Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 07:09 - 21/9/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Quanto vale la vita di un essere umano ?

C'è differenza fra la vita di un giovane o di un vecchio ?

Di un bianco , un giallo o un nero o un turchino ?

Fra la vita di un giusto e quella di un .....
CALCIO

A seguito delle votazioni dell'assemblea dei soci del gruppo Cuori Arancioni, tenutasi in data 17 settembre presso la sede nei locali del bar Aurora, pubblichiamo le nuove cariche sociali valide per la stagione sportiva 2020/2021.

BASKET

Prosegue la preparazione della Nico Basket Femminile, in vista dell’esordio di sabato 3 ottobre a Bolzano, e una delle più eccitate all’idea di ricominciare a fare sul serio è sicuramente Marta Tesi, guardia del 2003.

MOTOCROSS

Il team JK Racing di Pieve a Nievole è stato impegnato in una settimana intensa con ben 3 appuntamenti di gare sul circuito Monte Coralli di Faenza. 

RALLY

Dopo nove mesi di pausa torna in gara il montecatinese Leonardo Pucci, con la sua Renault Clio RS.

BASKET

Nel programma di preparazione, sabato 12 settembre, la squadra guidata da Luca Andreoli ha effettuato un altro allenamento congiunto con la Cestistica Spezzina.

BASKET

Sara De Luca è una delle ragazze dell’Under 18 aggregate alla prima squadra.

RALLY

E’ ancora all’insegna dei riflettori nazionali che Jolly Racing Team ha archiviato il fine settimana agonistico.

BOXE

Nella giornata di sabato 12 si è svolto il collegiale regione Toscana.

none_o

Riprendono, dopo la pausa forzata, i corsi di pittura e disegno presso lo studio dell'artista pistoiese Paolo Beneforti.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Beppe Severgnini.

Una terra con tanta storia,
se la percorri non ti annoia,
ogni .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Sono passati 40 anni dalla promozione delle Pistoiese in categoria A.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ecco dove si trovavano i bocciodromi, allora chiamati “pallai”.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
PROVINCIA
Cgil: "Iniziato nuovo anno scolastico con tante citicità irrisolte"

16/9/2020 - 23:52

La Cgil interviene sull'inizio dell’anno scolastico e le criticità irrisolte.


"Le 39 scuole della provincia di Pistoia hanno riaperto e il personale docente e Ata, così come gli studenti,  hanno dovuto affrontare i problemi legati alla nuova organizzazione dettata dal Covid: dal cambiamento delle abitudini all’utilizzo obbligatorio delle mascherine ai disagi dovuti al distanziamento fisico, alle aule che spesso sono troppo piccole per le classi numerose che abbiamo in provincia che ha obbligato in alcuni casi ad adottare la didattica in presenza alternata a quella “a distanza”.

 

Inoltre il problema enorme della mancanza dei docenti e del personale Ata: a oggi, sono stati nominati dall’Usp di Pistoia solo i docenti sul sostegno da Gps di ogni ordine e grado, continuano a mancare i supplenti di; infanzia, primaria, secondaria  di primo e secondo grado.

 

I motivi per cui ancora i docenti supplenti non sono ancora stati nominati, si parla di circa un migliaio di posti, sono molteplici, fra cui i più eclatanti:
sono state pubblicate le nuove graduatorie, dette Gps (graduatorie provinciali delle supplenze) in tempi brevissimi e con  una procedura estremamente farraginosa che non ha permesso ai candidati  di esprimere tutte le opzioni che avrebbero voluto.

 

Le graduatorie riportano moltissimi errori che l’amministrazione ha corretto solo parzialmente, nonostante i reclami.


La supplenza viene attribuita dall’Usp di Pistoia attraverso l’esame di deleghe fatte pervenire dai precari all’amministrazione, sulla base dello scorrimento delle graduatorie suddette, senza la presenza degli interessati.


Le rganizzazioni sindacali avevano chiesto alla provveditrice di svolgere le operazioni in presenza, nel rispetto delle norme di sicurezza relative al Covid e benchè fosse tutto organizzato, l’Usp ha preferito utilizzare il metodo “a distanza”.


Questo ha fatto sì che i precari fossero esclusi dalla procedura e che non potessero né spiegare  ulteriormente le loro preferenze, né verificare eventuali errori. 

Rimane il fatto che a oggi continuano a mancare i ¾ dei docenti, con evidenti danni per gli studenti e per i lavoratori, che essendo precari, contano di iniziare a lavorare quanto prima, invece ne avremo ancora per molto.


Persona Ata; a oggi mancano ancora il 30% dei posti in organico di diritto, la totalità dei posti che vengono dati in deroga all’organico di diritto, e l’organico Covid manca totalmente. Come si potrà sanificare  le scuole adeguatamente come da protocollo sulla sicurezza anti Covid se non ci sono i collaboratori scolastici?

 

E’ evidente come i diritti di studenti e lavoratori siano ancora una volta lesi".
 
Un alt intervento riguarda la ristorazione scolastica e l'assenza di certezzeper le lavoratrici in appalto.
 
"In una situazione di assoluto caos quale è la partenza del nuovo anno scolastico, la refezione scolastica ne rappresenta l’esempio più lampante.


A oggi le lavoratrici del settore, che nella nostra provincia sono oltre trecento, non hanno nessuna certezza su quando e in che maniera comincerà il loro anno scolastico, dopo ormai sette mesi di stop.


La loro attività è finita il 4 marzo, con sospensione in cassa integrazione, e conseguente forte riduzione dello stipendio.


A questo si aggiunge la sospensione estiva di ogni anno, nella quale non hanno nè stipendio nè contributi.


Sono perlopiù donne, con contratti part time a pochissime ora settimanali, in alcuni casi monoreddito. quest’anno ulteriormente decurtati dalla cassa integrazione.


Ad anno scolastico iniziato , le incognite relative alla ripartenze delle mense  sono legate sia alla data di inizio del servizio che alla modalità di erogazione della mensa.


Con lo stravolgimento delle classi,  legato all’esigenza di maggiori spazi  fisici destinati alla didattica, nella stragrande maggioranza delle scuole la ristorazione sarà necessariamente rivista, con la possibilità che il servizio possa essere svolto su più turni oppure prevedendo il consumo del pasto al banco.


A oggi tutte le aziende che svolgono il servizio non hanno ancora ricevuto risposte certe da parte dei singoli Comuni sulle modalità di erogazione della mensa, salvo pochi casi sporadici.


Desta particolare preoccupazione la situazione del Comune di Pistoia, dove sono presenti più di settanta lavortatrici operanti nell’appalto, in evidente ritardo da questo punto di vista rispetto ad altri Comuni più popolosi della provincia.


Il dramma vero è che oltre a non sapere come lavorare, le lavoratrici non sanno nemmeno quando cominceranno il servizio.


Una situazione non accettabile, perché il servizio mensa è parte integrante dell’offerta formativa delle scuole, e perchè dopo mesi di stop le lavoratrici hanno diritto a lavorare e ad aver garantito il loro stipendio.

Nel caso l’inizio della ristorazione venisse posticipato rispetto agli anni scorsi, chiederemo che le aziende della ristorazione scolastica attivino gli ammortizzatori sociali previsti a partire da 14 settembre, inizio dell’anno scolastico".

Fonte: Cgil
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: