Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 13:10 - 07/10/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Hai perfettamente ragione .
Troppi sono gli ignoranti che non fanno nessuno sforzo per cercare di capire .
È venuto un certo Berlusca che per non andare in galera , ha convinto tutti di votarlo perché .....
BASKET

Mtvb Herons Basket comunica con grande orgoglio di avere raggiunto l’accordo con Grand Hotel Croce di Malta Wellness & Golf.

BASKET

Gema Montecatini è lieta di dare il benvenuto alla guardia del 1997 Filippo Guerra.

ARTI MARZIALI

L'associazione sportiva Fight Gym asd sabato 8 ottobre si occuperà dell'organizzazione di Venator 12 al Palaterme di Montecatini. 

VOLLEY

L'8 ottobre alle ore 19 si terrà presso la sede Conad Store in località Cintolese, dentro la sede del "patron" Giovanna Pazzini, l’evento di inaugurazione e presentazione delle squadre Ctt Monsummano.

ATLETICA

Fine settimana di grande atletica al Campo scuola di Pistoia. Sabato 8 e domenica 9 ottobre l’Atletica Pistoia organizza un evento di notevole fascino: la sessione estiva del Campionato italiano pentathlon lanci Master.

BASKET

Il debutto, come normale, ha riservato luci e ombre per gli Herons.

PODISMO

Ancora un successo per il veterano Alessandro Calzolari (Montecatini Marathon) che si aggiudica la settima edizione della <<Avis Run Montecatini>>.

RALLY

La bandiera a scacchi del 43° Rally Città di Pistoia ha sventolato nel pomeriggio odierno di nuovo in centro città e lo ha fatto insieme a quella del Cile. 

none_o

Sarà inaugurata venerdì 7 ottobre alle ore 17 nelle vetrine e negli spazi espositivi della biblioteca San Giorgio.

none_o

C’è tempo ancora fino a domenica 9 ottobre per visitare “Pistoia Piccola Compostela”.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo di ottobre.

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Bilancia: 23 settembre al 22 ottobre.

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
PISTOIA
Hitachi Rail, Cgil: "Azienda garantisca sicurezza lavoratori", Ugl: "Cercano solo accordo di profitto"

15/4/2020 - 20:21

Nella giornata di ieri si è svolto un nuovo incontro tra la Rsu e la direzione aziendale di Hitachi Rail.

 

Di seguito una nota di Paolo Mattii, Fiom Cgil.

"Preso atto della decisione aziendale di riavviare la produzione nel nostro stabilimento presentando formale deroga al prefetto della nostra città, decisione di cui sia l’azienda che le autorità competenti si assumono la responsabilità, la Rsu a ritenuto utile, per la sicurezza della salute dei lavoratori, confrontarsi con l’azienda al fine di individuare tutte le azioni necessarie a questo scopo.

Seguendo le indicazioni del “Protocollo condiviso Cgil, Cisl ,Uil, governo e associazioni imprenditoriali” del 14 marzo ha analizzato le azioni che l’azienda attuerà (distanza interpersonale tra lavoratori, Dpi, nuove condizioni di lavoro alle singole postazioni etc.) per garantire a tutti la propria salute.

Il confronto è stato lungo e approfondito e ha portato alla condivisione di un verbale di accordo che, a fronte della ripresa dell’attività decisa dall’azienda, ha comunque permesso di affermare che fino al momento del “lock down” saranno presenti in fabbrica una piccolissima parte di lavoratori utili ad organizzare la ripresa vera e propria prevista all’inizio della “Fase 2” che il governo indicherà.

Per la Fiom Cgil è necessario che l’azienda, durante questo periodo di riavvio del lavoro, metta il massimo delle energie/conoscenze e risorse per garantire la salute dei propri dipendenti all’interno dello stabilimento che, quando sarà a pieno regime occupa circa 1400 persone, per cui l’attenzione deve essere di assoluto livello. Tale lavoro continuo deve essere condiviso con la Rsu, la quale, proprio come oggi, deve essere vista come soggetto con cui interloquire e confrontarsi per individuare le corrette procedure per lavorare nei prossimi mesi".

 

Sulla vicenda interviene anche Antonio Vittoria, segretario provinciale Ugl.
"Ieri si è svolto un incontro fra le rappresentanze sindacali e della sicurezza dei lavoratori di Hitachi Rail e l’azienda. Oggetto principale della riunione è stata la proposta di riapertura, pur se modulata, dello stabilimento pistoiese a far data da oggi 15 aprile 2020.
La segreteria della Ugl Metalmeccanici di Pistoia mi ha informato che, stante l’evidente quanto ancora preoccupante stato di emergenza sanitaria tutt’ora in corso sui nostri territori, i nostri delegati Rsu hanno preso atto che l’azienda si è presentata al tavolo con l’intenzione di procedere ad una riapertura “forzata”, ovvero, non propriamente autorizzata ma solo motivata dal fatto che l’ultimo Dpcm, risalente al 10 aprile scorso, menziona un codice ateco 33.17 relativo alla riparazione e manutenzione di materiale ferroviario.
Trattandosi di una attività che non è da considerarsi prevalente al punto tale da giustificare la riapertura di un intero sito, quello di Pistoia, dove perlopiù si costruisce e si collauda, gli stessi hanno ritenuto inopportuno dare il proprio consenso a un accordo che pare esser fatto esclusivamente a scopo di “profitto” e sicuramente poco vicino alle primarie necessità dei lavoratori che, in questo momento, vedono al primo posto la tutela della propria salute.
In questa ottica, come segretario provinciale di Ugl Pistoia, non posso che essere d’accordo con questa scelta che deriva dalle medesime, condivise, valutazioni emerse nei confronti avuti dal sottoscritto con le altre federazioni locali ma anche con le segreterie Ugl delle altre provincie della Toscana.
  
Personalmente vedo con grande preoccupazione il fatto che, in un momento così difficile l’azienda Hitachi Rail, nel pieno di una pandemia che pare ancora non cedere e dar tregua al nostro territorio, immagini di potersi avvalere di una deroga ad un decreto presidenziale, forte di un accordo che porta con sé ancora troppi dubbi e preoccupazioni, non solo da parte nostra, ma da una grande e consistente moltitudine di lavoratori.
Come si fa a riaprire senza aver fatto una sorta di “punto 0”, come chiesto fin dall’inizio dei confronti da Ugl Metalmeccanici, andando quantomeno ad individuare eventuali soggetti asintomatici, prima di far tornare le persone al proprio posto in fabbrica? Non c’è dubbio che l’azienda abbia messo in atto ulteriori accortezze (es. turnazioni, percorsi dedicati, utilizzo DPI, acquisto del Termoscanner, etc.) ma si pensa davvero che in questa fase possa bastare solo questo?
Pertanto il sottoscritto, la Ugl di Pistoia unitamente alla federazione Metalmeccanici locale con i delegati Rsu Uglm che giustamente non hanno firmato, intende fare appello al buonsenso delle istituzioni locali, chiedendo loro di pretendere da Hitachi maggiori cautele o, quantomeno, di attendere il DPCM specifico che terrà conto dei programmi e di tutte le indicazioni prodotte dalla Task Force di specialisti a breve chiamata ad occuparsi della oramai famosa “fase 2” di ripartenza.
La città di Pistoia, che tanto si è adoperata nella battaglia di contenimento dell’epidemia, non si può permettere il rischio di nuovi focolai a causa di scelte troppo avventate. Non osiamo pensare a cosa potrebbe accadere se tutto questo livello di attenzione, ottenuto anche grazie all’impegno dell’intera cittadinanza, venisse meno.
La salute e la sicurezza della persona devono, per noi, andare sempre avanti al profitto e per questo, augurandoci che mai nulla possa accadere, fin d’ora diciamo che saremo sempre e fattivamente, anche legalmente, al fianco di chi dovesse ingiustamente subire danni derivanti da scelte, in questo momento, a nostro parere troppo frettolose".
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: