Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 03:07 - 15/7/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

RALLY

E' pronto ad accendere i motori della Skoda Fabia R5, Thomas Paperini. Il pilota pistoiese, atteso al debutto sulla vettura, sarà parte integrante della Coppa Città di Lucca.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme sabato in notturna con una riunione di corse interamente riservata ai gentlemen.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme giovedì sera molto interessante nonché primo appuntamento della nuova settimana di luglio al Sesana di Montecatini, arricchito dalla presenza dei primi tre driver della classifica nazionale.

BASKET

Il Social Camp, rivolto a ragazzi e ragazze amanti della pallacanestro, si terràdal 13 al 27 luglio e coinvolgerà giocatori professionisti e personalità del mondo della palla a spicchi pronti ad animare un intenso palinsesto online di allenamenti, lezioni pratiche e consigli per migliorare la propria tecnica.

BASKET

La pallacanestro ha ripreso a scaldare i motori anche negli Stati Uniti. Aspettando che riprenda la stagione Nba, a partire dallo scorso 4 luglio è partita la manifestazione “The Basketball Tournament”.

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare di aver prolungato l'accordo in essere con l'atleta Carl Anton Delroy Wheatle.

LARCIANO

Un ritorno all’agonismo che ha assecondato le aspettative, quello che ha interessato la scuderia Jolly Racing Team sulle strade del Rally Internazionale Casentino, appuntamento salito alla ribalta delle cronache sportive nazionali nelle vesti di prima gara a calendario dopo lo stop imposto a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

BOCCE

Decisioni federali che fanno piacere alla Bocciofila Montecatini Avis.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Valentina Petri.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un finalista del Premio Strega.

Quando c’è la Luna nel suo quarto
e la campagna avvolta nella .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

La vittoria doveva essere scontata per Firenze, ma non andò così.

FILIATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il francobollo in ricordo Amato, il giudice che scoprì le trame eversive dell'estrema destra

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
PESCIA
Da Giurlani un appello al governo: "Ci vuole un intervento economico vero o collassa tutto"

26/3/2020 - 14:44

Il sindaco Oreste Giurlani è impegnato come tanti altri in prima linea dai primi momenti in questa emergenza sanitaria, un’attività continua che lo ha portato ad ascoltare praticamente tutti i cittadini e le aziende del territorio.

A seguito di questo impegno costante, Giurlani invita il governo, tramite i suoi rappresentanti territoriali, a un vero cambio di passo che riguarda la situazione economica del paese intero e quindi anche del territorio che il sindaco amministra.


“Ascoltando l’audizione alla Camera di Conte, per l’ennesima volta ho avuto la sensazione che si stia lavorando bene per il contenimento del contagio, ma che le misure economiche prese fino a oggi siano assolutamente insufficienti e stiano creando un malumore crescente nella popolazione, per usare un eufemismo. Prima che ci sia una rivolta e che la gente si senta abbandonata, ci vogliono provvedimenti seri e decisi, necessari in questo drammatico momento”.

“Quando vediamo che gli Stati Uniti buttano sul piatto 750 miliardi di dollari, la Germania 550 miliardi di euro e l’Italia 25 miliardi di euro, è chiaro che qualcosa non quadra - continua il primo cittadino -. Da parte nostra, come amministrazione comunale, stiamo varando un piano di sospensione delle tasse, tariffe per i servizi a domanda individuale come mense, trasporti scolastici e asili, rateizzazioni in corso per i pagamenti verso l’ente. C’è però bisogno ancora di più, di intervenire sulle vere problematiche delle famiglie e delle aziende.

Per questo chiedo che il governo da subito sospenda per almeno 4 mesi ogni tipo di pagamento, ogni tipo di tassa, le bollette per i servizi di acqua, luce, gas, gli affitti, le rate dei mutui e ogni pendenza con le agenzie delle entrate. 

Ci vuole - conclude Oreste Giurlani - una iniezione di liquidità per le aziende e per tutti i dipendenti l’attivazione di una cassa integrazione adeguata. Per le nostre aziende commerciali, turistiche, florovivaistiche, ma in generale per tutti. Una manovra lungimirante che abbia effetti paragonabili a quelli che produsse il piano Marshall del dopoguerra, che orientò la ricostruzione del paese in modo intelligente e efficace tanto da lanciare il momento economico migliore della storia del paese, il miracolo italiano degli anni 60 che ha creato la moderna impalcatura economica e sociale che ancora oggi sorregge la nostra vita.

Per questo il governo e gli altri organi di vertice devono ascoltare i sindaci, che sono certamente al corrente delle reali condizioni del paese. Ce n’è bisogno, ora”.

 

Foto Aerre

Fonte: Stampa Giurlani
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




28/3/2020 - 21:12

AUTORE:
Riccardo Francioni

A mio avviso confrontando i 25 mdl dell'Italia con i 550 mld della Germania stiamo confondendo "le mele con le pere".
Per chiarire, i 550 mld sono di una natura diversa rispetto ai 25 mld.
I 550 mld sono i volumi di garanzie di credito che può essere garantito in Germania in conseguenza delle decisioni del governo.
Quando si garantisce "qualcosa" non è che la Germania ci mette 550 mld, mette molto meno e c'è un effetto leva che ti garantisce un importo molto più grande.
L'Italia ha fatto lo stesso, il Ministro Gualtieri ha detto che i mld stanziati per questa operazione (salvo errori 25 mld) valgono 350 mld.
Pertanto il confronto è fra 350 mld e 550 mld.
È vero che la Germania ci ha messo di più ma ha una economia più grande della nostra.