Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 21:11 - 30/11/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Il Consiglio comunale che si è svolto venerdì scorso, è stato di gran lunga il più significativo degli ultimi tempi.
Innanzitutto, ha mostrato il sindaco Baroncini sulla difensiva. Tanto sulla .....
RALLY

E’ ancora all’insegna delle soddisfazioni che la scuderia Jolly Racing Team sta mandando in archivio la stagione sportiva 2020.

RALLY

Sarà un fine settimana intenso, ricco di emozioni ed anche di orgoglio, il primo del mese di dicembre, per Pavel Group, che andrà ad affrontare il suo debutto nel Campionato del Mondo rally, all’Aci Rally Monza (3-6 dicembre), ultima prova del torneo iridato 2020.

BOXE

In questo weekend si sono svolti i campionati toscani elite di pugilato a Firenze, ospiti nella prestigiosa accademia pugilistica fiorentina.

PISTOIA

Mister Riolfo riesce ad invertire il trand negativo della Pistoiese, che nelle ultime cinque partite aveva racimolato appena un punto.Adesso, i tre punti ottenuti grazie ad un 2-0 che rispecchia perfettamente i valori in campo, consentono alla Pistoiese di guardare al futuro con un briciolo di ottimismo in più. 

CALCIO

Con soli 9 punti e reduci in settimana da un avvicendamento alla guida tecnica (via il mite Frustalupi e dentro il grintoso Riolfo), gli arancioni non possono commettere altri passi falsi, se vogliono evitare le secche della bassa classifica.

CALCIO

Che la sorte di Frustalupi fosse fortemente in bilico, era la classifica stessa a dirlo.

CALCIO

Una cosa ci teniamo a dirla: noi di Valdinievole Oggi non siamo osservatori imparziali. Siamo sportivi, ci mancherebbe altro. Ma siamo tifosi della Pistoiese e soffriamo tantissimo quando vediamo la nostra squadra arrancare in questo modo.

RALLY

Si è conclusa sull’ultima pedana d’arrivo del Campionato Italiano Rally la stagione sportiva di Simone Baroncelli e Donato Bartilucci, portacolori della scuderia Jolly Racing Team impegnati sulle strade dell’ultimo appuntamento del Tricolore 2020.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Donato Carrisi.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Valerio Massimo Manfredi.

Vivevo la vita,
che non è infinita,
senza l’offesa
del .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Un argomento 'scomodo' e per certi aspetti 'scabroso' per la memoria collettiva.

FILIATELIA
di Giancarlo Fioretti

Dal 10 novembre è possibile acquistare il francobollo.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
MONTECATINI
Imposta soggiorno, Vescovi e Pira (Lega): "A spacciatori restituiti i soldi, a imprenditori la condanna"

7/11/2019 - 19:11

Il senatore Manuel Vescovi (Lega) e Sonia Pira (commissario provinciale Lega) intervengono dopo la condanna di un albergatore per ritardo nel pagamento della tassa di soggiorno.

“Non possiamo che esprimere il nostro forte disappunto - affermano -riguardo alla condanna per peculato inflitta a un albergatore. È decisamente necessario modificare radicalmente la normativa, poiché è assurdo che una persona, solo per un ritardato pagamento dell’imposta di soggiorno, venga accomunata addirittura a chi commette un furto”.

 

“Siamo assolutamente solidali, quindi - precisano i rappresentanti del Carroccio - con il titolare dell’hotel montecatinese e ribadiamo la nostra forte perplessità sulla sanzione a lui comminata; certo, la giustizia, spesso è quantomeno “strana” se, come successo recentemente nella zona di Lucca, a un noto spacciatore sono stati restituiti, da un giudice, 4000 euro, ritenuti non frutto della sua illegale attività…”.

 

“Per quanto possibile - conclude Manuel Vescovi - come parlamentare mi muoverò, dunque, per sollecitare un deciso cambiamento di una norma di legge che appare indubbiamente iniqua.”

Fonte: Lega
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




11/11/2019 - 12:56

AUTORE:
giovanni gorini

Leggo e concordo .
Nel mio intervento citavo la sentenza della Cassazione ed in quello precedente , la situazione di irregolarità diffuse al proposito in un articolo dell Nazione circa Tassa soggiorno a Montecatini con dati e delibere del Comune.
Il riferimento al denaro restituito e ritenuto non frutto di attività delittuosa , quali elementi ha chi porta questo parallelo se non la solita malafede ed ignoranza ?

10/11/2019 - 15:35

AUTORE:
Devis

Questo albergatore ha incassato dei soldi non suoi che avrebbe dovuto dare al comune entro una certa data. Non li ha versati e quindi ne risponderà. Quando non ha rispettato la scadenza sapeva benissimo le possibili conseguenze. Allo spacciatore non è che hanno restituito i soldi incassati dallo spaccio ma quelli "ritenuti non frutto della sua illegale attività". Quale sarebbe il nesso con l'albergatore che, come già spiegato dagli altri prima di me, ha commesso un chiaro e limpido reato di peculato?

9/11/2019 - 13:36

AUTORE:
giovanni Gorini

Qualora un contribuente denunci un debito nei confronti del fisco , subisce sanzioni diverse rispetto a chi occulta tale reddito . Qui invece si tratta di altro .
Il debito nei confronti del Comune da parte dell'albergatore non esiste . Esiste la cifra riscossa per conto del Comune da versare per legge alla scadenza in quanto non trattasi di tributo , ma di denaro di altri di cui la disponibilità da parte del percettore nel tempo è determinata per legge. Dopo questa scadenza , la cassazione ha stabilito trattarsi di peculato e cioè di appropriazione di aun "agente" quale è l'albergatore , che si appropria di denaro non suo.
La sentenza di Cassazione è visibile in originale si Internet.
Quindi ....

9/11/2019 - 7:39

AUTORE:
Arturo L.

Leggo su la Nazione a proposito di tassa di soggiorno a Montecatini:



https://www.lanazione.it/montecatini/cronaca/tassa-soggiorno-1.3739579


La determinazione 112 del 6 febbraio scorso, emessa dal settore tributi dell’area economico-finanziaria dell’ente,(comune di Montecatini ) parla di 48 casi legati alla morosità di strutture ricettive.

peculato con il coinvolgimento dei titolari di 15 strutture alberghiere, accusati di aver incassato la somma versata dai clienti senza girarla al Comune.

L’articolo 314 del codice penale prevede una pena da quattro a dieci anni e sei mesi per il «pubblico ufficiale o l’incaricato di pubblico servizio che, avendo

Corte di Cassazione, tra l’altro, ha confermato il reato di peculato per chi non versa la tassa di soggiorno

Questa sembrerebbe una Campana . Chi vuol esprimere parere contrario sulla base di elementi concreti , scriva pure e noi leggeremo .

8/11/2019 - 23:48

AUTORE:
Gabriele

Non conosco gli atti del processo, non intendo condannare a priori, però mi sembra che la discriminante sia la denuncia degli importi: se era stata fatta dovrebbe trattarsi solo di un ritardo nel versamento (egualmente non giustificabile da parte di chi gestisce un'attività complessa come quella e che sicuramente si avvale anche dell'aiuto di professionisti), se invece non era stato denunciato l'importo da versare forse tanto in buona fede non era…
L'errore c'è comunque e la pena sarà stata determinata secondo il caso.
O almeno si spera...

8/11/2019 - 12:34

AUTORE:
Franco Stica

Giusta o sbagliata che sia l'imposta di soggiorno, ricordo che non sono soldi che paga l'albergatore, ma sono soldi che i clienti versano all'albergatore che poi li dovrebbe versare al Comune. Quindi NON è una tassa a carico degli albergatori, ma a carico dei clienti.

8/11/2019 - 9:31

AUTORE:
giovanni gorini

Dove la demagogia convince.
I poveri albergatori riscuotono in contanti un balzello comunale . Si dimenticano di versarlo alle scadenze , taluni per periodi brevissimi , altri per periodi più lunghi. Sembrerebbero molti i provvedimenti per il recupero delle somme , da parte di molti comuni .Se un qualsiasi dipendente di una qualsiasi ditta avesse trattenuto le cifre incassate , al minimo sarebbe stato licenziato , salvo ricadere in un articolo del Codice Penale . Lasciamo che lo "sfortunato" di turno , si lecchi in silenzio le ferite e se del caso , il parlamento possa rivedere una legge per il meglio, se possibile.

riporto di seguito un articolo della Nazione di Tale Daniela Bernardini sulla situazione di Montecatini, tal quale lo leggo e senza responsabilità.

https://www.lanazione.it/montecatini/cronaca/tassa-soggiorno-1.3739579

Se poi si vuol ragione per forza.....