Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 01:09 - 19/9/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Giusto, salviamo la Toscana dagli incompetenti. Una regione così bella in mano a un burattino manovrato dall'alto sarebbe una sciagura. Tutta la destra è convinta di vincere, ma questa non è una .....
CALCIO

A seguito delle votazioni dell'assemblea dei soci del gruppo Cuori Arancioni, tenutasi in data 17 settembre presso la sede nei locali del bar Aurora, pubblichiamo le nuove cariche sociali valide per la stagione sportiva 2020/2021.

BASKET

Prosegue la preparazione della Nico Basket Femminile, in vista dell’esordio di sabato 3 ottobre a Bolzano, e una delle più eccitate all’idea di ricominciare a fare sul serio è sicuramente Marta Tesi, guardia del 2003.

MOTOCROSS

Il team JK Racing di Pieve a Nievole è stato impegnato in una settimana intensa con ben 3 appuntamenti di gare sul circuito Monte Coralli di Faenza. 

RALLY

Dopo nove mesi di pausa torna in gara il montecatinese Leonardo Pucci, con la sua Renault Clio RS.

BASKET

Nel programma di preparazione, sabato 12 settembre, la squadra guidata da Luca Andreoli ha effettuato un altro allenamento congiunto con la Cestistica Spezzina.

BASKET

Sara De Luca è una delle ragazze dell’Under 18 aggregate alla prima squadra.

RALLY

E’ ancora all’insegna dei riflettori nazionali che Jolly Racing Team ha archiviato il fine settimana agonistico.

BOXE

Nella giornata di sabato 12 si è svolto il collegiale regione Toscana.

none_o

Riprendono, dopo la pausa forzata, i corsi di pittura e disegno presso lo studio dell'artista pistoiese Paolo Beneforti.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Beppe Severgnini.

Una terra con tanta storia,
se la percorri non ti annoia,
ogni .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Sono passati 40 anni dalla promozione delle Pistoiese in categoria A.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ecco dove si trovavano i bocciodromi, allora chiamati “pallai”.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
PESCIA
Ospedale, Mefit, turismo "destagionalizzato": intervista al candidato Roi Giorgi

14/9/2020 - 10:51

Pubblichiamo una intervista al candidato Roi Giorgi.

 

Seguendo la sua campagna, non abbiamo potuto fare a meno di notare che un tema che le sta molto a cuore è l’ospedale di Pescia.
"Si, l’ospedale  una di quelle infrastrutture che ritengo strategiche per il nostro territorio. Copre un bacino proveniente da ben quattro province e svolge un servizio insostituibile per tutta la Valdinievole. Ha avuto un ruolo importantissimo nell’emergenza Covid, supportando, l’ospedale del capoluogo, alleggerendolo da casi non-Covid e mettendo a disposizione la propria terapia intensiva. Per questo ritengo che l’ospedale debba restare dov’è e su di esso debbano convergere importanti risorse per potenziarlo da un punto di vista tecnologico e assumere le importanti figure professionali che mancano, prima di tutto gli anestesisti".
 
Mercato dei fiori. Ha visitato personalmente gli operatori del settore, quali prospettive vede per il Mefit? 
"Ritengo che il Mefit sia il cuore pulsante dell’economia del nostro territorio. Ci operano 400 grossisti da tutto il centro italia e oltre 700 commercianti. Può immaginare che l’indotto riguardi migliaia di persone. Per questo è fondamentale trovare risorse a livello regionale e nazionale, per rilanciare e modernizzare la struttura. Inoltre, il mercato dispone di una delle più grandi piazze coperte d’Italia (circa 10.000mq) e sono convinto che con i provvedimenti ed i contatti giusti, questa piazza possa diventare sede di eventi sportivi, musicali e culturali, creando ulteriore occupazione sul territorio".

 

In ambito turismo, l’ho sentita parlare di percorsi religiosi, trekking, valorizzazione degli eventi e di “turismo destagionalizzato”: di cosa si tratta? 
"Beh, la Toscana tutta è attraversata dalla Via Francigena, sulla quale molto si è fatto ma molto bisogna fare. Il momento è propizio, sia fedeli che non fedeli sono alla ricerca di cammini spirituali per il benessere personale e noi abbiamo una grande occasione di far vivere la “Toscana a Piedi” e valorizzare anche centri minori. La stessa cosa vale per il trekkinge la mountain bike, con l’intera montagna pesciatina e pistoiese attraversata da decine di spettacolari sentieri (in parte già gestiti dal Cai) che abbiamo il dovere di mettere a disposizione degli appassionati. Per non parlare dei tanti eventi legati ai prodotti del territorio (es. il fagiolo di Sorana, i brigidini, i formaggi, etc) che possono diventare un’attrazione importante, per quello che io chiamo il “turismo destagionalizzato”, un turismo moderno, fuori dai grandi flussi stagionali, che ama scoprire eventi nascosti, piccoli tesori e magari condividere la “vita slow di una volta” insieme ai cittadini locali".
 
Come li portiamo questi turisti nella nostra provincia?
"Fondamentale è finire il doppio binario da Pistoia a Lucca e potenziare l’offerta di treni ad esempio, con il trasporto biciclette. Come anche inventare nuove vie di collegamento verso la nostra provincia. Infine, vanno recuperate le vie della montagna, rese migliori, va aggiornata la segnaletica e vanno adeguatamente pubblicizzate, verso chi voglia girare la montagna in sicurezza. Il mio modello è il Trentino che ha fatto delle sue strade un punto di forza per la scoperta del territorio e la valorizzazione anche delle zone più remote".
 
Oltre al Mefit, come vede il rilancio economico del territorio?
"Certamente il Mefit non è tutto. Esiste un artigianato che sta soffrendo e che va sostenuto come esiste un’industria primaria come la Hitachi o anche un’industria secondaria di indotto che genera numeri di grande interesse e che va aiutata a crescere e a restare sul nostro territorio. Questi settori devono essere sal centro dell'attenzione della politica regionale, con la creazione, ad esempio, di infrastrutture adeguate, a partire da strade e autostrade, per arrivare a parcheggi moderni e strutture ricettive di livello business".
 
Per finire, una domanda personale, chi glielo fa fare di impegnarsi in politica?
"Per me la politica è un impegno profondo che esula anche dalla militanza partitica. Ho un’alta concezione della politica come missione, come cura della cosa pubblica e come un modo di donare alla comunità un po’ del mio tempo. Approfitto anche per ringraziare tutte le persone che ho incontrato durante questa campagna elettorale, mi hanno arricchito con le loro esperienze e i loro contributi. Anche chi mi ha criticato va ringraziato, ha contribuito a farmi riflettere meglio su alcuni temi".

 

di Giancarlo Fioretti

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: