Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 18:06 - 01/6/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Hai ragione da vendere bibbi.
Sono tutti invidiosi di te, del tuo spirito, delle tue battute comiche.
Te si che fai ridere!!
Un maestro in quest'arte!
Speriamo gli venga la c. . . lla a tutti.
Scusami .....
RALLY

Motori accesi al 1° Virtual Rally Valdinievole e Montalbano. Dal 1° giugno e per tutta la settimana, le strade della provincia di Pistoia saranno proiettate in un confronto che ha richiamato un plateau di partecipanti di assoluto livello. 

BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

BASKET

Pur essendo nell’aria ormai da settimane, la notizia della chiusura anticipata dei campionati è stata una bella botta su un duplice piano: sanitario, poiché ha denotato che la situazione sanitaria anziché migliorare stava peggiorando.

BASKET

È arrivata ieri pomeriggio la notizia che la Lega Basket Femminile ha deciso, come aveva già fatto per i campionati regionali, di procedere con lo stop definitivo dei campionati. È una notizia che ci fa rimanere con l’amaro in bocca, nonostante si comprenda benissimo la gravità della situazioni sanitaria che sta affliggendo l’Italia.

none_o

La recensione della settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Matteo Bussola.

none_o

Copit ha presentato, presso la sua sede di Pistoia, il volume “Archivio storico della Ferrovia Alto Pistoiese - Appendice”.

Oggi il popolo decide
col suffragio universale
quale sia la .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
none_o
Don Biscardi: "Preghiera si faccia in famiglia e basta utilizzi politici di basso profilo"

7/4/2020 - 10:22

PONTE BUGGIANESE - Il parroco di Anchione, don Angelo Biscardi, interviene su Chiesa ed emergenza sanitaria.

 

"Scrivo da prete e docente di teologia, impegnato proprio in un corso sull’eucaristia a futuri presbiteri. Anche io sento la sofferenza di celebrare la messa a porte chiuse. Questa situazione contraddice tutte le mie convinzioni ma questo momento richiede di evitare forzature e riconoscere piuttosto alcuni rischi che corre la vita della Chiesa oggi e in futuro. Faccio riferimento a due frangenti:

 

I) la trasmissione della messa in tv o via internet, che io stesso fornisco per mostrare ai parrocchiani che li penso e li unisco ogni giorno al Signore, presenta un grande limite: si è riportati a vedere la messa come uno spettacolo da guardare, dove tutto è centrato sul sacerdote considerato di fatto come il fulcro della celebrazione. Lo sforzo di questi anni per accompagnare l’intera assemblea a una piena e consapevole partecipazione rischia di essere indebolito.


II) le proposte di apertura pasquale delle liturgie (con i motivi evocati da Davide Rondoni su “La Nazione” del 6 aprile) mostrano una concezione molto parziale della pietà eucaristica.


Mentre stavamo faticosamente cercando di portare a frutto il rinnovamento conciliare (forse è questo il vero bersaglio in alcuni ambienti), c’è il rischio di tornare a un’esperienza della messa distorta, con il sacerdote concepito come distributore di messe, magari tre, cinque, dieci, per piccoli gruppi di persone (si parla di Pasqua quindi di un giorno con una importante affluenza) e per le quali bisogna garantire la sicurezza igienica del mangiare l’ostia.


Celebrare tante messe e frazionare così i gruppi di fedeli rappresenta un danno alla concezione dell’eucaristia perché riporterebbe il tutto a una spiritualità individualista preoccupata solo del fatto che tanti individui possano ricevere la loro particola tralasciando del tutto il senso pieno dell’eucaristia: quello comunitario.


La messa richiede una comunità che possa riunirsi il più possibile in unità intorno all’unico corpo e all’unico calice, considerando anche il futuro che ci aspetta con la carenza di sacerdoti. È questa “l’incarnazione” che richiama la messa: tanti corpi uniti che poi si impegnano a portare nel mondo, in famiglia, in economia, la comunione implicata da questo sacramento, come anche gli ultimi papi sottolineano (non solo papa Francesco).


Bisogna avere la pazienza di reggere in modo maturo questo tempo di prova, accompagnando piuttosto persone e famiglie a recuperare quella vita di fede che viene solitamente delegata alla “Chiesa” con le sue liturgie e i suoi collaboratori: la preghiera in famiglia, l’educazione dei piccoli da parte dei genitori, la lettura della Parola di Dio, la pratica di azioni di vita concreta che incarnino il Vangelo, ecc… Questo è lo sfondo da ricostruire per tornare a celebrare degnamente le nostre messe.


Meglio aspettare che giungano tempi migliori e idee buone che proseguano il percorso postconciliare tamponando ritorni indietro dannosi e che si prestano a utilizzi politici di basso profilo".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




11/4/2020 - 15:55

AUTORE:
Pietro

Si cattolico e "bacchettone" e me ne vanto non mi fai vergognare, mi sento umilmente un credente e peccatore, ma non giudico fallo te che ti senti meglio di me.
Buona e Santa Pasqua.

9/4/2020 - 9:35

AUTORE:
Daniele

Hai mai visto il film POVERI MA BELLI ??

9/4/2020 - 8:30

AUTORE:
vincenzo

Occorre chiedersi sempre del vero significato delle parole .
Per fortuna , a differenza di altre , la nostra lingua è ben codificata e precisa.
Poi come sempre , o per ignoranza o per malafede o peggio per sentito dire , la nostra lingua è bistrattata.
Nella vita tutto è politica , naturalmente se in buona fede , questo è ricchezza.
Generalmente pensiamo alla politica dei "politicanti" e cioè di coloro i quali determinano scelte di cui noi abbiamo investiti tramite il voto .
Questo è un falso concetto .
Politica è la nostra scelta dei rappresentanti , del nostro modo di esternare i nostri pensieri e convincimenti mettendo a parte gli altri . Politica sono le nostre scelte . Politica è il diritto , nessuno escluso .
Tutto questo si chiama libertà.
Solo insegnamenti e quindi esternazioni contrarie alle leggi , possono essere proibiti .
Quindi starei attento a Casapound , a Forza Nuova ed ai nipotini della RSI che a Pistoia esprimono un sindaco e lascerei stare i Sacerdoti che non mi sembra sovvertano l'ordine perché non accolgono al momento i fedeli alla messa in chiesa.

8/4/2020 - 20:13

AUTORE:
matteo

I veri parroci non fanno politica,poi si meravigliano che la gente si allontana dalla Chiesa,intervenga il Vescovo se e' una persona seria.

8/4/2020 - 17:54

AUTORE:
vincenzo

Sei veramente da compatire .
Il Sacrificio della Messa , è per i fedeli che desiderano parteciparvi . In questo momento in cui tutti noi siamo "ristretti" nel tentativo di arginare questo morbo , a partire dal Papa e dai vescovi ed infine dai parroci , ha stabilito che sia pericoloso per la salute fisica dei fedeli , partecipare alla messa in chiesa.
Ricordo come da tempi immemorabili , quando veniva trasmessa la messa per radio , si riteneva valida per gli ammalati e per tutti quelli che non si potevano muovere .
Non so se la messa quotidiana del Pontefice a Santa Marta ogni mattina alle 7 sulla Rai sia valida , ma non mi stupirei . Senz'altro di conforto per i credenti certamente .

8/4/2020 - 14:37

AUTORE:
Pietro

Ha risposto ma io non detto quello che ha risposto, io non voglio i Preti in chiusa e sottomessi, anzi. Quello che mi preme sottolineare è che i Sacerdoti non sono li per far politica ma per pensare alla S. Chiesa, governare e insegnare la Dottrina dei S. Vangeli, non la politica.
Anche perché prima della politica, ci sono i tanti problemi interni da risolvere.

8/4/2020 - 10:04

AUTORE:
vincenzo

Questo vecchio discorso di voler imporre ai sacerdoti l'impossibilità di aprir bocca fuori di chiesa . Per Forza Nuova anche in chiesa (ortodossia del sacerdote durante la messa a Vicofaro)
Ben altri potrebbero essere gli appunti nei confronti di Santa Romana Chiesa , ma non quelli di chi apre bocca e lasciano andare . Capito LORIS &C.

8/4/2020 - 8:05

AUTORE:
don Angelo

I soliti leoni da tastiera che nemmeno hanno letto il contenuto (o forse non lo hanno capito) dato che si parlava di questioni liturgiche e rispondeva a un articolo de La Nazione, non a un politico. Bello poi vedere anche che l'unica risposta di fronte a certi argomenti è di accusare di essere "compagni". In ultimo, al "cattolico" ricordo che proprio i documenti cattolici dicono che il sacerdote non è solo quello che sta in chiesa e dice le messe. Ha anche compito di governare e insegnare. Chissà come mai proprio qualche cattolico vorrebbe i preti chiusi nelle chiese a dire messe, innocui e sottomessi ai capricci di tutti.

8/4/2020 - 7:47

AUTORE:
Daniele

fedele kompagno del signor din don dan di Vicof.
Altro prete a cui piace farsi brutta pubblicità.
Con questi signori le chiese si svuotano.

8/4/2020 - 3:20

AUTORE:
la via del buon senso

Grande merito alle parole espresse del Prete Teologo del suddetto articolo.
Ciò che afferma porta ad una analisi profonda su tutto quello che ci circonda, la riflessione che emerge mette bene in luce il significato escatologico del suo "settore" e non solo.
Tutti noi ,dovremmo impegnarci a seguire tali insegnamenti contenenti logica, imparzialità e coerenza ,se vogliamo percorrere le vie maestre del buon vivere

7/4/2020 - 20:49

AUTORE:
Stalin

SALVINI ERETICO, in tempo di inquisizione sarebbe stato condannato

7/4/2020 - 20:14

AUTORE:
LORIS

Compagno Don Angelo "Moralista"pensi a dire le messe e lasci stare la politica.

7/4/2020 - 20:04

AUTORE:
vincenzo

speriamo solo nel virus , che scansi le persone dabbene .... e per il resto ? Vinca il migliore .
Per la preghiera ? D'accordissimo .
Anche Salvini , parla di religione e fa il tifo per il papa emerito (vedi foto con maglietta) . Virus , sei tutti noi !

7/4/2020 - 19:15

AUTORE:
Pietro

Sbagliato.Perché vi siete messi in testa di fare politica, pensate alla S. Chiesa, le scelte politiche lasciatele agli interpreti della politica.

7/4/2020 - 14:53

AUTORE:
Matteo

C'è a chi piace masticare la bistecca e a chi piace masticare il capitone.

7/4/2020 - 13:56

AUTORE:
Dalla Pieve

Rilassati zorrino e per qualche giorno cerca di non pensare al tuo amore per Matteo.

7/4/2020 - 10:51

AUTORE:
Libero

Hai capito Salvini? Basta bieche strumentalizzazioni politiche!