Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 02:06 - 06/6/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Il purista Roberto si scandalizza per l'uso sconsiderato della parola c. . . o.
Salvo dizionari datati in cui se ne lamenta un uso volgare sia nel definire l'organo riproduttore maschile , sia nell'uso .....
IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme convegno di trotto del giovedì pomeriggio con sette corse in programma valide per la seconda uscita stagionale.

CALCIO

La società Larcianese comunica di aver raggiunto l’accordo con il l’allenatore che guiderà la squadra nella prossima stagione sportiva.

RALLY

Motori accesi al 1° Virtual Rally Valdinievole e Montalbano. Dal 1° giugno e per tutta la settimana, le strade della provincia di Pistoia saranno proiettate in un confronto che ha richiamato un plateau di partecipanti di assoluto livello. 

BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

none_o

La recensione della settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Matteo Bussola.

none_o

Copit ha presentato, presso la sua sede di Pistoia, il volume “Archivio storico della Ferrovia Alto Pistoiese - Appendice”.

Oggi il popolo decide
col suffragio universale
quale sia la .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
PISTOIA
Bozzaotre (Pd): "Imbarazzato silenzio della destra, Galligani si dimetta anche da consigliere, ruolo di cui è inadatto"

22/5/2020 - 18:15

Dopo le dimissioni del capogruppo di Fratelli d'Italia Lorenzo Galligani registriamo gli interventi di Pd e Rete antifascista. Per primo pubblichiamo le parole di Maurizio Bozzaotre, segretario comunale del Pd.

 

"E’ notizia dell’altro giorno che Lorenzo Galligani si è dimesso da capogruppo di Fratelli d'Italia. Sia chiaro: non può certo bastare. Si tratta di un gesto tardivo e anche dubbio sotto il profilo della sincerità, visto quanto dichiarato al consiglio comunale di tre giorni fa sia dallo stesso Galligani che dal sindaco Tomasi, nell'occasione facente funzioni di capogruppo (sic!). In quella occasione, manco a dirlo, di dimissioni neanche un accenno. Né da parte di Galligani né da altri della sua maggioranza.


In questi ultimi giorni c'è stato un fortissimo moto di indignazione per quanto accaduto nella seduta del consiglio. Una intera città si è indignata, non solo per il post di Galligani ma anche per le parole del sindaco e per la condotta del presidente Gelli, a dir poco discutibile. Hanno espresso pubblicamente la loro condanna esponenti istituzionali di primo piano come la senatrice Caterina Bini, l'assessore regionale Federica Fratoni, il consigliere regionale Marco Niccolai e tantissimi altri.

 

Di contro, un imbarazzato quanto assordante silenzio dei rappresentanti istituzionali della destra. In più, una maggioranza consiliare che perde pezzi in conseguenza della volontà di Tomasi, che ha deciso di spostare ancora di più il baricentro politico della coalizione verso le sponde di una destra che ben poco ha a che fare con la storia e le tradizioni democratiche della nostra città.


Ecco perché queste dimissioni non sono e non possono essere sufficienti. Lo abbiamo detto e lo ribadiamo con forza: Lorenzo Galligani è inadatto a ricoprire il suo ruolo di rappresentante dei cittadini e deve dimettersi da consigliere comunale. Senza altri indugi.


Non è sufficiente che si dimetta dal ruolo politico ma permanga in quello istituzionale, poiché è proprio a livello istituzionale che Pistoia ha subito un danno enorme in termini di immagine e credibilità. Pistoia è la città che pagò un prezzo altissimo alla lotta per la libertà contro l'oppressione e le persecuzioni; la città che è stata capitale della cultura del nostro Paese; la città che da sempre è modello di inclusione e di civiltà. Questa città non merita questa vergogna. Merita ben altro che essere sulle cronache locali e nazionali per frasi o gesti di intolleranza, come purtroppo è accaduto in questi ultimi anni. Questa città merita di riprendersi il posto che ha avuto e che le spetta".

Questo invece l'intervento della Rete Antifascista Pistoiese. 

 

"Lorenzo Galligani ha annunciato le sue dimissioni da capogruppo di Fratelli d’Italia, ma non da consigliere comunale. Un “passo indietro” annunciato in poche righe, con argomentazioni a dir poco deboli, ancora una volta senza traccia di scuse per il contenuto del suo intervento. Come se il problema fossero i toni “provocatori” e non i concetti espressi, l’aver evocato una sorta di pulizia etnica su base razziale, familiare, religiosa.

 

Apprendiamo anche, dallo stesso Galligani, che il sindaco Tomasi avrebbe chiesto fin dal primo momento le sue dimissioni. Peccato allora che lo abbia fatto riservatamente e che in consiglio comunale, di fronte alla città, abbia sminuito la gravità della vicenda, accontentandosi delle presunte scusa sincere che avrebbe raccolto da Galligani in privato.

 

La degna rappresentanza delle istituzioni democratiche di una città Medaglia d’argento al valor militare per la Resistenza non è affare privato di una cerchia di amici. Non ci si può permettere di non dare risposte all’indignazione della città nella sede deputata a farlo, il consiglio comunale, pensando di poter risolvere la questione, in un secondo momento, sostituendo il capogruppo di Fratelli d’Italia (che è affare solo di quel partito) e nella perdurante assenza di una presa di posizione chiara da parte del sindaco.

 

In gioco sono i valori e la dignità della nostra città. Chi siede in consiglio comunale rappresenta Pistoia, e non può sedervi chi ha scritto quelle parole e auspicato lo sterminio di familiari fino al sesto grado di rapitori, mediatori e santoni, appellati come “subumani”, con termini propri dell’ideologia nazista.

 

Per questo come Rete Antifascista Pistoiese, con una posizione comune di tutte le associazioni e i partiti aderenti, chiediamo le immediate dimissioni dal consiglio comunale di Galligani e una presa di posizione pubblica del sindaco Tomasi – che ricordiamo essere anche presidente del Comitato unitario per la difesa delle istituzioni repubblicane – da cui ci attendiamo di sapere se ritiene che chi ha espresso quei concetti, per altro smentiti nella forma e mai nel contenuto, possa continuare a sedere in consiglio comunale e a far parte della sua maggioranza.

 

Invitiamo le associazioni e i partiti che condividono il documento ad aderire alla petizione con la richiesta di dimissioni dal consiglio comunale del Galligani".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: