Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 23:06 - 06/6/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Il purista Roberto si scandalizza per l'uso sconsiderato della parola c. . . o.
Salvo dizionari datati in cui se ne lamenta un uso volgare sia nel definire l'organo riproduttore maschile , sia nell'uso .....
IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme convegno di trotto del giovedì pomeriggio con sette corse in programma valide per la seconda uscita stagionale.

CALCIO

La società Larcianese comunica di aver raggiunto l’accordo con il l’allenatore che guiderà la squadra nella prossima stagione sportiva.

RALLY

Motori accesi al 1° Virtual Rally Valdinievole e Montalbano. Dal 1° giugno e per tutta la settimana, le strade della provincia di Pistoia saranno proiettate in un confronto che ha richiamato un plateau di partecipanti di assoluto livello. 

BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Piere Lemaitre.

none_o

La recensione della settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Matteo Bussola.

Oggi il popolo decide
col suffragio universale
quale sia la .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
PROVINCIA
Legna, cippato e pellet, nessun divieto di vendita ai privati: Cia chiarisce per aziende e consumatori

27/3/2020 - 18:27

Nessun divieto di vendita di legna da ardere, pellet e cippato a privati cittadini. Lo precisa la Cia Toscana Centro, facendo chiarezza fra i consumatori ma anche fra le aziende agroforestali.
 
«Dopo notizie di errata interpretazione uscite su alcuni media – precisa Sandro Orlandini, presidente Cia Toscana Centro – è doveroso chiarire che, in base ai vari decreti per l’emergenza sanitaria Coronavirus, tutti i servizi energetici sono e restano garantiti anche per il privato cittadino. Si tratta di un’economia importante per la provincia di Pistoia, con tante imprese agroforestali che sono impegnate quotidianamente nella produzione di biocombustibili, garantendo servizi importanti alle famiglie, anche in questo periodo di emergenza, con il riscaldamento con stufe e caminetti». 
 
Il Dpcm 22 marzo disciplina infatti la sospensione delle “attività produttive industriali e commerciali”, dove con “commerciali” e in riferimento alla filiera legno-energia si intende principalmente la vendita all’ingrosso.
 
«Ma per quanto riguarda la vendita al dettaglio ai consumatori privati – spiega Carlo Franceschi, referente Aiel (Associazione italiana energie agroforestali) per il Centro Italia – resta valido quanto disposto da un diverso e precedente decreto, il Dpcm 11 marzo, che all’allegato 1 consente la prosecuzione del “commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento”. Per cui non ci sono dubbi interpretativi e possiamo così tranquillizzare le molte aziende agroforestali pistoiesi che nulla è cambiato».
 
Intanto sul sito di Aiel (www.aielenergia.it) è disponibile un approfondimento sul Dpcm del 22 marzo, utile per fornire alle aziende della filiera legno-energia un supporto utile a comprendere quali attività debbano intendersi sospese per effetto del decreto, con particolare riferimento a quelle di fornitura di biocombustibili legnosi e filiere connesse, incluse le operazioni di produzione di detti combustibili nonché le attività selvicolturali.

 

Sulla stessa vicenda intervengono anche Marco Niccolai (Pd) e - nell'allegato Pdf qua sotto - il gruppo "Cambiamo con Toti".
«Il nuovo decreto - spiega Marco Niccolai, consigliere regionale del Pd e componente della Commissione Agricoltura - rende possibile la vendita soltanto ai clienti professionali e quindi le aziende forestali non possono accogliere gli ordini dei cittadini, in particolare delle zone montane. E questo ovviamente sta creando molti disagi. Questa mattina quindi, visto che il nuovo termine per le comunicazioni delle attività che non vengono sospese è stato spostato al 28 marzo, ho contattato la Prefettura per porre questo problema.
Al netto delle insindacabili valutazioni che la prefettura farà nell'interpretazione del Dpcm, penso che le aziende che forniscono a privati legna da ardere e cippato possano, qualora siano in grado di dimostrare che esso si presenta come una servizio essenziale nei territori di loro di riferimento per i cittadini, inviare entro il 28 marzo la dichiarazione. Qualora non ve ne siano i presupposti riceveranno una risposta espressa e dunque potranno togliersi ogni dubbio rispetto alla possibilità o meno di svolgere l'attività. È un piccolo spiraglio ma che penso sia importante sfruttare per affrontare e chiarire in modo definitivo un problema molto sentito.»


 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




28/3/2020 - 2:16

AUTORE:
Sport

Ma la legna e affini sono di primaria utilità per chi non ha altri metodi di riscaldamento e quindi non rientrano tra i generi di prima necessità? Mi sembrerebbe ovvio.