Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 23:02 - 22/2/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Io scrivo a Bibi e risponde Vincenzo.
Strano vero?
Sei proprio irrecuperabile .
RALLY

Sarà parte integrante di uno dei contesti più esclusivi del panorama rallistico “terraiolo” la scuderia Jolly Racing Team, impegnata - nel fine settimana - sui fondi del Rally Val d’Orcia.

RALLY

E’ un resoconto altamente soddisfacente, quello analizzato da Jolly Racing Team a margine della partecipazione dei propri portacolori all’Adria Rally Show, confronto che ha interessato il sodalizio valdinievolino sull’asfalto dell’Adria International Raceway, nel fine settimana. 

TIRO A SEGNO

Al poligono del Tiro a segno nazionale sezione di Carrara è andata in scena nei primi tre fine settimana di febbraio la 1a gara regionale federale del 2020.

BOXE

Il folto programma dilettantistico vedeva impegnato, all’esordio nella categoria Élite (i più bravi senza caschetto) il forte e talentoso pugile di Borgo a Buggiano Miguel Bachi.

HOCKEY

Pistoia mantiene i suoi ottimi standard e nella giornata finale del Campionato nazionale di Hockey Indoor di A2

BASKET

La Gioielleria Mancini arriva da quattro sconfitte consecutive, la partita contro Ghezzano è quindi fondamentale per restare attaccati al treno play-off. 

TAEKWONDO

Due medaglie di bronzo e belle prestazioni per 6 giovani atleti (categoria cadetti) dell'Asd Taekwondo Attitude di Borgo a Buggiano alla sesta edizione dell'Insubria Cup, kermesse internazionale svolta al Pala Yamamay di Busto Arsizio (Varese).

RALLY

Una stagione sportiva da protagonista, a garantire risultati che - nel 2019 - hanno elevato la struttura ai vertici nazionali.

none_o

La recensione dci questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Gian Arturo Ferrari.

none_o

In mostra a Collodi le opere della pittrice milanese Veronica Menghi e dello scultore di Carrara, Francesco Siani.

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Azienda di trasporto cavalli con sede operativa in Altopascio .....
Cerco elettricista x piccolo lavoro di manutenzione citofono .....
PESCIA
Da Pescia a Prato e poi in tutti gli ospedali dell’Azienda Usl il reparto ad alta intensità di cura di area medica

12/2/2020 - 20:28

“L’istituzione di una sola Azienda sanitaria ha significato soprattutto estendere le esperienze positive di un ospedale anche agli altri e il modello ad alta intensità assistenziale di area medica, sperimentato negli anni all’ospedale di Pescia, è uno degli esempi più appropriato”, lo ha affermato Grazia Panigada, direttore dell’area medica aziendale e della unità di medicina complessa del S.S. Cosma alla IV conferenza del dipartimento delle specialistiche mediche che si è svolta nei giorni scorsi a Prato.

 

All’ospedale di Pescia, diretto da Sara Melani, infatti, da anni, è in atto la sperimentazione del modello di reparto ad alta intensità di cura in un setting di area medica Un reparto che accoglie direttamente dal pronto soccorso, ma anche dagli altri reparti ospedalieri, i pazienti con problematiche mediche che presentano elevata complessità ed alta instabilità e quindi la richiesta di costante monitoraggio clinico. Il reparto non è una terapia intensiva, né una sub intensiva che sono dedicati invece a pazienti ancora più instabili.
 
I pazienti ricoverati in alta intensità sono affetti da ictus cerebrale, sepsi, insufficienza respiratoria, scompenso cardiaco, ma anche pancreatite acuta e insufficienza renale ed altre patologie che necessitano di una più stretta vigilanza. Sono assegnati principalmente alla medicina interna, ma possono essere seguiti anche dalle altre specialistiche quali la neurologia, la pneumologia, la gastroenterologia, la nefrologia, la cardiologia secondo la patologia prevalente e le diverse realtà locali ed è comunque sempre possibile una cogestione multi specialistica. 
 
Fondamentale è il ruolo del team infermieristico altamente specializzato che consente una monitorizzazione 24 ore su 24 dei malati, attivando nei casi dovuti il medico che ha in carico il paziente. 
 
“Al S.S. Cosma e Damiano ormai da tempo questa tipologia di pazienti, accuratamente selezionata, è tutta riunita nel setting di cura ad alta intensità clinica, con posti letto dedicati in area medica a gestione principalmente internistica, ma quando necessario anche dalle altre specialistiche con un unica équipe infermieristica adeguatamente formata”, ha spiegato la dottoressa Panigada.
 
“Al Santo Stefano di Prato – ha aggiunto il direttore del dipartimento delle specialistiche mediche, Giancarlo Landini- il ‘modello Pescia’ è stato ulteriormente sviluppato: supporti tecnologici ed informatici, in grado di rilevare anche minimi cambiamenti del paziente, avvisano a distanza gli infermieri, ed in particolare quando lo stato clinico del paziente si aggrava. E’ in assoluto il primo Ospedale in Toscana ad aver attivato questo tipo di assistenza: via, via il progetto supportato dalla tecnologia ora sarà esteso a tutti i nostri presidi ospedalieri, compreso quello di Pescia, che sarà implementato dal sistema informatico”. 
 
I letti del SS Cosma e Damiano di area medica riservati al setting di cura ad alta intensità sono 10 su un totale di 84 dedicati all’area medica. L’équipe medica e infermieristica sono continuamente aggiornate sulle modalità di gestione delle più rilevanti patologie e sono attive strumentazioni per il monitoraggio multiparametrico, la ventilazione non invasiva , l’ecografia al letto del paziente.

Fonte: Asl
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: