Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 19:09 - 19/9/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Giusto, salviamo la Toscana dagli incompetenti. Una regione così bella in mano a un burattino manovrato dall'alto sarebbe una sciagura. Tutta la destra è convinta di vincere, ma questa non è una .....
CALCIO

A seguito delle votazioni dell'assemblea dei soci del gruppo Cuori Arancioni, tenutasi in data 17 settembre presso la sede nei locali del bar Aurora, pubblichiamo le nuove cariche sociali valide per la stagione sportiva 2020/2021.

BASKET

Prosegue la preparazione della Nico Basket Femminile, in vista dell’esordio di sabato 3 ottobre a Bolzano, e una delle più eccitate all’idea di ricominciare a fare sul serio è sicuramente Marta Tesi, guardia del 2003.

MOTOCROSS

Il team JK Racing di Pieve a Nievole è stato impegnato in una settimana intensa con ben 3 appuntamenti di gare sul circuito Monte Coralli di Faenza. 

RALLY

Dopo nove mesi di pausa torna in gara il montecatinese Leonardo Pucci, con la sua Renault Clio RS.

BASKET

Nel programma di preparazione, sabato 12 settembre, la squadra guidata da Luca Andreoli ha effettuato un altro allenamento congiunto con la Cestistica Spezzina.

BASKET

Sara De Luca è una delle ragazze dell’Under 18 aggregate alla prima squadra.

RALLY

E’ ancora all’insegna dei riflettori nazionali che Jolly Racing Team ha archiviato il fine settimana agonistico.

BOXE

Nella giornata di sabato 12 si è svolto il collegiale regione Toscana.

none_o

Riprendono, dopo la pausa forzata, i corsi di pittura e disegno presso lo studio dell'artista pistoiese Paolo Beneforti.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Beppe Severgnini.

Una terra con tanta storia,
se la percorri non ti annoia,
ogni .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Sono passati 40 anni dalla promozione delle Pistoiese in categoria A.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ecco dove si trovavano i bocciodromi, allora chiamati “pallai”.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
PISTOIA
Fondazione Turati: il 2020 dell'associazione nell'anno nel decennale dalla scomparsa del fondatore Antonio Cariglia

22/12/2019 - 9:25

L’anno che sta per chiudersi, nonostante tante difficoltà, ha visto un’ulteriore crescita del lavoro e dell’impegno della Fondazione Turati. I progetti per il 2020 e le manifestazioni per ricordare il fondatore, Antonio Cariglia, nel decennale della scomparsa.
Un altro anno importante, quello che sta per chiudersi, per la Turati. Si è ulteriormente rafforzata la struttura organizzativa e manageriale, sono stati sviluppati nuovi servizi, si è incrementato il personale, è proseguita l’azione di aggiornamento dei dipendenti così come l’attività scientifica e culturale, coordinate rispettivamente dal Comitato scientifico presieduto dal Prof. Saraceni e dal Centro Studi guidato dal Dott. Pallini.
Per l’immediato futuro, tre in particolare le azioni che meritano di essere sottolineate. Due sul piano dei servizi resi alla cittadinanza, l’altra su quello degli investimenti.
Come è noto la Fondazione opera, in stretta sinergia con il Servizio sanitario nazionale, su tutto quello che si colloca “a valle” del momento acuto della malattia con interventi sia a carattere temporaneo, riabilitazione ortopedica e neurologica, cure intermedie, assistenza a bassa intensità, sia a medio-lungo termine, RSA per anziani non autosufficienti, RSD per disabili gravi, reparti per soggetti affetti da Alzheimer e in stato vegetativo permanente. Ora con il prossimo anno, grazie alla collaborazione e all’integrazione con l’Associazione Agrabah, sarà portata avanti l’attività di assistenza a persone affette da disturbi dello spettro autistico, sia in età evolutiva che adulti. Due strutture si vanno così ad aggiungere a tutte le altre: Casa di Gello e il Centro di Santomato. Non solo, ai servizi già esistenti, nel settore, se ne aggiungeranno di nuovi. L’avvio di una Comunità alloggio a Casa di Gello e l’inizio di un esperimento per il Dopo di Noi con la messa a disposizione di un appartamento per alcuni adulti autistici. E proprio nel comparto dell’autismo è stato deciso di dare il via, con il 2020, ad una nuova attività di ricerca interamente finanziata dalla Turati.
Sempre sul fronte dei servizi il prossimo anno vedrà anche la partenza di alcune facilitazioni che saranno riservate ai dipendenti, ai collaboratori e a tutti coloro che sono clienti abituali della Fondazione. Regaleremo a tutte queste persone una tessera, una sorta di Turati Card, che darà diritto ai possessori a sconti o servizi particolari. Un modo concreto per ringraziare della preferenza accordataci nel corso del tempo.
Massicci investimenti saranno poi fatti nell’ammodernamento e miglioramento delle strutture di Gavinana e di Vieste che, essendo in funzione da più anni, hanno bisogno di alcuni interventi per continuare a mantenere l’alto livello del confort e della sicurezza per ospiti e dipendenti. Una nuova sede, moderna e tecnologica, accoglierà tutti gli uffici direzionali, oggi divisi ed in parte ancora ospitati nella sede storica di Via Mascagni. Anche questo un modo per alzare qualità ed efficienza.
Il 2020 sarà poi il decennale della scomparsa del fondatore della Turati, Antonio Cariglia. La Fondazione ha deciso di ricordare il suo primo Presidente con una serie di manifestazioni che puntano a sottolineare le “altre” attività di Antonio Cariglia, quelle dell’uomo politico e di presidente dell’allora Istituto Autonomo Case Popolari di Pistoia. Il calendario completo degli eventi sarà reso noto ad inizio anno. Vogliamo per ora solo ricordare un concerto di musica classica, una mostra e un convegno sull’edilizia sociale pubblica e alcune pubblicazioni, fra le quali un libro, edito da Marsilio, dal titolo “L’alternativa impossibile”. Lo storico Simone Visciola ricostruisce l’azione politica di Cariglia per la difesa e l’affermazione, nell’ambito della sinistra, dei valori e della prassi del riformismo. Nessuna celebrazione invece per quanto fatto per la nascita, la crescita e l’affermazione della Turati. Il risultato di quel lavoro e di quell’impegno è, tutti i giorni, sotto gli occhi di tutti. Senza tema di smentite infatti possiamo dire che la Turati è oggi una delle più belle realtà italiane del privato sociale laico che opera in campo socioassistenziale.
Un programma decisamente impegnativo che comunque non esaurisce tutta la progettualità per il 2020. Altre iniziative, altri progetti e servizi sono in cantiere la cui concretizzazione però non dipende solo dalla nostra volontà ma da un concorso di possibilità e circostanze.
Il nostro auspicio e il nostro impegno sono di riuscire a mantenere, anche per il prossimo anno, qualità, efficacia ed efficienza di servizi e prestazioni.
Siamo certi che con la consueta, fattiva e appassionata collaborazione dei nostri dipendenti, che costituiscono una delle carte vincenti della Turati, riusciremo a mantenere la promessa.   

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: