Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 11:02 - 23/2/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Daniele , sei talmente inadeguato , che il tuo massimo sono queste sciocche asserzioni .
RALLY

Sarà parte integrante di uno dei contesti più esclusivi del panorama rallistico “terraiolo” la scuderia Jolly Racing Team, impegnata - nel fine settimana - sui fondi del Rally Val d’Orcia.

RALLY

E’ un resoconto altamente soddisfacente, quello analizzato da Jolly Racing Team a margine della partecipazione dei propri portacolori all’Adria Rally Show, confronto che ha interessato il sodalizio valdinievolino sull’asfalto dell’Adria International Raceway, nel fine settimana. 

TIRO A SEGNO

Al poligono del Tiro a segno nazionale sezione di Carrara è andata in scena nei primi tre fine settimana di febbraio la 1a gara regionale federale del 2020.

BOXE

Il folto programma dilettantistico vedeva impegnato, all’esordio nella categoria Élite (i più bravi senza caschetto) il forte e talentoso pugile di Borgo a Buggiano Miguel Bachi.

HOCKEY

Pistoia mantiene i suoi ottimi standard e nella giornata finale del Campionato nazionale di Hockey Indoor di A2

BASKET

La Gioielleria Mancini arriva da quattro sconfitte consecutive, la partita contro Ghezzano è quindi fondamentale per restare attaccati al treno play-off. 

TAEKWONDO

Due medaglie di bronzo e belle prestazioni per 6 giovani atleti (categoria cadetti) dell'Asd Taekwondo Attitude di Borgo a Buggiano alla sesta edizione dell'Insubria Cup, kermesse internazionale svolta al Pala Yamamay di Busto Arsizio (Varese).

RALLY

Una stagione sportiva da protagonista, a garantire risultati che - nel 2019 - hanno elevato la struttura ai vertici nazionali.

none_o

La recensione dci questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Gian Arturo Ferrari.

none_o

In mostra a Collodi le opere della pittrice milanese Veronica Menghi e dello scultore di Carrara, Francesco Siani.

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Azienda di trasporto cavalli con sede operativa in Altopascio .....
Cerco elettricista x piccolo lavoro di manutenzione citofono .....
none_o
"Aspetto da dicembre cure in ospedale per mia figlia", Asl: "Terapia tra pochi giorni"

29/1/2020 - 12:13

PISTOIA - Andrea Brachi, segretario provinciale Spi Cgil, interviene su un caso che lui definisce di "malasanità".

 

"Quello che potete leggere sotto è il messaggio che una nostra volontaria mi ha inviato ieri. E' una delle nostre volontarie più brave e disponibili e che mai si lascia andare a lamentele eccessive e a esagerazioni. 

 

Sua figlia ha 37 anni. Non ho neanche la forza, non ho più quasi la voglia di continuare a denunciare situazioni come queste. Mi domando spesso che dovremmo fare come Spi Cgil. Da anni denunciamo i ritardi, la cattiva organizzazione, la mancanza di personale e di risorse. Non neghiamo, non lo abbiamo mai fatto, che il sistema sanitario pubblico in Toscana è ancora oggi uno dei migliori del nostro Paese, ha anche eccellenze non indifferenti, senza dimenticare la professionalità e l'impegno dei dipendenti che molte volte, anche con sacrificio, fanno fronte a questa non facile situazione. Ma ormai da troppo tempo i problemi aumentano e i disagi per i pazienti e familiari si aggravano.

 

Chi renderà a questa nostra iscritta, a sua figlia i giorni, i mesi di tensioni, di ritardi nella terapia, di solitudine? Di fronte a queste situazioni monta la rabbia, la delusione e l'amarezza.

 

Se non bastasse, tanto per dirne un'altra, un nostro iscritto sta aspettando dall'11 dicembre una risposta istologica. Devo dire che non si vive molto tranquillamente in questa lunga attesa.

 

A noi spetta il compito di accendere i riflettori sul "bicchiere mezzo vuoto" della sanità pubblica. Qui ci sono i drammi, le solitudini, la disperazione che molti nostri concittadini sono costretrti a subire. Non smetteremo mai di ricordarlo.

Questo il testo della lettera scritta dalla iscritta alla Cgil.

 

"Mi trovo in una situazione di mala sanità. Come sai e non sto a rispiegartelo il problema di mia figlia. Problema ora legato alla riabilitazione per deglutizione con la logopedista. A Pisa non hanno più logopedista e per ora non hanno notizie quando in quanto la Regione Toscana ha tagliato i fondi.

 

Ci siamo rivolti a Pistoia il 20 gennaio la dott.ssa Magazzini ha autorizzato la riabilitazione, ma mi dicono che la dirigente del servizio ha fatto varie richieste di un ambulatorio per iniziare ma che dal reparto otorino non ha mai avuto risposte.

 

Mia figlia attualmente ha sempre tracheo e peg e finchè non inizia non gliela tolgono. Chiaramente mangia con siringa creando non pochi disagi fisici e psicologici. La logopedista Barbara Scardigli è oberata di lavoro ma aspetta anche lei il via alla stanza.

 

Mi dici te che devo fare io non so più a chi appellarmi. E' dal 23 dicembre che si aspetta, tra Pisa e Pistoia".

 

Qui di seguito la replica della Asl.

 

"Inizierà il trattamento logopedico, all’interno dell’ospedale San Jacopo la giovane paziente che è stata sottoposta a un intervento operatorio in un’altra Azienda sanitaria e, a quanto riferisce la madre, al momento delle dimissioni non avrebbe ricevuto indicazioni sul piano riabilitativo da attivare nelle strutture territoriali. 

 

 

L’Azienda intende rassicurare la madre che, grazie alla presa in carico delle strutture di riabilitazione e otorinolaringoiatria, la giovane, già presa in carico, effettuerà la terapia logopedica direttamente in ospedale e nel più breve tempo possibile. I sanitari, venuti a conoscenza della particolare situazione solo il 10 gennaio scorso, si sono infatti immediatamente adoperati per garantire la continuità assistenziale: la paziente ha svolto la visita fisiatrica lo scorso 20 gennaio, è stato compilato il progetto riabilitativo e giovedì prossimo 6 febbraio inizierà la riabilitazione, come paziente in fase “post operatoria”, in un ambiente dedicato e protetto con la compresenza del medico specialista di otorino".

Fonte: Cgil
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: