Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 06:11 - 19/11/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Inops, potentem dum vult imitari, perit. In prato quondam rana conspexit bovem et tacta invidia tantae magnitudinis rugosam inflavit pellem: tum natos suos interrogavit, an bove esset latior. Illi .....
BASKET

Ben 50 minuti di gioco ci sono voluti per decretare il vincitore di questa splendida partita che ha visto i ciabattini capitolare al PalaEinaudi.

KARATE

Avrà inizio il prossimo venerdì 22 novembre alle ore 14 per concludersi domenica nel tardo pomeriggio la rassegna sportiva organizzata dalla Fesik (Federazione educativa sportiva italiana karate) presso il Palaterme.

TIRO A SEGNO

Dall’8 al 10 novembre si sono svolti presso il poligono di Tiro a segno di Napoli il Trofeo delle Regioni e la “fase nazionale” del Campionato Giovanissimi.

BOCCE

Non chiamatelo sport per pensionati: praticare uno sport significa passione, impegno e una dose non indifferente di sacrificio, questo vale sia per gli sport che vanno per la maggiore come il calcio, sia per i cosiddetti sport minori fra i quali le bocce.

VOLLEY

Stupendo inizio di campionato per Montebianco che batte 3 a 1 la giovane ma già molto competitiva compagine di Prato

BOCCE

Al termine di una prestazione generale al limite della sufficienza. Con alcuni atleti sottotono, ai termali è mancata la concentrazione e grinta agonistica, pur senza togliere i meriti agli atleti anconetani, alcuni punti buttati al vento, nel corso dell’incontro, avrebbero potuto marcare con più risalto il divario con le altre formazioni del girone”.

KARATE

Tante soddisfazioni per il karate Ninja Club all’open di San Marino, la palestra con sedi a Pescia e Larciano ha ottenuto due ori e quattro medaglie di bronzo.

BOCCE

Successo a Monsummano per Giacomo Lorenzini, valdinievolino di Ponte Buggianese, star delle bocce agonistiche nazionali tesserato per la Bocciofila Vigasio-Villafranca (Fib Verona).

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Francesco Sole.

none_o

Il quarantennale di attività creativa di un artista come Franco Del Sarto non può certo rimanere inosservato.

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Cercasi coinquilina studentessa solo ragazze
Appartamento sito .....
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA
asd " ENERGY LATIN DANCE .....
PIEVE A NIEVOLE
Erano marito e moglie di Pieve i corrieri della droga nel Nord: sequestrati 10 kg di coca e smantellata organizzazione

6/11/2019 - 10:02

I carabinieri, nell’ambito di un’attività investigativa coordinata dalla procura della Repubblica di Brescia, hanno smantellato un’organizzazione criminale costituita principalmente da cittadini albanesi, responsabili dei reati di importazione, traffico internazionale e spaccio di ingenti quantitativi di cocaina. 

 

L’operazione ha consentito di disarticolare e assicurare alla giustizia i componenti di un sodalizio criminale, ben organizzato e strutturato, dedito al traffico di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, che venivano importate dall’estero e venivano smistate in provincia di Brescia, Bergamo e in altre numerose province dell’Italia centro-settentrionale. La cocaina era infatti destinata anche a rifornire le piazze di spaccio di Ferrara, Venezia, Bolzano, Monza Brianza, Alessandria e Varese.

 

Al vertice della struttura c’erano due fratelli albanesi residenti a Fiesole (Fi) che proprio in terra toscana avevano costituito la base logistica e il centro di smistamento dei carichi di droga che si muovevano verso il nord Italia.

 

L’indagine antidroga, sviluppata in poco meno di due mesi, ha consentito complessivamente di: arrestare in flagranza di reato 7 soggetti; dare esecuzione ai decreti di arresto ritardato emessi dalla Dda di Brescia nei confronti di 11 persone; sottoporre a sequestro penale 11 kg di cocaina, 1 kg di marijuana e circa 50mila euro in contanti.

 

L’attività di contrasto ha preso il via dal sequestro di 500 grammi di cocaina operato a Breno (Bs) dai carabinieri della locale compagnia nello scorso mese di giugno. In quella circostanza erano stati tratti in arresto due fidanzati albanesi e un artigiano italiano del posto.

 

Le illecite – ma redditizie attività di importazione, traffico e spaccio – hanno visto quali principali artefici i due fratelli albanesi, rispettivamente di 27 e 25 anni, entrambi incensurati e residenti in provincia di Firenze. I due si servivano di un corriere italiano residente nella provincia di Pistoia (a Pieve a NIevole), al quale era affidato il compito di andare all’estero per ritirare i carichi di cocaina, oltre a quello di occuparsi materialmente delle consegne che quotidianamente venivano fatte nelle province italiane che sono state prima citate.

 

Per i viaggi il corriere utilizzava due autovetture, poi sequestrate, dotate di doppi fondo che permettevano di occultare la droga e superare indenni eventuali controlli delle forze di polizia. Lo scorso fine settimana i carabinieri, sulla base delle risultanze investigative, hanno fermato il corriere che stava rientrando a Firenze. Sotto il sedile posteriore della sua Nissan Qashqai i militari scoperto un vano artefatto (la cui apertura poteva avvenire solo tramite un pulsante che era nascosto sotto la moquette del tetto) nel quale erano occultati dieci panetti di cocaina del peso di 10 chilogrammi.

Sull’auto c’era anche la moglie del 51enne di Pieve a Nievole, che lo aveva accompagnato durante il viaggio. Nella circostanza è finito in manette anche il più grande dei due fratelli albanesi di Fiesole che con una seconda auto stava facendo rientro in Toscana insieme ai due complici.


Dopo l’importante sequestro, i carabinieri di Breno e Clusone hanno chiuso il cerchio sugli altri componenti dell’organizzazione che erano i materiali destinatari della droga e a favore dei quali erano state accertate cessioni di cocaina nelle precedenti settimane.


Gli 11 decreti di arresto sono stati emessi a carico del 51enne corriere pievarino, dei due fratelli albanesi di Fiesole, di un 48enne residente a Comacchio (Fe), di un 39enne residente a Mestre (Ve), di un 34enne di Brunico, di un 32enne di Alessandria, un 29enne di Cazzago San Martino (Bs), un 27enne di Sarnico (Bg), un 25enne di Ponte San Pietro (Bg) e un 34enne di Malnate (Va), tutti di origine albanese.


Tutti gli arrestati sono stati portati in carcere al termine del blitz. La cocaina sequestrata ha un valore stimato di circa 800mila euro.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




8/11/2019 - 9:07

AUTORE:
maria

Caro Daniele , se sei seccato del fatto che certi commenti appaiano su questo foglio , puoi anche andare altrove , ce ne faremo una ragione. Il tuo ultimo commento non meriterebbe nessuna risposta , ma siccome hai vomitato un tuo insignificante pensiero su 10 kg di coca che i bravi cittadini usano per il loro divertimento , la cosa ti appare naturale e forse meno grave perché non rientra nei tuoi demenziali schemi del nero colpevole a prescindere , due righe te le meriti . Non ho parole sufficienti per definire te e la tua categoria di allegri spensierati .

7/11/2019 - 18:24

AUTORE:
Daniele

È certo che tu hai qualche cosa che non va bibi. Ti rendi conto delle risate che susciti a chi ti legge? Rispondi a TUTTI su TUTTI gli articoli ! Non ti voglio certo offendere,ma ....mmmm......lo capisci anche da te.
I tuoi commenti sono un grande test :
Se un lettore non li capisce è sicuro di essere ancora sano di mente !!

7/11/2019 - 14:20

AUTORE:
giovanni gorini

la tua frase è veramente comica .
Gli italiani raramente delinquono . I tre vigili del fuoco morti ieri per bocca dei loro familiari ti ringraziano . Ma veramente sei convinto di quel che scrivi ?
Quante braccia rubate alla terra ....

7/11/2019 - 14:07

AUTORE:
giovanni gorini

Se Dio vuole dici tutto tu.
I delinquenti vanno messi in carcere secondo il Giudizio del Magistrato ed in ossequio al principio costituzionale di tutti i cittadini (bianchi neri gialli stranieri e forse marziani) uguali di fronte alle leggi .
Questo principio lo vedo vacillare nelle testoline di tanti commentatori . Si vorrebbero giustizie separate e pene immediate ancor prima del giudizio.
Riflettete che un giorno potrebbe toccare anche a voi di essere dalla parte sbagliata di fronte al Giudice.

7/11/2019 - 13:57

AUTORE:
giovanni gorini

Mi domando se per darmi contro, si giustificano i delinquenti nostrali rammentando che "gli altri" mi piacciono . Ma ci sei o ci fai ?

7/11/2019 - 10:45

AUTORE:
Dalla Pieve

Per una volta sono d'accordo con te che ti firmi in mille modi. Sono talmente rare notizie di questo genere che vale la pena evidenziarle. In Italia commettono reati ANCHE gli italiani !!!!
Bravo signor mille nomi , che segugio, che astuzia.

7/11/2019 - 9:22

AUTORE:
giovanni gorini

Come sei leopardiano . Ma la gallina non sei per caso tu che non trovi niente da commentare di un giro di 10 kg di polvere bianca ? Aspetto i soliti assatanati anti neri e anti solo per essere idiotamente anti , che vogliano commentare l'articolo e non le mie innocue punzecchiature . Dubito che qualcuno vorrà considerare che quelli che si scandalizzano a senso unico , sono quelli che ... Qualcuno ne conosce o ne sa qualcosa ?

7/11/2019 - 9:14

AUTORE:
giovanni gorini

Basilio Puoti detto "L'ultimo dei puristi" da un saggio del De Sanctis


Allora , il verbo imparare usato all'infinito , mi ricorda le scenette dei neri che adoperano i verbi all'infinito delle barzellette . La forma corretta dell'imperativo , seconda persona singolare è IMPARA .
Per quanto attiene al titolo , si tratta del motto dell'ordine inglese della giarrettiera la cui origine e significato puoi ricercare su internet .
Terzo :
Tutto tace , nessuno al cuor mi parla ...
Si tratta di una storpiatura che ricorre spesso , di un duetto dall'Amico Fritz di Mascagni

Contento ?

7/11/2019 - 6:36

AUTORE:
Tommaso

Che fai quando sono i tuoi amici va bene e quando sono connazionali no?
Ti svelo un segreto : in Italia vivono gli italiani zorrino . Ci sono sempre stati i delinquenti.
I nigeriani e i magrebini arrestati quotidianamente , quelli che spacciano nelle città, nei parchi. , sotto le scuole , ti vanno bene invece ?

6/11/2019 - 22:10

AUTORE:
Giorgio

Non odi nulla perché sei rimasto solo. Non lo senti l'eco delle tue castronerie quando pensi?

6/11/2019 - 21:37

AUTORE:
Daniele

Ecco bravo bibi, hai perso l'ennesima occasione per tacere.
Imparare a scrivere bibi, non conosci l'italiano ...

6/11/2019 - 16:51

AUTORE:
GIOVANNI GORINI

Tutto tace , nessuno al cuor mi parla......