Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 05:01 - 19/1/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Quello che in apparenza è un problema di oggi , e cioè di questi sacchi rossi che identificano l"APPESTATO" non è cosa nuova . Nei Promessi Sposi , la vedova con figli si raccomando' a Renzo perché .....
BASKET

Oltre ai due punti conquistati, c'è grande soddisfazione in casa Nico Basket per l'esordio della giovanissima Giada Modini, che ha pure realizzato due tiri liberi con la freddezza di un'adulta. Nota negativa invece l'infortunio alla caviglia di Sofia Frustaci, che ci auguriamo non sia grave.

CALCIO

Un pareggio per 1-1 amaro come il fiele, quello rimediato dalla Pistoiese nel confronto casalingo con la Giana Erminio. Ed un'involuzione di gioco che, alla fin fine, appare il dato più sconfortante di un match che rappresenta il punto più basso fra le prestazioni degli arancioni in questo campionato.

CALCIO

La Cf Pistoiese 2016 ha ricevuto il rifiuto da parte della Torres di rinviare la partita di recupero prevista per domenica prossima a Sassari, nonostante avesse offerto agli isolani libertà di scegliere una data anche infrasettimanale.

BASKET

Gli zero punti in classifica di Virtus Cagliari non devono assolutamente trarre in inganno.

CALCIO

La Us Pistoiese 1921 ha il piacere di comunicare che stamattina è stato suggellato l’accordo di sponsorizzazione tra la Pistoiese e la Fabo Spa, leader internazionale della produzione di nastri adesivi, che diventa uno dei principali sponsor del club.

RALLY

Si prospetta un 2021 di grandi manovre e certamente in grado di produrre soddisfazioni per Pavel Group.

BASKET

L’indisponibilità di Botteghi, contrattura per lei, a poche ore dal match, aveva messo in allarme la Nico, anche perché le spezzine sono avversarie di assoluto valore, ma la squadra ha saputo reagire all’ennesima difficoltà e conquistare altri due punti.

CALCIO

Lo stop ai campionati dilettantistici non ha spento l'ardore agonistico degli atleti costretti all'inattività. Ne è la prova Giulio Cipriani, esterno di belle speranze approdato al Montecatini la scorsa estate grazie anche al fiuto del direttore generale Fabrizio Giovannini.

none_o

Esce a gennaio Anima liquida, terzo capitolo del progetto Breaking Book.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di viale Verdi a Montecatini è dedicata a un libro di Alessandro Barbero.

Una cosa è successa,
come esser fuor di testa,
in un paese .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il Sovrano Militare Ordine di Malta rende omaggio all'arte moderna.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
PISTOIA
Pd: "A Pistoia uno dei tassi di raccolta differenziata più bassi di tutta la Toscana"

29/5/2020 - 12:37

Il Pd interviene sulla raccolta  elo smaltimento dei rifiuti.

 

"L’assessore al bilancio Margherita Semplici ha dichiarato che «non possono essere i Comuni a imporre ai propri cittadini continui aumenti di costo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti». Ci farebbe piacere allora sapere chi ha gestito la questione dei rifiuti nel Comune di Pistoia negli ultimi 3 anni: il nostro comune ha uno dei tassi di raccolta differenziata più bassi di tutta la Toscana. Un dato rimasto immobile negli ultimi anni mentre in altri comuni le percentuali miglioravano. D’altronde, è ormai chiaro che per questa giunta il corretto smaltimento dei rifiuti non è una priorità, a differenza di città come Lucca (differenziata superiore all’80%) e Prato (oltre il 70%), che riescono così ad abbattere i costi della Tari per i propri cittadini.


Questa amministrazione ha preferito invece spendere 2 milioni di euro per cassonetti interrati, scavati in quattro diverse posizioni del centro storico, andando a deturpare le bellezze storico-artistiche della nostra Pistoia, oltre che essere di dubbia utilità sul piano del corretto smaltimento. Peraltro, l’onere dei cassonetti ricadrà sulle tasche di noi tutti, da Orsigna a Bottegone, senza alcun miglioramento dal punto di vista della percentuale di rifiuti riciclati e senza reali benefici per la maggior parte della popolazione, visto che ad oggi manca una programmazione riguardante l’intero territorio cittadino.


Scaricare le colpe sulla Regione o sul governo è diventata ormai l’unica attività di questa amministrazione, ma la verità è un’altra: la giunta comunale, che accusa la Regione di non stanziare risorse, ha recentemente bocciato un accordo teso proprio a destinare risorse regionali aggiuntive. Di fatto, si sono anche persi dei finanziamenti. Intanto, i pistoiesi dovranno prepararsi a bollette sempre più salate per pagare interrati che, con tutta probabilità, serviranno solo ad aumentare il degrado.


Noi abbiamo più volte espresso le nostre perplessità sui cassonetti interrati, e soprattutto sulla loro dislocazione in luoghi di fortissima valenza storica e simbolica per la nostra città. Riteniamo che potesse e dovesse esser portata avanti una scelta diversa, coniugando le esigenze di residenti e commercianti, e al tempo stesso conservando inalterata la bellezza di questa nostra città, rispettandone la storia e la memoria. Non è solo una questione di estetica o di funzionalità, è anche una questione di identità".

Fonte: Pd
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




30/5/2020 - 18:04

AUTORE:
karl

Infatti riporto solo un pezzettino del suo intervento : ": i cassonetti interrati sono una soluzione che da anni viene adottata in tutto il mondo civile, anche in città molto più importanti, dalla vicina Firenze a Parigi "
In piazza del Duomo a Firenze non ricordo di aver visto questi osceni cassoni e nemmeno in Signoria, mentre a Pistoia li vedo in piazza duomo . . A qualche metro da una bellissima chiesa del 500 abbiamo decorati il lato sinistro con quattro di quei mostri etc etc ,
Pistoia ? Una metropoli con una situazione paragonabile a Parigi ?
Un ragionamento facile facile : I cassoni sono stati adottati per liberare i vicoletti ed alcuni angoli del centro dal pattume di bar e ristoranti . Per i cittadini c'è il porta a porta che funziona benissimo . Bastava obbligare bar e ristoranti a far la stessa cosa . Come ? Attraverso uso della parte interna degli stessi ed in mancanza affittando un apposito fondo . Per inciso , A montecatini ho visto di questi mostri arrugginiti e abbandonati in pieno centro .
Chissà che fra qualche anno non si leggerà di una spazzaturopoli Pistoiese .

30/5/2020 - 14:51

AUTORE:
Simo

In Valdinievole ci sono comuni di tutti i colori politici, vi opera Alia e la raccolta differenziata porta a porta funziona, i tassi di conferimento salgono pur variando da comune a comune (Montecatini non fa il porta a porta).
Forse, anche a Pistoia, basta solo che le persone la facciano?

30/5/2020 - 6:41

AUTORE:
vincenzo

Che in tre anni la situazione non sia cambiata , sono dati che leggiamo e dobbiamo prendere per buoni . Vengo da un comune con il 25% e senza la raccolta dell'umido .
I cassoni interrati ? Uno scempio in un fazzoletto di una città storica da parte di chi non ha la cultura per capire .
Per il fatto di pensare a "quelli di prima " è ingeneroso .
Chi si propone per amministrare e riesce ad ottenere fiducia dei cittadini , non può dire che la colpa e di quelli di prima . Quelli di prima non dovrebbero tacere per non sentirsi dire che "ma voi" .
Chi comanda sceglie ed ottiene risultati. Chi vince eredita onori ed oneri , altrimenti tutto resta fermo , se va bene , al punto di partenza.

30/5/2020 - 6:31

AUTORE:
federigo tozzi

Pasquino caro , Lucca è per causo un feudo leghista ? Poi invece di controllare sempre i luoghi "civili" e far punto in piazza del Duomo , qualcuno va a giro dove vado io in bici ? Altro che differenziata con parametri del conferimento ai cassonetti . E l'abbandono ? Quale attività di Controllo da parte della Polizia Urbana , avviene ?
Ma di cosa stiamo parlando ? Della Tari o della situazione di degrado ed abbandono di materiali sul territorio ? Nei cassonetti avrebbe dovuto controllare una ditta con una tronfia macchina che girava fra piazza duomo e via cino per farsi vedere . Si è mai disfatto qualche saccone nero nei cassonnnnetti ?
Polemiche politiche ,ma alia lavora e nessuno controlla i cittadini . Sarebbe facilissimo .

29/5/2020 - 16:01

AUTORE:
Pasquino

Eh si, tutto fa brodo, pur di sparare contro all'attuale amministrazione fascista di Pistoia, ora che la campagna elettorale è alle porte. Il PD negli ultimi tempi non ci fa mancare un quasi quotidiano attacco, sia della sezione sia del Tripi, sia da organizzazioni o circoli satelliti. Che si tratti del ponte di Capostrada o della raccolta rifiuti o delle luci natalizie… Per quanto concerne i rifiuti i piddini ben sanno che il servizio viene svolto da ALIA e non da una azienda municipale, che mi sembra ponga a disposizione dei cittadini adeguate possibilità di differenziare, poi se siamo così indietro come dicono la colpa è da attribuire ai cittadini stessi. Oppure ai cinesi che nottetempo ci regalano camionate di scarti tessili? Secondo: la regione Toscana ha una percentuale del 55,5% di differenziata nel 2019, superiore di poco alla media nazionale ma ancora lontana dal 60/70% delle regioni leghiste del nord e dall'obiettivo che dal 2012 si era posta. Bene, da quando esiste è sempre stata feudo PCI/DS/PD o sbaglio? TERZO: i cassonetti interrati sono una soluzione che da anni viene adottata in tutto il mondo civile, anche in città molto più importanti, dalla vicina Firenze a Parigi e mi sembra una soluzione migliore delle sfilate di bidoni multicolori che vediamo ora in vie e vicoli del centro.

29/5/2020 - 15:18

AUTORE:
Mauro

Mi limito a 3 considerazioni che il tempo ci chiarirà:
1 - deturpazione storicità della nostra Pistoia
2 - dubbia utilità sul piano del corretto smaltimento
3 - risparmio sul costo del servizio

Termino focalizzando sul punto 3 ricordando che ogni variazione di tipo di raccolta differenziata messa in campo ormai da diversi anni ha ogni volta procurato un aumento del costo a carico dell' utente.

29/5/2020 - 14:18

AUTORE:
Devis

Della differenziata si parla da anni quindi tutti sanno cos'è. Io sono dell'idea che non conta se è porta a porta o con i cassonetti, ma conta la voglia delle persone a differenziare. Le istituzioni mettono le persone nelle condizioni di poterla fare, se le persone non differenziano non è certo colpa delle amministrazioni

29/5/2020 - 12:53

AUTORE:
Non ha importanza

Ci farebbe piacere allora sapere chi ha gestito la questione dei rifiuti nel Comune di Pistoia negli anni dal 1946 al 2017.

Per gli interrati: daccordissimo, scelta pessima.