Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 20:10 - 14/10/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Condivido i Suoi commenti. Però il problema è da un lato una U. E. che considera ancora l'Italia come disse von Metternich, dall'altro negli stessi governi nostrani che sono stati e sono incapaci .....
CALCIO

Non poteva iniziare con una notizia più bella la nuova stagione del Montecatinimurialdo. A seguito dell’attività svolta nella stagione 2018/2019, il comitato regionale Toscana della Figc ha confermato alla società biancoceleste il riconoscimento di scuola calcio Élite.

BOCCE

Una brutta partenza per la Montecatini Avis guidata dal presidente Moreno Zinanni tornata (diciamo così) sconfitta sui campi degli amici pievarini all’esordio in campionato per 5 set a 3 dalla formazione pesarese del Corbordolo.

BOXE

Il pugile Miguel Bachi ha partecipato ai campionati toscani lo scorso settembre passando direttamente il turno non avendo avversari in Toscana. Egli passa diretto agli interregionali dove ha combattuto sabato 12/10.

BASKET

La Gioielleria Mancini gioca l’anticipo della terza giornata di campionato in trasferta a Lucca contro quella Libertas affrontata e battuta in Coppa Toscana fra le mura amiche.

NUOTO

Ottimi risultati e record personali per 4 atleti dell'Asd Nuoto Valdinievole al campionato europeo juniores (under 18) di Salvamento per club, svolto a fine settembre a Riccione, al quale hanno partecipato 53 società (19 italiane) in rappresentanza di 9 nazioni. 

BOCCE

E’ iniziata la stagione agonistica 2019-2020 e alla Montecatini Avis non sfugge la prima vittoria.

Podismo
CALCIO

Un tesserato del Montecatinimurialdo tra i ragazzi più meritevoli della provincia per l’impegno profuso nel calcio come nello studio, premiato con una prestigiosa borsa di studio.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Valentina Dallari.

none_o

Si apre venerdi 4 ottobre, alle ore 17,  a Pescia,  la mostra di Giorgio Adochi, noto artista di fama internazionale.

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Sono aperte le iscrizioni per il corso di pittura per adulti .....
BUONASERA sono in possesso di diploma di adb e oss sono attualmente .....
PISTOIA
Commemorazione “una rosa per Norma Cossetto” a Pistoia

6/10/2019 - 9:15

Si è svolta ieri, sabato 5 ottobre 2019, alle ore 10:30, in piazza Garibaldi , nella città di Pistoia , la commemorazione intitolata “Una rosa per Norma Cossetto” promossa in tutta Italia dal Comitato 10 Febbraio per onorare la memoria della giovane istriana, seviziata e uccisa nel 1943 dai partigiani comunisti slavi.

 

L’evento che si è svolto, a cui erano presenti numerose autorità cittadine, è stato presenziato dal vice Presidente del Senato Ignazio La Russa, dal senatore Patrizio La Pietra, dal sindaco Alessandro Tomasi con la partecipazione di numerosi cittadini che hanno aderito all’iniziativa.

 

“È stata una cerimonia semplice e molto partecipata – dichiara Alberto Capecchi responsabile del Comitato 10 febbraio Pistoia – nella quale abbiamo ricordato degnamente il sacrificio di Norma Cossetto e di molti altri nostri connazionali che per la sola colpa di essere italiani e di amare profondamente il nostro paese andarono in contro a questa cruenta fine. Per troppo tempo questa tragica pagina storica è stata oggetto di minimizzazioni, false narrazioni, negazionismi ed è proprio per queste ragioni che eventi commemorativi come quello di stamani sono imprescindibili per restituire alle suddette quella dignità storica che per troppo tempo è stata negata e oltraggiata”.

 

Si ringrazia profondamente Azione Studentesca Pistoia per l’indispensabile contributo offerto nell’organizzazione dell’evento ed il consigliere comunale Gabriele Sgueglia che da anni con tenacia e coraggio si fa promotore delle attività del Comitato 10 febbraio sul territorio pistoiese. Il Responsabile Comitato 10 febbraio Alberto Capecchi 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




14/10/2019 - 14:21

AUTORE:
maria.....

Or non è più quel tempo e quell'età . ma forse in altri momenti ....

14/10/2019 - 14:18

AUTORE:
maria.....

Jacome, cura ut glubeas ...

13/10/2019 - 14:55

AUTORE:
Giorgio

Ho sempre sostenuto che bisogna aver paura di certa gente come la persona che si nasconde dietro certi nomi.
Gente violenta che può passare tranquillamente dalle parole ai fatti.

13/10/2019 - 13:48

AUTORE:
Giacomo

AHAHAHAHAHAHAH Mi sto divertendo un sacco a leggere ciò che scrive! Ma si rende conto delle sue castronerie o lo fa apposta? Nell’ultimo suo commento ha scritto cubo invece di un’altra parola, che ha la l al posto della b! Non sa nemmeno cosa scrive! Ecco gli effetti del ’68 e della scuola antifascista! Ci vorrebbe più latino e meno canne! Questi sono i risultati che hanno ottenuto, “menti” come la sua! Bella roba! Lei mi ha chiesto di indicarle un punto dei suoi interventi in cui ha sostenuto una graduatoria fra numero dei morti, ed una diversa categoria morale fra Est e Ovest. Le rispondo: in tutti o quasi i suoi commenti precedenti. Se sa leggere, li rilegga. La sua frase “fascismo male assoluto, il peggiore di tutti i regimi”, vuol dire che secondo Lei il comunismo era un bene, o quantomeno, migliore del fascismo. Il che vuol dire che i milioni e milioni di morti del comunismo erano morti di serie B oppure, morti che Lei nega, o che addirittura giustifica, in nome della sua ideologia. Negando i morti ammazzati dal comunismo, oppure giustificandoli, è Lei che fa revisionismo, non la destra. Del resto, è ciò che i professori di storia fanno da anni, negare la verità storica e cercare di indottrinare i ragazzi. Fortunatamente non ci sono riusciti, né con me, né con altre persone. Un altro passaggio “interessante” del suo “discorso” è dove dice “che le manifestazioni portarono lutti e sofferenze ed è qui che qualcuno interviene con la matematica dei morti. I morti contano allo stesso modo anche se il rapporto è uno ad un milione”. Anche questa, è una teoria interessante. Tipica di chi vuole rovesciare la realtà delle cose, per giustificare l’ideologia da loro sostenuta. Praticamente, Lei sta citando una massima di Stalin, secondo la quale “un morto è una tragedia, un milione di morti una statistica”. Che volete che sia, Tizio e Caio sono entrambi uguali, solo che Tizio ha fatto 1 morto, Caio 1 milione. Anche questo è estremamente tipico. Questo mi fa pensare che avesse ragione Silvio Berlusconi (il quale non mi piace perché è moderato), quando disse che il comunismo è una malattia, nello specifico mentale. Poi vorrei chiederle cosa c’entrano i Protocolli Dei Savi di Sion, da me mai nominati. Lei li accosta addirittura ai terrapiattisti, in un ragionamento logico contorto, atto a dimostrare che secondo Lei chi non la pensa alla sua maniera sarebbe uno da mettere insieme ai terrapiattisti? Assurdo, io parlo 4 lingue straniere e ho alcune lauree, le mangio la pappa in capo 10 volte. Poi c’è un’altra sua frase assurda: “Quel giustificare tutto e per sostenere le proprie tesi che " anche gli altri non sono stati meglio ", è metodo infantile di conclusione su un punto estraneo . Questa tecnica propria di venditori di auto usate, cerchi di non applicarla con me che negli anni ci ho mantenuto una famiglia.” A parte il suo uso scorretto della grammatica, io non devo convincere nessuno di niente. La realtà storica è quella che ho detto io, non perché la devo convincere, ma perché le cose sono andate così. Se poi Lei non ci crede e vuole stare a sentire i falsi comunisti italiani, è un problema suo. Io tanto non la ascolto, quando arriverà il 25 aprile non festeggerò, anche alla faccia Sua. Per quanto riguarda l’ultima parte del suo discorso, “Non faccia il Bombacci con me che non attacca. Stranamente il percorso politico del personaggio , lo portò a degli slalom che somigliano ai Suoi . Magari si ricordi di mettersi la cimice ed alzare la mano aperta . Con l'altra potrebbe tenere il pugno chiuso a mezza altezza . Ma ci prende per il cubo ?” A parte la castroneria da Lei detta nell’ultima frase, “ma ci prende per il cubo?”, io non ho bisogno di fare il Bombacci né di impersonare altri politici. Io ho le mie idee, che sono queste, e non mi devo certo giustificare, né con Lei, né con nessun altro. Poi, se c’è qualcuno che “prende per il cubo”, come dice lei, sono quelli dalla sua parte politica, che hanno raccontato bischerate alla gente per decenni (e tanti italiani, stupidi, ci hanno pure creduto!). Comunque, aspetto con ansia un altro suo commento, mi sto divertendo un sacco. Se lei vuol continuare a rendersi ridicolo con i suoi commenti, io mi divertirò un sacco a rispondere!

12/10/2019 - 10:41

AUTORE:
maria

Non faccia il Bombacci con me che non attacca. Stranamente il percorso politico del personaggio , lo portò a degli slalom che somigliano ai Suoi . Magari si ricordi di mettersi la cimice ed alzare la mano aperta . Con l'altra potrebbe tenere il pugno chiuso a mezza altezza . Ma ci prende per il cubo ?

12/10/2019 - 10:26

AUTORE:
Maria...

Gentilpoco , signor Giacomo , non ho paura dei suoi deliranti concetti . Mi indichi un punto dei miei interventi in cui ho sostenuto una graduatoria fra numero dei morti , ed una diversa categoria morale fra Est e Ovest . Il ritornello del Voi Comunisti quando si da un giudizio storico sul fascismo con tutto il corollario di macerie fisiche e morali (ancora oggi evidentemente leggedola) è falso . Mai sostenuto che Pol Pot era un santo . Vorrei però , anche se Lei non si merita un mio piccolo inutile sforzo , nel vano tentativo di mitigare i suoi pregiudizi , divertirmi a fare una differenza fra est e ovest . Badi bene , non politica , ma funzionale a rimarcare certe differenze . Premessa che tutte le dittature , che Lei difende e io non ho mai sostenuto o difeso , sono solo male , fra est (Orso Russo) e Ovest Fascismi e Nazismi , hanno inizio con intenti molto diversi .
La presa del potere da parte dei fascismi era motivata da intenti di trasformare la società secondo il loro schema.
La Rivoluzione russa con i suoi successivi eventi , parte dalla necessità di liberarsi dal potere rappresentato dai Romanoff.
Da una parte , lotta alle libertà e dall'altra anelito di libertà.
Naturalmente tutte e due le manifestazioni portarono lutti e sofferenze ed è qui che qualcuno interviene con la matematica dei morti. I morti contano allo stesso modo anche se il rapporto è uno ad un milione.
La storia è stata troppo spesso vittima del revisionismo e pochissimo della rivisitazione . Alla fine i giudizi non sono mai definitivi e lo studio di documenti può addirittura rovesciare i medesimi . Se penso che ancora qualcuno crede ai Protocolli dei Savi di Sion , in compagnia dei terrapattisti , non mi stupisce il suo giudizio sul Fascismo . Il suo errore , magari fatta salva la buonafede (???) è dire che anche ...Quel giustificare tutto e per sostenere le proprie tesi che " anche gli altri non sono stati meglio ", è metodo infantile di conclusione su un punto estraneo . Questa tecnica propria di venditori di auto usate , cerchi di non applicarla con me che negli anni ci ho mantenuto una famiglia Vada nell'armadio a cercare il Fez. L'aspettiamo per i selfie davanti al Duomo .

11/10/2019 - 21:49

AUTORE:
Giacomo

Lei non sopporta più il mio Fez, come lo chiama, però è sempre qua a scrivere sciocchezze. Che ci posso fare, siamo in democrazia, come dite voi, quindi mi dovete sopportare, volenti o nolenti. Lei dice che “fare i fascisti in democrazia è facilissimo”. A parte il fatto che io non mi vedo come un fascista, al massimo posso essere considerato un rosso-bruno (in quanto prendo alcuni elementi positivi anche dal comunismo), questi sono discorsi tipici di gente che non sa le cose, che non ha studiato. Lei mi dà del fascista in quanto la vostra mente è come un interruttore. Così come un interruttore può essere acceso o spento, la sua mente, al posto di acceso o spento, ha due opzioni, “la pensa come me” oppure “è fascista”. Lei si perde tutte le sfumature intermedie. Io ad esempio stimo la Repubblica Popolare Cinese, che non mi risulta sia uno Stato fascista. Io le ho dimostrato, dati alla mano, che il fascismo non è il male assoluto, ma lei continua con le sue farneticazioni. Lei trascura volontariamente il fatto che il comunismo ha fatto più morti, non lo vuole ammettere e se la prende con me. Come le rode, che la gente non la pensi come lei. Si vede che ha la bava alla bocca. E io ci godo a farvi rodere, a dimostrarvi che avete fallito su tutta la linea e che non siete riusciti a convincere la società con le balle che sono state scritte, dai vostri compagni, sui libri di storia. Per ora l’unica che ha espresso le sue miserie qua è lei, dimostra un’ignoranza totale della lingua italiana, della storia e forse anche della Costituzione (mi piacerebbe vedere quanti articoli della Costituzione conosce). Non mi tiri fuori la pappardella della Costituzione antifascista bla bla bla, io ho studiato la Costituzione, anche se, le dico la verità, non mi piace per niente, ma l’ho studiata, in quanto ritengo molto migliore la Costituzione Americana, così come ho studiato il marxismo, anche se non amo il materialismo storico di Marx. Bello quell’inno che voi cantavate. Si vedono i risultati, se aveste studiato (magari su libri di storia non scritti dalla sinistra) sarebbe stato meglio. Ennesima dimostrazione che il ’68 ha fatto solo danni.

11/10/2019 - 20:44

AUTORE:
Lorenzo

Marco non ti sopravvalutare. Sei solo un personaggio un po' esaltato ed insicuro che non credendo in ciò che scrive si nasconde dietro ad innumerevoli pseudonimi ... pure Maria. Mannaggiaaaa.
Gli spettri fascisti che aleggiano nella tua mente evidentemente alimentano farneticazioni fuori luogo rispetto al contesto storico. L'uso indiscriminato della parola "fascista" che rivolgi a chiunque non ti dà ragione e il tuo sproloquiare a vanvera, fanno pensare di te ad una persona stanca, esausta e consumata dalla rabbia. Anche se non ci credi sappi che mi dispiace tanto!
Faresti meglio per la tua salute a tenerla a bada o a reprimerla magari facendo un po' di sport , yoga o training autogeno...
Saluti
Il tuo amico Lorenzo

11/10/2019 - 14:39

AUTORE:
Maria...

Lei , signor Giacomo , dovrebbe ritrovare in qualche armadio il Fez di famiglia assieme a qualche foto della guerra coloniale o di quella di Spagna , dovrebbe dico indossarlo ed andare in giro per la città . In quanto alla grafia , tutti hanno capito il senso Forse Ella saprà senz'altro scriverlo in lingua originale. Per la sintassi , grammatica ed ortografia , c'è tanto bisogno di insegnanti preparati . Un cattivo maestro non si improvvisa. Certamente i bisognosi li indirizzerò a lei . Questo è tutto perché sinceramente il suo Fez vero o simbolico , non lo sopporto più. Rimpiango solamente che il compagno Ercoli aveva disposizioni di non fare quello che non si poteva fare ma che forse sarebbe stato giusto fare . Mio padre torno' dalla montagna con un mitra che versò immediatamente e fu un bene . Rivisto dopo tanti anni forse se ... Fare i Fascisti in democrazia è facilissimo . Fare gli antifascisti in altri momenti ha provocato al minimo olio di ricino , bastonature , discriminazioni , carcere , lutti tragedie oltre che amene lunghe villeggiature in qualche isola. IL fascismo è stato il male assoluto con la soppressione di ogni libertà , quella libertà che le permette di esprimere dei vergognosi concetti facendo strame dell'art 21 della Carta che per fortuna consente anche a lei di esprimere le sue miserie .
In gioventù , ero fra quelli che gridavo per strada " Fascisti , carogne , tornate nelle fogne" Non era elegante ma se fossi più giovane .....

11/10/2019 - 14:37

AUTORE:
Roberto

600mila morti a causa del fascismo ? O nella prima guerra mondiale ?
E dopo il 25.04.1945 ? Prego leggere:
https://it.wikipedia.org/wiki/Triangolo_della_morte_(Emilia)
o anche:
http://www.militarystory.org/il-triangolo-rosso/
Con buona pace dei facinorosi che vorrebbero falsificare la verità, loro si fascisti (nell'accezione di autoritari, discriminatori, violenti, offensivi)
Ma forse sono solo dei poveri ossessionati cui la Storia non ha insegnato niente, ammesso che possano o vogliano capirla.

11/10/2019 - 11:19

AUTORE:
Giacomo

Pensavo fosse ancora al gabinetto. Comunque, lo vede come scrive? Non riesce nemmeno a fare un discorso sensato. Si scrive Hiroshima, non Hiroscima. Non riesce nemmeno a capire quello che ho scritto. Non riesce proprio a comprendere che, di fronte alla sua asserzione, totalmente falsa, secondo la quale il fascismo sarebbe (a detta sua) il male assoluto, io le ho risposto, dimostrandole con la semplice matematica, che c’è chi ha fatto di peggio, e sono quelli che stima lei. Lei continua ad arrampicarsi sugli specchi con questa storia del mettere sullo stesso piano la stazione di Montecatini e le leggi razziali, che è una cosa che ha dedotto lei, o meglio, poiché non sa cosa rispondere, dato che io ho smontato la sua tesi con dati inoppugnabili (la matematica parla chiaro), allora deve attribuirmi cose che non ho detto. E poi, mi fa sorridere che Lei parli di Storia oggettiva e autonoma, quando nei libri di Storia ci sono scritte delle “verità” parziali, per il semplice motivo che, in questa “democrazia”, chi ha sempre avuto il monopolio e il controllo dell’istruzione, sono i suoi amici, i quali non hanno certo interesse a farci sapere le cose come stanno, infatti i libri di storia non parlavano proprio delle Foibe (che i suoi amici hanno oscurato, deliberatamente), almeno quando andavo a scuola io. Ora forse, obtorto collo, saranno stati costretti a scrivere qualcosa anche su quell’argomento, perché, se Dio vuole, dopo 70-80 anni di censura, è venuto fuori. Avete fallito, non siete riusciti ad oscurare la verità sulle foibe e sulla Liberazione. Non ne siete stati capaci, nemmeno avendo tutti i media a vostra disposizione. Per quanto riguarda quel discorso sull’Africa, non c’entra nulla con l’argomento di cui si stava parlando, tuttavia devo ammettere che in parte sono cose vere e la responsabilità risiede in larga parte nel sistema capitalistico. Prima che lei giunga a conclusioni affrettate (della serie, allora andava bene il comunismo), io le rispondo che la stessa URSS, sostenendo dittature socialiste o vendendo armi all’Africa non ha di certo migliorato le cose, anzi, le ha peggiorate. Il suo sembra più un discorso qualunquista del tipo siamo tutti colpevoli per l’Africa. Io non mi sento colpevole, la colpa semmai sarà dell’America, della Francia (amica del PD, che schiavizza l’Africa col Franco CFA) e, in passato, anche dell’Inghilterra. Loro avevano la maggior parte dei possedimenti coloniali.

11/10/2019 - 6:27

AUTORE:
maria...

Nelmio intervento che ti precede , ci sono almeno un centinaio di spunti su cui una persona normalmente dotata di cultura e buon senso , potrebbe discutere . Se non sei all'altezza , almeno sparisci .Ma veramente , nel bene e nel male , riesci a capire un qualsiasi testo ? Leggi , leggi , vai alla San Giorgio che ti farà bene e torna quando saprai dire qualcosa.

10/10/2019 - 18:02

AUTORE:
Lorenzo

In ordine.
Marco,bibi,Luigi Filippo Orléans,zorro,Maria.
I nomi cambiano, l'arroganza è sempre la stessa.

10/10/2019 - 16:03

AUTORE:
Maria-----

signor Giacomo , Ella mi rappresenta quanto di meno stimo il mio prossimo . Ella si permette di accusarmi di vituperare realizzazioni architettoniche del Ventennio, laddove sono un appassionato di queste realizzazioni . Certamente che il periodo , fu fecondo di realizzazioni Bahuaus che restano nel razionalismo dei veri capolavori .
A chhi studia il periodo , stupisce favorevolmente delle realizzazioni che in parte erano prone al regime ed in massima parte libere. Lo stadio Giovanni Berta di Firenze , opera bellissima di Nervi , ha , come omaggio alla committenza , uno svettante fascio littorio . Reputo che raramente sipossa ricordare che si tratta di un segno Fascista. Le commissioni esaminatrici delle gare , erano di ottima capacità e ebbero una grande autonomia. Il che non toglie che alcuni emuli del grande Sacconi della Macchina da scrivere romana , realizzarono opere "ruffiane". Se i bagni della Stazione di Montecatini , sono bellissimi , mi sembra demenziale metterli su un piatto della bilancia accanto alle leggi sulla razza , al bombardamento di Guernica , ai gas nel Corno d'Africa , ed ai massacri della Croazia, ed al disastro dell'Armir . Affermare che la Casa del Popolo di Brescia ripaga la nazione della distruzione di mezza Italia è follia. Vada un attimo a rinfrescarsi la memoria , alla Chiesa di San Giovanni accanto al Conservatorio a Pistoia . Forse darà la colpa ai bombardamenti alleati che volevano colpire delle caserme e affondarono una chiesa. Chi è in malafede non ha mai pudore nell'rovesciare la storiografia.
La Storia , che è oggettiva e autonoma non ha certamente bisogno di Lei
Visto che facciamo una idiota gara a chi ha fatto più morti , non capisco a quale pro , Le aggiungo una chicca.
Si conoscono per difetto i numeri dei morti di Hitler, Mussolini , Mao , Franco, e di tanti e tanti dittatori . Si conoscono per approssimazione il numero delle vittime della seconda guerra mondiale , di Hiroscima etc.
Alla fine però quelli che hanno provocato il maggior numero di morti , siamo noi popoli "ricchi" . Non con le armi e non col colonialismo , ma anche oggi . Vendiamo armi e non mandiamo medicine , non mandiamo 2 cc di ipoclorito per potabilizzare l'acqua degli africani e la mortalità infantile è a mille. Noi popoli ricchi che mettiamo sulla bilancia i cessi della stazione di Montecatini ed i morti di Mao , abbiamo realizzato la strage di tutti i giorni in tanti paesi .
Troppo difficile ? Fa lo stesso ....

10/10/2019 - 13:13

AUTORE:
Tommaso

Grande bibi Maria....Non ti smentisci mai !!!!!

10/10/2019 - 10:07

AUTORE:
Standard

Fra tanti commenti che mi inorridiscono . Vedo accuse reciproche di disconoscenza della storia . Leggo di vera e propria apologia del Fascismo e non ho parole. Fare il Fascista oggi è molto più facile che essere antifascista nel ventennio .

10/10/2019 - 8:49

AUTORE:
Roberto

Più scrive più rivela la sua vera essenza di ottuso estremismo, fra l'altro dotato di larga ignoranza storica e sociale. Ha una mossa di pancia ? Bene, la congediamo, vada pure e tiri la catenella o prema il pulsante.

10/10/2019 - 8:06

AUTORE:
Matteo

Bibi adesso sei pure diventato donna ?
Cambi sesso ma i discorsi sono sempre i soliti purtroppo, la tua impronta digitale.

9/10/2019 - 21:24

AUTORE:
Giacomo

Bene, dalla sua risposta si deduce che non sa nemmeno leggere. Se sapesse leggere (evidentemente le vostre scuole non vi hanno insegnato la comprensione dei testi), avrebbe capito che io intendevo sottolineare la vostra incoerenza. Criticate tanto il fascismo, ma intanto usate le tanto vituperate opere pubbliche costruite in quegli anni (ripeto, che i vostri amici non hanno mai saputo costruire in 80 anni di “democrazia” antifascista). Poi avrei un’altra osservazione: ma cosa ha scritto? Noto che alcune frasi sono senza i verbi, errori di grammatica. La scuola antifascista mi aveva insegnato che l’ignoranza stava a destra, ma a quanto pare no. Anzi, è vero l’opposto. Invece di blaterare sulle leggi razziali (in un goffo tentativo di arrampicarsi sugli specchi), perché lei ignora i morti fatti dal comunismo? La sa la matematica? Sa che i 20 milioni di morti in Russia più gli svariati milioni di morti in Cina sono molti di più dei 600000-700000 morti da lei citati? Per voi la realtà è o bianca o nera, se uno non la pensa come voi, automaticamente deve avere stima del ventennio. Esistono anche le persone che detestano la sinistra, come me, ma questo non vuol dire automaticamente essere nazisti. Io per esempio stimo l’attuale governo cinese, eppure non sono affatto comunista. Le dico io perché non ha letto il mio intervento fino in fondo: perché non sa cosa rispondere! Tipico di certa gente, quando non sanno cosa rispondere, se ne vanno a gambe levate! Per quanto riguarda il fatto che lei sia corso (o corsa? Non si chiamava Maria? Ha scritto: “Sono corso”, è un errore oppure non sa concordare aggettivo e sostantivo?) al gabinetto, che le devo dire? Dirò che le sta bene e che la cosa non mi dispiace affatto.

9/10/2019 - 20:58

AUTORE:
Roberto

Quando la Maria (?) spara le cifre, prova a sottometterle queste:
1)Il periodo tra il settembre 1938 e il 25 luglio 1943 fu il periodo in cui in Italia si attuò la “persecuzione dei diritti degli ebrei” (e di altre minoranze etniche) sotto il regime fascista, cui seguì la “persecuzione delle vite degli ebrei”, dall’8 settembre 1943 al 25 aprile 1945, sotto l’occupazione tedesca e la Repubblica sociale italiana. Circa 7.500 ebrei italiani persero la vita; ovvero il 13% dei 58.412 cittadini italiani di "razza ebraica o parzialmente ebraica" censiti nel 1938.
2) Alle vittime ebree dell'Olocausto vanno aggiunti almeno 10.129 deportati politici italiani e i 40.000-50.000 Internati Militari Italiani che dopo l'8 settembre 1943 perirono nei campi di lavoro e di concentramento nazisti.
Sono comunque cifre orrende, già una sola vittima sarebbe stata anche troppo.
Ed in ogni modo, si perde di vista l'argomento iniziale, la signorina Norma Cossetto barbaramente seviziata e poi infoibata. Ne va della levatura di chi giustifica i propri crimini "perché l'altro ne ha commessi prima". Sembrerebbe il dilemma se é nato prima l'uovo o la gallina.

9/10/2019 - 20:45

AUTORE:
Gabriele

Certo che ti scuso, tanto lo sai che la penso più o meno come te ed anch'io son convinto che la ragione non stia mai da una sola parte…
Non aggiungo altro perché hai già ben espresso tutto tu!
Fra l'altro ha ragione Daniele, il lupo cambia il pelo ma non il vizio!
Ed oltretutto si tradisce da solo nella foga di correre al cesso, dove sicuramente avrà trovato degli accondiscendenti compagni cui propinare i suoi dittatoriali sproloqui!
A presto.

9/10/2019 - 18:14

AUTORE:
Maria

Tutto nasce da una commemorazione . I fascisti camicie nere con il regio esercito hanno commesso crimini orribili in Croazia e aree contigue.
I partigiani titini hanno compiuto , a casa loro , le stesse nefandezze . Problema ? Chi ha cominciato prima ? Il regno d'Italia che aveva ottenuto con la pace di Versailles quelle terre in cui convivevano varie etnie dai tempi di Venezia . E lei ha l'improntitudine di parlare di storia . Poi i nipotini con fiamma tricolore (il sindaco) e lo sgueglia con siti coi pugnali fra i denti , gente che in sede locale si è apparentata con Casapound, vanno a ricordare una ragazza vittima di chi a casa d'altri era in combuutta con gli Ustascia.
Vedo contrastare le mie asserzioni con la stazione di Firenze e montecatini . Ma per favore , che vecchiume . Certe cose non le direbbero nemmeno Almirante o Michelini . E ora come ho già detto ad altri , ho una mossa di pancia e vi lascio tutti .

9/10/2019 - 18:01

AUTORE:
maria...

Per Giacomo , quando mette sulla bilancia le stazioni ferroviarie , le bonifiche , l'omni ed i treni al mare e le colonie per i figli , evidente che si dimentica di leggi razziali , 600 o 700 mila morti , un'Italia distrutta , naturalmente come nei francobolli della RSI con su scritto RABIES HOSTIUM DIRUIT lei vaneggia. Sono tesi fradice e degne di non essere nemmeno contestate . Ma veramente lei riesce ad avere ancora stima del ventennio perché Starace riusciva a far saltare nel cerchio di fuoco i maggiorenti ? Non ho avuto cuore di leggere tutto i suo intervento , non solo perché non l'ho ritenuto cosa degna, ma anche perché ho avuto una mossa di pancia e sono corso al cesso .

9/10/2019 - 16:42

AUTORE:
Daniele

Cara signora Maria,
È sicura di chiamarsi Maria ?
Da come scrive mi ricorda tanto bibbi!

9/10/2019 - 15:57

AUTORE:
Roberto

A volte si dice "rispondere a nuora perché suocera intenda (tranquillo, non ti faccio cambiare genere, è un modo di dire). Allora, il fascismo. Una gentile signora parla di piazza San Sepolcro. Ê vero, ci andarono poche decine di reduci incavolati perché i compagni rimasti nelle fabbriche a produrre per lo sforzo bellico, e prendersi il giusto stipendio e mantenere le famiglie, non solo li dileggiavano ma spesso li assalivano. Che poi questi compagni socialisti pacifinti auspicassero una rivoluzione, con tanto di armi e violenze è una di quelle cose che non si riesce a raffrontare con chi ha rischiato veramente la pelle in guerra ne a capire sul piano della bilancia logica. Detti rivoluzionari poi avanzarono - giuste - richieste di aggiornamenti salariali e, alla risposta negativa della controparte, i padroni terrieri, cominciarono a prendersela (sempre democraticamente, ben s'intende) sia con i braccianti che, per mantenere la famiglia, andavano a lavorare e con i piccoli proprietari terrieri che sudavano da mattina a sera per lavorare la propria terra con l'aiuto di figli, a volte anche nipoti. Prima domanda, ma la Libertà di scelta dov'era ? Certo, una violenza tira l'altra, una grandinata di legnate ai crumiri portava come conseguenza altrettante legnate ai compagni, in un crescendo che neppure Rossini si sarebbe immaginato di scrivere. Come sempre accade, quando il raziocinio abdica al furore, la vinsero se non i più giusti almeno i più forti, allora, come altrove, prima e dopo, è sempre stato. Le colpe del fascismo furono tante, ne elenco cinque per me imperdonabili: tre guerre, Africa (anche se sciaboletta ci aveva già pensato un decennio prima del fascismo), Spagna e la seconda guerra mondiale. L'errore marchiano, catastrofico di Mussolini fu di non fare come altro fascista, Francisco Franco, che rimanendo neutrale morì trent'anni dopo la guerra nel suo letto. Quarto orrore, la dittatura, inappellabile nel lungo tempo anche se gli antichi romani ci hanno insegnato che un duce massimo poteva essere nominato, ma a tempo determinato, in circostanze eccezionali. Quinta, orrenda, il soggiogare al caporale boemo imponendo leggi razziali che, per la verità, fino all'occupazione tedesca, in Italia ebbero scarso effetto se comparate a quelle messe in atto dai krukki nei loro territori. Comunque intollerabili in via di principio. E dall'altra parte cosa si è fatto: una guerriglia per aiutare chi veramente aveva la forza per farlo ed abbattere il regime, ristabilendo così la democrazia. E come venne ristabilita ? Con rappresaglie in nome di malfatte precedenti, come se quelle seguenti non lo fossero ugualmente, ergendosi a giudici e carnefici senza averne l' autorità legale. Ora compariamo con alcune opere prodotte durante il XXennio: bonifiche, infrastrutture, rispetto all'estero, che ora è andato a ramengo, benessere (aumento del PIL in venti anni del 65%). Un esempio per tutti, le case NON venute giù in Irpinia nel 1980 sono solo quelle costruite dall'aborrito regime dopo il terremoto del 1930. Allora, egregio amico Gabriele e con te chiunque legga queste righe, la vogliamo finire una volta per tutte di dare ogni colpa ad una sola parte ed i meriti all'altra ?
E se oggi si ricorda, giustamente, l'atroce fine dei fratelli Cervi, ricordiamoci anche quella dei sette fratelli Govoni. Se si vuole ricordare come eroe un assassino di un mite professore universitario perché non ricordare una ragazza, stuprata ed uccisa in maniera che più barbara non si potrebbe. femministe, dove siete ?
p.s. Mussolini, la Petacci ed altri furono appesi in Piazzale Loreto perché, dicono i bravi cultori dell’uguaglianza, li i cattivi fascisti ci avevano appeso dei giovani renitenti, legalmente – anche se orrendamente – ritenuti terroristi. Ma perché proprio li ? Perché nel biennio rosso i kompagni socialisti ci avevano appesa dei loro nemici, trucidati per odio iconoclasta. E allora ? Pur se ateo trovo giusto citare il detto “chi è senza colpa scagli la prima pietra”. Ferruccio Parri, capo del CLN e quindi al di sopra di ogni sospetto la definì "macelleria messicana"

9/10/2019 - 15:07

AUTORE:
Antonio

Facile fare i fascisti in democrazia, un po' meno fare i democratici durante il fascismo...

9/10/2019 - 14:31

AUTORE:
Roberto

Cara sora Maria, lei guarda i fatti da un punto di vista settario. Innegabile che abbia diritto alle sue preferenze ed idee, magari mentre nega lo stesso diritto ad altri, ma guardare un po', ed acriticamente, la Storia le farebbe vedere molte cose sotto un diverso aspetto. Detto questo, se vuole continuare ad inveire unilateralmente, faccia pure. Io con questo chiudo il confronto, non perché difficile, che anzi m'ingalluzzirebbe, ma perché patetico ed inutile. In Toscana si dice che : "un v'é pergior sordo di un vole intende".

9/10/2019 - 13:44

AUTORE:
MARIA....

Caro signor Roberto , da Santa Romana Chiesa a Mussolini a Hitler e al dimissionario re d'Inghilterra , il 1917 Russo faceva paura . La sua interpretazione di Piazza San Sepolcro fu un atto di patriottismo a difesa del bolscevismo incombente .
Per il Signor Roberto

Quindi tutto quello che ha rappresentato il Ventennio , è stato un'opera altamente meritoria di argine contro l'Orso Russo . Mi sembra , signor Roberto , che la Sua interpretazione del perché il Fascismo sia stato necessario , stia sempre più mettendo piede magari con altri nomi e colori . Alla luce di cio' si potrebbe aggiungere che i campioni dell'occidente , sono stati Adolfino e il figlio del fabbro che hanno avuto il torto di perdere la guerra . In effetti la tragedia più grande sarebbe stato vincerla quella guerra . In nord Italia c'erano i Gauleiter che avevano sostuito i Podestà e ci sarebbero rimasti . A me , anche se conta poco , sarebbe stata tolta la parola e magari ordinata una bella villeggiatura in un'isola lontana. La sua interpretazione della storia e del colpo di stato del 3 Gennaio del 1925 dopo il discorso del Bivacco mi inorridisce . I morti son morti e non sono né fascisti né comunisti e dunque smettiamo di cercar bandiere ricordando sempre del perché son morti .

9/10/2019 - 11:41

AUTORE:
Gabriele

Caro Roberto, inutile perdere tempo cercando di contestare la Verità Assoluta.

Non c'è peggior sordo di chi è sordo veramente! Lassafa'!

9/10/2019 - 10:58

AUTORE:
Giacomo

Premesso che è impossibile dialogare con chi la pensa così, ho voglia di perdere tempo a risponderle. Pertanto, ecco le risposte alle sue domande a caso: 1) La volle Mussolini. 2) I partigiani, molti dei quali erano comunisti, erano stati fascisti fino al giorno prima (vedi quei geni dei livornesi, tutti neri il giorno prima, cioè il 7 settembre 1943, tutti rossi il giorno dopo, l’8 settembre, forza Pisa, abbasso Livorno) e, senza gli americani, non avrebbero fatto un fico secco. La presunta Liberazione l’hanno fatta gli USA, non i partigiani, che altrimenti sarebbero stati inviati in altri posti.3) Se lei fosse coerente con ciò che dice (ma non lo è perché i sinistroidi sono tutto meno che coerenti) non dovrebbe andare alla stazione di Santa Maria Novella, costruita dal fascismo, né a quella di Montecatini Terme - Monsummano. Non è colpa mia se il regime (di cui io non condivido tutto, ma è sempre meglio del PD) ha fatto in 20 anni ciò che la vostra Repubblica non ha fatto in 80 anni. Mussolini è stato tradito? Sì, e i traditori sono stati puniti. 4) Le dico la mia opinione personale, che per me il comunismo è stato il male assoluto, molto di più del fascismo, altro che mettere tutto sulla bilancia. 5) Anche qui, non è colpa mia, ma della matematica se in URSS sono stati fatti 20 milioni di morti, in Cina altri 40-50, contro i 6 del nazismo. Basta un minimo di matematica. Le foibe, inoltre, non le ho inventate io, ma i vostri idoli. Lei si contraddice, perché parla di democrazia, ma vuole confinare chi non la pensa come lei. Le ricordo che i suoi (non miei) nonni dicono di avere combattuto per la democrazia, ma, se la pensavano come lei, mi viene qualche dubbio. Non è che per caso fossero fascisti rossi? Credo che certa gente, dopo l’8 settembre, sia passata al comunismo, mantenendo però i metodi fascisti. Per quanto riguarda gli “italiani” che votavano PCI, che le devo dire? Alcuni sono stati ingannati, altri erano degli…le lascio immaginare cosa penso. Lei ha scritto, come ultima frase, che le indigna “la strumentalizzazione di vittime innocenti frutto della perfida ideologa fascista di cui il popolo italiano sembra non riuscirsi a scrollarsi di dosso” e io le rispondo che non vogliamo stare a sentire le vostre bischerate, non ci interessano né l’ANPI né il 25 aprile, fortunatamente non ci va quasi più nessuno a quelle feste. Li disprezziamo, e disprezziamo la sinistra, lo volete capire? Che fa, ora che le ho risposto, chiama il KGB? Mi chiedo, inoltre, se lei sappia cosa sia il comunismo, se lei abbia studiato un minimo Marx. La vera vergogna è il tentativo, fatto dalla sinistra, di cancellare la storia. Ma non si preoccupi, sbraitate pure, tanto non vi crediamo. Ah, un’ultima cosa. Lei ha vaneggiato sui porti chiusi, sulle mitragliatrici… ma lei sa la Storia? Ah già, sui vostri libri di storia non si legge che chi entrava illegalmente in Russia, andava nel Gulag. Che gli Stati socialisti e comunisti fanno ciò che propone di fare la Meloni (la quale non mi sembra comunista). I vostri libri descrivono la Russia come il Paradiso in terra, che poi, chissà perché, è crollato. Ma non doveva essere il paradiso? Allora perché è crollato?

9/10/2019 - 6:13

AUTORE:
MARIA...

Una domanda a cui tutti i commentatori non danno risposta : " chi volle la guerra il 10 giuno del 1940 senza nemmeno sentire il Gran Consiglio del Fascismo?" Chi ha voluto la guerra civile anche se per molto tempo e per molti non ne abbiamo parlato in tal senso ? Chi seguita a negare la possibilità che abbiamo avuto come paese fascista perdente una guerra di avere ancora un minimo riconoscimento da parte del mondo ? Chi seguita a dire che nel ventennio tante cose buone sono state fatte e che Mussolini è stato gabbato dai suoi ? Chi seguita col possibilismo del mettere tutto sui piatti della bilancia in equilibrio ? Chi per consolarsi cita tutte le nefandezze del mondo citando tutte le vergogne da Est e dimentica l'Ovest ?
Chi negli anni della ricostruzione può ìndicare qualcosa di male al 30% fra gli italiani che votavano pc e che venendo dalla montagna , avevano ancora un'arma in soffitta? E allora smettiamo di cercare ogni aggancio per il revisionismo storico .
Abbiamo ancora la Pasionaria dalla fiamma tricolore che parla di blocco navale e forse tra non molto di mitragliamento in marre.
Il fascismo fu il male assoluto e questo è una verità granitica e i Casapound , forza nuova , azione studentesca , dovrebbero essere confinati in cantina e murata la porta, Quello che indigna , è la strumentalizzazione di vittime innocenti frutto della perfida ideologa fascista di cui il popolo italiano sembra non riuscirsi a scrollarsi di dosso .

8/10/2019 - 20:08

AUTORE:
Roberto

Lo sa perché é nato il fascismo, cara donna Maria ? Beh, io non glie lo descrivo, vada a ripassarsi un po' di Storia, poi capirà che i santi non mi interessano, se a lei interessano i fanti faccia pure.

8/10/2019 - 16:18

AUTORE:
MARIA ,,,

Per il signor Roberto . Cancelliamo il 25 Aprile , non mandiamo più De Gasperi negli USA , rimandiamo indietro gli aiuti dell, UNRA e condanniamo la lotta partigiana come un cancro nel periodo di occupazione dellìex alleato tedesco . Rifacciamo la storia e neghiamo che in Istria Dalmazia Croazia etc i crimini di guerra di esercito e camicie nere impegnate contro i partigiani nei confronti di civili , ed altrettanto da parte dei rossi non furono la conseguenza di una guerra voluta il 10 giugno del 1940 dall'Italia fascista. Senza il 25 aprile cosa saremmo o saremmo stati ?
Non amo le posizioni di Azione Studentesca e plaudo ad una giunta che non ha dato incarichi allo Sgueglia , risultato primo nelle preferenze. Qualcosa vorrà pur dire ? Quindi "scherza coi fanti e lascia stare i santi "

7/10/2019 - 18:36

AUTORE:
Roberto

Ho cercato, nel mio scritto delle 11,53 di parlare di Giustizia, che non è mai di singoli o privati cittadini ma delle strutture competenti. Vedo che comunque lei si scaglia contro una parte politica soltanto. Allora mi costringe a ricordarle alcune perle che i cosi detti partigiani liberatori hanno compiuto. A parte la partigiana Gianna e il partigiano Neri, assassinati dai compagni per futili motivi, a parte la foibe, a parte i sette fratelli Govoni, a parte la partigiana brigata Osoppo sterminata dalla partigiana brigata Garibaldi, a parte le vendette personali, spesso a solo scopo di,lucro personale, perpetrate nel periodo dopo la fine della guerra, sempre da quei civili sedicenti liberatori dal giogo dittatoriale, a parte un partito che fa eleggere in Senato un pluriomicida per farlo rientrare dalla Cecoslovacchia sotto dominio sovietico dove si era rifugiato per sfuggire alla vera Giustizia dei tribunali italiani, a parte i sostenitori di figure storiche come Castro, Guevara, Stalin, Mao Tse Dong, tutti criminali al pari dei vari Hitler, Mussolini, Allende, Videla, Papadopoulos, lei non parla o scrive di Giustizia ma solo di settarismo. E poco importa la coloritura, nera, rossa, verde, celeste, a pallini o dadolini, mandare il cervello all'ammasso dell'odio iconoclasta senza valutare, soppesare i fatti attribuendo ad una parte tutte le colpe, all'altra tutti i meriti é solo deprecabile. E, per finire, una perla personale. Nell'agosto/settembre 1944 si presentò in casa mia una masnada ben armata e ben cosparsa del sangue di persone che avevano appena scannato. Lo scopo prendere mio Padre e mio Fratello, classe 1897 e 1924, il primo perché non aveva rinnegato, il 25 luglio dell'anno prima, la sua tessera del PNF l'altro perché, così erano stati informati (falsamente) come volontario della Milizia repubblichina, da parte di una signorina che mio fratello aveva appunto scaricato in quanto troppo "generosa". La situazione si risolse quando un abitante del rione, fervente comunista, venuto a sapere della cosa mandò a dire di non toccare nessuno, semplicemente perché ne l'uno ne l'altro avevano fatto alcunché di male a chicchessia. Capisce ? Il buono ed il male ci sono dappertutto.

7/10/2019 - 15:27

AUTORE:
MARIA

Certamente che le forze di liberazione , come i partigiani e come chiunque nei confronti dei civili o dei prigionieri avesse potere assoluto , hanno commesso atti che non pesano più o meno sui piatti della bilancia. Finita la guerra la politica mondiale ci mise in una condizione di girare gli armadi e solo , cambiate le situazioni internazionali , li abbiamo rigirati .
Voglio solo aggiungere nel dettaglio della manifestazione pistoiese , che partecipava il signor Sgueglia , di cui consiglio vivamente di consultare il blog e quello di Azione studentesca con relativi pugnali fra i denti .
Questo non mi sembra il giusto modo di ricordare una sfortunata ragazza che , come tanti altri civili , si trovò in situazioni orribili . Dico solo che una parte di questi assassini di civili , fu ritorsione in relazione a campi di concentramento in tenda con scopi precisi di annientamento della popolazione di etnia diversa. Penso che per pudore, chi ha la fiamma tricolore nel segno che fu di Almirante e dei fascisti presenti in parlamento nel dopoguerra , fino al mitico Mirco Tremaglia , Ministro della Repubblica , potrebbe magari , partecipare al 25 Aprile , laddove il signor Sindaco partecipa a denti stretti perché si vergogna a mandare un sostituto . Povera ragazza , forse avrebbe ben donde di rigirarsi nella tomba.

7/10/2019 - 13:24

AUTORE:
Giacomo

Ho letto il commento delirante della signora di cui sotto e ne sono rimasto inorridito. Questo è il tipico commento del classico comunista italiano che non solo non sa cosa sia il comunismo (in Italia ci sono molti comunisti col portafoglio pieno che in URSS sarebbero finiti nei Gulag di cui voi non volete mai parlare e che avete tentato di minimizzare nei vostri pseudo libri di storia, scritti dai vostri amici), ma che continua, nonostante tutto, a negare la realtà storica delle foibe. Beh, mi dispiace, ma non siete stati abbastanza bravi a cancellare questa tremenda pagina di cronaca di cui si sono macchiati i vostri idoli. Le menzogne della sinistra sono giunte al capolinea. Il 25 aprile, se Dio vuole, non lo festeggia più nessuno o quasi, a parte qualche vecchio simpaticone rimasto ancora col cervello al 1945. La vostra Repubblica, nata dall’Antifascismo, ha svelato tutte le sue contraddizioni, ipocrisie e storture. Il Re è nudo. La sinistra, se così si può ancora chiamare, è diventata una fazione politica che suscita solo ribrezzo. Non vi ascoltiamo più, lo volete capire? La sinistra deve solo vergognarsi per tutti i danni che ha fatto in questo Paese e per la censura che ha applicato, alla storia, per 70 anni. Alla faccia della democrazia, di cui dite di essere i paladini. Avete cercato, ma non ci siete riusciti, di creare un nuovo passato ed un nuovo presente. Ma ora sappiamo tutto e non ci ingabbiate più.

7/10/2019 - 11:53

AUTORE:
Rpoberto

La guerra é, é sempre stata, la più stupida attività degli umani. Che non la fanno come le bestie per mangiare e quindi sopravvivere, che se sono sazi manco ti guardano, ma solo per fini di guadagno, sia esso pecuniario, territoriale o d'immagine. Che gli eserciti, tutti, regi, repubblicani, popolari, di nazioni democratiche o totalitarie, abbiano sempre commesso abusi è un fatto. Ed a questi, ai loro caporioni, comandanti, strateghi che si devono ascrivere le colpe, non all'inerme popolazione, siano essi dalmati che non vogliono sottostare al regime dell'Italia o italiani che non vogliono sottostare al regime, ugualmente infame degli slavi. Fanno male a predicare unilateralmente tanti cultori della loro verità unilaterale. Questa è una sola, oggettiva, ma oggi si ricordano i sette fratelli Cervi e non i sette fratelli Govoni. Si ricorda l' assassino di un professore universitario ma non si cercano neppure gli assassini della partigiana Gianna. Si indicano, giustamente, gli eccidi delle truppe di occupazione tedesche ma nessuno ricorda quelle dei liberatori francesi. Invece di assumere il settarismo come verità indiscutibile la gente studiasse un po' più la Storia ......

6/10/2019 - 12:52

AUTORE:
MARIA

Laddove la strumentalizzazione di una tragedia , attraverso la politica si fa strame della verità storica.
La destra rappresentata da La Russa e dai rappresentanti presenti che ancora si scaldano alla fiamma tricolore, hanno dimenticato la storia .Gli italiani brava gente che occupavano i territori rivendicati dai titini , eranno quelli che


http://www.criminidiguerra.it/DocumRob.shtml.


"Qui si ammazza troppo poco" e questi erano i crimini di guerra del Regio Esercito , mentre le Camicie Nere non erano da meno . Ed ora i nipotini si battono il petto infangando nella sostanza una martire divenuta tale solo per colpa dei comunisti titini e basta ?

TROPPO FACILE