Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 13:05 - 17/5/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Appunto la sia vita di certezze l ha fatto vivere in una bolla .
Non ha visto la guerra fredda , non si e accorto del 68 , delle Sam, (squadre di azione mussolini (, ) e Piazza Fontana era un luogo .....
RALLY

Si è confermato all’altezza delle aspettative, il ritorno di Simone Baroncelli nel Campionato Italiano Rally Terra.

PODISMO

In una giornata estiva numerosi podisti si sono dati battaglia su un percorso non certo facile per conquistare la vittoria nella edizione 2022 de "Una corsa geniale da Pinocchio a Leonardo’’.

BASKET

Finisce 76-60 con un monumentale Rasio da 25 punti.

CALCIO

Asd Bioacqua Av Le Case ringraziando Walter Cerofolini e Gaetano Concialdi per il lavoro svolto nell’ultima stagione.

BASKET

Nonostante una partita di grande attenzione difensiva la Nico Basket non riesce nell’impresa di sbancare il Pala Zauli e viene sconfitta da Battipaglia col punteggio di 57-45. 

BOCCE

Pieve a Nievole si rifà dello scivolone in terra sarda, si aggiudica soffrendo il derby con Cortona, e si riporta a -1 dalla capolista Giorgione 3villese, fermata sul pareggio dalla Rinascita.

BASKET

E' il momento delle semifinali playoff in C Gold: per Gema Montecatini l'avversaria è la Pallacanestro Dragons Prato, che ha eliminiato Spezia in gara3 dei quarti, vincendo nettamente sul suo campo la partita decisiva.

none_o

Consigli di lettura di Maria Valentina Luccioli

none_o

Consigli di lettura di Ilaria Cecchi.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo di maggio.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Un’idea per una merenda diversa

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
MONTECATINI
Una grande assemblea cittadina apre la strada della partecipazione

21/12/2010 - 17:57

Una nuova via, una scorciatoia che, riducendo le distanze tra rappresentati e rappresentanti, ricomponga le fratture sociali e spaziali di un territorio reso frammentario da decenni di dirigismo e riporti finalmente la città sulla via della democrazia sostanziale e del benessere reale: così, come una grande occasione di crescita piuttosto che una voce di spesa, Montecatini vuol leggere "Intrecciamo percorsi", il processo di democrazia partecipativa "sponsorizzato" dalla Regione Toscana che ha preso il via Giovedì scorso con una affollata Assemblea cittadina tenutasi presso le Terme Excelsior. Il progetto, attivato dall'Amministrazione Comunale in collaborazione con il gruppo di lavoro dell'Università di Firenze, coordinato dal prof. Alberto Magnaghi, si propone come uno strumento per ridisegnare collettivamente, mediante la riapertura di un dialogo a 360° con i cittadini e fra i cittadini, l'assetto e la qualità del sistema degli spazi pubblici nella Città termale, a partire dalla costruzione mirata di un reticolo di mobilità "dolce" e veramente sostenibile che funga da trait d'union fra i vari "pezzi" della città, ora divisi in senso sia geografico sia culturale.
 
«Non ci sono soluzioni preconfezionate,» dice in apertura Pietro Rosellini, Consigliere con delega alla Partecipazione e primo ispiratore del percorso, «la partecipazione funziona soltanto se è autentica: scelte pilotate e giustificazioni fittizie di decisioni già prese fanno parte di un altro stile della politica, e non ci interessano». «Per noi», aggiunge Edoardo Fanucci, Vicesindaco e Assessore alla Partecipazione, «è un modo per capire qual è la nostra idea di città e metterla in gioco, dando vita ad un confronto veramente aperto con i cittadini: certo, è una strada difficile ma sicuramente redditizia, perché è solo dalla differenza che può venire il valore aggiunto». «Benché lavoriamo in un'Università,» afferma Angelo M. Cirasino dell'Università di Firenze, referente comunicativo del progetto, «noi non siamo venuti qui per insegnare, ma per imparare: saperi e competenze sono supporti utilissimi per comprendere i problemi e prospettare soluzioni possibili, ma l'ultima parola spetta sempre alla gente». «Sbaglia chi crede che partecipazione voglia dire cessione di potere», conclude il Sindaco Giuseppe Bellandi: «ascoltare la gente non indebolisce ma, anzi, rafforza le scelte dell'Amministrazione; la partecipazione non è una spesa ma una risorsa - una risorsa di cui, specie in un momento di crisi come questo, sarebbe insensato fare a meno».
 
Nucleo centrale della discussione la relazione con cui Alberto Magnaghi ha presentato le linee fondamentali del progetto; presentazione che, per il professore, « è solo un'individuazione preliminare dei problemi, delle criticità e dei possibili punti di forza di un disegno territoriale che non vogliamo imporre ma riscoprire assieme ai cittadini; noi non abbiamo una valigetta preparata, un pacchetto in pronta consegna con cui andiamo in giro e da cui tiriamo fuori soluzioni buone per tutti i luoghi: piuttosto, di ciascun luogo vogliamo ritrovare l'anima insostituibile, affidandoci a conoscenze e percezioni che possiede soltanto chi ci vive». «A Montecatini come in tanti altri posti,» continua Magnaghi, «l'impressione che emerge è che non c'è più la città: uno spazio pubblico frammentato e scomposto è l'immagine di un assetto sociale e culturale in cui è andata smarrita la magnificenza civile della città, intesa in pari tempo come bellezza e benessere; è questo spirito quello che ci proponiamo di ricostruire, riallacciando i segmenti di una rete di mobilità locale che riconnetta nodi ciascuno dei quali è dotato di senso proprio, leggibile nell'articolazione spaziale e nell'uso sociale. È il primo passo per ricomporre un'immagine di città che sia civitas prima ancora che urbs: un luogo in cui gli abitanti riconoscano i sedimenti e le radici della propria identità collettiva».
 
Decine - e non tutti concordi - gli interventi che hanno popolato un'assemblea vivace al di là delle aspettative: da chi vede nel progetto una chance per approfondire un processo di rilancio turistico, culturale e strutturale della città, ancor più urgente nell'imminenza del grande evento previsto nel 2013 con l'organizzazione del Campionato Mondiale di Ciclismo (sport che fra l'altro si presta magnificamente a sottolineare l'importanza strategica della mobilità dolce), a chi teme che l'oggettiva scarsità di risorse finanziarie ed umane comprometta gli esiti di un'iniziativa impegnativa quanto promettente; da chi lamenta la generale decadenza dell'immagine pubblica esterna e interna di Montecatini, a chi ritrova nelle linee progettuali presentate un proseguimento ideale delle visioni che trovano proprio nella strada il fattore unificante non solo per la città, ma per tutta la Valdinievole - aprendo in tal modo uno scenario di ripianificazione condivisa per tutto l'intorno territoriale. Quello che è certo è che qualcosa, e qualcosa di importante, è incominciato: sta ora a Montecatini e ai suoi cittadini far sì che questo processo - che è processo di rinnovamento e di agire comune - vada avanti sulle sue gambe.

Fonte: Comune di Montecatini Terme
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: