Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 23:07 - 13/7/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

RALLY

E' pronto ad accendere i motori della Skoda Fabia R5, Thomas Paperini. Il pilota pistoiese, atteso al debutto sulla vettura, sarà parte integrante della Coppa Città di Lucca.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme sabato in notturna con una riunione di corse interamente riservata ai gentlemen.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme giovedì sera molto interessante nonché primo appuntamento della nuova settimana di luglio al Sesana di Montecatini, arricchito dalla presenza dei primi tre driver della classifica nazionale.

BASKET

Il Social Camp, rivolto a ragazzi e ragazze amanti della pallacanestro, si terràdal 13 al 27 luglio e coinvolgerà giocatori professionisti e personalità del mondo della palla a spicchi pronti ad animare un intenso palinsesto online di allenamenti, lezioni pratiche e consigli per migliorare la propria tecnica.

BASKET

La pallacanestro ha ripreso a scaldare i motori anche negli Stati Uniti. Aspettando che riprenda la stagione Nba, a partire dallo scorso 4 luglio è partita la manifestazione “The Basketball Tournament”.

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare di aver prolungato l'accordo in essere con l'atleta Carl Anton Delroy Wheatle.

LARCIANO

Un ritorno all’agonismo che ha assecondato le aspettative, quello che ha interessato la scuderia Jolly Racing Team sulle strade del Rally Internazionale Casentino, appuntamento salito alla ribalta delle cronache sportive nazionali nelle vesti di prima gara a calendario dopo lo stop imposto a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

BOCCE

Decisioni federali che fanno piacere alla Bocciofila Montecatini Avis.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Valentina Petri.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un finalista del Premio Strega.

Quando c’è la Luna nel suo quarto
e la campagna avvolta nella .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

La vittoria doveva essere scontata per Firenze, ma non andò così.

FILIATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il francobollo in ricordo Amato, il giudice che scoprì le trame eversive dell'estrema destra

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
PESCIA
Franceschi (Lega) su situazione ospedale: "E' normale che visitatori e malati condividano alcuni spazi?"

20/10/2019 - 8:38

Interrogazione a cura del consigliere della Lega Franceschi: "E' normale che in una stanza di reparto ospedaliero vi siano insieme malati infetti e non?
Girando per l'ospedale in cerca di un collega consigliere ricoverato, ho involontariamente ascoltato di spalle persone che si facevano questa domanda.
Ora io interrogo lei responsabile della salute e dell'incolumità pubblica, Esistono queste situazioni? E se esistono, possono mettere a rischio l'incolumità di visitatori o di operatori sanitari?
Già in passato recente si erano diffuse voci circa circostanze analoghe, ma per non dare credito a dicerie popolari ho desistito da interrogare, ma oggi, che le ho udite con i miei orecchi la interrogo e chiedo risposte rassicuranti o interventi decisi per mettere in sicurezza pazienti operatori e visitatori.
Chiedo che questa interrogazione venga discussa nel prossimo consiglio comunale".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




21/10/2019 - 17:01

AUTORE:
maria

Il leghismo è una vera religione. Un po' come il comunismo di Guareschi . Bisogna comunque apparire senza cominciare a consultare il proprio cervello , il proprio medico , addirittura Internet dove non cercare i pareri che possono essere fuorvianti o falsi , ma i Protocolli ospedalieri e poi accusare . Sembra che parlar male della sanità , dia lustro come a quegli imbecilli dei
contrari ai vaccini . Ho paura che il leghismo sia anche questo (non si fanno mancare niente)

21/10/2019 - 14:09

AUTORE:
Simo

Non so a cosa si riferisca il si. Franceschi, ma per quanto o potuto appurare direttamente un paziente che si ha il dubbio sia infetto o potenzialmente possa esserlo viene trasferito all ospedale di Pistoia, o nei casi estremi ai nosocomi di Firenze o Pisa.

21/10/2019 - 13:30

AUTORE:
maria

Se c'è un luogo dove è facile ammalarsi , questo è l'ospedale. Le sale operatorie vengono letteralmente distrutte in quanto pericoloso luogo dove beccarsi malattie anche gravi durante gli interventi . Viviamo in un mondo invisibile in cui gli acari fanno la loro cacchina sui nostri letti dopo aver mangiato i residui della nostra pelle e non ce ne curiamo più di tanto . Ma quando Entriamo continuamente con vere bombe biologiche rappresentate dai nostri simili ci preoccupiamo .. Ci sono protocolli e raccomandazioni che in ospedale vengono (quasi sempre) seguiti , ma ricordiamoci che l'ospedale è un luogo particolarmente pericoloso dove occorre per tutti il minimo indispensabile di permanenza. Il riferimento a bambini ed a visitatori "defedati" a causa di età o patologie, è vivamente sconsigliato . Con i Tablet si puo' visitare i nostri cari in ogni ospedale senza rischio . Basta restare a casa .
Mi riferisco a dati OMS

21/10/2019 - 12:15

AUTORE:
Mario

Se il Franceschi si concentrasse di più a fare il fabbro e smettesse di divulgare inutili quanto infondati allarmismi tutti vivrebbero più sereni!!!
Gli ospedali della Toscana adottano (TUTTI compreso Pescia) i migliori protocolli di contenimento delle malattie infettive.
Per fortuna i casi davvero "pericolosi" per le persone SANE, sono pochissimi, quelli trattati in "promisquità" lo sono esclusivamente per persone immunodepresse o particolarmente fragili.

BAMBINI IN VISITA
Non esistono ragioni oggettive per NON portare un bambino sano e opportunamente preparato a ciò che l'aspetta, a trovare un parente in ospedale.
Per qualunque dubbio chiedete ad un MEDICO del reparto, senza scoltare le bischerate...

20/10/2019 - 19:24

AUTORE:
falena

Capisco la preoccupazione del caro amico Oliviero , ma purtroppo il nostro ospedale è il risultato di diversi rifacimenti negli ultimi 3 secoli, e non in tutti reparti sono reperibili stanze di degenza da dedicare a malati o sospetti "infetti" . E'ben evidenziato alla porta di degenza dove risiede un paziente isolato un bel cartello che dice di rivolgersi al personale di assistenza ,ed anche il paziente con i familiari è opportunamente addestrato dal personale . Importante in questa emergenza sanitaria che i visitatori si attengano alle regole ,e che non si vergognino a chiedere al personale invece di diventare sceriffi della salute .
EVITIAMO DI PORTARE IN OSPEDALE I BAMBINI