Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 07:10 - 24/10/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Abbiamo proprio toccato il fondo. In pieno centro ospiti i cari amici protetti dal santo Padre Biancalani
Gira che ti rigira sono approdati a Montecatini. . .
Grazie Sindaco e pensare che credevo in .....
BASKET

Nell’accogliente sede pistoiese di Per Dormire, storico sponsor del Pistoia Basket 2000 che ha da poco presentato un innovativo progetto di rebranding aziendale, sono stati presentati ufficialmente ai media l’esperto lungo statunitense Deshawn Sims e la talentuosa guardia nostrana Lorenzo Querci.

BASKET

La sconfitta nel derby di San Giovanni Valdarno ha lasciato l’amaro in bocca a Nerini e compagne che in settimana hanno raddoppiato gli sforzi per arrivare pronte alla sfida contro Faenza.

TIRO A SEGNO

Si è conclusa al poligono di tiro a segno di Pescia, in contemporanea con il Tsn di Pietrasanta, la seconda gara regionale federale indetta dall’Uits e la prima del  dopo il Covid-19.

HOCKEY

L’Hockey Pistoia impone ancora la legge dell’Hockey Stadium di Montagnana, nel quale fino a ora gli arancioni non sono mai stati sconfitti, subissando di reti il Campagnano.

BASKET

Una sconfitta maturata nell’ultimo quarto quella della Nico Basket Femminile, targata Giorgio Tesi Group, a San Giovanni Valdarno (74-61), dopo tre quarti di grande equilibrio.

TIRO A SEGNO

Il Tsn Pescia sempre presente ai campus indetti sia dal Cip che da Aics ha voluto partecipare con i propri atleti ai rispettivi stage di avviamento e di perfezionamento al tiro paralimpico.

BASKET

Dopo tre quarti in perfetto equilibrio (21-20, 34-35 e 51-51 i parziali), la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, cede nell'ultima frazione di gioco ad una combattiva San Giovanni Valdarno, che allunga nel finale e si aggiudica meritatamente due punti importanti (74-61).

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare il rinnovo della partnership commerciale con OriOra.

none_o

Nasce "Spazio Zero" un nuovo luogo espositivo dedicato alla alla promozione delle arti contemporanee.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Alessia Gazzola.

Oggi è San Michele:
è stagione delle mele
e dei chicchi d’uva .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Nato a Vienna nel 1747 è stato Granduca di Toscana dal 1765 al 1790.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Sono passati 40 anni dalla promozione delle Pistoiese in categoria A.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
PISTOIA
Vicofaro, Fattori (Sinistra Italiana): "Giani non si schiera a fianco di don Biancalani"

27/6/2020 - 18:54

“Ribadisco la piena solidarietà a don Massimo Biancalani, il cui straordinario lavoro di accoglienza è reso ancora più difficile dai decreti Salvini, che favoriscono la marginalità e sono stati ideati con l'obiettivo di alimentare la xenofobia. La Lega ha bisogno di accrescere paura e odio ogni giorno, ma ora che il covid19 ha reso evidente che l'immigrazione è un falso problema, al motore della Lega inizia a mancare il carburante”. Ad affermarlo è Tommaso Fattori, candidato alla presidenza della Regione per Toscana a Sinistra, che ieri sera ha incontrato don Biancalani nei locali della parrocchia di Vicofaro, a Pistoia, assieme ai consiglieri comunali di Firenze Antonella Bundu e Dmitrij Palagi. “La denuncia per diffamazione aggravata che Biancalani ha presentato nei confronti di Salvini e Ceccardi è un atto doveroso. Stiamo lavorando con i nostri legali per presentare anche noi una querela nei confronti dell'europarlamentare leghista per istigazione all’odio razziale”, ha aggiunto Fattori. “Non ci stupisce che la destra inauguri così la sua campagna elettorale per le regionali, ma prendiamo atto con amarezza del silenzio di Eugenio Giani", ha concluso Fattori. "Da lui, in qualità di presidente del Consiglio regionale, ci saremmo aspettati una presa di posizione a difesa del parroco di Vicofaro, che subisce da anni calunnie e attacchi vergognosi”. “Giani preferisce difendere la statua di Montanelli piuttosto che spendere una parola di sostegno nei confronti di un monumento vivente all'accoglienza come don Biancalani”.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




1/7/2020 - 12:33

AUTORE:
Aldo

Io tifo per la legalità.
Tu invece alias?
Solidarietà agli abitanti di vicofaro.

1/7/2020 - 5:25

AUTORE:
vincenzo

Ma qualche volta perché non vai a vedere come funziona la Parrocchia ?
Perché non rifletti sul significato di accoglienza ? Perché non pensi a questi ragazzi che in alternativa dovrebbero arrangiarsi per mangiare almeno una volta al giorno e dormire sotto i ponti ? La tua affermazione è il frutto di cattiveria.

MA ESISTONO DAVVERO DELLE MAIL DI UN CERTO ALDO ? Ma???????????

Certo è comunque chiaro che in mancanza , esse appartengono a chi le pubblica

https://www.brocardi.it/testo-unico-immigrazione/titolo-v/capo-iv/art43.html

30/6/2020 - 20:48

AUTORE:
Aldo

Solidarietà anche da parte mia agli abitanti di vicofaro.

30/6/2020 - 18:30

AUTORE:
vincenzo

La povertà incombe . Qualche commentatore , spero proprio , si troverà fuori casa perché non avrà lavoro e denaro per pagare un'affitto . Già oggi la caritas dà da mangiare alla categoria dei nuovi poveri . Allora staremo a vedere se un posto tipo Vicofaro non diventerà un sogno per molti -

30/6/2020 - 13:11

AUTORE:
Dalla Pieve

Certo Aldo , basta avere gli occhi per vedere o per leggere tutto quello che è successo in quel quartiere.
Solidarietà ai cittadini di Vicofaro costretti a convivere con questa situazione a dir poco sconfortante.

30/6/2020 - 0:10

AUTORE:
Pier Luigi Visani

Se la mia casa prende fuoco per me questo fatto rappresenta un problema. Se successivamente nella regione in cui abito si verifica un terremoto devastante non è sbagliato asserire che questo è un problema ancora più grande. Posso allora affermare che “il terremoto ha reso evidente che l’incendio della mia abitazione era un falso problema?” Si, in base alla logica del candidato Fattori.

29/6/2020 - 17:13

AUTORE:
donatello

la Bossi / Fine ha quasi venti anni ,
Porta il nome di un tizio che ha fatto sparire 49 milioni dello stato e di un altro da cui segue "fratelli d'Italia" che dopo le noie di Montecarlo è sparito .
Poi ci sono i decreti Salvini che restano ben saldi .
Nella storia della repubblica le leggi del codice firmato dal Guardasigilli Rocco del 1930 , in parte potrebbero essere (e probabilmente lo sono ) ancora in vigore . Il delitto d'onore è stato abrogato nel 1981.
La legge Scelba del 1952 è ancora nel nostro corpo di leggi .
Tutto ciò che è atto a reprimere, il sistema ha sempre gradi difficoltà a cancellare , Vale il principio del "NON SI SA MAI"

29/6/2020 - 17:00

AUTORE:
donatello

Certamente che l'immigrazione era e resta un fenomeno importante e da governare . Il punto è la strumentalizzazione che ne veniva fatto prima del Covid da parte del Salvinismo . Eravamo in recessione e da venti anni dovevamo ringraziare l'immigrazione di chi ha fatto figli , ha pagato le tasse , ha affittato o comprato le case etc etc ,
Poi con i gommoni le frontiere dei paesi vicini si sono chiuse ed allora il buon Salvini ha cavalcato l'immigrazione come male maggiore di un'onda che ci stava affogando .
Ora , mi pare , che i problemi che vanno dalla salute all'economia ed al lavoro abbiano surclassato il problema dei neretti tipo Vicofaro .
Si tratta solo di convincere i moribondi dei 5 stelle di accendere il cervello ed affrontare un problema che dovrà avere il giusto inquadramento . Una fesseria rispetto a quanto ci aspetta per fine anno e per il prossimo .

29/6/2020 - 12:22

AUTORE:
Guido Pucci

Nessuno li ha toccati, solo parole, ma sono ancora lì. Ne aboliti e ne modificati secondo le ormai famose rimostranze del capo dello stato. Dopo un anno sono ancora lì.

29/6/2020 - 12:11

AUTORE:
Trebbio

Anche quello che succede in certe piazze è ben visibile a tutti ma, forse perchè coinvolge ragazzi pistoiesi, per molti è trascurabile. Biancalani si sta assumendo, e soprattutto se lo è assunto in fase di quarantena (senza l'aiuto delle istituzioni che invece avrebbero dovuto aiutarlo, proprio perchè tanto preoccupate solo dei cittadini 'nativi') una responsabilità che dovrebbe essere a carico della collettività. Preoccuparsi dei suoi giovani ha significato, e significa, toglierli dalla strada e fornirgli un'alternativa che va a beneficio di tutti. Dovremmo fargli un monumento, sicuramente la storia glielo farà. I monumenti a qualcun altro invece sono più di 70 anni che sono stati buttati giù.

29/6/2020 - 5:57

AUTORE:
vincenzo

Un tempp esisteva una parola "terribile" riferita a chi si chiudeva in una ottica ristrettissima che non superava le mura del paese o cittadina di provvincia . PROVINCIALE .
Questo è il punto . Non vedere altro che nel proprio microscopico orticello e vedere il "bubbone" tutto racchiuso in un fazzoletto .
Certo che raccattare derelitti per strada e cercare di assisterli è un'opera difficile e costosa. I costi di questa operazione non sono certamente in capo agli Aldi , ma di chi si fruga in tasca o regala il proprio tempo e le proprie energie.
Ma i bravi Aldi , vorrebbero che la struttura venisse chiusa . Certo . E poi dei ragazzi cosa ne facciamo ?
Il dramma dei forcaioli che vedono Don Biancalani come il male assoluto , è quello di bla bla bla , senza pensare od indicare cosa vogliamo farne di questi esseri umani . Meglio sotto i ponti che a Vicofaro ?

In ultimo ti allego un paio di file


https://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?type=IM-PRESS&reference=20071128BRI13998&secondRef=ITEM-008-IT&language=IT

https://www.brocardi.it/testo-unico-immigrazione/titolo-v/capo-iv/art43.html

29/6/2020 - 0:41

AUTORE:
Pirer Luigi Visani

A differenza di Fattori e di Donatello, per me l’espressione “il covid ha reso evidente che l’immigrazione è un falso problema” stabilisce una relazione tra i 2 fenomeni, così come in matematica una determinata ipotesi implica una determinata tesi. Ora, il fatto che il covid sia un problema maggiore della immigrazione, non implica affatto che anche l’immigrazione non sia un problema per chi la considera tale. In altri termini quello che con il mio precedente commento volevo rimarcare è che i due fenomeni sono del tutto indipendenti. Tutto qui.

28/6/2020 - 19:42

AUTORE:
donatello

Gli aggettivi che possiamo mettere accanto ad un sostantivo , sono infiniti o quasi .
I problemi sono sempre moltissimi e non esiste una classifica come quella del calcio . Un callo ad un piede , per chi ce l'ha , è un grosso problema , mentre della fame del mondo a lui non gliene frega niente .
Quindi siamo nel campo di valutazioni "relative".
Prima di questo dramma con le bare sui camion militari (questa è l'immagine che non deve scomparire ) , il problema che faceva banco , perché il Salvini ne aveva fatto una bandiera , sembrava essere l'immigrazione . Non certamente quella dei milioni di immigrati degli ultimi venti anni che lavorano , mandano i figli a scuola , affittano o comprano le case etc , , ma di quelli arrivati coi gommoni . Quelli , neri e derelitti , erano i nostri nemici e non altro .
Navi bloccate in mezzo al mare , multe milionarie per chi salvava individui , allontanamenti dai centri , fine del riconoscimento umanitario e tutti i corollari del caso .
Naturalmente fra i tanti , un problema gravissimo era che l'Italia da venti anni almeno , aveva perso il treno rispetto all'europa . Eravamo in recessione ed i neri di Vicofaro erano la bandiera di Salvini e costituivano un problema perché nessuno lo affrontava . Tolta la possibilità dei rimpatri , non si vede altra soluzione se non l'integrazione .
Ed ora . in questo definitivo pantano in cui ci troviamo , Salvini trascina la Ceccardi a parlare di neri in piscina ?
Che tristezza.

28/6/2020 - 19:24

AUTORE:
Aldo

Quello che è accaduto a vicofaro è davanti agli occhi di tutti.
Degrado,droga,minacce,aggressioni.
Tutto questo per il signor fattori non rappresenta un problema.
Lo abbiamo capito e i cittadini se lo ricorderanno.

28/6/2020 - 16:27

AUTORE:
Pier Luigi Visani

Non capisco che relazione ci sia tra covid ed immigrazione che consenta a Fattori di affermare che “iil covid ha RESO EVIDENTE che l’immigrazione è un falso problema”. A mio avviso l’immigrazione può essere un problema per alcuni, non esserlo per altri, e questo indipendentemente dal covid.

27/6/2020 - 21:40

AUTORE:
vincenzo

Ricordo la visita e l'intervento economico personale del presidente Rossi . Forse interfacciarsi con Salvini su Vicofaro , potrebbe rivelarsi un boomerang.L'argomento è troppo serio per farsi trascinare da Salvini in piano di parità di argomentazioni . Salvini e la sua protetta , sono una coppia di vergognosi che speculano ancora sul bagno in Piscina dei ragazzi . Don Biancalani , non è e non è mai stato solo .Piuttosto troppi , a cominciare dal Vescovo , si sono mossi con troppa circospezione . Pensare che anche il pontefice ha "abbracciato" don massimo in occasione della visita romana e altri , compreso il pd pistoiese , sono rimasti defilati .
Questo non dovrebbe giovare alla pseudo sinistra alle prossime regionali . Peccato .