Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 23:06 - 01/6/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Hai ragione da vendere bibbi.
Sono tutti invidiosi di te, del tuo spirito, delle tue battute comiche.
Te si che fai ridere!!
Un maestro in quest'arte!
Speriamo gli venga la c. . . lla a tutti.
Scusami .....
CALCIO

La società Larcianese comunica di aver raggiunto l’accordo con il l’allenatore che guiderà la squadra nella prossima stagione sportiva.

RALLY

Motori accesi al 1° Virtual Rally Valdinievole e Montalbano. Dal 1° giugno e per tutta la settimana, le strade della provincia di Pistoia saranno proiettate in un confronto che ha richiamato un plateau di partecipanti di assoluto livello. 

BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

BASKET

Pur essendo nell’aria ormai da settimane, la notizia della chiusura anticipata dei campionati è stata una bella botta su un duplice piano: sanitario, poiché ha denotato che la situazione sanitaria anziché migliorare stava peggiorando.

none_o

La recensione della settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Matteo Bussola.

none_o

Copit ha presentato, presso la sua sede di Pistoia, il volume “Archivio storico della Ferrovia Alto Pistoiese - Appendice”.

Oggi il popolo decide
col suffragio universale
quale sia la .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
SAN MARCELLO PITEGLIO
Vivarelli (Partito Indipendentista): "Crespole e Lanciole a Comune Pescia? Giurlani stia lontano da nostro territorio"

13/1/2020 - 11:39

Carlo Vivarelli, consigliere comunale del Partito Indipendentista Toscano, presenta una interrogazione sul futuro delle frazioni di Crespole e Lanciole.

 

"A soli tre anni dalla fusione dei Comuni di San Marcello e Piteglio, da noi profondamente osteggiata, inizia il mercato dei territori? Adesso spunta la proposta di cedere al Comune di Pescia, guidato a nostro avviso incredibilmente da Giurlani, delle frazioni di Crespole e Lanciole.

 

Ma come, la fusione non doveva essere la panacea di molti mali dei nostri territori, e a soli tre anni dalla fusione ci si accorge che due frazioni starebbero meglio con Pescia? Ammettano dunque che la fusione dei nostri due comuni è stato un clamoroso fallimento, che lo Stato italiano, che non riesce nemmeno a riparare le strade e i ponti e a mettere i catarifrangenti è fallito, e che la fusione dei comuni era una pagliacciata. Ma questi signori pensano di fare con i territori quello che gli pare?

 

La cessione di Crespole e Lanciole sembra inoltre una manovra per far entrare la Pescia di Giurlani nell’unione dei Comuni Appennino Pistoiese, cosa che assolutamente il nostro partito non vuole: questo signore, tanto favorevole al massacro dell’ospedale di San Marcello P.se, per quanto ci riguarda se ne stia lontano dai nostri territori.

 

Se il comune di San Marcello Piteglio vuole cedere le due frazioni, e abbiano scritto per chiarimenti all’Unione dei Comuni, che presentato una interpellanza in consiglio comunale per sapere le intenzioni della giunta, scenderemo in campo per un referendum per opporci. Troppo facile prendere i soldi delle fusioni, assumere gente in Comune e poi lasciare la popolazione con servizi inadeguati e interi territori nella marginalità più assoluta con le strade ridotte a un campo di battaglia indegno del Terzo Mondo".

 

Di seguito la lettera scritta da Carlo Vivarelli al presidente del consiglio comunale e a tutti i consiglieri comunali.

 

"Chiedo con questa interpellanza al sindaco se il Comune di San Marcello Piteglio ha veramente l'intenzione, a soli tre anni dalla fusione, di cedere parte del nostro territorio, e cioè le frazioni di Crespole e Lanciole, nei quali mi risulta inoltre che la popolazione abbia votato in massa per la fusione tra i nostri due comuni originari, al Comune di Pescia. Chiedo inoltre al sindaco se è vero che tale cessione comporterebbe l'entrata del Comune di Pescia del sindaco Giurlani nell'unione dei Comuni Appennino Pistoiese.

 

Negli ultimi tempi si è palesata la possibilità che il Comune di San Marcello Piteglio ceda al Comune di Pescia parte del suo territorio, e cioè quello corrispondente alle frazioni di Crespole e Lanciole. La notizia, apparsa sulla stampa, è stata davvero sorprendente, visto che il Comune di San Marcello Piteglio è stato creato da una recentissima fusione, fatta apparire come un fatto non solo positivo ma auspicabile, che avrebbe migliorato la vita degli abitanti.

 

Trovo stupefacente, che a soli tre anni dalla fusione, così tanto voluta dalle parti politiche che l’anno eletta, trovi una così palese dichiarazione di fallimento nell’intenzione di cedere parte del Comune a un altro, evidentemente perché i servizi per la popolazione non funzionano così bene. Il mio sospetto, inoltre, ed è questo l’oggetto di questa lettera, è che si voglia cedere tale parte del nostro territorio, cessione che mi trova assolutamente contrario, affinchè il Comune di Pescia guidato dal sindaco Giurlani, rientri in quelli appartenenti all’Unione dei Comuni, cosa che ritengo davvero estremamente negativa, se non direttamente provocatoria.

 

Le chiedo dunque se tale cessione consentirebbe al Comune di Pescia di entrare nell’Unione dei Comuni, e se il Comune di San Marcello Piteglio è eventualmente intenzionato a cedere parte del nostro territorio".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: