Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 03:11 - 20/11/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Meglio le rane delle zecche che con un buon antiparassitario scompaiono.
Le zecche non le vuole più nessuno.
BOXE

Ultimi giorni di allenamento prima della partenza per Miguel Bachi dove si vedrà protagonista ai campionati italiani che svolgeranno a Roseto degli Abruzzi in data 22 novembre.

PODISMO

La Polisportiva Circolo Arci Tamburini di Cerbaia di Lamporecchio organizza per domenica 24 nella località del Montalbano, la trentesima edizione del ‘’Trofeo della Contea delle Cerbaie’’.

BASKET

Ben 50 minuti di gioco ci sono voluti per decretare il vincitore di questa splendida partita che ha visto i ciabattini capitolare al PalaEinaudi.

KARATE

Avrà inizio il prossimo venerdì 22 novembre alle ore 14 per concludersi domenica nel tardo pomeriggio la rassegna sportiva organizzata dalla Fesik (Federazione educativa sportiva italiana karate) presso il Palaterme.

TIRO A SEGNO

Dall’8 al 10 novembre si sono svolti presso il poligono di Tiro a segno di Napoli il Trofeo delle Regioni e la “fase nazionale” del Campionato Giovanissimi.

BOCCE

Non chiamatelo sport per pensionati: praticare uno sport significa passione, impegno e una dose non indifferente di sacrificio, questo vale sia per gli sport che vanno per la maggiore come il calcio, sia per i cosiddetti sport minori fra i quali le bocce.

VOLLEY

Stupendo inizio di campionato per Montebianco che batte 3 a 1 la giovane ma già molto competitiva compagine di Prato

BOCCE

Al termine di una prestazione generale al limite della sufficienza. Con alcuni atleti sottotono, ai termali è mancata la concentrazione e grinta agonistica, pur senza togliere i meriti agli atleti anconetani, alcuni punti buttati al vento, nel corso dell’incontro, avrebbero potuto marcare con più risalto il divario con le altre formazioni del girone”.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Francesco Sole.

none_o

Il quarantennale di attività creativa di un artista come Franco Del Sarto non può certo rimanere inosservato.

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Cercasi coinquilina studentessa solo ragazze
Appartamento sito .....
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA
asd " ENERGY LATIN DANCE .....
PESCIA
Quali poeti? L’Istituto C. Lorenzini di Pescia diventa patrono della poesia

6/10/2019 - 13:27

«La poesia – scriveva Charles Bukowski – dice troppo in poco tempo; la prosa dice poco e ci mette un bel po’». In questo ‘troppo’ è contenuta l’essenza dell’arte poetica: il senso della parola come scaturigine di significato, come simbolo che dischiude dimensioni arcane e che connette il lettore all’autore, in modi che quest’ultimo non aveva nemmeno preventivato – come ci ha insegnato Giorgio Manganelli – in una connessione che trascende tempi e luoghi e svela, in un istante, tanto quanto dura la percezione, tutta la verità del mondo. Scrivendo nel 1946, sulle macerie di una Germania che aveva scelto la via dell’abisso, Martin Heidegger – che dell’abisso in parte aveva scorto qualcosa – si chiedeva quale ruolo potessero ancora avere i poeti «nel destino della notte del mondo». I suoi erano tempi indigenti, e lo sono anche i nostri. Prevale la superiorità dell’elenco, dell’enumerazione, della giustapposizione. L’essenza sfugge. Quale compito rimarrà alla nostra società, alla nostra scuola se non siamo in grado di generare e accudire nuovi poeti? Per due anni consecutivi – nel 2018 e nel 2019 –, la giovanissima Cloe Buralli, iscritta attualmente al quarto anno del Liceo Classico presso l’Istituto Lorenzini di Pescia, si è classificata al secondo posto nel concorso nazionale Il Fiore, patrocinato dal Comune di Chiesina Uzzanese, ultimo di una cospicua serie di successi. La premiazione è avvenuta lo scorso due agosto e come spesso accade ai poeti la sua voce non ha urlato, ha semplicemente sussurrato e in molti non l’hanno udita. Se viene meno la visione poetica, lo sguardo penetrante e sincero, lo sguardo che tutto comprende; se viene meno il misticismo sacrale della parola, allora tutto è perduto e la notte del mondo è inevitabile. Cosa sono, in fondo, le poesie se non «Fiori di giardini interiori, di arcani sentieri, che sboccano ai Campi Elisi o, forse, al crepuscolo dell'universo» (Cloe Buralli)?
 
Giorgio Scrofani

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: