiaro il discorso vittoria contro una Virtus Siena partita sicuramente meglio nei primi dieci minuti.

BASKET

AGLIANA: Zita 8, Nesi 4, Chiti, Cei, Malevolti F., Razzoli 8, Natalini, Zeneli 23, Neri 7, Covino, Malevolti S. Tommei 16. All. Mannelli. HERONS; Di Nezza 4, Paunovic 4, Laffitte 4, Galli 4, Lupi 6, Giancarli 9, Dell’Uomo 18, Lepori, Incitti 13, Bechini, Casoni 24, Puccioni. All.: Barsotti.

BASKET

Niente da fare per la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, che ha subito una sconfitta piuttosto netta ad opera del Cus Cagliari (60-44). Solo Bacchini (13), decisamente la migliore delle sue, e Mattera (10) in doppia cifra in una serata poco produttiva in termini di punti.

BASKET

Sfida al vertice al PalaCardelli dove la Gioielleria Mancini affronta la corazzata San Vincenzo.

RALLY

L’Automobile Club Pistoia, congiuntamente agli organizzatori dei rallies pistoiesi, quindi Jolly Racing Team, Abeti Racing e Pistoia Corse, ha premiato i propri campioni provinciali.

none_o

Consigli di lettura di Ilaria.

none_o

Le opere di nove artisti sono protagoniste della mostra Paesaggi personali.

Sono dieci,
l’un dell’altra è più bella:
son chiamate .....
LA TOSCANA IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Liason (primo autunnale by Sissy)

LA TOSCANA IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Un piatto delle montagne lucchesi.

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
BUGGIANO
Firmato protocollo d'intesa: dal 2021 restauro completo di Villa Bellavista

25/9/2020 - 18:13

La Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio di Firenze, Pistoia e Prato, l’Opera nazionale di assistenza ai vigili del fuoco e la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia insieme per il restauro di Villa Bellavista.

 

Questa mattina presso la sede della Fondazione Caript di Pistoia, è stato siglato un protocollo d’intesa tra la Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Firenze e per le province di Pistoia e Prato, l’Opera nazionale di assistenza del personale del corpo nazionale dei vigili del fuoco e la Fondazione Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia. 

 

Il complesso monumentale “Villa Bellavista” tornerà alla sua antica bellezza grazie all’importante progetto di restauro e valorizzazione artistica che è stato avviato oggi, al quale sono intervenuti per l’occasione il Soprintendente Andrea Pessina, che ha aperto i lavori, il presidente dell’Ona Claudio Gorelli e il presidente della Fondazione Lorenzo Zogheri. Il capo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco Fabio Dattilo, non potendo essere presente personalmente, ha seguito la presentazione ed è intervenuto tramite videoconferenza.

 

La “Villa Bellavista” fu acquistata nel 1939 dal Ministero dell'Interno che provvide al suo restauro destinandola poi all’Opera nazionale assistenza vigili del fuoco. Nel corso della sua storia ebbe utilizzi diversi, all’interno fu creata una casa di convalescenza per i vigili del fuoco e nei pressi anche una colonia elioterapica per i figli dei vigili. Con il passaggio del fronte fu per un breve periodo un ospedale militare prima tedesco e poi alleato. Negli anni ‘50 l’antica fattoria medicea venne radicalmente trasformata e ampliata per ospitare un collegio dell’Istituto nazionale per gli orfani figli di vigili del fuoco fino al 1968, quando la struttura fu chiusa e gli orfani trasferiti in altri centri. Attualmente nei locali del piano terra è allestito un museo storico del Corpo dei vigili del fuoco.

 

La ristrutturazione di “Villa Bellavista” inizierà nel 2021 e terminerà entro l’anno 2026 restituendo così un bene di proprietà pubblica alla comunità di Buggiano e all’intera Toscana reso possibile dalla cooperazione tra le amministrazioni - pubbliche e private - Soprintendenza, l’Opera nazionale di assistenza del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e la Fondazione Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia e dove un ruolo determinante è stato svolto dal dipartimento dei vigili del fuoco soccorso pubblico e difesa civile e dal capo del Corpo nazionale.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




26/9/2020 - 16:12

AUTORE:
Borghigiana

Finalmente potremo rivedere il "Palazzo di Bellavista" restaurato e riportato al suo splendore.
X me cresciuta a Borgo(da tanti anni non ci vivo più) è il ricordo delle visite in occasione della "Festa in Selva" e del pane gettato ai pesci rossi della fontana, di quando da ragazzi si entrava dentro di nascosto passando da dietro quando ormai era già abbandonato.
È un opera veramente bella e una volta recuperato e reso fruibile potrà essere importante per lo sviluppo dell economia del paese e del territorio circostante.

25/9/2020 - 21:46

AUTORE:
Non importa

Lo spero tanto... ma nutro qualche dubbio. Non si parla di importi, da qualche parte ho sentito parlare di 7 milioni di euro, che mi sembrano pochissimi, per un restauro completo, a meno che per completo non si intenda risistemarla alla meglio per evitare che caschi a pezzi... e poi ina volta restaurata cosa ci facciamo? Spero non venga abbandonata come l'annessa fattoria medicea, che fu restaurata una ventina d'anni fa e da allora da quanto mi risulta è abbandonata.