Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 17:06 - 03/6/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

È vero bibbi sono poverino , ma non mi devi abbandonare per questo.
Ci provo a far ridere ma non riesco mai ad eguarglirti. Tu sei irraggiungibile bibbi. Tu sei il mio punto di riferimento, il mio .....
CALCIO

La società Larcianese comunica di aver raggiunto l’accordo con il l’allenatore che guiderà la squadra nella prossima stagione sportiva.

RALLY

Motori accesi al 1° Virtual Rally Valdinievole e Montalbano. Dal 1° giugno e per tutta la settimana, le strade della provincia di Pistoia saranno proiettate in un confronto che ha richiamato un plateau di partecipanti di assoluto livello. 

BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

BASKET

Pur essendo nell’aria ormai da settimane, la notizia della chiusura anticipata dei campionati è stata una bella botta su un duplice piano: sanitario, poiché ha denotato che la situazione sanitaria anziché migliorare stava peggiorando.

none_o

La recensione della settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Matteo Bussola.

none_o

Copit ha presentato, presso la sua sede di Pistoia, il volume “Archivio storico della Ferrovia Alto Pistoiese - Appendice”.

Oggi il popolo decide
col suffragio universale
quale sia la .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
none_o
Fermato dai carabinieri, fugge da una finestra della caserma con le manette ai polsi

7/1/2020 - 10:03

PISTOIA - I carabinieri lo avevano fermato ad Agliana per identificarlo lo avevano portato in caserma, ma lui è riuscito a gettarsi dalla finestra del comando provinciale e a far perdere le proprie tracce. E' successo sabato sera e dell'uomo, un 30enne albanese alto circa 1,90 m., fermato mentre si aggirava attorno ad alcune auto con fare sospetto, non c'è più traccia, nonostante i carabinieri siano ricorsi anche all'utilizzo di droni a sensore termico per cercarlo. L'uomo avrebbe inoltre ancora le manette ai polsi e per fuggire si sarebbe arrampicato prima su un muretto e poi su un alto palo metallico, fino a scendere sul lato di via Tasselli.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




15/1/2020 - 12:42

AUTORE:
rinaldo

la vostra lettura salvinista della Carta , nasce con Michelini e i fucilatori della RSI. Poi continua con i salvinisti d'accatto .

15/1/2020 - 8:46

AUTORE:
Daniele

Nessuno osi contraddire il grande sciamano bibbi !!
Miscredenti !!

14/1/2020 - 20:47

AUTORE:
Gabriele

Ho capito qual è il tuo problema ALIAS, tu non riesci a leggere correttamente!
Non so se dipende dalla vista o da un problema di attenzione ma evidentemente non riesci a leggere e capire un discorso normale, dopo le prime parole tutto si fa fumoso ed indovini (mai) quello che altri volevano dire invece di quello che hanno detto.

Leggi bene la Costituzione (il testo integrale, non quello fornito dal partito) e scoprirai cos'è un cittadino! E' scritto nero su bianco!
Non puoi accettare solo le parti che più ti piacciono.

Leggi bene cosa ho scritto io e vedrai che non ho parlato solo di stampa né ho menzionato colori o razze, ho solo trascritto l'ultimo paragrafo dell'art. 21.

Leggi anche quello che scrivi tu e poi dimmi se ti sembra aderente a quella Costituzione che citi sempre a sproposito.
Alla Costituzione, non alla fantasiosa interpretazione che qualcuno ti ha inculcato!

TUTTE le opinioni hanno pari diritto di essere espresse, se non vanno contro la legge!
La legge che vieta di propagandare e promuovere il fascismo: l'unico che ne parla sei tu!
Ed anche l'unico che lo vorrebbe applicare agli altri, con la censura delle idee non conformi alla tua Verità!

Sicuramente non vado a lezione da Zingaretti, che si vergogna del suo stesso partito al punto da volergli cambiare subito il nome!
E nemmeno da Di Maio, il primo ministro degli esteri che come lingua straniera parla il napoletano!
Ma dai...

In altro articolo mi sono dichiarato d'accordo con te, anche se non del tutto, perché mi sembrava corretto il concetto espresso.
Tu non riesci ad accettare altri che non siano i tuoi alias: non è normale!

E non ti curare a rispondermi, tanto con questo chiudo, mi hai stancato.

14/1/2020 - 17:37

AUTORE:
carlo dadone

Gabriele che parla e straparla. Se questo modo in cui comunichiamo è accessibile ad un numero imprecisato di persone , questa diviene una comunicazione tal e quale quella televisiva , radiofonica , di Internet in generale.
Quindi esprimere concetti xenofobi su un mezzo di comunicazione circolare , ricade nell'art 21 le cui leggi applicative prevedono diritti e limiti .
L'articolo tre , comunque si voglia leggerlo sancisce l'uguaglianza e l'illiceità della discriminazione fra cittadini . Il concetto di cittadino non si riferisce certamente a italiano o straniero ma molto semplicemente all'essere umano .

14/1/2020 - 17:16

AUTORE:
allegra compagnia

Leggo il tuo intervento e mi vergogno per te .
Gabriele , ma che hai voluto dire ?
Che si può impunemente scrivere ed affermare la giustezza delle leggi del 1938 ? Che un individuo in quanto extracomunitario o verde rosso giallo o altro si possa affermare essere diverso nella sostanza e nei diritti ? Che l'art 21 per te vale solo per la stampa ?
Questo il tuo modo mostruoso di intendere gli art 3 e 21 della costituzione e magari anche il 10 ?
Eri certamente per la vecchia Nembo .....

14/1/2020 - 11:56

AUTORE:
Gabriele

Tanto per cominciare l'articolo 3 non parla assolutamente di diritto di parole ed espressione, forse ti confondi con il 21.
(Fra l'altro del concetto di cittadino ne abbiamo già parlato, se non capisci dov'é scritto non so che farci.)

E nell'art. 21, a parte le regole per impedire sequestri di pubblicazioni (ma non è il nostro caso) si dice che "Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. La legge stabilisce provvedimenti
adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni."

Mi sembra tu stia perdendo un po' la bussola, nel tuo delirio di onniscienza: datti una calmata, respira a fondo e fai il punto della situazione, perché stai veramente straparlando.

14/1/2020 - 11:53

AUTORE:
Daniele

Si si bibi hai ragione tu.
Stai sereno.

14/1/2020 - 10:28

AUTORE:
allegra compagnia

Insultare ? Puntualmente ogni mio commento viene stigmatizzato come Komunista , Buonista e anche peggio .
Mi si consigliano cure psichiatriche e consimili attività.
Daniele , poi ,funzionale , nel suo intervento esclude che un "poveretto" albanese , non possa essere un criminale pericoloso .
Leggo commenti impregnati di cattiveria ed insipienza.
Il punto di rispettare le altrui opinioni , alla fine è fare strame degli articoli 3 e 21 della cARTA.
Non è vero che tutte le opinionni hanno diritto di essere espresse .
Esistono delle regole entro le quali il diritto alla libertà di espressione può essere invocato.
E' appunto nei limiti espressi con chiarezza dall'articolo 3 della Costituzione .
Ripeto fino alla noia che chi non rileva la negatività del fatto è persona inqualificabile.
Come asserire che lo spaccio da parte di neri è peggio di quello dei bianchi e che lo spaccio è il vero problema della droga che nessuno sembra consumi.

13/1/2020 - 21:11

AUTORE:
Devis

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale... credo che sia meglio che rileggi i tuoi di interventi.

Gabriele e gli altri esprimono opinioni personali. E puntualmente li insulti, anche pesantemente, perché non la pensano come te. Alla faccia della tolleranza che predichi tanto.

13/1/2020 - 20:56

AUTORE:
Gabriele

Mai avuto dubbi in proposito, Come Volevasi Dimostrare.
Infatti io non ho parlato di nessuno degli attributi da te menzionati, e come tuo solito la fai fuori dal vaso…
Non è questione di colore o razza, è questione di comportamenti e di rispetto della legge e delle persone.
Personalmente ho rispetto di chi, arrivato con la speranza di lavorare e vivere normalmente, cerca di farlo nel migliore dei modi.
Ho rispetto anche per chi, spinto dalla fame, ruba qualcosa da mangiare per sé od i propri cari.
Non ne ho per chi lo ha ingannato ed attirato al solo fine di speculare sulla sua vita e sulla sua libertà, non ho rispetto per chi viene e non cerca di integrarsi ma vuole imporre la sua legge a casa mia, non ho rispetto per chi fugge dalla galera straniera per venire nel paese di bengodi, come varie volte appurato dalle intercettazioni telefoniche di tanti delinquenti dell'est Europa, o per chi importa da noi la sua mafia (ne abbiamo già di nostra).
E come ben ti immagini, non ho rispetto per chi, come te, getta il cervello all'ammasso e si rifiuta di vedere la realtà!
La realtà è quella che per ogni clandestino nei centri di accoglienza, l'organizzazione di "volontariato" percepiva 35euro, e poi quando intervistati scoprivi che non avevano nemmeno l'acqua calda per lavarsi! La realtà è quella di mafia capitale, che rende più della droga!
Ma questo ti rifiuti di accettarlo e ti rifugi nelle sterili accuse di razzismo e fascismo.
Io non ti insulto, ci pensi da solo ogni volta che intervieni…

13/1/2020 - 17:43

AUTORE:
allegra compagnia

Caro ( ma n'dove) Gabriele , il tuo intervento prevede solo una risposta e questa sarà sempre la mia per te e quelli come te .

"
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali"

Rileggiti i tuoi interventi -

13/1/2020 - 14:28

AUTORE:
Gabriele

Dubito molto che riuscirai ad ottenere una risposta sensata, purtroppo ormai conosciamo il personaggio da mesi: non avendo possibilità di obiettare, spesso per mancanza di punti di appoggio, talvolta per mancanza di un minimo di spirito critico, utilizza sempre un linguaggio offensivo e prevaricatore.
Ogni tanto scrive qualcosa di condivisibile, ma rimane difficile scorporarlo dal resto del discorso.
E ti sei perso i sonetti (altrui) dell'800 con i quali rispondeva (di solito a sproposito) qualche tempo fa.

D'altronde, ognuno è libero di esprimere le sue opinioni, nei limiti delle sue capacità: lo accettiamo per quello che può e sorvoliamo sulle sue carenze dialettiche, anche se talvolta non sulle sue offese gratuite.

13/1/2020 - 12:04

AUTORE:
allegra compagnia

Stamani sei sceso dal letto dalla parte giusta ?
Pur di darmi addosso , sei pronto a giudicare "positivamente" un extracomunitario ?
Partiamo dal punto in cui nell'articolo si parla genericamente di ALBANESE . Si dice anche che si aggirava con fare sospetto ....
Si parla anche di trasferimento nei locali del Comando provinciale ....
Chiaramente i miei SE sono provocazioni , ma dove è scritto che la nazionalità (vera o presunta) distingue i buoni dai cattivi .
Questa tua osservazione circa il potenziale delinquenziale stabilito per etnie anche se non te ne sei accorto , è xenofobia.

13/1/2020 - 11:54

AUTORE:
allegra compagnia

Secondo l'articolo che si legge :
Le manette sono l'ultima ratio come uso della violenza, che è rilasciata alla professionalità dell'operatore.
Il fatto che siano state usate le manette a buon diritto o meno , non è deducibile dall'articolo .
Se poi si dovevano accertare le generalità del "fermato" a maggior ragione si doveva impedire ogni possibilità di fuga o di altri atti .
I commenti di Dalla Pieve non sarebbero nemmeno da commentare in quanto , normalmente , non scrive nel merito , ma si diverte moltissimo a parlare del nulla (e dico poco)
La presunzione di Innocenza ? Certamente . Nel nostro ordinamento vale anche in presenza di un reo confesso di delitti atroci .Il lasciarlo libero compete eventualmente al Giudice nel caso giudichi impossibile o altamente improbabile la reiterazione del reato . Le forze di polizia devono solo fare diligentemente il loro mestiere nei modi di legge. (come tutti del resto)
Rimanendo nel merito dell'episodio riportato nell'articolo , non penso che l'Arma , ammesso sia vero , possa vantarsi di un simile episodio . Esperienza parla normalmente di trasferimenti e note negative come in molte altre pubbliche amministrazioni .
La deduzione di conseguenze per chi aveva in custodia il "fuggitivo" non mi sembra azzardata .
A meno che non si giudichi l'episodio come routinario , al che
ci sarebbe da preoccuparsi .
Rileggo l'intervento di Gabriele che , anziché esprimersi nei fatti e contestare le mie argomentazioni , dice semplicemente no accusandomi ( e non contestando) di aver la verità inside. Devis , se ti sei sentito tirar dentro in una polemica permanente, mi spiace e vorrei che tutti si svolgesse come nel tuo scritto . Purtroppo potrei riportare un florilegio di commenti vergognosi che ricorrono come regola.
Si va dal papa eretico al marocchino ucciso perché se stava a casa sua ... Questa è la "marea nera" che ammorba questo foglio.

11/1/2020 - 22:58

AUTORE:
Devis

Ti contesto punto punto come da te richiesto.

1. Gabriele ha fatto una ricerca e riportata. Poi ha espresso un opinione personale. Condivisibile o meno, è la sua idea e va rispettata...ma lo classifichi come giustizialista
2. Dalla pieve scrive una provocazione nei tuoi confronti e diventa xenofobo e razzista
3. Parli di presunzione di innocenza, ma poi ti chiedi se fosse un assassino
4. Fai richiesta di commentare i fatti esposti nell'articolo, ma fai riferimento a commenti di altri articoli
5. I commenti erano andati nella direzione di dedurre cosa, come e perché fossero state messe le manette. Ma per te sono pregiudizi infantili. Mentre te puoi DEDURRE che il carabiniere responsabile avrà conseguenze

Le "regole" dovrebbero essere uguali per tutti. Non puoi accomodartele come più ti fa comodo. E per favore, smetti di offendere la gente. Esprimere la propria opinione non è infantile..ma offendere le persone sì.

11/1/2020 - 11:36

AUTORE:
Daniele

No Bibi non può essere che un extracomunitario possa compiere atti di violenza di tale gravità.

11/1/2020 - 8:58

AUTORE:
allegra compagnia

E se .....
Il fermato fosse stato un assassino ?
E se il fermato fosse stato un accoltellatore ricercato da tutte le polizie del mondo ^
E se il fermato fosse uno che in momenti di rabbia aveva ucciso diverse persone ? Oppure un terrorista a capo di una organizzazione internazionale ?
Oppure , oppure , oppure .....
Ma ......
Pregiudizi ?
Deduzioni ?
L'articolo su cui discutiamo , non lascia spazio.

10/1/2020 - 19:24

AUTORE:
allegra compagnia

Pregiudizio è una cosa ,deduzione è altro .
Leggo semplicemente l'articolo e il mio primo intervento , fu che sarebbe stato meglio che la notizia non fosse apparsa sulla stampa.
Chi sia l'articolista , in un giornale con autorizzazione del tribunale , sarebbe noto ed in mancanza la firma diverrebbe quella del Direttore Responsabile.
Qui siamo in ben altro , per cui la responsabilità della pubblicazione avviene ad opera di "responsabile" di una fantomatica associazione.
Detto questo e prendendo letteralmente per buono cosa c'è scritto , l'omessa custodia di una persona ammanettata all'interno di un comando di polizia , mi sembra un fatto gravissimo comunque la si guardi .
La mia esperienza specifica , mi dice che tali fatti , hanno all'interno delle conseguenze immediate e future .
Spero che l'articolo sia opera di irresponsabili e dico e ripeto che tutti le mie osservazioni sono frutto di deduzioni circa lo scritto .
Se poi vogliamo girare la frittata, gradirei una contestazione punto punto .
Dico e ripeto anche che , se anziché un tutore dell'ordine , una situazione simile si fosse verificata per un dipendente di azienda privata , , in qualsiasi contratto di lavoro ci è senz'altro l'articolo che prevede l'immediato licenziamento .

10/1/2020 - 19:09

AUTORE:
allegra compagnia

Risponderti e contestarti sarebbe attribuirti normali attributi umani . ,

10/1/2020 - 18:39

AUTORE:
Devis

Alla luce dei commenti non ci sono pregiudizi, ma solo deduzioni personali su quello che potrebbe essere successo dal momento che il sospettato aveva le manette. Esattamente come il tuo dire che il carabiniere responsabile verrà trasferito con un nota di servizio (nell'articolo non se ne parla). Se tutti hanno dei pregiudizi pregni di infantilismo, anche te fai parte di noi tutti. O sono tutte deduzioni, la tua compresa, o sono tutti pregiudizi.

10/1/2020 - 17:44

AUTORE:
Lorenzo

Per prendertela con i carabinieri ci vuole tutta la tua incoscienza bibi

10/1/2020 - 13:07

AUTORE:
allegra compagnia

L'articolo di una cosa parla !
All'interno del comando provinciale CC , una persona ammanettata è scappata e risulta ancora uccel di bosco .
Ma i vari Daniele e Gabriele et similia, seguitando a masturbarsi mentalmente con i loro pregiudizi pregni di infantilismo , non trovando di meglio che svicolare .
Alla luce dell'articolo , chi dell'Arma aveva la responsabilità del fermato , potrebbe essere già con le valigie pronte per raggiungere un altro luogo di destinazione. Inoltre , purtroppo , il suddetto avrà per tutto il periodo di servizio e fino alla pensione, una nota nel suo "stato" che gli ritarderà la carriera pagando a caro prezzo il suo errore.

9/1/2020 - 18:03

AUTORE:
Daniele

Gabriele non te la prendere .
Non c'è nulla da fare , quando arrestano un criminale straniero Bibi perde il lume , vede rosso e spara a zero addirittura verso i tutori dell'ordine.
Bravo Bibi continua così.
Continua con la pantomima di cambiare nomignoli ogni volta che dai segno di intelligenza , serietà , competenza .. insomma sei parecchio credibile.

9/1/2020 - 16:49

AUTORE:
Gabriele

Hai presente la barzelletta di quello che alla radio sente "ATTENZIONE, c'è uno in autostrada contro mano" ed esclama "UNO? SARANNO MILLE!"

Ti sfiora mai il sospetto di andare contromano?

Ovviamente NO! E' il resto del mondo che sbaglia direzione, tu hai la verità dalla tua.

Quando hai finito di sguazzare nella tua fetida marea asciugati bene, che fa freddo.

9/1/2020 - 15:47

AUTORE:
allegra compagnia

Marea fetida .....
Certamente e se vado a rileggere gli interventi di chi incolpa di furto (sospetto ) un assassinato e che sostiene che il poveretto (regolare in Italia) è la causa della sua morte . Che se se ne stava a casa e magari in qualche galera ... etc ...
Questa per me è una marea fetida .
Mi domando solamente se quando si commentano dei fatti , ci mettessimo un attimo a riflettere se fosse successo a noi ,
Se le manette , se l'accusa di furto , se l'omosessualità a Vicofaro e mille altre amenità , fossero rivolte a noia , come reagiremmo .
Avverso tali atrocità ho trovato un vergognoso coro di consensi . Questa è la fetida marea nera.

9/1/2020 - 15:38

AUTORE:
allegra compagnia

La prudenza rispetto a fatti che il giornale appena accenna e oltretutto in maniera zoppicante , porta Gabriele a tutte le conclusioni possibili .
L'impressione che possiamo trarre dalla lettura che :

Una persona ammanettata scappa dagli uffici del Comando Provinciale CC.

Consentitemi di dire che chi era responsabile , probabilmente dovrà fare le valigie per trasferirsi c/o un altro comando .

Nel lavoro "civile" probabilmente sarebbe stato indotto alle dimissioni .
Ogni altro commento è fuffa oppure acqua al mulino dei giustizialisti.

9/1/2020 - 14:18

AUTORE:
Gabriele

Nessuno ha mai detto che i Carabinieri debbano agire fuori dalle regole, anzi personalmente sono certo che i Carabinieri, per aver utilizzato le manette, abbiano avuto i loro buoni motivi.
Ed anche per procedere al controllo hanno avuto validi motivi di sospetto (avallati palesemente dalla fuga), non credo assolutamente che si mettano ad arrestare gente a caso solo perché guarda una macchina!
Se l’hanno portato in caserma e ammanettato significa che non ha fornito valide generalità né documenti, quindi servivano accertamenti per verificare la eventuale necessità di trattenerlo per pregressi reati o condanne (cosa molto probabile visto che appena ha potuto si è dileguato, se non aveva niente a carico perché scappare?).

Io non ho dubbi sull’operato delle FFOO, ne ho invece, e tanti, sulle regole cui devono sottostare!

A mio avviso, una volta appurata la opportunità di un fermo, le manette dovrebbero essere obbligatorie.
Se le avessero usate anche a Trieste…
Non è più il tempo del “volemose bbene” e probabilmente non lo è mai stato, con certa gente: sei abbastanza vecchio da ricordarti com’è finito il fermo, per un semplice controllo, della macchina di Vallanzasca al casello di Montecatini!
La presunzione di innocenza è una cosa, la salvaguardia della vita un’altra!
In USA hanno un altro metodo e non corrono rischi inutili, eppure non siamo propriamente in un regime dittatoriale!

Inoltre ti sento sempre parlare di diritti di questo e di quello, ma di doveri non ne parli mai!

Quando vengo fermato, ho il dovere di fornire le mie generalità e mostrare i documenti, che ho il dovere di avere sempre con me, ho il dovere di rispettare la divisa e la persona che la indossa, di agevolare il suo lavoro e così via… A questi patti ho anche il diritto ad essere trattato con rispetto, a non subire violenza, ad essere ritenuto innocente fino a prova contraria!
Come già una volta ti ho detto, l’unico diritto acquisito per nascita è quello di morire. Gli altri te li devi guadagnare! Senza tanta retorica e discorsi “a bischero sciolto!”, e lo sai benissimo anche tu. Visto che ancora giri a piede libero, evidentemente segui le regole di civile convivenza e gli obblighi che ne derivano: perché qualcuno dovrebbe esserne esentato?
E come puoi notare, non parlo né di razze né di colori…

9/1/2020 - 11:28

AUTORE:
Lorenzo

Bibiiiii piano con le parole.
Calmati e occhio alle espressioni che utilizzi. Non offendere, potresti trovarti nei guai fuori dall'anonimato dei tuoi alias!
Dai retta a un amico che ti vuole bene.

9/1/2020 - 8:10

AUTORE:
alessandro

Una fetida marea , purtroppo ci circonda. Dalla pieve o chi cavolo , sei inqualificabile. La tua xenofobia dovrebbe metterti al bando dal consorzio umano .
I cittadini , purtroppo per quelli come te , sono tutti uguali di fronte alla legge . Conta solo , per farti capire, il fatto che siano dei bipedi . Questo vale , naturalmente.
. anche per tutti quelli che pensano ed esprimono commenti e pensieri vergognosi quali il tuo .

8/1/2020 - 18:38

AUTORE:
Dalla Pieve

Ma siccome è albanese allora lo zorrino se la prende coi carabinieri.
Ma falla finita zorrino alias vari!!!!

8/1/2020 - 17:38

AUTORE:
Devis

Come hai detto te e anche Gabriele, l'uso delle manette è lecito se la persona costituisce un pericolo. Siccome l'articolo dice che è scappato con le manette ai polsi, se tutto è andato seguendo le giuste procedure, si presuppone che il soggetto costituisse un pericolo (l'articolo non lo specifica). Quindi può valere la presunzione d'innocenza per il "furto" ma se aveva le manette ai polsi quantomeno ha opposto resistenza e quindi un reato lo ha comunque commesso. Il mio ragionamento è ovviamente valido solo nel caso in cui i carabinieri abbiano agito correttamente

8/1/2020 - 14:50

AUTORE:
alessandro

Infatti l'uso delle manette è giustificato solo nel caso in cui la persona bloccata rappresenti un pericolo.
Leggendo poi l'articolo , l'uso delle manette come necessario non viene specificato per cui ....
Si parla anche di una persona fermata in quanto si "aggirava" e non si legge di nessuna accusa specifica.
Articolo mal fatto . Ma il Giustizialista di turno ci notizia che i poveri tutori dell'ordine rischiano se ammanettano . Certo !
Esistono due capisaldi di cui il primo è la presunzione di innocenza ed il secondo che l'uso della forza da parte degli organi di Polizia deve essere l'ultima ratio .
Chi svolge un lavoro (tale è quello dei CC) lo deve fare rispettando le regole ed al meglio che può secondo coscienza. Questo vale per il ciabattino e non vedo perché non per i tutori dell'ordine.

8/1/2020 - 14:36

AUTORE:
Simo

Se i delinquenti fossero ammanettato con le mani dietro la schiena forse i poliziotti di Trieste non sarebbero morti.

8/1/2020 - 12:34

AUTORE:
Gabriele

Buongiorno Denis, sono d’accordo con te, anch’io le manette le matterei con le mani dietro la schiena.
Però mi è venuto un dubbio, considerando anche che i Carabinieri sono soggetti addestrati e competenti, e sono andato a vedermi qualche info su internet…
Ho scoperto delle perle uniche del sistema giudiziario italiano!

Secondo il codice di procedura penale italiano, il loro utilizzo durante la procedura dell'arresto di un soggetto è, in linea di principio, VIETATO!
Nel caso di eventuale uso ingiustificato delle manette, ricorrono gli estremi del reato di ABUSO DI AUTORITÀ contro arrestati previsto e punito dall'art. 608 (abuso di autorità contro arrestati o detenuti) del codice penale italiano.
Ipotesi più ricorrenti dell'utilizzo sono, ai sensi della legge italiana, quando un soggetto tenti di sottrarsi all'arresto, o cerchi di colpire o comunque di usare violenza contro un pubblico ufficiale, oppure quando la situazione non consenta all'agente di pubblica sicurezza di decidere in breve tempo se usare o no le stesse.

Figurati te se lo potevano ammanettare dietro la schiena, come minimo gli davano il reato di TORTURA!
Tanto vige sempre il concetto che se a farsi male è un Carabiniere od un Poliziotto fa parte del mestiere, quindi tutto bene, se è l’arrestato che si fa male, anche durante una colluttazione, devono come minimo dimostrare che era inevitabile.

Resta il fatto che nessuno se ne sia accorto… quantomeno un minimo di sorveglianza.

Uno Stato di Polizia mi sembra poco auspicabile per tutti, ma qui siamo al ridicolo!

8/1/2020 - 11:04

AUTORE:
carlo dadone

Ma non sarà l'ennesima barzelletta sui Carabinieri ?

7/1/2020 - 21:29

AUTORE:
Devis

Le manette, in teoria, si mettono ai polsi con le mani dietro la schiena proprio per evitare che vengano usate le mani per fare qualunque cosa. Se si è lanciato da una finestra e arrampicato, significa che le manette erano davanti (sempre che ci fossero e fossero messe bene). E il "bello" è che nessuno in caserma si sia accorto che un arrestato stava scappando. Complimentoni.

7/1/2020 - 16:43

AUTORE:
maria

alle volte non si sa a chi fare i complimenti. All'abilità del fuggitivo ? Alla capacità di farselo sfuggire ?
Meglio se questa notizia fosse rimasta fra le segrete cose.