Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 23:10 - 19/10/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Siamo alla curva che procede con valori esponenziali .

L'economia annaspa , i lavoratori protetti dal divieto di licenziamento che sta per finire , il commercio in bambola e gli ospedali in ambasce .....
HOCKEY

L’Hockey Pistoia impone ancora la legge dell’Hockey Stadium di Montagnana, nel quale fino a ora gli arancioni non sono mai stati sconfitti, subissando di reti il Campagnano.

BASKET

Una sconfitta maturata nell’ultimo quarto quella della Nico Basket Femminile, targata Giorgio Tesi Group, a San Giovanni Valdarno (74-61), dopo tre quarti di grande equilibrio.

TIRO A SEGNO

Il Tsn Pescia sempre presente ai campus indetti sia dal Cip che da Aics ha voluto partecipare con i propri atleti ai rispettivi stage di avviamento e di perfezionamento al tiro paralimpico.

BASKET

Dopo tre quarti in perfetto equilibrio (21-20, 34-35 e 51-51 i parziali), la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, cede nell'ultima frazione di gioco ad una combattiva San Giovanni Valdarno, che allunga nel finale e si aggiudica meritatamente due punti importanti (74-61).

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare il rinnovo della partnership commerciale con OriOra.

BASKET

Il percorso della Nico Basket Femminile, di recente affiliata con Giorgio Tesi Group Pistoia, e del Bruschi Basket Galli San Giovanni Valdarno è stato piuttosto simile, fino a questo momento

HOCKEY

L’Hockey Pistoia viaggia a gonfie vele nelle competizioni nazionali che impegnano le sue varieformazioni: vittoria esterna della prima squadra nelle Marche ed esordio ottimo degli under 14 nel campionato nazionale di categoria.

RALLY

E’ ancora tempo di festeggiare, per la scuderia Jolly Racing Team. Il sodalizio pistoiese, impegnato sulle strade del Rallye Elba - appuntamento valido per il Campionato Italiano Wrc e per la Coppa Rally di Zona - si è congedato dall’asfalto dell’isola cogliendo il primato tra le vetture di classe R2B.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Alessia Gazzola.

none_o

L’artista carrarino Graziano Guiso si presenta nell’area espositiva “Sala del Grillo” del Parco di Pinocchio.

Oggi è San Michele:
è stagione delle mele
e dei chicchi d’uva .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Nato a Vienna nel 1747 è stato Granduca di Toscana dal 1765 al 1790.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Sono passati 40 anni dalla promozione delle Pistoiese in categoria A.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
MONTECATINI
Rucco (Pd) replica a Marchetti (FI): "Qualcuno gli spieghi storia delle Terme, sindaco vota a braccetto con Regione"

24/6/2020 - 15:53

Ennio Rucco (Pd) replica al consigliere regionale Maurizio Marchetti (FI) sulle Terme.

 

"Qualcuno spieghi al consigliere Marchetti la storia delle Terme di Montecatini, perché evidentemente siamo di fronte a un vuoto conoscitivo oppure a una spietata propaganda politica come di consueto sulla pelle della città. Sì, perché come spesso accade questo genere di destra è solita urlare e accusare tralasciando completamente la componente costruttiva e propositiva.

 
È quindi opportuno rinfrescargli la memoria, ricordandogli quanto fatto dal suo partito a livello cittadino insieme alla Regione, facendogli altresì presente che il suo sindaco Luca Baroncini sta votando a braccetto con la Regione tutto quanto.

 
Dopo il fallimento della privatizzazione della gestione della società, avvenuto nel 2002, che lasciò pesanti strascichi economici e giuridici, la giunta comunale in data 6.11.2007 prese atto del piano industriale per complessivi € 64 milioni e decise l’avvio dell’esecuzione di una prima parte per i lavori alle Leopoldine, Redi Tettuccio Regina.


Al tempo di queste decisioni, il bilancio della società al 31.12.2006 si era chiuso con una perdita che sfiorava i tre milioni di euro, mentre quello al 31.12.2007 con una perdita di oltre 3 ml di euro.


Nonostante tale situazione :
- venne incaricato l’arch. Fuksas non solo della progettazione di aree limitate ma di un masterplan concernente l'intera città con un compenso di 1.000 ml di euro oltre Iva e del 10% sull’importo dei lavori che dovevano essere eseguiti;
- venne sottoscritto il contratto di appalto per lo stabilimento Redi nel luglio 2007, pertanto senza risorse finanziarie per poter provvedere alla copertura dei costi di ristrutturazione,
- venne sottoscritto a dicembre 2008 il contratto di mutuo ipotecario con il pool di banche per 33.800 ml di euro caratterizzato in tre linee di credito – Mutuo fondiario 20.3 ml di cui utilizzati 12ml di euro
Finanziamento rotativo per un massimo di 8 ml per estinguere i finanziamenti preesistenti (utilizzati)
Linea Iva per un massimo di 5.500 ml (non utilizzata)


Il finanziamento rotativo non era destinato alla copertura degli investimenti ma all’estinzione dei debiti che la società aveva accumulato a causa delle ingenti perdite intervenute nel corso degli anni.


Per un mutuo di importo così ingente, si prevedeva il rimborso in soli 15 anni, ed è chiarissimo anche a coloro che sono assolutamente estranei alla materia che la società avrebbe dovuto avere bilanci in utile per ml di euro per rimborsare alle scadenze.


Nel contratto si prevedeva anche che la società doveva destinare a rimborso anticipato del finanziamento una quota parte della vendita degli immobili non strategici che nel piano industriale dovevano servire a finanziare l’ambizioso progetto.


Le ultime due giunte cittadine, pur non riuscendo a rilanciare le Terme,  debiti non ne hanno fatti , hanno anzi portato ad operazioni come l’acquisto della Pineta, quello della Palazzina Regia con fondi governativi e la transazione con Unipol.


Ora che da oltre un anno il centrodestra (o destra e basta) è tornato alla guida del Comune siamo all’encefalogramma politico completamente piatto.


Invitiamo Marchetti, che tanto sembra tenere a Montecatini, a presentare alla città le sue soluzioni, virando su un approccio politico costruttivo e avremmo piacere ad averlo spettatore del prossimo consiglio comunale in modo che possa vedere come anche dal ruolo di minoranza si possa essere utili alla comunità.


Montecatini Terme in questa fase decisiva per la sua esistenza ha bisogno di soluzioni e di autorevolezza e non di politichetta autodiretta. Oggi più che mai dobbiamo guardate agli uomini e alle donne impegnate in politica e alle loro storie".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: