Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 20:12 - 10/12/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Sembra tu abbia fatto l'elenco della banda del buco . Quanto di peggio una umanità sofferente possa ospitare in questa valle di lacrime è riunita in questi nomi di tastiera . Commenti vergognosi grondanti .....
TENNIS

Luca Marianantoni vive a Larciano e scrive da ventitrè anni per «La Gazzetta dello Sport» principalmente di tennis e di statistiche.

BOCCE

Sabato inizia il girone di ritorno del campionato di serie A2. Molto eloquente il verdetto del girone di andata con 4 formazioni nei piani alti della classifica, una a metà e le altre 3 nelle parti basse.

BASKET

C’è il pubblico delle grandi occasioni al PalaCardelli per la partita che potrebbe essere lo spartiacque di questa stagione per i ciabattini. Al cospetto di coach Matteoni arriva la terza forza del campionato, il Basket Calcinaia di coach Gianluca Giuntoli.

BASKET

C'è una sola squadra in testa al campionato di A1 Uisp Pistoia-Prato. È il Racing Montecatini, che ha vinto venerdì sera a Pieve A Nievole per 50-60, dopo aver accumulato anche 20 punti di vantaggio.

BOCCE

In un settimo turno del campionato nazionale di A/2 che non ha mancato di riservare sorprese, la Montecatini Avis va ko nello scontro diretto per la salvezza in casa dell’Orbetello.

BOCCE

Anche se Giacomo Lorenzini è un tesserato veneto ciò non vuol dire che sia fuori luogo citare i suoi successi specie in regioni dove le bocce agonistiche ci sono società che vanno per la maggiore in ambito nazionale.

BOXE

Sei sono in totale nella categoria degli youth 81kg. Il sorteggio vede Bachi affrontare il pugile campano della Napoli boxe Vincenzo Terlizzi con 32 incontri e solo 5 sconfitte. Mentre Bachi ha 9 incontri e solo 1 sconfitta.

BASKET

È ancora tempo di derby per i ciabattini che affrontano un rinvigorito Bottegone Basket al PalaKing.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Vittorio Sgarbi.

none_o

Inaugurazione della mostra di dipinti del pittore Alessio Menicocci dal titolo "Espressioni di quiete".

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Cercasi coinquilina studentessa solo ragazze
Appartamento sito .....
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA
asd " ENERGY LATIN DANCE .....
none_o
Vescovo "bacchetta" don Biancalani ("Che amarezza...") e Salvini ("Fa polemica scorretta")

26/11/2019 - 9:11

PISTOIA - «Una grande amarezza». E' così che il vescovo Fausto Tardelli commenta l'iniziativa presa da don Massimo Biancalani, che domenica ha cantato assiene a un gruppo di fedeli “Bella ciao” al termine della messa nella parrocchia di Vicofaro, nonostante proprio dalla diocesi fosse arrivato un "altolà".

 

L'Avvenire ha intervistato monsignor Tardelli, il quale ha detto di non riuscire "proprio a capire come dei fedeli possano non tener conto nella celebrazione liturgica di quelle che sono le indicazioni della Chiesa", aggiungendo che don Biancalani lo avrebbe fatto "quasi a mo’ di sfida". Dice poi di aver cantato lui stesso Bella ciao ("Un bellissimo canto") e racconta che anche il padre è stato partigiano e ha combattuto i nazifascisti sulle Alpi Apuane. "Ma Bella ciao non è un canto liturgico e non è appropriato cantarlo in chiesa", specifica.

 

Ma poi la bacchettata del vescovo si rivolge anche verso il leader della Lega Matteo Salvini: «Provo profonda amarezza inoltre per l’ulteriore, e prevedibile, strumentalizzazione di questa vicenda da parte del senatore Salvini, che non perde l’occasione per entrare in polemica, in modo scorretto, nel contesto ecclesiale. Una ulteriore dimostrazione di miopia e, alla fine, di scarso di interesse nei confronti del mondo ecclesiale, “usato”, più che sostenuto».

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




2/12/2019 - 17:17

AUTORE:
TUTTILIBERI

Chi continua a sventolare l'anticomunismo è fuori tempo massimo . Chi rinnova concetti del passato regime nel dettaglio o nei fatti e pretende di metterli sulla bilancia come pari , è vittima senile se non peggio .
Altro non 'c'è da dire.
Sarebbe come prendere sul serio antivax e terrapiattisti .

2/12/2019 - 12:48

AUTORE:
Giacomo

Cosa fa Alessandro, siccome vorrebbe cogliermi in flagrante (ma non ci riesce), allora si inventa di avermi colto in flagrante, per far credere a chi legge questo giornale online di essere riuscito nella sua “impresa”? Beh, le comunico che non c’è riuscito, e dubito che ci riuscirà in futuro. Per quanto riguarda il suo discorso sugli anti, le ricordo che sono “anti” pure io, anticomunista, ovviamente. Prima che lei mi tiri fuori i soliti sproloqui sulla democrazia, io le rispondo che il comunismo non è mai stato democratico, quindi i comunisti, anche se si riempiono la bocca con la parola democrazia, non sono democratici (vedere come le “sardine” hanno attaccato il sindaco di Massa a Firenze, ad esempio). In Italia hanno sempre fatto finta di essere democratici, ma volevano a tutti i costi portarci ad essere una costola dell’URSS, quindi, quando un comunista dice di essere democratico, dice una balla, perché l’esperienza sovietica dimostra che il comunismo non c’entra nulla con la democrazia. Poi, in Italia hanno raccontato menzogne per 80 anni sui libri di storia, nei quali a malapena si riconosce a Stalin di essere stato un dittatore, ma questo non toglie che la realtà sia diversa. Per quanto riguarda il tema oggetto dell’articolo, a Vicofaro non si predica la carità cristiana, in primis perché il “sacerdote” stesso non sa nemmeno cosa sia la carità, ma poi, come ho sempre affermato, la finta chiesa dell’attuale “papa” (lo scrivo minuscolo perché per me Francesco non è tale) è dalla parte dell’immigrazione solo per interessi personali ed economici. Non è carità cristiana fare entrare migliaia di persone in un Paese che non ha lavoro nemmeno per i propri concittadini. Poi, per quanto riguarda il discorso che ha fatto lei: “A quando qualcuno affermerà prontamente affiancato dalla massa, che a Vicofaro si pratica l'omosessualità sfrenata e magari organizzata e diretta dal Parroco?
Prima o poi me lo aspetto” non posso dire niente su questa cosa, non ho elementi per affermare questo. Posso solo dire che, se dovesse accadere, non mi stupirebbe, dati gli scandali che, purtroppo, si stanno verificando in questo surrogato di chiesa.

29/11/2019 - 10:17

AUTORE:
alessandro

Allora , di fronte al pensiero unico di una coorte di ANTI , costi quel che costi , si pensa che una sola "penna" si opponga con vari nomi .
Cosa significa ? Caro Giacomo, significa che tutti quelli che sono ANTI , sono veri , mentre chi cerca di tornare sempre al punto tramite esempi , fatti , ragionamenti non può essere più di uno . Chi potrebbe sostenere che a Vicofaro si "pratica" la misericordia cristiana ? A quando qualcuno affermerà prontamente affiancato dalla massa, che a Vicofaro si pratica l'omosessualità sfrenata e magari organizzata e diretta dal Parroco ?
Prima o poi me lo aspetto.

29/11/2019 - 10:09

AUTORE:
alessandro

Come ho già altrove affermato , occorrerebbe da parte di chi commenta attenersi al tema.
Se poi vogliamo introdurre le nefandezze delle guerre che hanno nei civili il maggior numero di vittime nelle dittature e le soppressioni di libertà , stiamo scoprendo l'acqua calda .
Certo che i nomi dei dittatori del 20 esimo secolo e ancora di oggi sono noti . Sono abbastanza esatte anche le stime delle vittime. E allora che c'azzecca DON BIANCALANI ?
Quale azione di tutte queste sopra descritte ha attinenza con il sacerdote ? Forse perché la Chiesa di Roma ha praticato la tortura nei confronti degli eretici ? Che Savonarola venne impiccato perché dissidente ? Ma veramente Don Biancalani , ha sulle spalle la responsabilità metafisica delle follie del mondo ? Forse aiutare è da comunisti e perseguitare è da persone rette ?
Ma veramente stiamo parlando di questo ?

29/11/2019 - 9:35

AUTORE:
Giacomo

Alessandro, lei è solo. Ha scritto diecimila commenti con pseudonimi diversi, che si danno ragione l’un l’altro, solo per far vedere a chi legge questo giornale che ci sarebbe ancora tanta gente che la pensa come lei? Ciò è veramente ridicolo (come la sua parte politica, del resto). La vostra parte politica è in seria difficoltà, non vi ascolta più nessuno. Noi ci siamo, sempre pronti a sbugiardarvi. Se a volte non vi rispondiamo, è solo per vedere le bischerate che scrivete.

28/11/2019 - 17:20

AUTORE:
Pasquino

al sig. Alessando: lei che dall'alto della sua supponenza intellettualoide tipica dei comunisti irriducibili dà continuamente di mentecatto, inumano, feroce, fascista etc a chi esprime opinioni che non collimano con la sua visione del mondo e delle cose, lei si permette di appellarmi BIECO? Bieco solo per aver voluto ricordare (e ai molti che certe cose ignorano, far sapere) solo una piccola parte dei 100 MILIONI di esseri umani (stime ONU) massacrati in nome del comunismo? Badi bene, queste non sono mie opinioni, ma dati storicamente accertati. Certe verità vi fanno male, vero? Chiudo domandandole cosa volesse comunicare riportando la frase di fra' Cristoforo rivolta a Don Rodrigo. E' una velata minaccia o, come intendeva il Manzoni, una assoluta fiducia nella giustizia divina? La ricorderò nelle mie preghiere.

28/11/2019 - 8:10

AUTORE:
alessandro

Mi sento meno solo . Alla fine mi stavo convincendo che la canea avesse vinto .

27/11/2019 - 18:20

AUTORE:
Antonella

“La Chiesa può essere cristiana solo se è umana, cioè laica e povera.”
Don Andrea Gallo
saluti
antonella

27/11/2019 - 18:11

AUTORE:
Antonella

Sogno una Chiesa non separata dagli altri, che non sia sempre pronta a condannare, ma sia solidale, compagna
(Ultimo messaggio di Don Andrea Gallo su Twitter)
Saluti

27/11/2019 - 17:46

AUTORE:
alessandro

mi domando sempre la ragione dell'accanimento nei confronti di chi ospita senza costarvi una lira , una serie di persone in difficoltà che avrebbero in alternativa solo vivere per strada ed arrangiarsi con piccoli reati . Non ho mai letto niente di simile negli interventi .
Eliminare Vicofaro o tutto quanto esiste di tale tipo di assistenza, risolverebbe il problema dell'immigrazione ? Aumenterebbe la sicurezza ? . Questo accanimento nei confronti di questi ragazzucci , è inumano . Passi che l'"esuberanza" barricadera (non è vero , ma) possa dare noia , ma i poveretti ? Lo stesso vergognoso approccio nei confronti di chi per ragioni politiche deve affogare. Ma dove è andata a finire la vostra umanità ?
Siete vigliacchi da tastiera.

27/11/2019 - 6:44

AUTORE:
Lorenzo

Contro la maggioranza dei parrocchiani.
Contro la prefettura.
Contro la diocesi.
Cambi mestiere se non ha più voglia di fare il prete.
Forse non lo è mai stato.

26/11/2019 - 18:59

AUTORE:
alessandro

I commenti sono , salvo eccezioni , concordi . Don Biancalani deve smettere di raccattare tutta questa gente , dar loro un tetto e da mangiare . Non deve rivendicare di fronte alla cattiveria imperante , il diritto di farlo . Poi un "bieco "individuo va a ripescare la guerra civil dove i preti furono massacrati . Dimentica di ricordare Franco ed il franchismo. Perché non parlare dell'assassinio di Campo dei Fiori , oppure degli assassini politici spagnoli del 16* secolo . Ma si , anche dell'editto di Costantino ....
Quanto fiato sprecato per giustificare posizioni infarcite di cattiveria.


Visto che siamo a volare alto :


e in quanto a voi, sentite bene
quel ch’io vi prometto. Verrà un giorno...

26/11/2019 - 14:22

AUTORE:
Gabriele

Quasi non ci credo, sono d’accordo con il vescovo!
Bene ha fatto a “bacchettare” il Don di turno, e bene ha fatto a rimproverare a Salvini un uso strumentale della religione! Ma d’altra parte è un politico, cosa non è strumentale per un politico?
Ma parlando di strumentalizzazione, cari Giovanni ed Alessandro (sempre che non siate entrambi ALIAS), se non pensassi che siete in buona fede, a me lo schifo lo fareste voi… invece così mi fate solo pena.
Intrisi di buonismo d’accatto, imbeverati da chi, dell’accoglienza, ha fatto un business prima che una bandiera, incapaci di vedere oltre Salvini o di parlare di altro che di odio… Ma dov’è tutto quest’odio? L’unico che vedo io è nelle minacce di morte dei decerebrati automi sinistroidi, gli unici che manifestano con violenza ed offese per imporre un punto di vista unilaterale e miope.
Dire che uno sbaglia non è odiarlo, pensarla in modo diverso non è odiare! Non lasciatevi imbrancare in discorsi senza senso: dove sono le parole di odio? Trovatele e mostratele.
Possibile non riuscire a capire che non possiamo accoglierli tutti? E se non tutti, perché alcuni si ed altri no? Chi si arroga il diritto di decidere chi vive e chi muore? E la soluzione sarebbe portarli in piscina? Od accatastarli in una chiesa?
Avete mai fatto caso che dalla guerra scappano solo tanti giovani vigorosi (e dotati di telefonino) e pochissime donne incinte? Ottime personcine, che scappano lasciando i parenti più prossimi in balia degli orrori della guerra pur di assicurarsi una sopravvivenza comoda ed accogliente, invece di rimanere a combattere e proteggere i loro cari? Voi vi comportereste così?
Ma il problema in effetti non si pone, non c’è alcuna guerra dalla quale scappare, sono tutti finti profughi, attirati con la lusinga di un’accoglienza inattuabile, che a noi costa un occhio della testa ed a loro non porta alcuna sicurezza: gli unici a guadagnarci sono gli “accoglienti” centri di raccolta (che li trattano appunto come rifiuti), che lucrano sui finanziamenti e fanno guadagni “più che con la droga”…
La soluzione non è buttarli fuori dai centri di raccolta, è non farli arrivare! Magari evitando che ne muoiano metà nel viaggio.
Se davvero qualcuno li vuole aiutare, dovrebbe fare in modo di farli restare a casa loro, aiutandoli a creare delle infrastrutture, del lavoro, delle città in cui vivere dignitosamente, secondo i loro usi e costumi (e religioni, ahimé), senza imporre promiscuità di alcun tipo a nessuno...
Peccato che questa sia una soluzione che non porta guadagno a nessuno, oltretutto inattuabile fino a che non si riesca a far capire agli aitanti giovinotti che non si possono sfornare figli come fossero briosche, non avendo poi di che sfamarli! Che non si vive di elemosina ma di lavoro, che la libertà la si deve conquistare (come hanno fatto i nostri predecessori, pagando anche con la vita), che non esistono diritti senza doveri… In definitiva, che non possono vivere da uomini se si comportano come le capre!
Già, ma chi glielo può insegnare, forse gente che ancora vive di paure, saltella come una scimmia urlando slogan e lancia sassi alla Polizia? O forse potrebbero impararlo da chi vuole accoglierne a milioni, salvo poi metterli a vivere in qualche discarica o ghetto, purché lontano da casa sua?
Devo ancora capire se si tratta di imbecillità o di ipocrisia, in ogni caso non mi appartiene!

26/11/2019 - 12:06

AUTORE:
Daniele

Hai visto cosa sta accadendo nelle città ?
Ieri in tv ho visto il quartiere di Padova diventato un quartiere di spaccio a cielo aperto e non solo. Falsi locali commerciali gestiti da immigrati in cui si spaccia eroina. Cose INCREDIBILI !!
E pensare che in tutte le città è così.
E pensare che a qualcuno non interessa,se ne fregano,anzi alimentano questo sistema.
Uno schifo.

26/11/2019 - 11:52

AUTORE:
Pasquino

Visto che anche ultimamente sono tanti gli inviti a "non dimenticare" per quanto riguarda le vittime della shoah e del nazifascismo, mi pare utile rammentare anche quanto segue, soprattutto al don Biancalani (tratto da WIKIPEDIA):
I martiri della guerra civile spagnola sono i sacerdoti, religiosi e i laici cattolici spagnoli che, durante la guerra civile spagnola (1936-1939), furono uccisi a causa della loro fede, e nei quali la Chiesa ha ritenuto di individuare gli elementi caratteristici del martirio. Il maggior numero di episodi di violenza si registrarono dopo il 1936, dopo la vittoria del Fronte Popolare spagnolo, formato da socialisti, comunisti e antifascisti sul modello del Fronte Popolare francese. Le violenze si intensificarono tra il 18 luglio 1936 e il 1º aprile 1939, dando origine a una vera e propria persecuzione religiosa, che portò alla distruzione del 70% delle chiese spagnole e all'uccisione di quasi diecimila persone, tra le quali 13 vescovi, 4.184 sacerdoti e seminaristi, 2.365 religiosi, 283 religiose e diverse migliaia di laici di entrambi i sessi, il cui numero è tuttavia impossibile precisare.

26/11/2019 - 9:51

AUTORE:
alessandro

Don Ciotti , Don Gallo , Don Biancalani e chissà quanti altri sacerdoti hanno fatto la stessa cosa.
Leggo comunque il titolo che sembra riportare AMAREZZA nei confronti dell'azione , mentre amarezza è nei confronti di Salvini.
La polemica e l'odio nei confronti del Sacerdote si spiega facilmente.
L'azione di Don Biancalani è azione di carità cristiana ed indicazione di soluzione del problema dell'immigrazione , che la politica non riesce a gestire.
Non a caso Riace e Vicofaro hanno rappresentato il "nemico" perché rappresentanti della cattiva coscienza dei politici.
Per tutti vale ricordare l'episodio dei ragazzi neri in piscina .
Quello che è certo , è che le azioni dello stato (primo decreto Salvini) e corollari vari , compresi gli accordi Minniti, hanno acuito il problema . Maggiore insicurezza e forse aumento del numero di reati di "sopravvivenza"
La negazione dell'umanità per raccattar voti ? Uno schifo.

26/11/2019 - 9:50

AUTORE:
giovanni

Ce nè fossero preti così.....purtroppo ci sono cardinale pro SALVINI che desolazione!