Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 12:06 - 05/6/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Il purista Roberto si scandalizza per l'uso sconsiderato della parola c. . . o.
Salvo dizionari datati in cui se ne lamenta un uso volgare sia nel definire l'organo riproduttore maschile , sia nell'uso .....
IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme convegno di trotto del giovedì pomeriggio con sette corse in programma valide per la seconda uscita stagionale.

CALCIO

La società Larcianese comunica di aver raggiunto l’accordo con il l’allenatore che guiderà la squadra nella prossima stagione sportiva.

RALLY

Motori accesi al 1° Virtual Rally Valdinievole e Montalbano. Dal 1° giugno e per tutta la settimana, le strade della provincia di Pistoia saranno proiettate in un confronto che ha richiamato un plateau di partecipanti di assoluto livello. 

BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

none_o

La recensione della settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Matteo Bussola.

none_o

Copit ha presentato, presso la sua sede di Pistoia, il volume “Archivio storico della Ferrovia Alto Pistoiese - Appendice”.

Oggi il popolo decide
col suffragio universale
quale sia la .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
PROVINCIA
Salgono a 250 i nuovi casi nella Asl Toscana Centro, 16 in provincia di Pistoia

2/4/2020 - 23:31

Sono 250 i nuovi casi positivi nei territori dell’Ausl Toscana Centro.

Nelle ultime 24 ore oggi risultano 4 decessi nei territori dell’Ausl Toscana Centro (3 nella provincia di Firenze ed 1 nella provincia di Pistoia).

Di seguito i dettagli dei nuovi casi positivi suddivisi per provincia (la Asl non fornisce oggi ulteriori dettagli). 

196 casi in provincia di Firenze (149 donne e 47 uomini), di cui 32 ricoverati e 164 in quarantena nel proprio domicilio 
 
25 casi in provincia di Prato (21 donne e 4 uomini), di cui 1 ricoverato e 24 in quarantena nel proprio domicilio
 
11 in provincia di Pisa (6 donne e 5 uomini), di cui 1 ricoverato e 10 in quarantena nel proprio domicilio
 
17 casi in provincia di Pistoia (12 donne e 5 uomini) , di cui 6 ricoverati e 11 in quarantena nel proprio domicilio
 
1 caso (uomo)  nella provincia di Bologna ricoverato in provincia di Firenze
 
A breve, conclusa l’indagine epidemiologica per individuare i contatti stretti dei singoli soggetti contagiati, saranno informate adeguatamente le autorità territoriali.
 
I numeri fotografano la situazione dell’Asl Toscana centro aggiornata alle ore 18 di oggi e sono forniti in conformità con la recente comunicazione del Garante per la protezione dei dati personali.

 

AGGIORNAMENTO

Ieri sono stati rilevati 250 casi positivi nei territori dell'Ausl Toscana Centro. Di seguito i dettagli suddivisi per provincia. Per quanto riguarda la Provincia di Firenze, i dati sono ulteriormente suddivisi nella zona empolese valdarno inferiore.

 

208 casi in provincia di Firenze, di cui 16 nella zona dell’Empolese Valdarno inferiore.  

Di seguito il numero dei casi positivi nei rispettivi comuni. 

 

Firenze: 47

Bagno a Ripoli: 87

Borgo San Lorenzo: 2

Calenzano: 1

Campi Bisenzio: 1

Dicomano: 11

Greve in Chianti: 1

San Godenzo: 9

Scandicci: 3

Sesto fiorentino: 4

Signa: 18

Pelago:3

Pontassieve: 4

Vicchio: 3

Totale ricoverati: 32

Totale in quarantena nel proprio domicilio: 160

 

Fucecchio: 1

Montelupo: 4

San Miniato 11

Totale ricoverati: 2

Totale in quarantena nel proprio domicilio: 14


Altre regioni: 1 caso ricoverato in provincia di Firenze

 

25 casi in provincia di Prato, di cui 1 ricoverato e 24 in quarantena nel proprio domicilio

Prato: 1

Carmignano: 24

 

16 casi in provincia di Pistoia, di cui 6 ricoverati e 10 in quarantena nel proprio domicilio

Pistoia: 13

Agliana: 1

Pescia: 2

Fonte: Asl
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




4/4/2020 - 5:20

AUTORE:
vincenzo

DISSENTO

Quando poi uno viene a conoscenza che nel proprio comune sono stati rilevati un certo numero di casi , come agisce ?
Primo : si trasferisce in altro comune ? IMPOSSIBILE !
Secondo : si chiude in casa terrorizzato e viaggia con la bacinella di acqua e aceto per il resto del supermercato (leggere prego i Promessi Sposi)
Cade in depressione ?
Oppure risolve il problema suicidandosi .
In un esercito , i soldati devono solo ubbidire , altrimenti non funziona niente .
Ai soldati si danno notizie ESSENZIALI E NON sull'entità dell'esercito nemico , né LA DISLOCAZIONE O ALTRO . .
Si devono dare ordini precisi e si devono eseguire gli ordini .
Qui magari vediamo esperti , falsi esperti, scienziati e falsi scienziati che ogni giorno aggiungono o tolgono prescrizioni .
L'elenco per comune è utilissimo per gli addetti e pernicioso per i cittadini .
Questo è il momento di ubbidire e BASTA.

3/4/2020 - 21:43

AUTORE:
Contadinaccio

Signori secondo puo' essere giusto omettere nome e cognome dei nuovi contagiati ma è "importante" indicare i rispettivi comuni di appartenenza, come è stato fatto nell'aggiornamento!

3/4/2020 - 13:30

AUTORE:
la via del buon senso

Che dire, ottima disamina da parte di Maya, (uno su un milione di persone che ragiona ogni tanto si trova anche su internet)

Esistono fior fiori di universita', studi,analisi, trattati,libri, saggi e scienziati che usano metodi statistici professionali avanzati, con cui si potrebbe approcciarsi al problema con ben altri risultati...
.ma sembra che siamo ancora al buon vecchio abaco e all' 1 + 1 che fa due.

O ci sono o ci fanno questo è il quesito....

3/4/2020 - 11:30

AUTORE:
vincenzo

In questo momento la bulimia di notizie comporta un grosso rischio per il cittadino . Non capirci più niente e finire o collo spegnere la Tv , oppure ancorarsi ai propri pregiudizi .
Ma è poi utile conoscere se il nostro vicino di casa è un possibile untore involontario ?
In questo momento vale sopratutto la vecchissima battuta :

Babbo , la nonna è cattiva stasera ! Zitto Pierino e mangia!

Tutti in casa , disciplinati in attesa che chi deve faccia il possibile . Quello che viene comunicato basta e avanza per chi vuol capire . Per quelli "bravi" , stiamo provando con i Carabinieri ma dubito ci riusciremo .

Meno chiacchiere e solo fatti .

3/4/2020 - 11:12

AUTORE:
Devis

Buongiorno Maya. Io, al contrario di te, mi sono sempre stupito del contrario: l'aver dato informazioni abbastanza dettagliate sui pazienti. Lo stato di salute è una di quelle cose che rientra nei "dati sensibili" e, in base alla normativa europea di qualche anno fa, è reato penale divulgare certi dati. Credo che abbiano fatto marcia indietro proprio per questo. Ma le autorità sanitarie sicuramente avranno tutti i dati, con relativa autorizzazione al trattamento del paziente o di un familiare, per poter portare avanti la ricerca.

3/4/2020 - 10:14

AUTORE:
Maya

“La scienza è fatta di dati come una casa è fatta di pietre: ma un ammasso di dati non è scienza più di quanto un mucchio di pietre sia una vera casa” (Henri Poincarè)

Un principio quanto mai valido in questi giorni dove la raccolta di dati sullo stato di salute di una intera popolazione diventa strategico ai fini della sconfitta della pandemia che stiamo vivendo. Possedere una banca dati precisa nella qualità del dato ed estesa nei numeri demografici, significa gettare le basi di una ricerca scientifica che aiuti i chi di dovere a prendere le giuste decisioni ed i cittadini ad essere giustamente informati.

Questo bollettino dell’Asl, per la prima volta, omette i dati di residenza delle persone positive, impedendo di fatto ai cittadini di conoscere lo sviluppo dell'epidemia in base alle diverse aree geografiche. Da altre testate on line leggo che l'ufficio stampa dell'Asl “intima ai sindaci di non diffondere più i nominativi e i dettagli dei decessi e alla stampa viene fatta richiesta di rispettare i requisiti dell’essenzialità delle notizie fornite astenendosi di riportare i dati personali dei malati che non rivestono ruoli pubblici per questi ultimo nella misura in cui la conoscenza della positività assuma rilievo in ragione del ruolo svolto.”

Ecco, questa mi sembra una cosa preoccupante, che lascia spazio a tutta una serie di varie interpretazioni, sulle quali ovviamente mi astengo, ma che di certo non mi tranquillizza sull'evolversi di questa situazione, facendo velatamente intendere che sia meglio non diffondere notizie, forse, chissà, per celare la reale gravità del momento, che sia meglio tenere nascosta ai cittadini.