Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 03:06 - 06/6/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Il purista Roberto si scandalizza per l'uso sconsiderato della parola c. . . o.
Salvo dizionari datati in cui se ne lamenta un uso volgare sia nel definire l'organo riproduttore maschile , sia nell'uso .....
IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme convegno di trotto del giovedì pomeriggio con sette corse in programma valide per la seconda uscita stagionale.

CALCIO

La società Larcianese comunica di aver raggiunto l’accordo con il l’allenatore che guiderà la squadra nella prossima stagione sportiva.

RALLY

Motori accesi al 1° Virtual Rally Valdinievole e Montalbano. Dal 1° giugno e per tutta la settimana, le strade della provincia di Pistoia saranno proiettate in un confronto che ha richiamato un plateau di partecipanti di assoluto livello. 

BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

none_o

La recensione della settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Matteo Bussola.

none_o

Copit ha presentato, presso la sua sede di Pistoia, il volume “Archivio storico della Ferrovia Alto Pistoiese - Appendice”.

Oggi il popolo decide
col suffragio universale
quale sia la .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
none_o
Il sindaco "perdona" Galligani dopo il violento post: "Scuse sincere", niente dimissioni

19/5/2020 - 10:24

PISTOIA - Niente dimissioni da parte del capogruppo di Fratelli d'Italia Lorenzo Galligani. Il dibattito in aula è stato aspro, ma alla fine il sindaco Alessandro Tomasi ha "perdonato" il consigliere e ha accettato le sue scuse. Il post sotto "accusa" (poi rimosso) scritto sui social da Galligani si riferiva alla vicenda Silvia Romano: vi comparivano attacchi alle istituzioni (Conte e Di Maio veivano bollati come "buffoni e maledetti"), si auspicava che i servizi segreti massacrassero i rapitori "come cani rabbiosi, possibilmente insieme ai loro famigliari fino al sesto grado", lasciando poi in vista "le loro carcasse da subumani". Galligani (che da qualche giorno è stato posto sotto tutela dalla Digos) ha provato a giustificarsi dicendo di aver esagerato e di aver scritto in preda alla rabbia. Il sindaco ha sottolineato le "scuse sincere" del consigliere e respinto le richieste di dimissioni avanzate da parte dell'opposizione.

 

Sulla vicenda registriamo l'intervento del gruppo "Libera Pistoia".

 

"Chiediamo le dimissioni del consigliere comunale Lorenzo Galligani, capogruppo di Fratelli d’Italia. Dopo due giorni di dibattito pubblico, comunicati di associazioni e forze politiche in merito al post pubblicato sul proprio profilo facebook dal consigliere comunale Lorenzo Galligani, la discussione in consiglio comunale si è conclusa con un nulla di fatto.


Il consigliere aveva postato considerazioni attinenti alla vicenda di Silvia Romano inaccettabili per la violenza sia dei toni che dei contenuti espressi. Ha tolto il messaggio dopo circa mezz’ora e si è successivamente scusato. Le scuse sono state rinnovare in apertura del consiglio comunale.

 

In consiglio comunale i gruppi di minoranza hanno evidenziato come la gravità delle parole pronunciate sia incompatibile con la carica istituzionale ricoperta e hanno chiesto le dimissioni.

 

I gruppi di maggioranza pur dissociandosi dai toni violenti non hanno messo in discussione l’opportunità delle dimissioni, considerandole tutt’al più un fatto di coscienza personale dell’interessato.

 

Il sindaco infine ha preso le distanze da quanto pubblicato dal suo capogruppo ma ha minimizzato la cosa considerandolo un errore di un momento che non mette in discussione la sua fiducia nei confronti del consigliere. Così il discorso si è chiuso perché non sono stati consentiti ulteriori interventi.


 

Riteniamo che le scuse non bastino, che le parole vergognose di incitamento all’odio e alla violenza siano estranee e contrarie ai valori costituzionali, offensive per le istituzioni e socialmente pericolose, sempre da esecrare ma tanto più incompatibili con un ruolo istituzionale che, come dice la nostra costituzione, deve essere ricoperto con disciplina e onore”. 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




20/5/2020 - 7:53

AUTORE:
vincenzo

sommare errore ad errore .
Cominciando dalle esternazioni come minimo sgangherate , sopra le righe, frutto di un momento di sbandamento .
Sarei propenso a pensare che uccidere fino alla sesta generazione sia un modo di dire , altrimenti avremo fra noi un personaggio che farebbe impallidire Bocassa.
Ancor più grave , perché a bocce ferme, è stata la mancata reazione da parte di chi condivide lo scranno in consiglio ed ha funzioni nella giunta .
Questo è veramente intollerabile e rivela un modo di rapportarsi all'umanità da parte dei nostri amministratori veramente vergognoso .

19/5/2020 - 22:30

AUTORE:
Gabriele

Al di là delle idee politiche di ognuno, mi aspetterei però da chi ricopre cariche pubbliche un certo livello di intelligenza e ragionamento, in ogni sua azione od esternazione, pubblica o privata.

Scrivere un post in preda alla rabbia non ne é sicuramente uno dei migliori esempi.

Chi non ha testa per pensare prima di fare, sembra poco adatto a compiti di una certa rilevanza.

19/5/2020 - 12:10

AUTORE:
vincenzo

SIMILIA CUM SIMILIBUS Che ti volevi aspettare ?