Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 00:07 - 14/7/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

RALLY

E' pronto ad accendere i motori della Skoda Fabia R5, Thomas Paperini. Il pilota pistoiese, atteso al debutto sulla vettura, sarà parte integrante della Coppa Città di Lucca.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme sabato in notturna con una riunione di corse interamente riservata ai gentlemen.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme giovedì sera molto interessante nonché primo appuntamento della nuova settimana di luglio al Sesana di Montecatini, arricchito dalla presenza dei primi tre driver della classifica nazionale.

BASKET

Il Social Camp, rivolto a ragazzi e ragazze amanti della pallacanestro, si terràdal 13 al 27 luglio e coinvolgerà giocatori professionisti e personalità del mondo della palla a spicchi pronti ad animare un intenso palinsesto online di allenamenti, lezioni pratiche e consigli per migliorare la propria tecnica.

BASKET

La pallacanestro ha ripreso a scaldare i motori anche negli Stati Uniti. Aspettando che riprenda la stagione Nba, a partire dallo scorso 4 luglio è partita la manifestazione “The Basketball Tournament”.

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare di aver prolungato l'accordo in essere con l'atleta Carl Anton Delroy Wheatle.

LARCIANO

Un ritorno all’agonismo che ha assecondato le aspettative, quello che ha interessato la scuderia Jolly Racing Team sulle strade del Rally Internazionale Casentino, appuntamento salito alla ribalta delle cronache sportive nazionali nelle vesti di prima gara a calendario dopo lo stop imposto a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

BOCCE

Decisioni federali che fanno piacere alla Bocciofila Montecatini Avis.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Valentina Petri.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un finalista del Premio Strega.

Quando c’è la Luna nel suo quarto
e la campagna avvolta nella .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

La vittoria doveva essere scontata per Firenze, ma non andò così.

FILIATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il francobollo in ricordo Amato, il giudice che scoprì le trame eversive dell'estrema destra

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
none_o
Esce il libro della comunità terapeutica di Uzzo

12/12/2019 - 15:34

“L’isola che c’è” raccoglie gli scritti dei partecipanti a un laboratorio di scrittura autobiografica proposto alla comunità terapeutica di Uzzo, programmi Approdo e Eos,  gestita dalla cooperativa Gruppo Incontro del Consorzio Co&So.


In libro è edito da Sassiscritti (attualmente in ristampa) e curato da Luca Buonaguidi e Francesca Gori. Flashback, lettere a un destinatario assente o descrizioni di ambienti conosciuti, naturalistici o urbani: i partecipanti al laboratorio si sono ritrovati a scrivere di loro stessi grazie a esercizi di scrittura ben definiti. Si sono trovati a riflettere sul proprio passato e riviverlo attraverso il percorso in comunità, ma hanno dovuto imparare a pensare anche al proprio presente e a come immaginano il proprio futuro.


“La comunità, il laboratorio, la scrittura sono strumenti per riflettere su se stessi, per concedersi di riconoscere e non sopprimere emozioni negative. Dai testi della raccolta il lettore si immerge in storie di uomini con un passato complesso, segnato dall’abuso di sostanze stupefacenti e dalle diverse  problematiche che ad esse si legano  – spiega Fabiano Pesticcio, presidente del Gruppo Incontro società cooperativa sociale -.  Sono persone consapevoli degli errori commessi, che mettono nella scrittura le loro emozioni, dal risentimento, al senso di colpa, dal rimorso alla voglia di riscatto, fino all'affetto per i propri cari e lo fanno con acume, sincerità, talvolta con ironia" e - potrebbe apparire paradossale -, "con la leggerezza e il disincanto che solo esperienze significative individuali e di gruppo possono consentire rispetto alla drammaticità di alcuni vissuti. La scrittura in molti casi ha un valore terapeutico, un modo diverso per prendersi cura di se stessi ma non solo, in questo caso crediamo sia una testimonianza utile alla comprensione e alla lettura di parti della realtà che spesso incrociamo e alle quali non sappiamo dare un nome”.


Quindi un libro per i residenti delle Comunità terapeutiche  ma anche un libro per qualsiasi lettore che desideri non fermarsi agli stereotipi sulle condotte di abuso da sostanze o comportamentali e desideri dedicare alcuni momenti a sé. Siamo certi che in queste storie riconoscerà segni della sua esperienza vissuta, indipendentemente dall'uso di sostanze psicotrope. 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: